NEUROSCHIAVI – PAOLO CIONI

 

NEUROSCHIAVI

Marco Della Luna – avvocato, esercita da anni la professione forense. Laureato in psicologia a Padova è inoltre studioso di strumenti psicologici, economici e giuridici di dominazione sociale.

Collabora con riviste come Tema, Il Consapevole, Nexus, Il Popolo, per cui ha scritto numerosi articoli, quali Magia ingegneristica; La Casta dei Pupi e le Banche dei Pupari; Debunking: fini, presupposti, metodi.

hqdefault

Marco Della Luna è coautore insieme ad Antonio Miclavez del bestseller Euroschiavi: la Banca d’Italia, la Grande
Frode del Debito Pubblico e i Segreti del Signoraggio (Arianna Editrice).
—————–
Paolo Cioni – Psichiatra di impostazione neuroscientifica, responsabile di un servizio di salute mentale presso la ASL Firenze, è docente alla Scuola di Specializzazione in Psichiatria di Firenze, nonché consulente tecnico del
Tribunale. Ha lavorato nelle carceri e negli ospedali psichiatrici.

12633614_545638212258160_624885929975114699_o

Paolo Cioni presenterà il suo ultimo libro “Neuro-schiavi – Tecniche e psicopatologia della manipolazione politica” co-scritto con Marco Della Luna. Un lavoro riconosciuto in Italia da molti esperti nel campo delle neuroscienze.

Allo stesso modo un “Piccolo trattato sulla manipolazione “, ha il vantaggio di illuminare il maggior numero di persone sui meccanismi del cervello e attirare l’attenzione sulle sue debolezze per miglioraci e proteggerci dal potenziale della manipolazione. Un libro di utilità pubblica.

Gli strumenti attraverso cui l’uomo viene dominato e sfruttato sono essenzialmente di tre tipi: giuridici, psicologici ed economici. Conoscerli è condizione per diventare liberi e coscienti. Siete pronti a mettere di nuovo in gioco ogni vostra certezza? In uno scenario dove libertà e consapevolezza sono sempre più minacciate, è indispensabile conoscere gli strumenti che le attaccano. “Neuroschiavi” ha questo scopo. Il libro descrive i meccanismi di condizionamento adoperati nella storia – dal plagio religioso alla propaganda politica, dal marketing e pubblicità fino al controllo elettromagnetico integrando il piano psicologico con quelli neurofisiologico e sociologico, ponendosi l’esigenza di studiare, comprendere e contrastare l’opera di tali mezzi, a tutela della libertà e del (possibile) benessere proprio e altrui.

Paolo Cioni, docente di psicopatologia, ex capo del servizio di salute mentale con l’ASL di Firenze, insegnante presso la Scuola di Specializzazione in Psichiatria di Firenze. E ‘autore di numerosi trattati, nonché di psicologia e psichiatria monografie. Egli è anche il co-autore, con Marco Della Luna, Neuro-Slave. Tecniche e psicopatologia della manipolazione politica, economica e religiosa.

https://books.google.it/books/about/Neuroschiavi_Liberiamoci_dalla_manipolaz.html?id=CcCAMAEACAAJ&source=kp_cover&redir_esc=y

images

http://www.unilibro.it/libro/cioni-paolo/paranoia-leadership-fallimento-rivincita-psicopatia-psichiatra/9788854875432

cop

 

 

Annunci

LE MIE MOLESTIE ELETTRONICHE, ABUSI E SPERIMENTAZIONE

Sono Elena di Firenze, sono vittima dI gang stalking e molestie elettroniche con armi ad energia diretta, da molto tempo, ma in una maniera bestiale e atroce, da vedere la morte con gli occhi. Iniziò nel 2007, come conseguenza ad un diverbio con la condomine di origine russa che abita nell’appartamento di sopra. In Italia il 25% dei casi di stalking rappresentano lo  “stalking condominiale”,è ciò che ho letto nel sito della polizia. Segue la procedura internazionale, vado alla Polizia nel febbraio 2011, dove sparisce la mia denuncia e la chiavetta con le prove, dopo un mese mi chiama una psichiatra, che cerca di costruirmi un profilo schizofrenico, della sua terapia ho preso una sola pasticca, mi sono resa conto subito che si trattava di una ridicola messinscena . Ho saputo all’estero del mio nuovo profilo montato dalla Polizia italiana  “devo andare immediatamente dal dottore”, anche questa , una procedura internazionale…

Cattura di schermata (15)

Ora io dico — VERGOGNA AI MILITARI E AI POLIZIOTTI COINVOLTI NELLA TORTURA, SIETE DIVENTATI BESTIE, ANDATE A CURARVI, AVETE PERSO IL SENNO !!

Quando ho visto veicoli utilitari militari correre dopo di me, ho pensato che  doveva esserci un terrorista  vicino a me, che centro io? ! io sono una pensionata insegnante di matematica al liceo, in Romania. Mi interessa viaggiare con pocchi soldi, niente altro.

Cattura di schermata (14)

I miei video sono modificati, alcuni anche dall’ inizio, mentre salvo il titolo, la miniattura, salvare dura ore e ore, una volta sono stata dall’undici di sera fini alle 4 di mattina, e la procedura non era ancora finita, sono in network con i perpetratori;in tutto questo tempo i video sono stati anche criptati .

Ho radunato in un video 50 fotografie, tratte dai video da me effettuati, foto-document che dimostrano l’esistenza e l’effetto delle armi ad energia diretta sul mio corpo, in casa e nella strada. Buona visione: https://youtu.be/qGCx_5haJhU ELENA BROBONEA TI, ebrobonea@gmail.com

L’immagine è più forte della parola, il solo modo per far conoscere al mondo queste atrocità commesse in questa era è far vedere !

Raccogliate prove: fare ogni sforzo per raccogliere la più possibile quantità di prove di molestie elettroniche!

Smile, you are being watched!

Souriez, vous etes espionnés!
Sorridi, sei spiato!
Espionnés, fara z!
Elena

LA TELEPATIA ARTIFICIALE E’ POSSIBILE

controllo-mentale

Mi chiamo Mirko sono di Montefano in provincia di Macerata nelle Marche  ho 27 anni e per sei mesi sono stato vittima di controllo mentale e sono stato spiato con satelliti spia.
Non conoscevo queste connessioni artificiali che si collegano direttamente al cervello ma ne ho fatto esperienza direttamente sulla mia pelle.
La mia esperienza è iniziata i  primi di  dicembre 2013 ed è continuata fino a maggio 2014.
Non ho idea di chi mi abbia seguito ma avendo trovato esposizioni di vittime sul web posso dire senza certezza di aver avuto a che fare con i servizi segreti deviati, racconto alcuni particolari:
L’operatore ha iniziato la serie di torture telepatiche (telepatia artificiale ) con un inizio mistificatorio asserendo di essere Dio. Mi interrogava sulla mia vita in generale, sulle mie esperienze, sulle mie idee , e sul mio modo di vivere.
Fin lì tutto bene, ma poi………….. Il mio controllore iniziò a farmi continuamente giochi psicologici per mettermi alla prova ed io cascai sempre nelle sue trappole psicologiche, questo perché lui si definiva un telepatico naturale e convinse anche me di esserlo, il fatto di essere telepatico era per me cosa nuova che non mi dispiaceva sperimentare , invece non c’ era niente di naturale , le sue erano solo tatiche per manipolarmi e nascondermi la verità, si trattava di armi psicotroniche ,armi che influenzano il comportamento umano con mezzi tecnologici, in quel periodo mi sorvegliavano 24 ore su 24 impedendomi il sonno e il mio cellulare e il mio computer erano sotto controllo per spiarmi e vedere tutto quello che facevo.
Verso il 23 dicembre mi trovavo ad Osimo in provincia di Ancona in un monolocale dove da un anno vivevo da solo, il chiamante mi disse che dovevo andarmene e tornare a vivere con i miei genitori, io mi rifiutai inizialmente di lasciare l’appartamento, così il giorno dopo misero dei dissuasori acustici intorno allo stabile, disturbando così non solo me ma anche tutti i miei vicini,  le violazioni diventavano sempre più terribili ,questa era raccapricciante i rumori che sentivo erano tremendi sembrava che intorno a me succedesse il caos. Terrorizzato decisi di tornare dai miei genitori, dove vivo tuttora ,sperando che tutto finisse e la tortura delle voci andasse nel dimenticatoio.
Purtroppo anche a casa dei miei genitori venivo tartassato e vessato con stalking di vario genere, il tutto avveniva di continuo e tramite le voci che sentivo in testa. Manipolano la realtà dei fatti per depistare le reali tecnologie satellitari. Mi trovai in un guscio di solitudine che neanche i miei genitori riuscivano a capire.
Quando interloquivo con l’operatore (servizi segreti deviati) mi diceva che era un criminologo e che lavorava per la mia sicurezza, sul finale di questa tortura mi disse di chiamarsi Alberto ma ritengo sia un nome di fantasia,  comunque non lavorava per la mia sicurezza ma per la mia distruzione perché dopo essere stato sotto telepatia artificiale ho dei disturbi psichici e le mie capacità cognitive sono diminuite.
Concludo dicendo che oggi giorno il mondo è peggiorato e che queste tecnologie con i facili TSO e cause ingiuste sono il mezzo per controllarci e renderci automi senza nè parte nè idee.

Mirko

L’ HACKER DELLA MENTE

pensierocervelloR375_06dic08

 

Mi sveglio di notte e come al solito l’operatore si sveglia insieme a me, e come sempre è lui che anticipa e ripete i miei pensieri, TUTTI, fin da quando si formano, come impulsi, nella mia mente , d’altronde sono vari anni che io non ascolto più la mia voce pensante, la mia mente è muta, gli impulsi dei miei pensieri completamente letti da un altra mente. ANCHE quando parlo con gli altri, lui velocemente e a” bassa voce”, per infilarle nella mia mente SENZA CHE LA COSCIENZA LE POSSA FILTRARE, suggerisce le risposte, le sue, non mi da il tempo di rifiutarle, ed IO do risposte che non sono quelle che avrei dato, QUASI SEMPRE PIU’ COLTE DI QUELLE CHE AVREI DATO IO, visto che l’operatore dichiara di essere un magistrato, anche se me ne accorgo comunque.INUTILE pensare di studiare, non mi consente di dedurre e di ripetere mentalmente, dice che se voglio studiare devo ripetere a voce alta, troppo faticosa la ripetizione mentale,perchè la deve fare lui, oppure, credo, non deve farmi funzionare la parte cerebrale relativa?ALLA FINE è proprio un esperimento, mi usa per imparare a sostituire il pensiero di un altra persona . Pretende di dettarmi quello che sto scrivendo. Ha appena finito di scaricarmi addosso una qualche forza di cui sento il peso addosso, come una forte tensione, si concentra e smette di parlare, si crea tensione dentro di me quasi sembra mancarmi il respiro,tremo. Lo fa periodicamente, una volta iniziai a sentire bruciore al cervello. Un altra volta sembrava mi scaricasse un peso addosso, lui continua, si concentra e si zittisce, Ottaviano, così è il suo cognome, perchè come quasi tutti quelli che lo hanno preceduto si è presentato; e si presentò come un telepatico naturale, io DI MICROCHIP E STRUMENTI ELETTRONICI NON NE SAPEVO NIENTE, iniziai a sospettare che non poteva un uomo fare questo solo con la sua mente per la continuità del collegamento, ininterrotto giorno e notte, per i luoghi, dappertutto, anche in galleria, da napoli mi spostai a Milano e ininterrottamente il collegamento rimase fino a quando non ho capito che in realtà, come lui conferma, usa strumenti elettronici per collegarmi, e mai mi consente di riprendere il mio pensiero, dice che altrimenti è inutile. Solo raramente ci sono dei cali di collegamento, forse quando è stanco.Inutile dire che non ho vita intima…….Che mi tormenta e come gli capita, mi deride o mi da consigli o è una continua lamentela……

UNA INTERPRETAZIONE DELLA TORTURA MENTALE: in un mio scritto precedente ho parlato dell’annullamento della mia voce pensante, del sentirmi come una persona muta ( ho dimenticato di raccontare lo sforzo che il mio cervello effettua nel tentativo di sentire il proprio pensiero prodotto), da ricerche fatte ho trovato che esistono le cosiddette cyber droghe, ossia droghe virtuali che danno benessere, fondate sul cosiddetto battito bineurale, induzione cerebrale, che si ottiene con infusione, atttraverso le orecchie, di onde di diversa frequenza, una combinazione di determinate onde cerebrali , che fanno rilasciare sostanze benefiche nel cervello ricevente .Da altre ricerche risulta che vi possono essere un soggetto ricevente onde cerebrali ed un soggetto trasmittente tali onde, che tra essi si può creare un sistema di vasi comunicanti, per cui le onde di uno passano all’altro. A questo punto ritengo che io non percepisco il mio pensiero, in quanto le mie onde cerebrali sono intercettate da un’altra persona, la quale con un computer, mi restituisce un surrogato del mio pensiero, che è quello che io sento, ma che riconosco come a me non appartenere, la voce pensante in sostituzione è quella diretta dell’operatore oppure del computer, pensate che mi restituisce una voce pensante ogni volta diversa, la sua propria da uomo, (mi ritrovo a pensare con voce maschile) oppure una molto simile alla mia, o una voce meccanica, qualche volta interrompe improvvisamente il mio pensiero, come un black out improvviso,o lo sfuma come un disco rotto, pensate ai vecchi dischi 45 giri quando per guasti del lettore o graffi sul disco, questi produceva una voce alterata. Mi chiedo il perchè di tutto ciò: 1) sono usata come produttrice di onde cerebrali, intercettate e convogliate verso una più persone, che acquistano la fornitura ricevuta, come acquistiamo l’elettricità, anch’essa, ricordo, una energia a pagamento, cioè HANNO SOSTITUITO IL BENESSERE DELLE DROGHE CHIMICHE MA SENZA I LORO EFFETTI COLLATERALI. OVVIAMENTE DEVE ESSERE UN SERVIZIO MOLTO COSTOSO. Io e altri soggetti mirati, siamo una specie di centrale elettrica, ma non per la produzione di elettricità ma per la produzione di onde cerebrali, intercettate e usate per vari scopi. MA COME ESTRARRE DA UN CERVELLO L’ENERGIA CHE SERVE ? E SOPRATTUTTO CON CONTINUITA’ NELLA PRODUZIONE? MA CON LA TORTURA MENTALE, CHE COMPORTA UN LAVORIO MENTALE E CONTINUO PER LA VITTIMA , E QUINDI ELEVATA PRODUZIONE DI ONDE!, ossia il trasmittente le onde ( colui che “dona” forzatamente le onde) con conseguente emissione della energia voluta, intercettata e usata. A questo punto analizziamo la figura DEGLI OPERATORI, CHE SONO DEGLI STRIZZA CERVELLI CHE DEVONO PRATICARE LA TORTURA SUI SOGGETTI PRESCELTI PER OTTENERE DA ESSI LA QUOTIDIANA PRODUZIONE DELLA ENERGIA (ONDE CEREBRALI BENEFICHE) A SCOPO COMMERCIALE.
Un’altra cosa: l’operatore che agisce su di me un paio di volte ha praticato questa tecnica all’incontrario, come lui ha spiegato, ossia ha trasmesso su di me delle onde che mi hanno dato un immediato benessere mentale, al fine ha detto, di recuperami un pò psicologicamente, visto la tortura che subisco. Insomma cercano di quanto meno di far durare quanto più possibile l’oggetto dei loro commerci. Ancora sulla figura dell’operatore: pare (lo dice sempre il mio operatore) che riescono a svolgere essi stessi questa attività in quanto sotto eccitamento neurale e provvisti di apparecchiatura elettronica. 2) Questa energia potrebbe anche alimentare una macchina, una nuova arma da guerra, dei robot, e chissà quale altre applicazioni. A QUESTO PUNTO ATTRAVERSO QUESTA PAGINA RIVOLGO LA MIA RICHIESTA DI AIUTO ALLE AUTORITA’. per essere liberata e che le società che praticano questo commercio siano condannate. SI CERCHINO EVENTUALMENTE DEI VOLONTARI con contratto e profumatamente pagati.

LEO LAI

Assorbitore di onde elettromagnetiche

Immagine3

Sulla base di un articolo pubblicato anni fa sul “Corriere della Salute”, scritto da Angelo de’ Micheli, è stato realizzato un piccolo prototipo di sistema per neutralizzare nocive onde elettromagnetiche a breve distanza.L’articolo in questione diceva:

Siamo circondati dallo “smog” elettromagnetico: telefoni cellulari, forni a microonde, televisori, monitor di computer, lampade al neon sono tutte fonti di deboli onde elettromagnetiche. Ma sarebbe sufficente tenere in tasca della grafite, in pratica della polvere di matita temperata, per avere sempre con noi un valido “antidoto” contro i possibili effetti nocivi di queste emissioni (cefalea, astenia, debolezza, depressione). L’ideale, anzi, sarebbe mettere la grafite in una provetta di vetro a contatto con la pelle.
E’ quanto consiglia ai suoi pazienti il professor Maurizio Riccardi, fisiologo dell’Università di Roma Tor Vergata, che spiega: Basta una normale provetta di vetro, che bisogna riempire per tre quarti, temperando una mina di matita. Ma attenzione ,non serve tenere direttamente in tasca una matita, perchè la grafite è isolata dal legno. Naturalmente, si dovrà poi avere l’accortezza di scaricare la provetta, una volta a casa a fine giornata, lasciandola, per esempio, per tutta la notte a contatto del termosifone o sui tubi dell’acqua, per “mettere a terra” le cariche elettriche.
Il professor Riccardi ricorda, inoltre, che il televisore anche spento non dovrebbe essere tenuto nella stanza dove si dorme, nè dovrebbero esserci delle luci accese, poichè emettono onde elettromagnetiche deboli che interferiscono con quelle biologiche naturali emesse dalle nostre cellule. [..]

Ogni oggetto che ha un campo elettromagnetico, sia pur debole, può compromettere la salute !! Lo prova il fatto che in Germania esistono già delle norme di legge a tutela degli utenti. Il metodo della fiala di grafite è stato sperimentato proprio in Germania, precisa il professor Riccardi, dove le provette sono addirittura in vendita, a ben 300 mila lire l’una.
Ma, in realtà, ciascuno può costruire da solo la sua fialetta protettiva, a costo zero.
In Italia sono molti i medici che hanno adottato questa precauzione: anch’io porto sempre in tasca, a scopo preventivo, la mia provetta di grafite. E’ una specie di “schermo”, capace di assorbire le frequenze elettromagnetiche: ci protegge dai microsegnali emessi, per esempio, dall’antifurto dell’automobile o da altre fonti, come il telefonino cellulare.
Abbiamo notato che molte cefalee, astenie e depressioni migliorano dopo pochi giorni se il paziente tiene con sè la grafite conclude il professor Riccardi. Perchè non approfittarne?

 
1
2

3
FONTE :  http://www.hwh22.it/xit/S13_sat/dev_antiemf.html

Sezione operativa S.A.T.

PROGETTO GLOBALE MEREGIO DELL”IBM ESPERIMENTO DI CONTROLLO MENTALE SU LARGA SCALA IN SVEZIA

PROGETTO GLOBALE MEREGIO DELL”IBM ESPERIMENTO DI CONTROLLO MENTALE SU LARGA SCALA IN SVEZIA

Per favore divulgate questo testo in tutto il mondo perché è stato già cancellato !!!
e molte homepage avevano un’attacco. Anche il mio sito e questo degli amici miei.
• Tutti l’hanno ma nessuno è a conoscenza di che cosa è o di che cosa fa – la “Energy-Box
(nuovo contattore elettrico; per vedere quanto elettricità si consuma).

• L’abbiamo ottenuto senza preoccuparci a questo proposito, senza capire, senza chiedere: Elettricità dell’Internet.

• Non è l’ “Internet via elettricità” che è stato fermato, per le compagnie della banda
larga specialmente quelle della 3G che dovrebbe entrare in fallimento.

La ENERGY BOX è un trasmettitore GPRS a frequenza (come il radar) ed è una specie di rete internet a miscela tra GSM e 3G. Inoltre ha un “tester Eshelon”, un sistema a PLC (Powerline Communication = comunicazione a linea elettrica) della compagnia Televent o detta anche ESCHELON, per cambiare l’elettricità.
È una banda larga ed è accesa costantemente – non solo per quei secondi che l’azienda elettrica la usa.
La scatola ci irradia non solo direttamente la radiazione del sistema 3G (dell’altro una frequenza a pulsazione molto maligna e solo ad uso militare), ma gli impulsi entrano anche nel sistema elettrico e così l’interna abitazione diventa un campo ad alta frequenza a pulsazione 3 G la quale è collegata alla rete internet e può irradiare ovviamente molti alla morte (leucemia).
Questa scatola non trasmette all’azienda elettrica ma all’Internet ovvero in questo caso all’intero Sistema Elettrico che è stato trasformato in un sistema di comunicazione.

Per quale motivo è stata scelta la rete d’Internet, perché è stato istallato nelle nostre case
con tale silenzio e segretezza, perché sostituire l’elettricità con un sistema di comunicazione?

SEMPLICE:
3G è già un sistema militare efficiente ed il telefono è soltanto un effetto affiancato. L’intero problema con i tralicci e le antenne che trasmettono fra di loro era principalmente “una manovra di mascheramento”.
(Le prime “Internet Houses in the World”)

• Non aiuta rifiutare il “Box” perché il vostro vicino né ha comunque uno che trasmette lo stesso gli impulsi alla vostra casa tramite il sistema elettrico.

• Come sia, noi abbiamo assolutamente il diritto di non accettare l’Energy Box, anche
perché la “LEGGE” che le autorità applicano non esiste e figuriamoci sulla
“radiazione forzata”

• La base reale in primo luogo è di cambiare il nostro sistema elettrico in un sistema di comunicazione che va introdotto semplicemente per un ”controllo totalitario”.

• Ora l’elettricità è sottoposto ad un’altra legge, la cosiddetta “legge di comunicazione”.

• Questa legge dà all’ente FRA (Försvarets ente radiofonico – una specie di Echelon per la difesa svedese); uno dei sistemi di spia in Svezia, il diritto di controllare e svolgere le attività di spionaggio.

Possono leggere le mail, ascoltare i telefoni e controllare ogni genere di comunicazione, anche “l’Internet-Elettricità” e con questo la vostra casa.

• Il governo della Svezia dà per l’esattezza al FRA un nuovo supercomputer (Cervello-Supercomputer – Brain-Supercomputer).
Coloro che conoscono già qualcosa circa le frequenze e le tecniche di microonde sanno certamente quali sono le possibilità di controllo. Attraverso di queste, ogni calcolatore (PC) è collegato alla nuova “Internet Elettricità”, così in principio tutti, assolutamente tutti sono in “zona pericolo” per gli attacchi da Internet.
Banca, polizia, ospedali e qualsiasi azienda, assolutamente tutti che hanno bisogno di elettricità non possono più affidarsi ai Firewall e Antivirus contro l’Internet-Elettricità.
Quale server sia connesso alla vostra “INTERNETHOUSE” è sconosciuto. :=)
Se uno di questi server usa l’ELF modificato (Extreme Low Frequency – estrema frequenza bassa = una frequenza artificiale del cervello) è facile da ottenere le immagini 3D di ogni stanza e poter ascoltare ogni conversazione. Ancora più sgradevole è che si può molto facilmente trasmettere qualsiasi frequenza attraverso la rete di Internet, anche quelli che influenzano le frequenze del cervello delle persone.
(Un controllo a distanza per tutta la gente?)

Siamo nel più grande esperimento riguardo al controllo d’onde del cervello umano che il mondo abbia mai conosciuto. La Svezia e la Finlandia sono stati sempre paesi in cui avevano luogo esperimenti per le microonde su vasta scala e quindi per primi hanno ottenuto il sistema in questione.
Se tutto va bene seguiranno anche altri paesi. La Germania ha già un programma TV circa il progetto. Lo stesso vale per altri stati.
Dobbiamo assolutamente rifiutare la Energy Box e convincere i nostri vicini a partecipare. (Per primo si può restituire la scatola).

Dobbiamo molto velocemente divulgare le informazioni riguardo a questo nuovo sistema in modo che arrivi al pubblico e che tutte le bugie siano rivelate (giornali, internet; TV ecc.).

Chi può è pregato di dare un suo contributo , data l’urgenza, dato che questo primo esperimento è già in atto.
Se non lo fermiamo ora, quindi l’intero mondo otterrà questo sistema.
C’è un collegamento diretto fra questo Box ed il più grande sistema HAARP nel mondo, “LOIS” nel Sud della Svezia, scie chimiche (chemtrails), FRA, Echelon e come la Svezia sia stata “affittata” alla NATO in modo da poter collaudare questi nuovi sistemi di armamento esotici in Norrland (Nord della Svezia) senza il controllo dei militari svedesi. Microonde, suoni, scalari, chemtrails, nano ecc..

La Svezia è diventata attualmente uno dei più importanti paesi militari nel mondo grazie al “LOIS”, test d’arma della Nato, la sua posizione geografica ecc..

!!! (il BARIO contenuto nelle chemtrails rende visibile la gente sul radar) !!!

Ora il piccolo contattore d’energia fa parte delle Leggi patriottiche americane (anche conosciute come “Patriarcal Axe 1 & 2”) che ovviamente seguono automaticamente la NATO-America in Svezia.

Il controllo totale delle abitazioni ed il comportamento della gente è soltanto l’inizio. 3G e la Energy Box sono già fondamentalmente una parte del nuovo sistema d’armamento ed è ovvio che la NATO progetta maggiore sperimentazione sulla popolazione svedese.
Alcuni sistemi d’arma possono essere sperimentati soltanto “dal vivo” e sulla gente. Quest’ anno stanno sperimentando soltanto una piccola parte del “LOIS” nel progetto di prova.
Appena terminata la fase di prova, l’esperimento verrà ampliato su larga scala. LOIS copre tutta la Svezia ed è collegata al 3G, alle energy-box, al sistema LOFAR nell’Europa centrale ed all’ICECAT in Scandinavia del Nord. (LOFAR è un sistema di HAARP nel mezzo d’Europa, fra l’Olanda e la Germania.)

• Prova a comprendere che cosa abbiamo nelle nostre case e quanta responsabilità
abbiamo verso il mondo!
• Chi verrà a fermare il sistema se non fossimo noi stessi?
• Raccogli le informazioni, fatti una tua idea, valuta tutto quello che hai trovato e non
dimenticartene.

Aiuta a fermare il Box e l’esperimento di controllo mentale sul larga scala in Europa! 

Scatola con il GPRS-Trasmettitore ed il sistema del PLC

Scatola con il GPRS-Trasmettitore ed il sistema del PLC

Scatola senza trasmettitore e soltanto sistema del PLC

Scatola senza trasmettitore e soltanto sistema del PLC

Notizie:

1. Ora è vietato esaminare la scatola e le compagnie elettriche non parleranno più del sistema del PLC.

2. LOIS ora è pronto ed alcuni degli ultimi disastri naturali sono collegati direttamente a questo sistema.

3. IBM dà il più grande supercomputer al mondo a LOIS “gratuitamente”. (Era l’IBM che ha creato i programmi di “numero” per i campi di concentramento polacchi e tedeschi.)

4. Germania e l’Olanda saranno i prossimi ad avere la “Energy Box”.

Avete bisogno di più informazioni !!!??? Divulgate questo testo se volete!
Il mercato svedese dell’energia sta affrontando alcuni vasti cambiamenti, in seguito ad una decisione del governo che tutti i proprietari delle reti di distribuzione di energia elettrica devono realizzare gli “AMR-systems” (Automatic Meter Reading = lettura automatica del contatore) per raccogliere i dati del consumo d’energia dai loro clienti.
La compagnia di energia “Falu Elnät AB” impiega tre differenti linee elettriche comunicando attraverso i sistemi AMR i dati del consumo di energie da contatori elettrici individuali.

Questo progetto di tesi è uno studio analitico di “Falu Elnät” che attua questi sistemi
chiamati Turtle, Senea CustCom e di Avalon X-base da Enermet.
I sistemi sono valutati separatamente per dare una visione statistica della loro prestazione e per analizzare che cosa causa la varietà di performance nelle zone differenti all’interno di diversi sistemi.
I “networks” di distribuzione d’energia mostrano il malfunzionamento per scopi di comunicazione e i sistemi analizzati sono chiaramente influenzati da questo. I sistemi sperimentano grandi variazioni nella loro prestazione di comunicazione.

Attenuazione del segnale e rumore interferiscono con la frequenza della banda di comunicazione che rappresentano le più grandi perdite ancora da affrontare per il sistema.
Queste perdite possono essere parzialmente evitate con una cauta collocazione attenta della linea elettrica di comunicazione, identificazione e filtrazione delle fonti di rumore e l’uso dell’amplificazione del segnale nei terminali del ripetitore.
ChemTrails in Sweden and the World Haarp Systems
The Swedish Mindcontrol Experiment
Swedish-English-German
http://fraktali.biz/

HAARP Systems -Radars – Radio Teleskope
• Lois: Southern Sweden.
• Arecibo: Puerto Rico;
• Chernobyl 2: Russia
• Haarp: Gakona, Alaska;
• Hipas: Chena Hot Springs, Alaska;
• Eiscat: Tromsø,Norway; -Sweden-Finnland
• SPEAR: Svalbard
• SURA: Nizhniy Novgorod, Russia;
• Nostradamus-Project:: France, betwen Dreux and Senonche in Département Eure
et Loir.
• Lofar: Holland
• Sondrestrom:Greenland
• Jicarmaca: Peru
• Kyoto: Japan
• Millstone Hill: North Chelmsford,Massachusetts,America
• Irkutzk:Siberia
• Kharkov:
• Esrad: Sweden
• Cutlass:Finland and Iceland
• SGO: Sodankylä Ionosonde, Finland
• Stare: Scandinavian Twin Auroral Radar
• SuperDarn:Super Dual Auroal Radar Network
• Nerc : Aberystwyth in west Wales (UK)

Se capite ora che cos’è HAARP comprenderete anche PERCHE’ I poli si sciolgono così velocemente.

lofar201

Novità:

Uno studio ampio svolto in Germania ha mostrato che quasi tutte le persone esposte alle radiazioni del 3G hanno subito un cambiamento nel midollo spinale. L’INIZIO DELLA LEUCEMIA!

Una nuova Legge del governo svedese dice (espresso in modo semplice) che si possono adesso prendere dalla gente le suddette „cose di importanza vitale” (TV, telefono, radio ecc.). Perciò si ha iniziato a smontare “la rete fissa di telefonia”. Come sostituzione ognuno dovrebbe avere un’impianto fisso di telefonia mobile (il proprio traliccio sulla casa e la stazione di base sotto il letto). Se non si vuole averli, … allora: nessun telefono. Già
molte persone anziane non hanno più un telefono, anche per il fatto che non capiscono il mobilphone e così non potranno chiamare per emergenze per esempio l’ambulanza.

(Questo non è in principio uccisione? Prima la radiazione forzata e poi nessun telefono nel caso di emergenza!!)
Purtroppo il politico (donna) al quale si potrebbe lamentarsi e dovrebbe dare aiuto è anche la più grande azionista della azienda che produce questo sistema fisso di telefonia mobile.
La Svezia è fantastica!!!

La suddetta legge FRA è entrata in vigore a partire dal 1. Gennaio 2009 che ammette ufficialmente l’intercettazione di tutto e di tutti. I 12 punti che dovrebbero proteggere il cittadino, dicevano, saranno impiegati più “tardi”. (?) (Hitler diceva sicuramente la stessa cosa.)

Il calcolatore elettronico ha fatto aumentare ogni bolletta di circa il 10 %. Circa due settimane prima del terremoto c’era nella Svezia del Sud un grande boato che ha fatto ballare le case.
Si diceva che fosse un fulmine e questo era talmente gigantesco che a dirittura un pilota poteva vederlo in Norvegia.
Qualche giorno prima del terremoto ci è stato il più grande black-out elettrico (ed anche telefonico) visto fin’ora su tutta la Svezia del Nord. Il disturbo durava quasi una intera settimana. Questa interruzione non ha a che fare in modo “diretto” con LOIS, ma solo indirettamente (il Box e LOIS sono stati connessi fra di loro).
Si è messo in funzione nella parte della Svezia del Nord la nuova elettricità con il sistema PLC.

Questa nuova elettricità crea grande problemi ai trasformatori, perché non fa passare abbastanza la nuova elettricità.
Nella notte prima del terremoto volavano gli aerei d’erogazione di notte per la prima volta.
Normalmente si eroga qui sopra in Svezia nel Nord molto raramente e di solito solo per il
controllo del tempo. Non mi è capitato mai di vederli di notte.
Poi è arrivato il terremoto.

Questo terremoto e il fulmine si sono generati a causa del rimbalzo d’energia provocato da LOIS.

Abbiamo avuto una grande fortuna, perché poteva succedere la stessa cosa come a Chernobyl e così avremmo avuto un “natale irradiante”.
La Svezia è adesso in possesso dell’arma più potente, più grande e più terribile del mondo e gli esperimenti hanno avuto inizio veramente soltanto in estate.
Non sarà il primo e l’ultimo terremoto, perché grazie a LOIS si ha adesso la possibilità di controllare il completo campo elettromagnetico della terra. Di sicuro si tenterà, come ho spiegato prima e così LOIS giocherà un grande ruolo per il futuro dell’umanità o meglio del “Non-Futuro”. Secondo Nostradamus, uno dei pochi che sapevano qualcosa riguarda LOIS nella Svezia del Sud, questo sistema e gli esperimenti connessi distruggeranno il campo elettromagnetico terrestre. E allora, buona notte! .

Partire dal grande black-out elettrico si possono osservare cambiamenti nella rete elettrica. Tutto va su un’altra frequenza e questo si può notare su molti apparecchi.
Primi effetti:
Molti disturbi fisici ed emozionali delle persone, grandi disturbi di sonno, black-out corti continuamente, lampadine che esplodano, rete della telefonia mobile parzialmente crollato, telefoni che non funzionano, incredibile aumento di potenza elettrica e di radiazione nella rete elettrica, i computer che scricchiolano forte, internet e traffico mail zoppicano, lampadine che vacillano tutto il tempo ecc.. Anche gli allergici d’elettricità
cadono in massa e si sentono morire.
Molti mostrano adesso cambiamenti della personalità e altri disturbi di coscienza, specialmente in campo di memoria.

E tutto questo soltanto a causa di questo piccolo calcolatore, che non dovrebbe avere nessuna influenza sulla rete elettrica.
O no?
Una reazione su questo testo:

Salve, Signor ….,
molto grazie per la sua Info.
Come ingeniere tecnico di telecomunicazioni ed esperto per la tecnica di MIL posso solo
confermare questa tendenza.
La EnBw monterà questi contattori nel progetto MEREGIO insieme con la IBM.
http://www.ibm.com/think/de/energy
Se in un contattore è stato inserito un modulo GSM o UMTS, può avvenire una
correlazione del Time-Code tramite il preciso segnale del tempo di GPS.
Cosi si comporta il network come un microfono a 3D.
La presenza di persone o animali si possono calibrare tramite un modello prova.
Attraverso una modulazione d’incrocio con una frequenza a plugo si può cogliere ogni
modello ricercato.
Lo stato di ORWELL o la via verso il fascismo la sperimentiamo adesso.
IBM lavora con i servizi ai banchi dati semantici e all’analisi di modello semantico.
Con questo possono essere costruiti automaticamente per ogni uomo un profilo.
Uffici incaricati d’incassare per conto terzi già da anni usano questo software.
Venditori per corrispondenza creano modelli dati per ogni cliente.
Cosi sono messi completamente al nudo.
Questo contravviene massicciamente alla legge fondamentale.
La legge fondamentale sarà eliminata pian piano dal trattato di Lisbona e poi avremo il
fascismo puro.
Si diverta e rimanga di un buon umore.

Pagine web d’informazione:

http://www.echelon.com/metering/
http://www.hunttechnologies.com/plc_solutions.asp
• Utility Products – ABB-Supported MEREGIO Project Uses Smart Grid …
• KIT/Universität Karlsruhe – IISM – Information & Market …
• EnBW AG: MeRegio – das schlaue Netz
• E-Energy – MEREGIO
• Institut AIFB – MEREGIO – Minimum Emission Regions
• The Briefing Room » ABB-Supported MEREGIO Project Uses Smart…
http://www.metering.com | German government- funded smart grid project now …
• MEREGIO project uses Smart Grid technology to minimize emissions
• Smart grids make sustainable cities
• E-Energy: MEREGIO
• 081121_MEREGIO_EIfER-DG-Workshop_LW
• EnBW AG: Die Heinzelmännchen kommen
• Research Reports International
• EnBW AG: MeRegio – das schlaue Netz
• SAP Research Report 2007/2008 ? Thinking out of the Box
• BMWi – Federal Ministry of Economics and Technology – Press …
• ABB part of smart grid project in Germany

Con la gentile concessione dell’autore:
Reinhard Ponty
e-mail: reinhard.ponty[at]mailbox.swipnet.se ([at] al posto di @

http://www.fraktali.biz/chemtrail/energyboxend.html http://fraktali.biz/

Traduzione eseguita del testo dall’Inglese e dal Tedesco:
http://xoomer.virgilio.it/alternativo

Armi psicotroniche ed elettromagnetiche : controllo remoto del sistema nervoso

images (5)

Nel marzo 2012 il Ministro della Difesa russo Anatoli Serdjukov disse:

“Lo sviluppo di armamenti basati sui nuovi principi della fisica, armi ad energia diretta, armi geofisiche, armi a onde di energia, armi genetiche , armi psicotroniche etc., fa parte del programma di approvvigionamento delle armi di stato per gli anni 2011-2020,”
Voice of Russia.

Il mondo dei media reagì a questo accenno sull’uso “aperto” di armi psicotroniche pubblicando gli esperimenti degli anni ’60 dove onde elettromagnetiche vennero usate per trasmettere semplici suoni nel cervello umano.

Tuttavia la piu’ parte di queste pubblicazioni non disse che quella ampia ricerca scientifica è stata portata avanti in tutto il mondo. Solo un quotidiano columbiano , El Spectador, pubblico’ un articolo che copriva tutta la gamma dei risultati ed avanzamenti in questo campo.

Il britannico Daily Mail, altra eccezione, scrisse che la ricerca nelle armi elettromagnetiche è stata portata avanti segretamente dagli USA e dalla Russia dagli anni ’50 e che, una precedente ricerca ha mostrato che onde o raggi a bassa frequenza , possono influenzare le cellule cerebrali , alterare stati psicologici e rendere possibile trasmettere condizionamenti e comandi direttamente nel processo di pensiero dell’individuo. ( si veda :”High doses of microwaves can damage the functioning of internal organs, control behaviour or even drive victims to suicide.”: “alte dosi di microonde possono danneggiare il funzionamento di organi interni, controllare il comportamento o persino portare le vittime al suicidio“).

Nel 1975, un neurofisiologo, Don R. Justesen, il direttore dei Laboratories of Experimental Neuropsychology at Veterans Administration Hospital in Kansas City – USA- , involontariamente lascio’ trapelare delle informazioni della National Security Information. Pubblico’ un articolo nell’ “American Psychologist”, “sull’influenza delle microonde sul comportamento delle creature viventi’.

Nell’articolo citò i risultati di un esperimento descrittogli dal college Joseph C. Sharp, che stava lavorando su Pandora, un progetto segreto della Marina Americana. Don R. Justesen nel suo articolo scriveva:

Irradiando se stessi con queste microonde modulate sulla voce, Sharp e Grove furono prontamente in grado di sentire, identificare e distinguere tra 9 parole. I suoni uditi non erano dissimili da quelli emessi dalle persone con la laringe artificiale
(pg. 396).

Che quel sistema successivamente sia stato perfezionato, è dimostrato dal documento che apparve sul sito della Environmental Protection Agency [Agenzia per la Protezione Ambientale] Americana, nel 1997, dove il suo Ufficio Ricerca e Sviluppo (Office of Research and Development) presentò il progetto del Dipartimento della Difesa (Department of Defense): “Comunicare attraverso l’effetto auditivo del microonde”.

Nella descrizione si diceva:

Si descrive una tecnologia rivoluzionaria ed innovativa che offre comunicazioni a bassa probabilità di intercettazione in frequenza radio (RF). Si è stabilita la fattibilità del concetto usando sia un sistema di laboratorio a bassa intensità che con trasmettitore ad alta potenza RF . Esistono numerose applicazioni militari in area di ricerca e salvataggio, sicurezza e operazioni speciali

Nel gennaio 2007 il Washington Post scriveva sullo stesso tema:

Nel 2002, il Laboratorio dell’ Air Force Research [ Laboratorio di Ricerca dell’Aeronautica- USA] brevettò precisamente una tale tecnologia: usare microonde per mandare parole nella testa di qualcuno…”
Rich Garcia, un portavoce del consiglio direttivo per l’energia , del laboratorio di ricerca, non accettò di discutere quel brevetto o attuale o correlata ricerca nel campo, citando la politica del laboratorio di non commentare sul suo lavoro sulle microonde.

In risposta ad una richiesta del Freedom of Information Act [legge per la libertà di informazione] attivatasi per questo articolo, l’Aeronautica pubblicò documenti non “classificati” [“non sotto segretezza] che riguardavano quel brevetto del 2002 — documenti che rilevavano che il brevetto si basava su sperimentazione umana al laboratorio dell’Aeronautica, nell’ottobre 1994, dove scienziati furono in grado di trasmettere frasi nella testa di soggetti umani, anche se con marginale intelleggibilità.

Pare che la ricerca sia continuata almeno per tutto il 2002. Fin dove questo lavoro si sia spinto è ad ora non chiaro. Il laboratorio di ricerca, citando la classificazione, si rifiutò di discuterne o pubblicare altro materiale.

Possiamo solo ri-sottolineare, che i media mondiali hanno evitato di pubblicare tutta la gamma dei progressi fatti nella ricerca relativa al controllo remoto del sistema nervoso umano.

Il dr Robert Becker, nominato due volte per il Nobel per la Pace, per la sua parte nella scoperta degli effetti di campi pulsati per guarire ossa fratturate, scrisse nel suo libro “Body Electric” sull’esperimento del 1974 fatto da J. F. Schapitz, pubblicato grazie alla richiesta del Freedom of Information Act.

J.F. Schapitz affermava:

In questa investigazione verrà mostrato come la parola pronunciata dall’ipnotista puo’ anche essere veicolata direttamente in parti subconscie del cervello umano, a mezzo di energia elettromagnetica modulata, senza impiego di apparecchi tecnici per ricevere o decodificare i messaggi e senza che la persona esposta a tale influenza abbia la possibilità di controllare coscientemente l’input informativo

In uno dei 4 esperimenti, ai soggetti coinvolti venne dato un test di 100 domande, che variavano da domande facili a quelle tecniche . Successivamente, non sapendo che venivano irradiati, essi sarebbero stati soggetti a raggi di informazione che avrebbero suggerito le risposte che avevano lasciato in bianco, amnesia per alcune delle loro risposte corrette e una falsificazione di memoria per altre risposte corrette. Dopo 2 settimane dovevano rifare il test.”
(Dr. Robert Becker: Body Electric: Electromagnetism and the Foundation of Life , William Morrow and comp., New York, 1985).

1-9b98cc8cd5

I risultati del secondo test non furono mai pubblicati. E’ piuttosto evidente che in tali esperimenti venivano mandati messaggi al cervello umano in frequenze di ultrasuoni, che il cervello umano percepisce, ma di cui il soggetto è inconsapevole.

Il Dr. Robert Becker, a causa di quelle pubblicazioni e del suo rifiuto di sostenere la costruzione di antenne per la comunicazione con i sottomarini via frequenze cerebrali, perse il supporto finanziario per la sua ricerca, cosa che significò la fine della sua carriera scientifica.

Trasmettere un discorso umano nel cervello umano usando onde elettromagnetiche, pare sia, per i ricercatori, uno dei compiti piu’ difficili. Deve essere molto piu’ facile controllare le emozioni umane che motivano il pensiero e le azioni umane. Le persone che affermano di essere vittime di esperimenti con tali dispositivi, lamentano, a parte il fatto di sentire le voci, di sentire false emozioni (incluso l’orgasmo) ma anche dolori ad organi interni che i medici non sono in grado di diagnosticare.

Nel novembre 2000 il Comitato per la Sicurezza della Duma, dello Stato Russo affermò che molti governi moderni hanno a disposizione mezzi che consentono il controllo remoto del sistema nervoso umano o la possibilità di procurare in remoto [a distanza] malori fisici.

E’ piuttosto evidente che quelle tecnologie vengono usate, in conflitto con il codice di Norimberga, per esperimenti su esseri umani ignari . Nel 2001 il quotidiano dell’esercito USA, il Defense News, scriveva che Israele stava sperimentando quelle armi sui Palestinesi.

Anche il Presidente, spodestato, dell’Honduras, Manuel Zelaya, mentre era sotto assedio nella ambasciata brasiliana in Honduras, lamentò di essere stato soggetto a ”bombardamento di elettroni con microonde”, cosa che produceva “mal di testa e destabilizzazione organica”. The Guardian, Ottobre 2008.

Quando Amy Goodman del Democracy Now gli chiese:

“Come Presidente, sapete di questo nell’arsenale dell’Honduras?”
Zelaya rispose : “Si, ovviamente“

L’uso di quelle armi riemerge di tanto in tanto in tempi di crisi politica. Secondo dei quotidiani russi, durante il fallito putch contro Mikhail Gorbachov, nel 1991, il generale Kobets mise in guardia i difensori della Casa Bianca Russa , sul fatto che la tecnologia del mind control poteva venire usata contro di loro (Komsomolskaya Pravda, September 7,1991, O. Volkov, „Sluchi o tom chto nam davili na psychiku nepotverzdalis. Poka“).

Dopo il putsch, il vice presidente della Lega degli Scienziati Indipendenti dell’URSS [League of Independent Scientists of the USSR] Victor Sedlecki, pubblicò una dichiarazione nel quotidiano russo Komsomolskaya Pravda, dove affermava:

Come esperto ed entità legale, dichiaro che la produzione di massa … di biogeneratori psicotronici è stata lanciata a Kiev (e questo è veramente una questione molto seria). Non posso asserire per certo che siano stati esattamente i generatori di Kiev ad essere usati durante il putch… tuttavia, il fatto che fossero usati è cosa ovvia per me.”

Cosa sono i generatori psicotronici?
E’ un equipaggiamento elettronico che produce l’effetto di controllo guidato nell’organismo umano. I suoi effetti sono particolarmente sugli emisferi destro e sinistro della corteccia. Questa è anche la tecnologia del progetto USA Zombie 5“.

Egli inoltre affermò che a causa della inesperienza del personale che li usava, il tentativo di usare i generatori fallì.
(Komsomolskaya Pravda, August 27,1991, “Avtory programy Zombi obnaruzheny v Kieve”.

Attualmente in USA molte centinaia di persone lamentano la manipolazione remota del loro sistema nervoso e stanno preparando una class action contro l’FBI, il Dipartimento della Difesa ed altre Agenzie (ministeri) per chiedere loro di pubblicare i files che riguardano le loro persone, rilevare le radiazioni dannose mirate ai loro corpi e le fonti di tali radiazioni. Allo stesso modo circa 2000 persone stanno denunciando la situazione in Russia, piu’ di 200 in Europa, piu’ di 300 in Giappone e decine di persone in Cina ed India.

Un politico russo, Vladimir Lopatin, che lavorava al Comitato della Sicurezza della Duma dello Stato Russo e che vi introdusse un emendamento per proibire l’uso di tali tecnologie, ammise nel suo libro „Psychotronic Weapon and Security of Russia“ [ Arma psicotronica e Sicurezza della Russia] (editore Sinteg, Moscow, 1999), che in Russia vengono fatti esperimenti su cittadini ignari; lo si comprende da questo passaggio:

Servono processi legali per realizzare dei risarcimenti per i danni e perdite che siano da riferirsi alla riabilitazione sociale di persone che soffrono di influenze informative distruttive
(estratti dal libro in inglese (http://mojmir.webuda.com/Psychotronic_Weapon_and_the_Security_of_Russia, pg. 113). Bisogna comprendere che la maggior parte di queste persone, passano da un ospedale psichiatrico all’altro.

Vladimir Lopatin visitò gli USA nel 1999 come presidente del “Subcomitato per la Riforma Militare del Comitato Supremo Sovietico dell’URSS per Questioni di Difesa e Sicurezza” [Military Reform Subcommittee of the USSR Supreme Soviet Committee for Issues of Defense and State Security] ed incontrò Richard Cheney. A quel tempo veniva descritto come il “ “leader di una nuova “stirpe” di dissidenti sovietici. Poi scomparve dai ranghi maggiori dei politici russi.

Perchè questa ricerca è stata mantenuta segreta fino ad oggi?
Ci sono due spiegazioni per questo:

– La prima è che c’è una gara segreta tra gli eserciti del mondo , dove le superpotenze concorrono per ottenere una supremazia decisiva in questa area e gestire in questo modo il controllo sul mondo intero.
– La seconda è che i governi tengono al caldo queste tecnologie nel caso in cui non siano in grado di controllare con mezzi democratici, le crisi che possono sorgere come risultato delle loro mediocri decisioni.

In entrambi i casi si porrà fine all’era democratica e della libertà umana nella storia. Secondo una dichiarazione dell’ex Ministro della Difesa Russo, Serdjukov, ci sono di massima ancora 8 anni prima che queste armi siano ufficialmente parte dell’arsenale militare russo. Per la democrazia questo significherebbe l’inizio della fine.

In ogni caso I Russi, in passato, non erano decisi a far lavorare i loro mezzi. Quando fu lanciata la costruzione del sistema Americano HAARP , sistema che si suppone in grado di avere come bersaglio ampie regioni del pianeta facendo vibrare la ionosfera alle frequenze cerebrali [vibrating the ionosphere in brain frequencies ] (in questo esperimento non furono usate le frequenze cerebrali ma il sistema HAARP puo’ trasmettere anche in frequenze cerebrali), la Russia dichiarò la sua volontà a bandire le tecnologie per il controllo mentale.

La Duma dello Stato Russo e di conseguenza l’Assemblea Interparlamentare dell’Unione degli Stati Indipendenti si rivolse all’ONU, all’ OBSE e al Consiglio d’Europa con una proposta per una convention interna per mettere al bando lo sviluppo e l’uso di armi informative.

Secondo il quotidiano russo Segodnya, nel marzo 1998, la questione fu discussa con il segretario generale dell’ONU, Kofi Anan ed inclusa nell’agenda dell’Assemblea generale dell’ONU .

E’ molto probabile che gli USA abbiamo rifiutato di negoziare questa convenzione e di conseguenza il divieto sulle armi informative non venne discusso dall’Assemblea Generale dell’ONU.
Persino nel Congresso Americano, apparve un emendamento che proponeva il divieto di tecnologie sul controllo mentale.
http://thomas.loc.gov/cgi-bin/query/r?c107:chemtrails.

Ma questo fu solo per un breve periodo. L’emendamento fu poi cambiato e il divieto di quelle tecnologie fu lasciato fuori dal decreto Space Preservation Bill. Nè il Congresso USA nè il Presidente USA hanno mai fatto uno sforzo per vietare le armi di controllo mentale.

Anche il Parlamento EU reagì al lancio della costruzione del system HAARP ( The European Parliament reacted as well to the launch of the HAARP system construction ), quando nel 1999 richiese che venisse vietata la manipolazione degli esseri umani.

La risoluzione passò dopo la testimonianza dell’autore americano del libro “Angels Don’t Play this HAARP” [Gli Angeli non suonano questa HAARPA], Nick Begich, che pare convincesse il parlamento EU del possibile uso di questo sistema per manipolare le menti di tutte le popolazioni.

Nel rapporto del pannello dello STOA (Science and Technological Options Assessment-Valutazione delle opzioni scientifiche e tecnologiche) da parte del Parlamento Europeo , ovvero nel “Crowd Control Technologies” – tecnologie di Controllo della Massa, viene citato il testo originariamente proposto, relativo alla Risoluzione del Parlamento Europeo.

In tale testo il Parlamento Europeo richiede:
una convenzione internazionale ed un divieto su tutta la ricerca e sviluppo, sia civile che militare, che cerca di applicare la conoscenza della chimica, elettrotecnica, vibrazione sonora ed altre funzioni del cervello umano, per lo sviluppo di armi che possano permettere una qualsivoglia forma di manipolazione degli esseri umani, incluso il divieto di ogni effettivo o possibile spiegamento (sottolineato dall’autore dell’articolo) di tali sistemi. (40, pg CII, ref. 369).

Ma pare che allo stesso tempo i Paesi EU abbiano dato le dimissioni da questa intenzione … nel momento in cui accettano la politica della NATO sulle armi non letali.

Nello stesso rapporto, lo STOA afferma che gli USA sono il maggior promotore dell’uso di quelle armi e che: “Nell’ottobre 1999 la NATO annunciò una nuova politica di armi non letali ed il loro posto negli arsenali alleati” (pg. xlv) e prosegue:
“Nel 1996 strumenti non letali identificati dall’esercito USA includevano … “ sistemi di direzione di energia e armi a radio frequenza“ ”European Parliament “(a fine pagina, secondo riferimento pg. Xlvi).

“Un sistema di direzione di energia” viene successivamente definito da un documento dello STOA: “Un sistema di armi a direzione di energia progettato per accordarsi ad una fonte di radio frequenza, per interferire con l’attività del cervello umano a livello sinaptico“ (a fine pagina, primo riferimento, Appendice 6-67). Dal 1999 quelle armi sono state aggiornate per altri 13 anni. European Parliament

Nel 1976 il futuro consulente per La Sicurezza Nazionale  del cabinetto del Presidente Carter,
Zbygniew Brzezinski, scrisse un libro “Between Two Ages, America’s Role in the Technetronic Era” (Penguin Books, 1976, Massachusets), ovvero: “Tra le Epoche, il ruolo dell’America nell’era tecnotronica”.

In tale libro egli predisse una “società piu’ controllata e diretta” basata sullo sviluppo della tecnologia, dove un gruppo elitario giocherà un ruolo guida, che si avvantaggerà di persistenti crisi sociali per usare “le tecniche di avanguardia per influenzare il comportamento umano e tenere la società sotto stretta sorveglianza e controllo”.

Nella pubblicazione dell’Istituto di Studi Strategici – Strategic Studies Institute- del college militare dell’esercito americano – U.S. Army War College- pubblicato nel 1994, fupredetto l’uso delle tecniche di controllo mentale:http://www.strategicstudiesinstitute.army.mil/pubs/display.cfm?pubID=241.

Lo scenario per l’anno 2000 presumeva la crescita del terrorismo, del traffico di droga e della criminalità e venne tratta una conclusione:
“Il presidente fu cosi ben disposto all’uso di quel tipo di tecnologia psicotronica che formava il nucleo dell’ RMA (rivoluzione negli affair militari)… fu necessario ripensare i nostri proibizionismi etici sulla manipolazione delle menti dei nemici (e di quelli potenziali) sia internazionali che domestici… Grazie a sforzi persistenti cambiarono le nozioni domestiche, molto sofisticate, sulla “crescita della coscienza” e quelle fuori moda “sulla privacy personale” e sulla “sovranità nazionale. Una tecnologia cambio’ il modo in cui la forza veniva applicata e cose come il coraggio personale, la leadership faccia faccia e la mentalità anti-guerra, diventarono irrilevanti”…

“I sostenitori potenziali o possibili delle insurrezioni nel mondo venivano identificati usando l’ Interagency Integrated Database [una raccolta dati integrata e inter-Agenzie]. Questi venivano categorizzati come “potenziali” o “attivi” , con sofisticate simulazioni della personalità, usate per sviluppare, creare su misura e mettere a fuoco campagne psicologiche per ognuno di loro”

Cosi l’Institute of Strategic Studies [l’Istituto per gli Studi Strategici] suppose che nel 2000 queste tecnologie sarebbero state cosi avanzate che sarebbe stato possibile privare l’essere umano della sua libertà e adattare la sua personalità ai bisogni della elite dominante. Molto probabilmente queste tecnologie erano a questo livello già nel 1994.

I tentativi di far conoscere al grande pubblico l’esistenza di simili armi, vengono sistematicamente soppressi, considerando che è evidente che un pubblico democratico richiederebbe immediatamente un divieto di quelle tecnologie.

Vladimir Lopatin [il politico russo di cui abbiamo parlato sopra, che lavorava al Comitato della Sicurezza della Duma dello Stato Russo e che vi introdusse un emendamento per proibire l’uso di tali tecnologie], scriveva:

La corsa alle armi sta accelerando come conseguenza della classificazione. La segretezza: in primo luogo il modo per assicurarsi un crudele controllo sulle persone…il modo per ridurre la loro creatività e ridurli a dei biorobots…

E quella guerra psicotronica “sta già avvenendo senza dichiarazione di guerra, segretamente… Solo se il lavoro sul problema del controllo mentale non sarà piu’ coperto dalla cortina della segretezza, dalla straordinarietà, dalla misteriosità, solo se verrà portata avanti una ricerca scientifica complessa e aperta, con partecipazione internazionale, la guerra psicotronica, incluso l’uso di armi psicotroniche, potrà essere evitata”.

L’articolo “Informacni zbrane ohrozuji demokracii a lidstvo” è stato cancellato dal sito del quotidiano online ceco Britske Listy ( www.blisty.cz ). Facebook ha bloccato la condivisione dell’indirizzo web originale della versione inglese dello stesso articolo:Means of Information War Threaten Democracy and Mankind – I mezzi della guerra informativa minacciano la democrazia e l’umanità. Anche un articolo simile è stato cancellato dalla pagina web della rivista australiana “New Dawn”.

Non esistono legislazioni che puniscano l’uso di quelle tecnologie da parte dei governi. Solo in Russia ed in alcuni Stati USA ci sono leggi che puniscono la proprietà o il commercio di quelle tecnologie da parte di entità NON governative….

Per esempio nello stato del Michigan , la sentenza per questo tipo di crimine è uguale alla sentenza per la proprietà o il commercio di armi di distruzione di massa.
I lettori che saranno raggiunti da questo articolo e che preferiscono un sistema politico democratico, daranno una mano a preservarlo, se faranno girare l’articolo ai loro amici.

By Mojimir Babacek,
altri suoi articoli in lingua inglese su Globalresearch:
http://www.globalresearch.ca/author/mojmir-babacek

Link originale : Psychotronic and Electromagnetic Weapons: Remote Control of the Human Nervous System

Traduzione per The Living Spirits, di Cristina Bassi

ULTIMATA LA REALIZZAZIONE DEL MUOS DI NISCEMI

1186133_10152196048187726_1245469724_n

Dopo la “revoca della revoca” con cui il 24 luglio scorso il Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta autorizzava la prosecuzione dei lavori del MUOS (Mobile User Objective System) nella sughereta di Niscemi, si è verificato quello che tutti temevano.
Tra il 24 e il 26 gennaio 2014, in tutta fretta, con gli operai che lavoravano giorno e notte, gli USA portano a termine il loro programma militare in Sicilia, issando le tre parabole del sistema di comunicazione satellitare.

1493219_10152644678028636_758215460_n

Dopo anni di proteste, ricorsi, perizie e studi il gigante USA, con la complicità delle istituzioni italiane, più preoccupate di irretire l’alleato che di difendere la popolazione, ha avuto la meglio sul popolo siciliano.
Popolo siciliano che però non si arrende. Infatti, il Coordinamento Regionale dei Comitati No MUOS ha indetto per il 22 febbraio una giornata di mobilitazione nazionale che prevede un sit-in davanti alla Prefettura di Caltanissetta per protestare contro i provvedimenti repressivi messi in atto contro gli attivisti No MUOS e per ricordare al Governo italiano l’incostituzionalità del MUOS mentre per il 1° marzo è in programma una manifestazione popolare.

Secondo la comunicazione ufficiale dell’ambasciata statunitense «il sito non è operativo e non lo sarà ancora per molti mesi. Ci stiamo coordinando con il Ministero della Difesa e con l’Arpa Sicilia per sviluppare un sistema di monitoraggio del sito». Prima di entrare in funzione il sistema dovrà essere sottoposto ad un periodo di test e solo dopo che il Ministero della Difesa darà l’ultimo via libera potrà essere completamente operativo (si presume verso novembre 2014).
Sempre secondo gli USA «ci vorranno diversi mesi per essere assolutamente sicuri che non sono presenti dei rischi, ma i test realizzati in precedenza dimostrano già che la popolazione non ha nulla da temere».

Roberto Abis

Il delitto corre sulle microonde

Il segnale del picchio verde

picchio+verde

Il 14 ottobre 1976, tutte le comunicazioni radio del globo furono interrotte da segnali radio di forte intensità. Le emissioni erano irregolari e si alternavano frequenze molto elevate a frequenze molto basse.

L’Unione sovietica, dopo essere stata identificata come la diretta responsabile, presentò delle formali scuse a tutti i paesi che avevano protestato. I loro “esperimenti” erano all’origine di questi disturbi. Poco dopo i Russi cambiarono lunghezza d’onda e cominciarono così le emissioni di gigantesche onde elettromagnetiche stazionarie.

I Sovietici avevano usato il “PIVERT”, chiamato anche “Woodpecker” (Picchio), a causa del caratteristico suono ritmato che i rilevatori di segnali elettromagnetici avevano registrato. Questo suono assomiglia al rumore che si produce, battendo su una tavola con una penna, a una velocità di 14 colpi al secondo. Pare che il segnale venisse dalle città sovietiche di Riga e di Gomel, dove i Sovietici sperimentavano dei mastodontici generatori ad energia continua basati sulla tecnologia di Tesla. Come bersaglio fu scelta l’ambasciata statunitense a Mosca: tra il personale del consolato molti accusarono disturbi di varia natura (cefalea, insonnia, inappetenza, irritabilità, depressione…); alcuni furono colpiti da patologie, anche gravi, tra cui emorragie cerebrali, ictus, attacchi epilettici e tumori.

La strana morte di Mark Purdey

_1205915_markgood

L’abitazione del medico veterinario Mark Purdey fu incendiata. Un giorno trovò la sua linea telefonica isolata. Un’altra volta vide degli estranei che si aggiravano, con fare sospetto, nei paraggi della sua fattoria. Questi estranei pedinarono a lungo sia lui sia la moglie. L’avvocato di Purdey morì in un incidente stradale, avendo perso il controllo dell’auto su cui viaggiava. E’ stato riferito che un giorno l’autoveicolo, con alla guida Purdey, incrociò un autocarro dotato di strane apparecchiature. La morte di Purdey è avvolta nel mistero: il tumore cerebrale che lo colpì fu causato da campi elettromagnetici mirati e potenti?

 

 

Le antenne assassine - small

Da fine ottobre 2010 sino ad aprile 2011 la nostra famiglia è stata coinvolta in una serie di drammatici eventi che, alla fine, nonostante innumerevoli tentativi, hanno portato alla morte di nostro padre, avvenuta il 3 aprile 2011. Molti dei lettori sapranno che nel periodo compreso tra fine novembre 2010 sino al 17 gennaio 2011, mio padre ed io siamo stati a Rozzano (MI), presso il centro ospedaliero Humanitas. Non mi dilungo nei particolari, visto che chi vorrà approfondire, può leggere questa sorta di RESOCONTO in memoria del papà.

Dobbiamo giocoforza, però, ritornare su questa storia, poiché abbiamo il fondato sospetto che nostro padre sia stato, diciamo così… aiutato a morire. Sul tetto dell’edificio di fronte (sette piani – ora disabitato), a 110 metri di distanza, nel marzo 2005, furono installate due antenne di telefonia mobile. Nel settembre 2005 mio padre cominciò a conclamare disturbi motori per un tumore (glioblastoma IV, causato dai campi magnetici della telefonia mobile), che, però, non gli fu diagnosticato. Infatti, sino a dicembre 2010, tutti pensavamo, a causa di una diagnosi sbagliata dei medici sanremesi, al morbo di Parkinson.

IMGA0285

Una relazione di causa-effetto tra smog elettromagnetico e cancro al cervello intercorre evidentemente. Fatto sta che il nostro babbo conclamò in modo drammatico il tumore all’encefalo, il Glioblastoma IV, solo nell’ottobre 2010. Per cercare di salvarlo, decidemmo il ricovero in un centro specializzato per questo tipo di neuropatie, l’Humanitas.

Alla fine di dicembre 2010 mio fratello ed io iniziammo a concordare telefonicamente il rientro a casa, affinché fosse tutto pronto per la lunga convalescenza di papà a letto.

Il 17 gennaio 2011 il babbo firmò per le dimissioni. Partimmo alla volta di Sanremo dove arrivammo nel tardo pomeriggio.

Papà quella sera cenò nel suo letto, seguì qualche programma in televisione e si addormentò sereno, finalmente era a casa sua, con la famiglia. Ci sembrava di aver toccato il cielo con un dito: pensammo che l’incubo fosse concluso, ma qualcosa di terribile stava per accadere.

pasquale+marciano (1)

18 gennaio 2011, alle 8:30 di mattina sentii gridare mio padre che accusava un fortissimo dolore al piede sinistro. Visto il viaggio del giorno prima in auto, pensai ad un crampo e cominciai a massaggiare l’arto. Non ebbi nemmeno il tempo di rendermi conto che non era un innocuo crampo muscolare. Vidi, infatti, che papà cominciava a contrarre il viso, a sbattere gli occhi, a serrare la bocca. Nell’attimo in cui compresi, saltando dall’altra sponda del letto, che si trattava di una probabile emorragia cerebrale con attacchi epilettici, il dramma era già compiuto, poiché in quei secondi preziosi papà si morse la lingua, le labbra e si sublussò la mandibola, scheggiando anche due denti incisivi. Dovemmo chiamare subito il pronto intervento. I paramedici arrivarono dopo pochi minuti, mentre le scariche epilettiche di papà si ripetevano ed il sangue schizzava da tutte le parti. Subito lo portarono via. Lo seguii in ospedale. Le crisi epilettiche si avvicendarono per circa 40 minuti, nonostante i sedativi somministrati per “spegnere” le scariche. Il cuore arrivò per un attimo a 150 pulsazioni al minuto, poi si stabilizzò e papà si risvegliò. Una lacrima gli sgorgò dall’occhio destro. Chiamai l’infermiera, che per quei lunghissimi minuti era rimasta fuori, in una saletta adiacente. La informai che papà era appena uscito dalle crisi epilettiche. Lo trasferirono quindi nella stroke-unit.

dscf6842small

Incredibilmente l’emorragia cerebrale, con sede nella zona dell’intervento stereotassico e che aveva procurato le crisi epilettiche, non produsse all’apparenza ulteriori danni neurologici. Gli arti si muovevano ancora e papà parlava in modo normale. Soffriva, però, di un’amnesia a breve e medio termine, ma questo sintomo è spesso causato dell’epilessia. In realtà non ricordava più neanche del ricovero a Rozzano.

Una settimana prima del ritorno a Sanremo mio fratello mi aveva comunicato che erano state installate delle nuove antenne sulla palazzina di fronte. Scattò, per fortuna, una serie di fotografie, adoperando la nostra vecchia videocamera Panasonic.

leantenneassassine

Mio padre, tutto sommato, al rientro a Sanremo, era in buone condizioni. Fatto sta che, solo 14 ore circa dopo il nostro rientro a casa, egli subì una gravissima emorragia cerebrale con annesse crisi epilettiche che si protrasero per un’ora. Caso vuole, una settimana circa prima, sul tetto dello stabile di fronte, era stato aggiunto uno strano apparato, che poi fu, fatto strano, rimosso il giorno successivo al decesso di nostro padre e solo quattro mesi dopo la sua installazione. Si notino il cablaggio avvolto in modo visibilmente provvisorio, il diametro notevole dei cavi e lo strano aspetto e colore dell'”antenna”.

amplificatoredimicroond

Nei giorni immediatamente precedenti al decesso, nostro padre fu colpito da altre due emorragie con crisi epilettiche. Fu la fine. Il 2 aprile entrò in coma ed il 3 aprile 2011, alle ore 23.11, esalò l’ultimo suo respiro.

Ci è stato confermato da diverse fonti “del mestiere” che quel particolare apparato, installato in direzione dei nostri locali d’abitazione per circa 130 giorni ed ora rimosso, è un’apparecchiatura “camuffata” probabilmente con sottile telo che, con molta probabilità è un cosiddetto “quinta banda” e cioè un’attrezzatura militare realizzata ed installata per arrecare danni, mediante fasci di microonde concentrati in una ristretta area. “E’ un’antenna con un beam (fascio di emissione) che può variare tra 1 e 2 gradi, a seconda della frequenza di impiego. Di conseguenza a 110 metri di distanza il beam ha un’apertura tale da formare un cerchio elettromagnetico concentrato di circa 3 metri”.

2011-05-07 18.03.22 (1)

In definitiva, si deve pensare che abbiano irradiato in modo indiscriminato l’appartamento ed il più debole (nostro padre) della famiglia ha avuto la peggio.

Visto il chiaro collegamento che esiste tra le microonde e le emorragie cerebrali (oltre che i tumori) e data la strana coincidenza di eventi e fatti relativi alla morte del nostro babbo, la mente va subito ad un amplificatore di microonde. Considerato che ci occupiamo di temi scomodi, propendiamo ad una specie di vendetta trasversale o comunque ad un tentativo di distrarci dalla nostra opera di divulgazione, così come accaduto, in casi luttuosi del tutto assimilabili al nostro, ad altri noti attivisti in questi anni.

NOTA: i nostri numeri telefonici sono sotto controllo e quindi chi di dovere poteva benissimo sapere del mio rientro a casa e predisporsi in modo adeguato.

Articolo scritto da Rosario Marcianò

Fonte : Tanker Enemy

TOP SECRET : ESPERIMENTI ABUSIVI CON MICROCHIP-LETTERE A NAPOLITANO

MILANO:

ABBIAMO EFFETTUATO UNA BONIFICA CON APPOSITO APPARECCHIO DI RILEVAZIONE SEGNALI PRODOTTI DA EVENTUALI MICROSPIE O TELECAMERE,PRESSO L’ABITAZIONE DI UNA CITTADINA ITALIANA VITTIMA DI GRAVISSIMI ABUSI PERPETRATI NEGLI ANNI.I RISULTATI SONO QUELLI CHE POTRETE VEDERE NEI VIDEO DOCUMENTI.

LA PERSONA INTERESSATA NEGLI ULTIMI ANNI HA SCRITTO PIU’ LETTERE AL PRESIDENTE NAPOLITANO PER INFORMARLO DELLA SUA SITUAZIONE IN CUI DENUNCIA L’INSERIMENTO DI MICROCHIP ALL’INTERNO DEL SUO CORPO A SUA INSAPUTA, TORTURE FISICHE SUBITE DA ARMI AD ENERGIA DIRETTA E UNA SERIE DI REATI SUBITI DA PIU’ DI TRENT’ANNI.

IMG_1496IMG_1497IMG_1498IMG_1499IMG_1500IMG_1501IMG_1502IMG_1503