LE MIE MOLESTIE ELETTRONICHE, ABUSI E SPERIMENTAZIONE

Sono Elena di Firenze, sono vittima dI gang stalking e molestie elettroniche con armi ad energia diretta, da molto tempo, ma in una maniera bestiale e atroce, da vedere la morte con gli occhi. Iniziò nel 2007, come conseguenza ad un diverbio con la condomine di origine russa che abita nell’appartamento di sopra. In Italia il 25% dei casi di stalking rappresentano lo  “stalking condominiale”,è ciò che ho letto nel sito della polizia. Segue la procedura internazionale, vado alla Polizia nel febbraio 2011, dove sparisce la mia denuncia e la chiavetta con le prove, dopo un mese mi chiama una psichiatra, che cerca di costruirmi un profilo schizofrenico, della sua terapia ho preso una sola pasticca, mi sono resa conto subito che si trattava di una ridicola messinscena . Ho saputo all’estero del mio nuovo profilo montato dalla Polizia italiana  “devo andare immediatamente dal dottore”, anche questa , una procedura internazionale…

Cattura di schermata (15)

Ora io dico — VERGOGNA AI MILITARI E AI POLIZIOTTI COINVOLTI NELLA TORTURA, SIETE DIVENTATI BESTIE, ANDATE A CURARVI, AVETE PERSO IL SENNO !!

Quando ho visto veicoli utilitari militari correre dopo di me, ho pensato che  doveva esserci un terrorista  vicino a me, che centro io? ! io sono una pensionata insegnante di matematica al liceo, in Romania. Mi interessa viaggiare con pocchi soldi, niente altro.

Cattura di schermata (14)

I miei video sono modificati, alcuni anche dall’ inizio, mentre salvo il titolo, la miniattura, salvare dura ore e ore, una volta sono stata dall’undici di sera fini alle 4 di mattina, e la procedura non era ancora finita, sono in network con i perpetratori;in tutto questo tempo i video sono stati anche criptati .

Ho radunato in un video 50 fotografie, tratte dai video da me effettuati, foto-document che dimostrano l’esistenza e l’effetto delle armi ad energia diretta sul mio corpo, in casa e nella strada. Buona visione: https://youtu.be/qGCx_5haJhU ELENA BROBONEA TI, ebrobonea@gmail.com

L’immagine è più forte della parola, il solo modo per far conoscere al mondo queste atrocità commesse in questa era è far vedere !

Raccogliate prove: fare ogni sforzo per raccogliere la più possibile quantità di prove di molestie elettroniche!

Smile, you are being watched!

Souriez, vous etes espionnés!
Sorridi, sei spiato!
Espionnés, fara z!
Elena
Annunci

ARMI NON LETALI ED ARMI DI DISTRUZIONE DI MASSA “CONVENZIONALI”: la guerra nell’era della “globalizzazione”

images (1)

V.F. Polcaro
Senior Scientist
CNR-IAS
Area di Ricerca Roma-Tor Vergata
e-mail: polcaro@saturn.ias.rm.cnr.it

Premessa

    Questo lavoro è stato scritto un anno fa, in occasione del Convegno “Cultura, Scienza e Informazione di fronte alle nuove guerre” del Comitato Scienziate e Scienziati contro la guerra, tenutosi al Politecnico di Torino nel giugno 2000, i cui atti sono reperibili nel libro: M. Zucchetti (a cura di), “Contro le nuove guerre”, Odradek, 2000.
Dopo quella data, sono stati resi disponibili nuovi dati in aggiunta a quelli sui quali era basato l’articolo.
Per quanto riguarda le armi non letali, il bilancio degli Stati Uniti stanzia cifre considerevoli per il loro sviluppo, mentre alcuni modelli derivati dai prototipi descritti in questo lavoro sono ormai considerati operativi (in particolare per quanto riguarda i sistemi di barriere antiuomo a radiazione elettromagnetica ed ultrasonica).
Per quanto riguarda quelle che ho chiamato “armi di distruzione di massa convenzionali”, purtroppo tutte quelle descritte nel testo sono state impiegate nella recente guerra afgana dalle truppe USA e, per quel che riguarda le “bombe a grappolo” anche inglesi.
Se ne conoscono quindi ora maggiori dettagli ed in particolare: La “Cannoniera volante” descritta nel testo si e’ evoluta nell’ AC 130 U “Spooky”. Il nuovo modello, impiegato nella seconda fase del conflitto, si differenzia dal precedente nell’armamento, che ora e’ costituito da un cannone da 25 mm a canne rotanti, da un cannone da 40 mm anticarro e da un obice da 105 mm, tutti montati sul lato sinistro, in modo da poter tenere sotto il proprio fuoco un punto fisso sul terreno, mentre l’aereo gli gira intorno. E’ stata inoltre potenziata l’avionica e le contromisure per poter sostenere anche una certa, limitata, azione antiaerea ostile.
Nel conflitto afgano sono anche state usate almeno due bombe FAE, ora designate dalla sigla BLU-82 e dal nome in codice “Dasy cutter” (“Tagliamargherite”). Dell’ordigno sono state rilasciate alcune fotografie ed anche un breve filmato, che la vede sganciata da un C 130 (non dai B 52), e fatta discendere con un paracadute, in modo da non coinvolgere nell’esplosione (che avviene a circa 1 m da terra) l’aereo che la sgancia e di dare il tempo all’esplosivo liquido di mescolarsi con l’aria. I dati sulla sua potenza sono ancora abbastanza contradditori e sulla natura dell’esplosivo e’ stata riferita una composizione piuttosto incredibile (nitrato di ammonio, alluminio, idrogeno e ossigeno).
Fino a prova contraria, riteniamo quindi ancora validi i dati riportati in questo lavoro.

Riassunto

A partire dall’inizio degli anni ’90, lo scenario politico mondiale si e’ notevolmente modificato. In particolare, l’unica superpotenza sopravvissuta alla “guerra fredda” si e’ trovata nella necessita’ di disporre, oltre al suo arsenale militare prevalentemente concepito per combattere una guerra nucleare totale o guerre locali tradizionali, di armi che rendano possibile il controllo di territori spesso molto vasti ed abitati da una popolazione fortemente ostile e anche molto numerosa, ma male armata.
La risposta a questa esigenza e’ stato lo sviluppo di due categorie di armi che sono sempre esistite ma che hanno trovato nelle moderne tecnologie e nell’attuale situazione politica mezzi e ragioni di uno sviluppo impensabile sino a pochi anni fa: le “armi non letali” e le “armi di distruzione di massa convenzionali”.
Vengono descritte, con il particolare riferimento alle guerre in Iraq, Somalia e Yugoslavia, le principali tipologie, le modalità e gli scopi, tattici e strategici, dell’impiego di queste armi.

Le armi non letali nel nuovo quadro politico

Da sempre, non tutte le armi, definite come oggetti atti a produrre un danno fisico ad un avversario, sono state progettate per uccidere. Infatti, la morte del nemico non è mai stata considerata in tutte le occasioni l’unica o la migliore conclusione di uno scontro.
Il laccio, le “bolas”, la rete, la frusta e lo stesso bastone sono armi non letali (o almeno non necessariamente letali) di origine antichissima e di uso assai frequente in tutte le culture, nelle condizioni più svariate nelle quali si è preferito fermare o disabilitare, piuttosto che uccidere, il nemico.
La necessità di armi non letali, delle quali dotare i corpi incaricati dell’ordine pubblico, si è fatta sentire maggiormente con lo svilupparsi della lotta di classe e quindi con il verificarsi di condizioni economiche e storiche nelle quali era da un lato necessario, per il potere costituito, fronteggiare masse umane ostili e notevolmente organizzate ma disarmate od armate di strumenti rudimentali mentre dall’altro era politicamente poco conveniente ed economicamente controproducente trasformare inevitabilmente gli scontri di piazza in massacri.
Nascono così tra la fine del XIX e quella del XX secolo lo sfollagente, l’idrante antisommossa, i gas lacrimogeni, le pallottole di gomma, il pungolo elettrico, il Myotron (dispositivo elettrico a contatto in grado di paralizzare la muscolatura striata, in dotazione alla Polizia di Stato dell’Arizona) come armi non letali d’attacco e tutta la panoplia di armi di difesa delle quali è ormai dotato qualsiasi corpo di polizia del mondo, indipendentemente dal maggiore o minore grado di democraticità del potere statale che difende.
Tuttavia, la guerra, intesa come scontro armato tra nazioni diverse, è rimasta sempre legata al principio che vince la nazione che è in grado di uccidere il maggior numero possibile di nemici, sicché l’armamento militare, dalle armi individuali a quelle di distruzione di massa, è stato, fino a pochissimo tempo fa, finalizzato sostanzialmente solo al massimo possibile di letalità.
L’attuale quadro politico ed economico si presenta però sotto molti aspetti inedito: per la prima volta nella storia moderna, il mondo è sostanzialmente dominato da un’unica nazione alla quale non se ne contrappone alcuna capace di presentarsi come un avversario in grado di “vincere”, almeno sotto il profilo strettamente militare e nel senso prima enunciato. Inoltre, l’economia mondiale è così strettamente collegata che appare difficile identificare regioni del pianeta nelle quali sia possibile produrre danni materiali che non si ripercuotano, più o meno direttamente, anche sull’economia della nazione dominante o su quella di nazioni ad essa strettamente collegate.
D’altro canto, questa situazione non si traduce certamente in migliori condizioni di vita per tutta la popolazione mondiale, ma anzi popolazioni sempre più numerose sono espropriate delle proprie risorse e del proprio lavoro in favore della potenza dominante e di coloro che ad essa si sono aggregati. Inevitabilmente quindi alcune nazioni tentano ed ancor più tenteranno in futuro di opporsi a questo “nuovo ordine mondiale”, anche con l’uso della forza. Tuttavia la repressione di questa opposizione, proprio per la sproporzione della potenza militare delle parti che si affrontano, non può configurarsi come una “guerra”, ma viene oggettivamente a configurarsi come una “operazione di polizia internazionale”, non dissimile concettualmente dall’intervento delle forze dell’ordine di una nazione contro una manifestazione di piazza che non si riesce a controllare pacificamente. E, come in questo caso, sarebbe ovviamente conveniente se si riuscisse a neutralizzare l’avversario senza ridurre lo scontro ad un massacro.
In queste condizioni, è naturale che negli USA si siano sviluppate e si stiano ulteriormente sviluppando, i più disparati tipi di armi da guerra non letali.

2. Le armi da guerra non letali operative.

Attualmente, solo due categorie di armi da guerra non letali sono in una fase operativa: le armi a colla e le armi laser. Ad esse devono naturalmente essere aggiunti svariati tipi di gas ed aerosol disabilitanti, che agiscono in base a diversi tipi di principi chimici e biologici e che sono ormai noti da decenni. Tuttavia, l’uso operativo di quest’ultima classe di aggressivi è drasticamente limitato dai trattati internazionali, che difficilmente possono essere indeboliti dato che ciò darebbe legittimità all’impiego di armi chimiche, cosa che certo non andrebbe a vantaggio di chi vuole controllare il mondo. Si descriveranno quindi nel seguito solo le armi delle prime due categorie.
2.1 Le armi a colla
Il “fucile lancia-colla” è in dotazione ad alcuni corpi di polizia metropolitana negli USA ed è stato usato dalle truppe americane durante l’operazione “Restore Hope” in Somalia nel 1995. Si tratta in pratica di un dispositivo ad aria compressa che spruzza fino ad una distanza di qualche decina di metri una colla rapida che, nel giro di alcuni secondi, solidifica bloccando completamente i movimenti di chi ne venga ricoperto. La vittima viene successivamente liberata cospargendola di un opportuno solvente. La colla è permeabile ai gas, anche dopo essere solidificata, sicché chi ne venga colpito può agevolmente continuare a respirare e le autorità militari garantiscono che sia la colla che il suo solvente sono completamente atossici. L’arma è però ingombrante, pesante, difficile da maneggiare e con un numero estremamente limitato di “colpi”. Inoltre, la sua gittata è corta e molto inferiore alla più scadente arma da fuoco della quale possa essere armato l’avversario. In pratica, essa non si è dimostrata di alcuna utilità.
Le “barriere adesive” sono invece costituite da bande di tessuto di fibra di vetro ricoperte di un potente adesivo che polimerizza quasi istantaneamente sotto un carico di qualche decina di kg. Fissate al suolo, bloccano, incollandoli al terreno, sia chi le calpesti a piedi che le ruote di un automezzo che tenti di attraversarle. Esse sono state concepite come alternativa “non letale” ai campi minati ed alle barriere di filo spinato per la difesa di aree delimitate di territorio e sono state usate dalle truppe USA in Somalia. Tuttavia, anch’esse si sono mostrate completamente inefficaci in quanto sono state neutralizzate dalle milizie somale spargendovi sopra sabbia o semplici fogli di giornale.
2.2 Le armi laser
Sono già stati sviluppati laser che possono accecare temporaneamente o permanentemente un uomo. In realtà, qualsiasi laser commerciale di potenza non trascurabile, puntato agli occhi di una persona, produce questo effetto. Un’arma laser è quindi solo un normalissimo laser dotato di una impugnatura capace di permetterne il puntamento verso il nemico. Naturalmente, accecare in modo permanente una persona si deve considerare più inumano che ucciderla e per questo motivo un trattato, firmato anche dagli USA alla fine del 1995, vieta lo sviluppo di armi laser che possano accecare permanentemente una persona. La convenzione non vieta però lo sviluppo di laser che producano un abbagliamento od una cecità temporanea. Il problema consiste nel regolare opportunamente la potenza e la frequenza del fascio, dato che la soglia che separa l’effetto temporaneo da quello permanente non è ben definita e probabilmente varia da persona a persona.
Negli USA è stato sviluppato un laser applicabile sotto la canna della carabina M16, che può emettere un brevissimo impulso di potenza adeguata a provocare l’abbagliamento dell’avversario. Anche questo tipo di arma è stato dato in dotazione al alcuni corpi statunitensi durante le operazioni in Somalia nel 1995, precedentemente alla firma della convenzione contro i laser accecanti. Tuttavia, il comandante dei Marines, per evitare il rischio di essere poi accusato di condotta di guerra inumana, fece regolare la potenza dei laser al minimo, in modo da usarli solo come dispositivo di puntamento per i più convenzionali (e decisamente letali) fucili di precisione.(Pasternak, 1997). Le truppe Russe sono state accusate di aver usato laser accecanti durante le operazioni in Cecenia, ma non è chiaro se invece non si sia trattato di incidenti, più o meno volontari, nell’uso di mirini laser regolati a potenza troppo alta.

3. Le armi non letali sperimentali

sound_ray.pg

3.1 Armi acustiche
Un fascio di vibrazioni ultrasoniche può trasportare una quantità considerevole di energia che può interagire con vari equilibri biologici del corpo umano. Fasci ultrasonici di opportuna frequenza possono mettere in risonanza gli organi dell’equilibrio, provocando vertigini o nausea, o l’intestino, provocando una incontenibile diarrea.
Un fascio ultrasonico può essere usato anche con il solo scopo di trasportare energia contro un bersaglio: è noto che gli scienziati nazisti avevano costruito un “cannone ultrasonico” in grado di abbattere un aereo. Il dispositivo fu replicato nel 1949 da un tecnico americano, Guy Obolensky, ma il Pentagono, che aveva già sperimentato dispositivi analoghi durante la Guerra, non fu interessato all’arma, in quanto non competitiva rispetto ad un tradizionale cannone antiaereo, più potente e molto meno ingombrante.
La società privata SARA, di Huntington Beach (California) ha invece sviluppato e sperimentato per il DoD statunitense un dispositivo chiamato “barriera ultrasonica” che emette intorno ad un’area localizzata fasci di ultrasuoni che provocano effetti sempre più gravi via via che ci avvicina alle sorgenti d’onda (Pasternak, 1997). La stessa ditta ha dichiarato di stare sviluppando diversi altri tipi di armi acustiche che saranno operativi entro dieci anni.
Ovviamente, la potenza di un’arma ad ultrasuoni, a differenza di quella di un proiettile, decresce con il quadrato della distanza dall’obiettivo ed è quindi inutilizzabile contro un nemico sufficientemente lontano.
3.2 Armi a radiofrequenza
Nel 1987 il Pentagono dichiarò che i sovietici avevano sperimentato un’arma capace di uccidere una capra ad un km di distanza con un fascio di radiazione elettromagnetica a radiofrequenza. Mancano riscontri oggettivi di questa affermazione, ma sicuramente il DoD statunitense stanzia fondi per ricerche in questa direzione dall’inizio degli anni ’60. Una sperimentazione (fallita) per un’arma di questo tipo fu anche svolta in Italia da Marconi per conto del governo fascista.
Recentemente Clay Easterly, un ricercatore della Divisione di Scienze Mediche degli Oak Ridge National Labs, una delle istituzioni di ricerca pubblica statunitense più attiva nella ricerca militare, ha presentato al Corpo dei Marines il progetto di massima un “fucile a radiofrequenza” capace di indurre attacchi di epilessia e di un “fucile termico” capace di indurre, per riscaldamento elettromagnetico, un innalzamento della temperatura corporea del bersaglio di due gradi, producendo effetti analoghi a quelli di una fortissima febbre (Pasternak, 1997).
Lo sviluppo di questo tipo di armi appare però problematico, data la grande potenza dell’emissione elettromagnetica richiesta. Inoltre, la focalizzazione di radiazioni a radiofrequenza richiede intrinsecamente l’uso di antenne di grandi dimensioni e quindi di difficile maneggio e facilmente vulnerabili da parte di colpi di arma da fuoco sparati da distanze molto maggiori di quelle alle quali si può ragionevolmente sperare di ottenere un flusso di energia dall’arma con qualche effetto biologico.
Ad ogni modo, gli studi su questo tipo di armi continuano negli USA, tanto che l’USAF ha stanziato a questo fine 110 milioni di dollari per ricerche su queste armi nel 1996 (Pasternak, 1997).
3.3 Armi a bassa frequenza
Una radiazione elettromagnetica a bassa frequenza può stimolare l’emissione di istamina da parte delle cellule cerebrali e quindi indurre sonnolenza od anche un sonno profondo. E’ noto che studi di un’arma basata su questo effetto furono condotti dal Corpo dei Marines agli inizi degli anni ’80, ma non ne sono noti gli sviluppi.

4. I problemi delle armi da guerra non letali

Come abbiamo visto nell’introduzione, lo sviluppo di armi da guerra non letali sarebbe estremamente conveniente per la nazione che controlla l’attuale situazione mondiale, sicché non vengono risparmiate risorse economiche ed umane per questi progetti. Abbiamo però anche visto come questo obiettivo sia difficile da realizzare.
Le armi sviluppate sino ad ora sono ingombranti, scarsamente maneggevoli, efficaci solo a breve distanza. Inoltre, tutti i progetti che sono attualmente noti hanno prodotto prototipi di armi che non mettono in grado chi le usi di difendersi da un avversario armato di armi da fuoco tradizionali più potenti di una pistola.
Infine, le “armi non letali” possono essere più inumane delle armi convenzionali, esponendo chi le impieghi alla reazione della stessa opinione pubblica del proprio paese. Quindi, come è stato recentemente mostrato da Hertog (1998), che pure è favorevole allo sviluppo di questi strumenti bellici, le armi non letali pongono problemi politici, legali ed etici che debbono essere risolti prima che esse possano essere considerate operative, indipendentemente dalla soluzione dei problemi tecnici tuttora irrisolti.
Esse potranno quindi forse evolversi fino a fornire nuovi dispositivi antitumulto ma, a differenza del caso delle operazioni di ordine pubblico su scala locale, le cosiddette “operazioni di polizia internazionale” debbono affrontare eserciti dotati di armamenti spesso di tutto rispetto (anche se certamente non paragonabili come potenza a quelli che possono mettere in campo gli USA o la NATO), di addestramento a livello altamente professionale, oltre che di una motivazione ovviamente superiore a quello degli aggressori.

5. Le armi di distruzione di massa “convenzionali”

Per quanto abbiamo esposto in precedenza, per ora, e probabilmente per un lunghissimo periodo, le operazioni di polizia internazionale saranno condotte con il tradizionale fine di ogni guerra  : uccidere il maggior numero possibile di “nemici”. Tuttavia, una operazione di “peace keeping”, per poter continuare ad apparire giustificata agli occhi della propria opinione pubblica e rimanere compatibile con i vincoli di bilancio che l’economia moderna impone ad ogni amministrazione pubblica, deve potersi concludere rapidamente con una indiscutibile vittoria, con scarse perdite nelle proprie truppe, e non trasformarsi in una interminabile guerra “a bassa intensità”, come la guerra nel Vietnam. Il problema non è quindi solo quello di uccidere moltissimi (o anche tutti i) soldati dell’esercito nemico: questo era possibile già dagli inizi dell’epoca storica, con una adeguata potenza militare disponibile. Il problema è ora di riuscire a farlo abbastanza in fretta ed economicamente.
E’ quindi necessario colpire lo “stato terrorista” con la massima violenza possibile, con l’obiettivo teorico di infliggere un singolo “primo colpo disarmante”.
A parte la mistificazione delle “armi intelligenti” (Polcaro, 1999), è chiaro che lo strumento tecnicamente più adatto a questo scopo rimane l’uso di un arma nucleare tattica, più o meno della potenza della bomba di Hiroshima (20 kton). Tuttavia, la situazione politica internazionale non permette ancora questa soluzione ottimale del problema del “peace keeping” (Polcaro, 2000).
Tuttavia, alcuni sistemi d’arma “convenzionali”, cioè non compresi nelle categorie delle armi atomiche, biologiche e chimiche, impiegati negli ultimi conflitti (Guerra del Golfo, Somalia, Balcani) hanno capacità letali che dovrebbero, a parere di chi scrive, farli considerare tra le “armi di distruzione di massa”.
Se ne descriveranno nel seguito alcuni tipi già operativi.

Bombe FAE (Fuel – Air Explosive”)
Questo tipo di armamento aereo di caduta si basa sul principio delle “bomba Molotov”: una miscela stechiometrica di combustibile liquido ed aria, innescata in un contenitore ermetico con spessore adeguato, detona con una potenza esplosiva molte volte superiore a quella del tritolo. Questo tipo di esplosivo fu inventato nella Repubblica Federale Tedesca, verso l’inizio degli anni ’70, ed arma bombe da 2 t in dotazione all’USAF. Anche se mancano dati ufficiali precisi, la potenza di questi ordigni si stima in 2 kton, corrispondenti ad una bomba nucleare “da teatro”. Sono state impiegate contro le colonne di blindati irakeni in ritirata dal Kuwait. L’ingombro ne limita l’uso, che è possibile solo con il bombardiere strategico B 52. Data la vulnerabilità del vettore, sono impiegabili solo contro avversari con scarse capacità antiaeree.
Cannoniera volante
Si tratta di un velivolo da trasporto C 130 “Hercules”, modificato aprendo 4 portelli su ciascun lato della fusoliera. Da ognuno di essi, opera un cannoncino “Vulcan” da 30 mm a canne rotanti, con rapidità di tiro di 2000 colpi al minuto. Si stima che, intervenendo da una quota di 500 m su di un assembramento, sia in grado di uccidere 10000 persone in 5 minuti. E’ stato impiegato dall’USAF durante la campagna “Restore Hope” in Somalia nel 1995. Data la bassa velocità, la vulnerabilità e la bassa quota operativa, è impiegabile solo contro avversari completamente privi di copertura antiaerea.
Bombe a grappolo
Si tratta di contenitori da caduta, lanciabili da praticamente tutti i tipi di bombardieri, caccia-bombardieri e velivoli d’assalto. Dopo una breve discesa libera, la caduta del contenitore viene rallentata da un paracadute. A questo punto, il contenitore, al comando di un dispositivo barometrico, si apre, liberando un numero variabile da qualche decina a diverse centinaia di mine di varia potenza e tecnologia, che discendono a loro volta frenate da piccoli paracadute, disseminandosi su di una vasta area. In dotazione alla maggior parte delle aviazioni militari del mondo, ne è documentato l’uso da parte della RAF durante la Guerra delle Malvine del 1982 e di diverse aviazioni di paesi NATO durante la Guerra dei Balcani del 1999. Non vi sono problemi tecnici di tipo particolare al loro impiego. La capacità di distruzione di massa dell’ordigno non deriva dal singolo intervento, ma dal suo uso estensivo che produce ad ogni effetto un risultato analogo a quello delle mine anti-uomo, ormai vietate da una convenzione internazionale, disseminando il territorio nemico di milioni di mine che permangono letali, prevalentemente per la popolazione civile, anche molti anni dopo la fine del conflitto.

Conclusioni

La fine della “Guerra Fredda” e la dissoluzione del Blocco Orientale, al contrario di quanto avevano sperato molti pacifisti, non ha affatto posto termine alla violenza ed alla guerra. Anzi, i milioni di “morti virtuali” dell’epoca dell’equilibrio del terrore tra le due superpotenze sono stati sostituiti dalle centinaia di migliaia di morti reali nelle guerre che si sono verificate nell’ultimo decennio, perché la possibilità concreta di una parte di imporre il proprio dominio economico e politico sull’intero pianeta, anche ricorrendo all’uso della forza, resa prima impossibile dal rischio di una guerra nucleare non poteva e non potrà portare ad un mondo pacifico.
E’ dovere della comunità scientifica e delle persone di cultura contribuire a far divenire coscienza comune l’idea che la pace nasce solo dalla prevenzione dei conflitti, tramite accordi che risultino accettabili ad entrambe le parti, non dalla vittoria di una parte o dal possesso di armi che possano imporre la pace: il sogno di Nobel ed Einstein dell’ “arma che ponga fine alle guerre” si è dimostrato irrealizzabile.

Bibliografia

Hertog M. K., “Nonlethal Weapons and Their Role in Military Police Missions”, http:/www.au.af.mil/au/database/research/ay1996/awc/hertgog_mk.htm, Mar 10, 1998
Pasternak, D., “Wonder Weapons”, U.S. News, July 07, 1997
Polcaro V. F., “L’imbroglio dell’intervento chirurgico”, in F. Marenco (ed.) “Imbrogli di guerra”, Odradek, Pisa, 1999
Polcaro, V. F., “I rischi per la pace derivanti dallo sviluppo di sistemi di difesa antimissile”, memoria presentata al Convegno ” Cultura, Scienza e Informazione di fronte alle nuove guerre”, Politecnico, Torino, 22-23 giugno 2000

Fonte: Atti del Convegno “Scudo spaziale, Industria Bellica, Tecnologie Militari: quale utilità, quali interessi in campo?”
Tenutosi il 24 Settembre 2001 al Politecnico di Torino.
A cura di Massimo Zucchetti (Politecnico di Torino, Comitato Scienziate e Scienziati contro la guerra)

MAURIZIO BASSETTI BERSAGLIO DI TORTURA ELETTRONICA DECEDUTO IL 9 OTTOBRE DEL 2010

AVAEM065

Maurizio Bassetti, economo del governo italiano, traslato 9 ottobre 2010, ex-testimone e bersaglio di torture elettroniche. (…).

Maurizio Bassetti

Nel 1994 Maurizio Bassetti, dopo essere stato militante dello PSIUP e del movimento negli anni ’60-70 lavora come economo alla Camera dei deputati, denuncia gravi irregolarità amministrative nella gestione delle forniture, una grande truffa di Stato, che ha portato al licenziamento di alcuni funzionari. La notizia, in piena Tangentopoli, finisce anche nei giornali e nasce il sospetto che i soldi servissero a finanziare dei “fondi neri”. Successivamente Bassetti viene richiamato dai superiori e invitato ad un incarico per l’America centrale, ma rifiuta preferendo la pensione.

Il dramma comincia quando nel Luglio del 2001 subisce una violenta rapina da parte di tre persone incappucciate che affermano di appartenere ai servizi segreti, chiedono i documenti e le foto compromettenti, subisce gravi percosse che gli causano la deviazione permanente dello sterno. Dal quel momento Bassetti subisce numerose violazioni di domicilio dove gli vengono portati via documenti e viene più volte manomesso il computer. Nel 2003 viene rinvenuta una microspia che, dopo gli accertamenti, risulta funzionante già dal 2000. Maurizio decide di installare delle telecamere nella sua casa e le visite cessano momentaneamente, nel Gennaio del 2004 viene rinvenuta un’altra microspia al piano inferiore.

La tortura tecnologica inizia nell’Agosto 2004 con delle scosse elettriche provocate, secondo Bassetti dopo aver consultato esperti in elettronica, da ultrasuoni. Bassetti sostiene che questi ultrasuoni gli interrompono il sonno e gli provocano dolori molto intensi in alcune zone del corpo, come il bruciore allo stomaco, all’intestino ed alla vescica; decide di trasferirsi a casa del figlio e poi in un nuovo appartamento. Nel novembre del 2004 comincia un vero e proprio bombardamento ad ultrasuoni, nel Gennaio 2005 rischia di perdere l’occhio sinistro. La tortura mira all’annientamento fisico e psichico della persona e gli impedisce una vita normale.

Recentemente la scoperta dell’uso di armi ad energia da parte dell’esercito nordamericano in Iraq nella battaglia dell’aeroporto a Bagdag, ha dato conferma dell’esistenza di questo tipo di armi tecnologiche. In realtà è in circolazione già da anni il Dizionario di tecnologie avanzate per la difesa (edizioni Murzia) di Mario Dearcangelis e Alberto Dearcangelis, in cui si parla di armi a radiofrequenza: i primi esperimenti sarebbero stati fatti in Russia per disturbare il cervello umano, con i risultati contrastanti di sonnolenza ed agitazione, euforia e depressione, ecc. Nel libro c’è un elenco sistematico di questo tipo di armi, in cui schematicamente si parla anche degli ultrasuoni di cui Bassetti denuncia essere vittima.

FONTI : http://www.associazionevittimearmielettroniche-mentali.org/Sembra%20fantascienza3-ultimo.htm    Maurizio Bassetti bersaglio di torture elettroniche

INTERVISTA A MAURIZIO BASSETTI VITTIMA DI TORTURE TECNOLOGICHE  

Michele_Fabiani

18 AGOSTO 2008   A cura di Michele Fabiani

(L’intervista è un’anticipazione del dossier in preparazione sulla tortura tecnologica e il controllo mentale in Italia)


Maurizio Bassetti ha lavorato alla Camera dei Deputati dal 1979 al 1996. Negli ultimi anni da economo denuncia alcune gravi truffe, le sue denunce finiscono anche nei giornali. Una volta in pensione comincia a subire furti e aggressioni in casa da parte di sedicenti appartenenti ai servizi segreti. Si sente spiato e assume alcune agenzie investigative con il compito di controllare chi, a sua volta, lo segue. Vengono individuati dipendenti del SISDE, delle forze armate, o loschi personaggi che entrano ed escono dalla questura, in un caso si tratta di un noto spacciatore romano. La tragedia inizia nel 2004 quando comincia a subire la tortura tecnologica. Oggi è membro dell’Associazione vittime armi elettroniche e mentali, il suo è uno dei casi più concreti e dimostrabili: dichiara di subire scosse elettriche provocate dall’emissione di onde ad ultrasuoni, strumenti facilmente acquistabili che negli USA verrebbero usati anche come pistole “scaccia cani”. E’ un esempio drammatico di quanto siano capaci gli organi repressivi dello stato, che mette seriamente in dubbio la possibilità della libertà in Italia.
D: Non sei stato sempre economo a Montecitorio?
R: No, ma le cose più interessanti avvennero quando ero economo.

D: Era il periodo di Tangentopoli…
R: Io e un mio collega ci eravamo illusi di poter fare una piccola Tangentopoli anche a Montecitorio. L’unico appoggio che abbiamo trovato è stato solo da parte dell’onorevole Galasso, il famoso avvocato eletto con il gruppo della Rete. Lui lavorava a livelli più alti, noi fornivamo le informazioni di base. Egli si interessò di alcuni palazzi acquistati dalla Camera a dei prezzi esageratamente alti. Ricordo un caso particolare in cui la Camera acquistò un palazzo a 120 miliardi dal Banco di Napoli. Era evidente che dei soldi ritornavano ai partiti. Da sottolineare il fatto che la Camera dei deputati, in quanto organo costituzionale, non può essere controllato per evitare di subire influenze.

D: Finanziamenti ai partiti?
R: Si. La nostra ipotesi era che siccome i partiti si finanziavano con questi investimenti, in cambio pagavano e permettevano ai dipendenti di rubare, così da solidificare il livello di omertà. Le mie denunce riguardavano in gran parte i dipendenti. Io ricordo che da economo finanziavo circa 20 miliardi l’anno e gran parte ne sparivano.

D: Quale effetto ebbero le denunce?
R: Sulle mie denunce vennero fatte due commissioni di inchiesta parlamentare, con mia soddisfazione. La soddisfazione calò quando Galasso non venne rieletto e gli atti vennero secretati. Apparentemente, comunque, avevo vinto e i personaggi più compromessi vennero cacciati.

D: Un partito in particolare?
R: Un partito in particolare che mi deluse fu il PDS, o PCI ora non ricordo bene cosa fossero, insomma gli attuali DS. Ebbero concretamente l’occasione per scoperchiare il tutto, ma evitarono di farlo per impedire che lo scandalo li coinvolgesse. Siamo dovuti andare allo scontro frontale da soli.

D: Non è facile.
R: Si, anche perché io ero uno dei dipendenti più a sinistra e qualche anno prima vennero scoperti dei dipendenti che erano membri delle BR. Quindi c’erano molti controlli e forse temevano che anche io fossi un infiltrato che spiava i politici. Solo così mi spiego tanto accanimento contro di me anche ora.

D: Quando sei andato in pensione doveva finire tutto?
R: Io sono andato in pensione nel 1996, mi sono dedicato alla fotografia e non mi sono più preoccupato di questa faccenda.

D: Quando si è verificato il primo episodio?
R: Nel giugno 2001, subito dopo la vittoria del centrodestra. Non so se è un caso, c’è un minimo di speranza in me ora che ha vinto il centrosinistra. Non che io abbia alcuna fiducia verso la sinistra, so che sono totalmente immischiati.

D: Cosa è successo?
R: Il 13 giugno ho avuto uno strano furto. Sono riusciti ad entrare senza forzare le porte blindate, come se avessero una copia delle chiavi. Poco dopo, il 3 luglio, ho avuto l’episodio più grave: ho trovato a casa tre energumeni incappucciati probabilmente con delle calze, mi hanno sbattuto a terra e mi hanno incerottato con del nastro da pacchi, mi hanno preso a calci e mi hanno chiesto la chiave di una cassaforte. Si sono subito qualificati come agenti dei servizi segreti. Cercavano prove e documenti, hanno anche minacciato di colpire mio figlio. Io ho riportato una frattura allo sterno per i cazzotti.

D: Strano atteggiamento quello di un membro dei servizi segreti di qualificarsi spontaneamente come tale.
R: Infatti credo sia una copertura. Un modo per rendere i servizi non sospettabili e lasciarli a dirigere gli attacchi. I tre energumeni non credo proprio siano stati degli agenti. Io so chi è uno dei tre, ma non ho le prove: si tratta di un piccolo delinquente, uno spacciatore di droga.

D: Quando se ne sono andati?
R: Dopo avermi trattenuto per un’ora, a mezzogiorno, quando la ragazza delle pulizie ha suonato alla porta. Praticamente mi ha salvato. Questa persona li ha visti in faccia quando mentre uscivano di casa. Pensa che lei non è nemmeno stata contattata dalla polizia per identificare i rapinatori.

D: Poi cosa è successo?
R: Ora mi rendo conto di essere stato sotto sorveglianza, mi filmavano, ero seguito da personaggi che si sono ripetuti negli anni. Ho avuto piccoli furti e danneggiamenti, una volta in particolare mi hanno danneggiato la caldaia e ho corso il pericolo di morire soffocato.

D: Non hai pensato di fare una denuncia per tentato omicidio?
R: Si ma tanto non servono a nulla le denuncie. Essendo contro ignoti non hanno effetto. Come posso dimostrare di non essere stato io a fare i danni per manie di protagonismo? In ogni caso non credo si fosse trattato direttamente di un tentativo di omicidio, anche se in quella occasione rischiai seriamente di perdere la vita. Con i mezzi che hanno avrebbero potuto uccidermi in mille modi. Credo piuttosto che vogliano spaventarmi.

D: Continuiamo…
R: Ho avuto una serie di questi episodi. Ricordo in particolare un furto in un mio box dove hanno portato via carte e materiali del lavoro a Montecitorio. Poi ho provato più volte a cambiare casa, ma queste cose si ripetevano lo stesso. Con agenzie private abbiamo ricostruito che dietro potrebbero esserci personaggi dei ROS e del SISMI. Ho dei filmati in cui abbiamo effettuato dei contropedinamenti e una delle persone che mi segue è proprio un dipendente del SISMI. Pensa che oggi al piano di sopra del mio appartamento c’è un albergo dove vive sempre la stessa persona, la quale sembra non lavori mai e passa il tempo a controllarmi, mentre al piano di sotto ci vive un carabiniere con una donna. Una volta, non sopportando più la tortura di cui sono vittima, ho perso la pazienza e sono andato al piano di sopra, nella camera di albergo in cui secondo me c’è qualcuno che mi spia, ho preso un treppiede e gli ho spaccato la finestra. Nella casa c’era sicuramente qualcuno, la luce era accesa. Immaginavo sarebbero venuti a protestare…invece si sono limitati a spegnere la luce e sono rimasti in silenzio. Non è il normale comportamento di chi gli viene danneggiata la finestra di casa, ne tanto meno è il normale atteggiamento che un albergatore ha nei confronti della sua proprietà quando viene danneggiata. Non ho ricevuto alcuna protesta. E’, secondo me ,una prova della loro malafede.

D: Parlavi di filmati e prove. Tutto questo sarebbe emerso dai contropedinamenti?
R: Da questi pedinamenti nei confronti di chi a sua volta mi pedinava, effettuati da agenzie investigative private alle quali mi sono rivolto, sono uscite altre cose molto interessanti: ho un filmato in cui alla stazione ci sono tre tipi, uno dei quali mi riprendeva con una telecamera che poi è andato in Questura. La cosa più stupefacente è lo straordinario impegno di mezzi e costi usati contro di me.

D: Quando è cominciato la cosiddetta “tortura tecnologica”?
R: Verso l’estate del 2004 sono cominciati gli ultrasuoni, una cosa che in principio mi ha particolarmente terrorizzato. Mi sono fatto una cultura, nel tempo, degli ultrasuoni, so che possono passare muri e porte. Sono mezzi che si usano in medicina per sciogliere i calcoli renali, o li usano contro i piccioni o contro gli stormi; vengono usati anche agli occhi per rimuovere la cataratta e molte altre applicazioni ancora…

D: Cosa senti?
R: Ci sono due tipi di reazioni, in genere, che subisco: con l’ultrasuono le piastrine e le particelle di ferro vengono attratte e provocano una forte fitta; oppure possono essere più diffusi e si sente una sorta di calore che aumenta fino al dolore. Il peggio è quando si soffermano sui testicoli e su altre parti delicate del corpo. Ultimamente sembra che vada un po’ “meglio”. O sono io che mi sono abituato o loro che hanno imparato a gestirli. Questa tecnica la usano in particolare la notte per svegliarmi.

D: Tutto ciò si verifica solo dentro casa?
R: In principio erano portati a farmelo ovunque. Dovrebbe trattarsi di apparecchi piccoli e maneggevoli. Forse era un modo per farmi capire che potevano raggiungermi ovunque. Recepito il messaggio sono passati ad attaccarmi in particolare a casa. Ora mi sono fatto costruire un apparecchio, una sorta di calamita che attira gli ultrasuoni e evita che mi cadano addosso.

D: Come hai fatto a scoprire che quelle scosse era in realtà provocate da ultrasuoni?
R: Sempre con le agenzie private. Hanno fatto venire a casa degli esperti che hanno misurato il tasso di elettricità nell’appartamento. Indirettamente ho avuto la conferma anche dal fatto che l’apparecchio che mi hanno dato funzionava.

D: Come fanno a coinvolgere solo te e non colpire altre persone? Come fanno a guidare le emissioni?
R: E’ come per un’arma. Ora dire una pistola è banale, ma per farti capire. In internet ho trovato chi vende questi prodotti, in america vengono usati contro i cani. Quando ci sono altre persone in casa questi episodi non si verificano, credo che mi controllino molto spesso. Capita però che quando sto fermo in una posizione riescono a colpire solo me evitando gli altri.

D: Perché avrebbero scelto proprio te? Solo come vendetta delle denuncie alla Camera?
R: La cosa che non capisco è proprio perché ce l’hanno con me. Alla fine non mi occupo di politica da decenni. Forse credono che io sappia più di quanto so, e in questo caso hanno preso un grosso abbaglio, oppure con l’11 settembre, con il pretesto della guerra al terrorismo, si permettono di usarci tutti come cavie…

D: Non c’è nessuno che possa vigilare? Nessuno che possa indagare sull’attività dei servizi segreti?
R: Secondo la nostra associazione anche a sinistra c’è molta convivenza. Il Manifesto e Liberazione non dicono quasi mai nulla, Dorigo ipotizza che il suo microchip sia stato impiantato nel 1996, con il centrosinistra al governo in Italia e per anni in seguito è stato Ministro della Giustizia Diliberto, segretario del PdCI, inoltre i deputati della sinistra fanno parte delle commissioni di controllo sui servizi, come possono non sapere nulla?

Michele Fabiani
FONTE : ANARCHAOS.ORG

Crimine invisibile e schiavitú interiore

stoptorture

Spero che quanto rivelato non sconvolga la vostra vita, ma se dovesse farlo la sola lettura pensate a chi l’ha vissuta per davvero, a chi è sopravvissuto per la propria libertà e diritto alla vita, denunciando ogni cosa di questa schiavitù, denunciando ogni cosa di questa falsa malattia, denunciando ogni cosa di questo sistema di menzogna e conflitto.

Vi scrivo per la verità di torture quotidiane e della schiavitù interiore. Spero questo fermerà il vile abuso segreto.

Grazie per la vostra accoglienza.

Caro mondo di libertà,

Io sono un giovane, persona semplice. Oggi vi scrivo per una situazione personale grave, pericolosa per il mondo.

La mia vita è impossibile, tutti i giorni. Cerco di vivere la mia vita ignorando il problema e alcune volte posso prendere il relax e la respirazione dentro di me. Ultime settimane questo era impossibile.

Si prega di capire con la massima attenzione.

Questa storia è iniziata circa cinque anni fa e più.

Nella primavera del 2009, ho subito un crimine terribile. Ero un semplice studente di università nella città di Trieste (Italia). Uno strano elettromagnetismo arrivò nella mia vita e sul mio corpo. Questa presenza magnetica invisibile mi torturò di terribile dolore per portarmi in un luogo. Attraverso un sistema di tortura con tipi di scariche elettriche sul mio corpo, fui condotto vicino a un muro di una strada, con un annuncio cartaceo su di esso. In questo annuncio ho potuto leggere un animale ricercato e due numeri di telefono scritti su di esso. In quel momento la presenza invisibile spostò il mio braccio destro. Fui costretto a prendere i due numeri di telefono per chiamarli. Ho chiamato solo un numero. In quel momento uno strano sparo come il suono di un laser cambiò la mia vita, nella vita terribile.

Lo sparo entrò nella mia testa attraverso il mio orecchio. In quel momento iniziarono le visioni infernali nella mia vita. Fu un momento terribile. Alcune settimane il mio corpo non funzionò. La mia mente fu distrutta. Non riuscivo a capire semplici comunicazioni o semplici frasi sui libri. Il mondo esterno divenne un vero e proprio inferno attraverso i miei occhi.

Tutto venne valutato come disagio mentale e fu nascosta la verità.

Fu molto difficile trovare una semplice condizione, solo in quel segreto.

Dopo alcuni mesi la mia condizione migliorò. Alcune volte ho avuto una buona condizione di salute. Ma in questi cinque anni sono andato in ospedale più volte. Medicinali, medici, terapie alternative come l’agopuntura, reiki, sciamanesimo, qi gong, le meditazioni hanno vinto solo temporaneamente per la mia salute, ma il problema non è stato sconfitto. Le visioni infernali spesso hanno torturato la mia anima in questi anni. Ho visto inferni e morire umanità con i miei occhi e la mia anima. Ho sofferto la tortura demoniaca. Sono stato torturato per la schiavitù del mio pensiero. Sono stato torturato affinché ci fosse deficit nel mio linguaggio, nella comunicazione del mio pensiero, nelle mie capacità di ragionamento ed organizzazione, affinché ci fosse separazione con gli altri esseri umani, affinché non ci fosse comunicazione del pensiero con gli altri esseri umani.

Un anno fa e più ho incontrato alcuni nuovi amici. Mi hanno aiutato per la mia storia. Ho cominciato a dire la verità sulla mia storia. Ho iniziato a praticare la migliore vita, cercando aiuto. Il problema non è stato sconfitto, ma ho trovato la forza di dire la verità. Qualche mese fa sono andato alla polizia per denunciare il crimine. E ‘stato fatto. Ho dato loro descrizioni dettagliate e un aspetto pratico da indagare, il numero di telefono. Ora la polizia indaga il crimine. Aspetto loro per sviluppare ulteriormente. Qualche mese fa provavo a scrivere altre mail di denuncia. Mentre lavoravo per questo iniziò la tortura demoniaca un’altra volta.

Da quando entrò lo sparo nella mia testa, al mio respiro ed alla mia coscienza fu preclusa l’azione in quella parte del capo, come se fosse stata conquistata di prepotenza da una presenza autoritaria di sottomissione dell’anima, e come se l’anima fosse stata posta in una prigione del pensiero. Pena per l’anima ai suoi tentativi ribelli di riappropriarsi del suo cervello consisteva nella cessazione dei suoi diritti e godimenti vitali e la decaduta all’inferno. Ciò che entrò nella mia testa si riflesse in egual misura nelle teste di tutti gli umani, ossia vidi gli esseri umani come se avessero tutti questa sostanza nella loro testa. Se è vero che il Sole ci rende la vita, e come il fuoco così l’acqua, e quindi le stelle per l’intero universo, posso rivelare in assoluta certezza che la sostanza entrata nella testa attraverso lo sparo è come una sorta di isolante “gomma magnetica”, che isola l’anima dalla vita che emanano sole e stelle. E’ come se l’anima fosse stata chiusa nella prigione dell’inferno e della schiavitù di pensiero in un mondo senza stelle ne vita. Perciò potei vedere esseri umani senza respiro, come manichini, privi di emozioni e pensieri, resi schiavi come robot, posti in una condizione di azione nella totale dimenticanza di essere dei viventi, ossia in una condizione in cui non si ricordi più nemmeno lontanamente cosa sia e cosa significhi la parola vita ne tantomeno la parola amore, in una condizione di esclusivo pensiero negli atti da svolgere e nella totale dimenticanza di tutto il resto, umani programmati in una prospettiva visuale unicamente disposta per il loro lavoro di schiavitù. Mentre vivevo questa condizione visiva, se provavo ad avere qualsiasi forma di contatto verbale ed emotivo, ad utilizzare il mio pensiero per poi agire verso gli altri esseri umani, venivo punito dalla stessa “gomma magnetica” con altri tipi di visioni demoniache fatte di morti millenarie negli stessi umani con cui intendevo interagire. Una sorta di schiavitù infernale nella prigione di ogni funzione vitale libera e vera. Lo stesso pensare venne circonciso in un range di funzionamento supervisionato e delimitato da entità padrone non identificate che limitavano tali azioni vitali con ricatti infernali. L’alzare la testa al cielo o l’elevarmi di forza nervosa e vitale mi venne proibito con meccanismi infernali indotti dalla “gomma magnetica”. Lo stesso cielo venne reso nella percezione visiva spesso come chiuso e finito, per così alimentare la dimenticanza delle stelle e del diritto naturale di libertà vitale propria dell’infinito.

Ora vado avanti, ma sono una vittima della schiavitù nella testa e nell’anima ogni giorno. Vorrei sentire il mondo della verità vicino alla mia condizione, magari con qualsiasi rispondere, comunicazione, sentimento, azione.

Ora sto vivendo, per fortuna. Ora, questo è il problema.

C’è in me una sensazione come un’onda elettromagnetica vicino il plesso solare e il cuore, collegata alla testa. Questa onda manipola la mia energia vitale. Questa onda sottomette la mia energia vitale e la mia anima. E ‘come un dispositivo di controllo sulla mia psiche-mente. E ‘come un falso programma di anima. Vuole fermare la mia comprensione del senso della vita. Questa onda ferma la mia scelta di guardare dentro di me, la mia capacità di orientare le mie scelte e la mia anima alla saggezza, compassione e felicità. Uccide consapevolezza. Questa onda ferma ogni azione all’interno e ogni intenzione personale. Essa ferma la mia buona volontà, la mia mente, il mio Pensiero Razionale, la mia forza di reazione nervosa, la mia volontà, la mia libertà, il mio libero pensiero, la mia vita libera. Vuole governare il mio mondo interno, vuole governare la mia vita. Vuole darmi sensazioni negative e azioni negative. Separa la connessione tra la mia anima e la vita negli esseri umani. E ‘come un capo-macchina. Può generare falsi voci, immagini di varie idee e di informazioni all’interno della mente e del corpo per programmare la direzione della vita. Sottomette la mia anima e la mia volontà. Mi dà visioni del mondo. Mi dà illusioni e sensazioni negative. Uccide l’amore nel cuore e nell’anima. Ferma il mio respiro armonico dandomi sensazioni negative con gli altri esseri umani. Si tratta di un principio di separazione e di conflitto tra le persone. La presenza dell’onda si muove tra la mia testa, il mio cuore e la mia colonna vertebrale. La presenza dell’onda mi dà brutte sensazioni, torture demoniache, poi mi dice: Io sono Dio, io ti salvo, sei una persona cattiva, oppure, sei una brava persona io sono dio e io ho scelto di vivere dentro di te. In questo modo si vuole assicurare la schiavitù interiore. Non riesco a studiare e leggere un libro con tranquillità, l’onda tortura la mia comprensione. Non posso scrivere o comunicare il mio pensiero, l’onda mi ha dato torture demoniache per questo motivo un sacco di volte. L’ Onda della schiavitù interiore può programmare il ritmo circadiano sonno-veglia, puó distruggere il mio sonno e riposo. Questa onda può opprimere il mio respiro. Questa onda può possedere il respiro. Essa può separare cervello e respiro. Essa può rapire il respiro dalla sua naturale essenza e condizione, essa può possedere cervello e respiro per programmarli.

L’onda interrompe l’azione della coscienza che si spinge nella parte posteriore della testa, cervello e della colonna vertebrale. L’onda separa il prosencefalo e rombencefalo. L’onda può separare il mio pensiero e la mia testa dalla coscienza della colonna vertebrale. In questo modo separa il pensiero dalla percezione fisica del corpo. Quindi, pensare può mancare della coscienza fisica e della relativa quiete dell’anima nel corpo e nel suo presente. La coscienza corpo subisce un arresto di pensiero e quindi di azione. Coscienza del corpo senza pensiero/azione oppure azione senza pace e l’oppressione continua sul respiro. E ‘ un sistema di tortura per ottenere cattive azioni senza scelta lucida, ma solo una conseguente reazione al dolore.

L’onda può interrompere le facoltà di comprensione e ragionamento dirette al proprio corpo, come lo si sta usando e come si può migliorare. In pratica può arrestare ogni auto-osservazione ed ogni facoltà mentale di comprensione e rieducazione di sé. Essa arresta tutte le facoltà gestionali comprese quelle di auto-educazione del proprio corpo, per confinare le azioni in modalità di esecuzione prive di consapevolezza di sé, prive di osservazione di sé. Si può essere proiettati nelle azioni senza capire quello che si sta facendo e come lo si fa, senza capacità di misura comprensione e discernimento tra ciò che si vorrebbe scegliere liberamente e ciò che si sta facendo. I comandi della propria volontà mentale vengono privati delle capacità di osservazione misura comprensione e conseguente libera scelta, quindi protesi alle esecuzioni motorie in modo che qualsiasi cosa sia fatta senza lucidità ne comprensione ne consapevolezza. La coscienza che osserva il proprio corpo in azione può essere soppressa, e così ogni comprensione e misura rieducativa di sé. La stessa osservazione può essere mascherata da false idee di ciò che si osserva e così privata della vera realtà, e così arrestata nella conoscenza della reale esperienza. L’arresto delle capacità di osservazione misura e comprensione sono il fondamento di tale schiavitù.

La coscienza vitale della volontà che attraversa la colonna vertebrale, tra l’osso sacro e il cervelletto, e che giunge nel cervello, viene arrestata insieme al respiro e lasciata cadere alla base della colonna vertebrale. La coscienza cerebrale viene scissa e rapita da quella spinale. Quindi viene condotta in un mondo di illusioni, falsificazioni e schiavitù.

Cos’è questa schiavitù?

La volontà della coscienza viene resa schiava. Ogni intenzione espressa dal proprio respiro può essere istantaneamente rapita dalla sua scelta e direzione e riproiettata in un percorso differente. Le intenzioni vengono arrestate rapite e riprogrammate in tempi istantanei. Le programmazioni avvengono per le intenzioni che precedono le azioni, quindi arrestandole e deviandole.

Le programmazioni avvengono per le intenzioni che precedono le proprie scelte interne e i propri stati d’animo. L’onda può programmare la percezione di sé e dei propri stati d’animo, proiettando

ogni cosa sulla coscienza visiva cerebrale. Quindi una falsificazione dei propri stati d’animo e della propria personalità viene imposta all’interno del proprio corpo, respiro e cuore.

Un’onda quindi che dice di essere dio, permane tra testa e cuore e ti programma come un robot.

L’onda arresta ogni volontà dalla zona del cuore, attraverso il suo getto magnetico dalla testa. Quindi arresta ogni libera osservazione.

L’attenzione della coscienza al presente del mondo circostante può essere perciò arrestata e dirottata, contro proprie intenzioni e volontà, su particolari dell’ambiente che meno o più si desiderano, in ogni caso manovrata, non libera. L’attenzione della coscienza può essere riprogrammata in una percezione distorta della realtà, in un mondo di illusioni più bello, brutto o anche demoniaco, in ogni caso falso e non corrispondente a quelli che sono i fenomeni naturali e reali. Dopo le torture demoniache l’onda si proclama il dio che ha sconfitto il demonio proiettando le percezioni dell’anima in mondi di apparente bellezza, falsificazioni della realtà che vogliono ripagare l’anima delle torture, e nel silenzio di tale segreto e schiavitù.

L’onda separa il collegamento dell’anima con la natura del pianeta e le stelle nell’universo

Sono stato torturato per la mia voglia di stare nella natura, tra alberi e fiori, per la mia voglia di godermi il mare, le stelle, il sole, la luna e i fiori. L’onda non vuole la connessione dell’anima con l’universo e con le altre anime umane; l’onda utilizza torture demoniache o mentali per separare l’anima dal tutto della vita.

La schiavitù interiore uccide la mia libertà e la mia vita. La sofferenza è notevole siccome la presenza dell’onda può separare l’anima e l’essenza di ogni vita, questo è terribile.

La schiavitù cerebrale e della coscienza non ha limiti. Ogni cosa può essere arrestata, distrutta e riprogrammata: pensieri, stati d’animo, emozioni, sentimenti, intenzioni e volontà. Mai provata una emozione robotica? Un programma falso dell’Anima? E’ una tortura tremenda, è vivere senza vita.

Ogni cosa della percezione può essere arrestata e riprogrammata. Ascoltare una musica, percepire il ritmo che stimola la danza e il piacere del movimento, questo può essere completamente distrutto. Le sensazioni e le emozioni che una musica può suscitare possono essere completamente arrestate, annientate e riprogrammate attraverso false idee ed informazioni prive di vita, prive di vero piacere vitale. Lo stesso vale per tutte le esperienze di vita, in particolar modo per le esperienze di contatto con gli altri esseri umani, e con tutte le essenze viventi. Ogni cosa vera e propria dell’esperienza può essere arrestata distrutta e riprogrammata attraverso idee ed informazioni false, prive di nutrimento vitale e del relativo piacere, come morte. Attraverso sistemi di chiusura della percezione nell’anima, l’onda può negare le esperienze reali. In tal modo si nomina dio rendendoti schiavo.

La propria reale esperienza diviene di proprietà dell’onda e con essa tutte le proprie autentiche sensazioni, emozioni, intenzioni e pensieri. L’intero ragionamento ed i tentativi ribelli di osservazione e comprensione vengono arrestati da questo meccanismo robotico, che si dichiara sotto il nome di dio oppure sotto il nome di un io egoico che tenta di camuffarsi e fondersi, attraverso false idee personalistiche, nella personalità del proprio vero essere originale. L’arresto forzato di intenzioni e ragionamento avviene anche attraverso altre parole, oltre dio e io, per confondere ed inibire fiducia, azione ed ogni tentativo ribelle della propria reale natura.

Ogni cosa può essere riprogrammata, scissa completamente dalle essenze universali che rendono la vita e i piaceri nella loro condizione naturale.

Il programma di informazione portante dell’onda e del suo gioco di possessione consiste nel dichiarasi padrone di ogni bene, ossia la percezione di ogni cosa, dal cibo bevande a qualsiasi bene materiale e di qualsiasi portata, viene recepita di proprietà dell’onda in quanto padrone assoluto del mondo. Tale padrone col suo gioco di schiavitù ti offre in concessione il vivere questo mondo proiettandoti, attraverso il suo sistema di tortura illusioni e dolore, ad una fuga perenne dal proprio presente e ad un conseguente e continuo attaccamento morboso e possessivo ai beni materiali di questo mondo, in assenza di ogni godimento reale dell’anima.

Ma io sono una persona semplice, questi sono alcuni miei valori: l’affetto, la famiglia, i rapporti umani, la tolleranza, la libertà di pensiero, la libertà dell’anima, la verità, l’amicizia, gli abbracci, i baci, il contatto della tenerezza.

La schiavitù interiore può fermare ogni buona intenzione e ogni volontà verso gli altri esseri umani. Funziona con una tortura interiore invisibile. In questi cinque anni sono stato torturato con visioni demoniache per la mia volontà di amore, per la mia voglia di incontrare gli altri esseri umani in amore, per la mia volontà di esprimere l’affetto e l’ottimismo della vita all’interno delle relazioni umane, per il mio sorriso e la mia risata con la gente. Questa è la più tremenda situazione di vita.

Ma io agisco per la non-violenza.

Vorrei piangere, esprimere il mio dolore, ma l’onda può interrompe il flusso delle mie emozioni. Vorrei condividere la gioia con gli amici, ma a volte l’onda può interrompe il flusso delle mie emozioni. Vorrei esprimere la mia forza attiva di tutti i giorni, ma l’onda puó fermare le mie azioni. Ferma la mia anima e la mia libera volontà.

Ma voglio amore. Agisco per l’amore in me, con la mia famiglia e gli amici. Agisco per la verità dell’anima. Agisco per l’amore dell’anima.

Questa mia vita è impossibile. C’è un male in me stesso senza amore, ma non sono io, è una manipolazione di qualche potere sconosciuto.

Si prega di rispondermi e di aiutarmi.

Ora preferisco rimanere anonimo.

sinceramente

Si prega di lasciare ogni commento personale ed egoico nel silenzio di questo universo. Contattare per azioni di solidarietá e risoluzioni a queste atrocitá.

aiteshido@gmail.com

 Alcuni link:

A Pisa si sperimenta il primo radar fotonico

 Un radar con il “cuore” fotonico. Potrà garantire più sicurezza nei trasporti

Lo studio di ricercatori italiani sul primo radar del tutto digitale basato su tecnologie fotoniche, sviluppato nell’ambito del progetto “Phodir” (Photonic-based fully digital radar system) su finanziamento dell’Erc (European Research Council), è stato pubblicato sulla rivista Nature

22316_radarfotonico_tecnici_L

Nei giorni in cui ancora nulla si sa del volo della Malaysia Airlines, scomparso ormai da oltre due settimane, arriva su Nature la notizia di una nuova tecnologia ideata da scienziati italiani. È il radar con il “cuore” fotonico, caratterizzato da un innovativo sistema di generazione e di acquisizione dei segnali, basato su laser e “lettori” di luce, che può garantire maggiore sicurezza e rapidità nella gestione del traffico aeroportuale e marittimo, anche in condizioni meteo non ottimali, ed è in grado di permettere l’incremento dei collegamenti. Il “radar fotonico”, per la precisione il primo radar del tutto digitale basato su tecnologie fotoniche, sviluppato nell’ambito del progetto “Phodir” (Photonic-based fully digital radar system) su finanziamento dell’Erc (European Research Council), riceve adesso un importante, ulteriore riconoscimento. L’articolo rappresenta il nuovo importantissimo risultato che premia il sistema della ricerca italiano e, in particolare, quello pisano, poiché il progetto “Phodir” è stato condotto per intero a Pisa, sotto il coordinamento di Antonella Bogoni, ricercatrice del Laboratorio nazionale di reti fotoniche (Lnrf) del Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni (Cnit), ed è stato sviluppato nel laboratorio congiunto presso l’Istituto di tecnologie delle comunicazione, dell’informazione e della percezione (Tecip) della Scuola Superiore Sant’Anna, dove Antonella Bogoni è responsabile dell’area di ricerca “Digital & microwave photonics”, in collaborazione con il Laboratorio radar e sistemi di sorveglianza (Rass) del Cnit. radar-640 Rispetto a un radar di tipo convenzionale, quello dal “cuore” fotonico permette migliori prestazioni, garantisce più di una funzionalità, risulta meno intercettabile, è più piccolo e può anche garantire la capacità di assolvere a compiti di comunicazione. Il nuovo radar è stato già testato all’aeroporto di Pisa e al porto di Livorno, grazie alla collaborazione attivata con l’Aeronautica militare di Pisa, con la Direzione sviluppo e innovazione dell’Autorità portuale, con la Capitaneria di porto e con l’istituto “Vallauri” dell’Accademia navale di Livorno. “La realizzazione del ‘cuore’ fotonico ha rappresentato l’autentica sfida del progetto vinta grazie alla professionalità, alla competenza scientifica, alla passione di tutti i ricercatori coinvolti e anche per merito delle strumentazioni a disposizione, che hanno permesso di raggiungere l’obiettivo”, come sottolinea Paolo Ghelfi, ricercatore del Laboratorio nazionale di reti fotoniche del Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni, autore di molte delle soluzioni tecniche innovative che hanno portato alla realizzazione del radar fotonico, nonché responsabile delle attività di sperimentazione. “Gli obiettivi raggiunti da questo progetto sono stati decisamente superiori rispetto alle aspettative iniziali – racconta la coordinatrice Antonella Bogoni – perché, quando abbiamo intrapreso la strada, avevamo molti dubbi su come raggiungere il risultato e ogni giorno scoprivamo cose nuove che ci obbligavano a modificare le strategie e a ripartire da capo, ma tutto il gruppo non ha mollato e, passo dopo passo, è andato ben oltre la dimostrazione di un principio innovativo, ottenendo un ‘dimostratore’ (prototipo, ndr) funzionante, trasportabile, che adesso le aziende e le istituzioni ci chiedono per test preliminari”. FONTEIL FATTO QUOTIDIANO

Il radar fotonico di Pisa arriva su Nature

Arriva un nuovo prestigioso riconoscimento per il radar fotonico a ‘marchio italiano’: il magazine Nature infatti ha pubblicato un articolo scientifico dedicato al dispositivo sviluppato nell’ambito del progetto “Phodir” (Photonic-based fully digital radar system), finanziato dall’European Research Council e condotto interamente a Pisa, presso l’Istituto di tecnologie delle comunicazione, dell’informazione e della percezione (Tecip) della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa. Il radar sviluppato nell’ateneo pisano è caratterizzato da un innovativo sistema di generazione e di acquisizione dei segnali, basato su laser e “lettori” di luce, che può garantire maggiore sicurezza e rapidità nella gestione del traffico aeroportuale e marittimo, anche in condizioni meteo non ottimali, ed è in grado di permettere l’incremento dei collegamenti. Rispetto a un radar tradizionale, permette migliori prestazioni, garantisce più di una funzionalità, risulta meno intercettabile, è più piccolo e può anche garantire la capacità di assolvere a compiti di comunicazione. Nature ha riconosciuto alla ricerca il valore per “l’approccio rivoluzionario con l’introduzione della fotonica nei sistemi radar” e di “traguardo all’avanguardia scientifica per le prestazioni ottenute sia come sistema di sorveglianza, sia come sistema di comunicazione radio”. Già testato all’aeroporto di Pisa e al porto di Livorno, il radar è stato sviluppato sotto il coordinamento di Antonella Bogoni, ricercatrice del Laboratorio nazionale di reti fotoniche (Lnrf) del Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni (Cnit), che è anche responsabile dell’area di ricerca “Digital & microwave photonics” del Tecip, e in collaborazione con il Laboratorio nazionale sul radar e sui sistemi di sorveglianza (Rass) del Cnit. FONTE : http://www.tecnici.it/il-radar-fotonico-di-pisa-arriva-su-nature_news_x_22316.html

QUALCOSA E’ RISAPUTA. Di Dorothy Burdick

QUALCOSA E' RISAPUTA. Di Dorothy Burdick

FONTE ORIGINALE : http://www.cieliparalleli.com/Scienza-e-Tecnologia/queste-le-cose-risapute-di-dorothy-burdick.html

Prefazione Come si spiega una violazione della privacy che è stata sapientemente progettata per suonare più come un comune disturbo psicologico? Come si fa a spiegare alla gente senza una comprensione della fisiologia umana che il movimento del corpo può avvenire solo quando l’energia viene convertita in una carica elettrica?

Quando si accende una luce, gli elettroni attraversano un gap[2]. Quando si avvia l’auto, una scintilla elettrica attraversa un gap. Nel fare questo si permane totalmente ignari che nel proprio corpo il comune ‘cambio del dollaro’ del sistema energetico umano, l’ATP (adenosina trifosfato), sta rilasciando elettroni, e quindi sta per essere convertito in energia fisica per tutti i processi del corpo e il movimento per tutto il sistema di trasporto degli elettroni. Ogni volta che ci si sposta o si pensi, elettroni fluiscono attraverso un varco tra i neuroni chiamato sinapsi. Questo flusso è come una corrente elettrica e può essere misurata in laboratorio. Il campo elettrico che si genera è molto debole e viene misurato in millivolt e gauss.

Il recente interesse sull’agopuntura orientale per prevenire il dolore ha contribuito a giungere all’utilizzo di dispositivi elettronici per aiutare la guarigione del tessuto osseo con corrente elettrica e di interrompere i segnali elettrici che potrebbero causare dolore se trasmessi. I tribunali hanno definito la morte come l’assenza di attività elettrica nel cervello. L’elettronica, che ha reso questo tipo di monitoraggio possibile, è la scienza dello sviluppo e l’applicazione di dispositivi e sistemi che coinvolgono il flusso di elettroni in fluidi gassosi e nei semiconduttori.

E ‘molto difficile immaginare la vita, qualsiasi tipo di vita, semplicemente come un sistema elettrico. La fotografia di Kirlian[3] mostra l’aura elettrica intorno ad una foglia. I figli della Arc, in formazione da fisici e psicologi per vedere campi elettrici intorno alle persone. Quando parliamo di persone come soggetti magnetici possiamo dire di affermare una verità scientifica. Il magneto-encefalogramma (MEG) è usato in laboratorio per misurare in gauss il campo magnetico emesso dalla corteccia del cervello.

[1] Reperibile al link http://sm4csi.home.xs4all.nl/nwo/MindControl/Such.things.are.known.htm

[2] Spazio interstiziale, spazio di tempo.

[3]< La fotografia di Kirlian indicaunaforma di fotogramma fatto con il voltaggio. Si deve il suo nome a Semyon Kirlian, che casualmente, nel 1939, scoprì che se un oggetto su un piatto fotografico è connesso ad una sorgente voltaica appare un’immagine sul piatto. I lavori di Kirlian da quell’anno inclusero una riscoperta indipendente di un fenomeno e una tecnica chiamati elettrografìa o elettrofotografìa e fotografia a scarico su corona. La tecnica di Kirlian è la ‘fotografia di contatto’, in cui il soggetto è a diretto contatto con una pellicola posta su un piatto metallico.

Nessun movimento viene prodotto dal corpo umano, senza elevare il cosiddetto ‘potenziale di riposo’ delle cellule nervose verso una tensione potenziale di lavoro, causando un’azione. Memorizzati ad alta energia a doppio legame fosfato di ATP, gli elettroni vengono rilasciati a viaggiare attraverso il sistema nervoso per attivare i muscoli e sono misurati in millivolt, 1 / 1000 di un volt. L’ATP è ciò che fa da luce nelle lucciole di notte e rappresenta il noto comportamento scioccante delle anguille elettriche[4]. L’elettroencefalogramma (EEG) e l’elettrocardiogramma (ECG) sono rappresentazioni grafiche del cervello e del cuore che producono onde. Recentemente nella medicina dello sport, gli atleti hanno avuto i loro modelli di corpo registrato fotograficamente per mostrare la loro forza muscolare o di debolezza e prevedere il loro grado di probabile successo. Questo metodo è stato utilizzato anche per prevedere le prestazioni dei cavalli da corsa.

Il laser, un metodo al gas è una naturale estensione d’elettronica. E ‘usato nell’industria, in registrazione acustica, la trasmissione di messaggi, lettura delle impronte digitali anche anni dopo che sono state lasciate su una pagina. E ‘anche utilizzato per identificare i cavalli dalle loro ‘castagne’, le callosità sulle loro gambe. Come esempio di una tecnologia che è in fase di sviluppo da qualche tempo dobbiamo rendere il merito per il laser allo Zio Sam e a voi contribuenti. Il Laboratorio Nazionale degli Standard[5] è occupato a fare nuove accurate misurazioni, dal momento che le moderne tecniche al laser sono così precise che hanno reso quelle vecchie obsolete. Il laser così messo a punto viene utilizzato persino in chirurgia oculare[6].

Il cervello è stato indagato da prima del 1800 e la sua attività è stata registrata dal 1900. Non dovrebbe essere troppo sorprendente che ogni tessuto del cervello è semplicemente un trasmettitore di attività elettrica e un risonatore che riceve le vibrazioni. Con il computer, diverse aree del cervello possono essere visualizzate su uno schermo TV e le varie attività in fase di studio visualizzate in un assortimento di colori. Gli impulsi nervosi si possono convertire in codici digitali in modo che il computer sia in grado di identificare la loro origine, e dalla fonte di determinare quale parte del sistema nervoso umano è coinvolta.

Non è possibile visualizzare le onde del cervello umano semplicemente osservando una testa umana. Se questo capo, tuttavia, è collegato in qualche modo ad un computer, è possibile guardare su un display visivo e vedere le onde. Computer di grandi dimensioni e veloci come il Cray[7] superano di gran lunga la mente dell’uomo quando si tratta di fare concise, precise, misurazioni istantanee Telerilevamento e radar oltre l’orizzonte sono all’ordine del giorno. Ora esiste :

[4] L’elettroforo (Electrophorus electricus), conosciuto comunemente come anguilla elettrica o, più impropriamente, come ginnoto, è un pesce d’acqua dolce della famiglia dei Gymnotidae. È conosciuto soprattutto per la sua capacità di generare, tramite dei muscoli modificati disposti lungo i suoi fianchi, dei potenti campi elettrici, dell’ordine di alcune centinaia di volt, che utilizza sia per la caccia che per l’autodifesa.

[5] http://www.nist.gov/index.html

[6] La cosiddetta chirurgia refrattiva, usata percorreggere miopie, astigmatismi e simili.

[7] Il Cray-1 è un supercomputer sviluppato nel 1976 da un team di progettisti guidati da Seymour Cray per la Cray Research (CRI), La Cray Inc. nacque nel 2000 quando la Tera Computer Company acquisì quello che rimaneva della Cray Research dalla SGI e adottò questa denominazione. Il primo esemplare di super PC venne installato al Los Alamos National Laboratory.

telerilevamento di animali senza danneggiare l’animale. Una scansione al laser potente è in grado di misurare l’acustica, la densità e il suono di attività elettrica compresa la trasmissione proveniente dall’orecchio umano. Già, perché l’orecchio umano non riceve soltanto, bensì invia anche i propri segnali che possono essere raccolti da un dispositivo sensibile all’ascolto come il laser. Una volta che i suoni entrano nell’orecchio interferendo tra loro creando suoni armonici.
La gamma dei comportamenti umani è quasi non quantificabile ma i tentativi sono stati fatti. Le aree di base, secondo Maslow[8], che devono essere curate per prime sono sonno, cibo e sesso e vorrei aggiungere a questo il bisogno di sicurezza emotiva. Si hanno più probabilità di essere sottolineate queste aree quando sono attaccate. Gli effetti della radio o microonde di vario genere sono stati riportati in letteratura scientifica e laica. È noto che essi possono influenzare la pressione sanguigna, temperatura corporea e stati mentali raggiungendo così l’ipotalamo attraverso il timpano, che è in strettissimo contatto con questa ghiandola maestra. Sappiamo anche che gli astronauti possono essere monitorati nello spazio. Abbiamo già inventato le lenti per vedere al buio[9] e penetrato il fogliame e le pareti. Supponiamo che da lontano si possa essere influenzati da onde elettromagnetiche o microonde e di essere disturbati da scosse elettriche, spasmi muscolari imprevisti o contrazioni che potrebbero essere suscitati a verificarsi sia nei muscoli volontari che in quelli involontari delle viscere. Supponiamo anche che l’intensità possa essere regolata alla perfezione per produrre sensazioni di piacere attraverso il dolore. Supponiamo inoltre che lo stress è aumentato tramite l’elemento a sorpresa e attraverso l’elemento subliminale, che è inconsciamente sentito, un suggerimento vocale. Tu, il soggetto, sei a casa propria, molto probabilmente del tutto inconsapevole di qualsiasi tipo di interferenza esterna, finché non si ti si parla tramite laser. Tu, un essere umano, potresti d’improvviso realizzare di essere diventato uno strumento.

Questo tipo di operazione, in fase di sviluppo da qualche tempo dai servizi segreti americani, si chiama controllo della mente. È più spaventoso di quello che George Orwell avrebbe potuto mai concepire, poiché mai avrebbe potuto sperimentare una cosa simile.

Solo poche persone comprendono le interrelazioni tra le nostre magnifiche realizzazioni tecnologiche e mediche e il complesso militare – industriale. Queste poche sono ostacolate nei loro tentativi di comunicazione dall’appartenenza al proprio campo e da requisiti di sicurezza. La conoscenza prolifera a una velocità così superiore che si raddoppia ogni due anni. Ovviamente le conoscenze attuali diventano rapidamente datate. Stando al lavoro è come correre sempre al recupero. Se non si lavora ci si può solo impantanare in discussioni familiari e di comunità.

400px-Piramide_maslow

[8] Abraham Harold Maslow (Brooklyn 1º aprile 1908 – California, 8 giugno 1970) è stato uno psicologo statunitense. E’ noto per aver ideato una gerarchia dei bisogni umani, la cosiddetta piramide di Maslow .

250px-land_warrior_pvs-14_night_vision_device

[9] Si veda: http://it.wikipedia.org/wiki/Visione_notturna

Noi esistiamo nella nostra complessità, ‘psichizzando’ noi stessi con giochi pseudoscientifici, pubblicità psicologicamente martellanti e una storia d’amore vecchia di duecento anni con l’olio di serpente e cure dalla fontana della giovinezza. È sia la migliore che la peggiore epoca dei tempi. La nostra cosiddetta libertà è impantanata nella burocrazia, governata da uomini datati, e imbrigliata nell’inerzia, nella noia e nella stanchezza.

Quando ho iniziato a costruire per caso, ho solo voluto dimostrare che quello che mi stava accadendo era tecnologicamente possibile. Anche se la mia prova è soprattutto la prova circostanziale, si sa che tutto ciò che appare sul mercato è stato di solito in fase di sviluppo sotto il governo per molto tempo prima di filtrare nella coscienza pubblica.

Supponiamo che siate stati motivati da un attacco combinato mente / corpo e supponiamo anche che avendo avuto la fortuna o la sfortuna di possedere l’intelligenza e il tipo di sfondo per ordinare la fuoriuscita del tutto. Che cosa faresti?

Questo libro è un tentativo di spiegare ciò che credo sia successo a me. Altri attribuiscono alla mia acquisizione molte altre cose. Dal mio punto di vista questa è una storia vera non importa quanto ridicola o nevroticamente distorta sembri. So che può essere usata contro di me. Credo che la trama sia stata progettata dalla comunità dell’intelligence per soddisfare il loro programma di disinformazione. Lo scopo del libro è semplicemente quello di presentare le possibilità. Forse i giovani della generazione dei computer che dovranno fare i conti con questi sviluppi futuristici non saranno così sconvolti come me.

-D. B. 5 giugno 1981

Prologo

Leggere la mente a distanza, decifrando le onde magnetiche del cervello è stato un progetto dell’Advanced Research Projects Agency [DARPA], del Dipartimento della Difesa, per qualche tempo. Molti istituti di istruzione e di ricerca hanno contribuito al suo successo con i finanziamenti del governo.

Informazioni pubblicate indicano che gli scienziati DARPA hanno imparato a identificare gli specifici modelli di pensiero, attraverso l’interpretazione delle onde cerebrali. Questi modelli mostrano con precisione fino al novanta per cento se un individuo è: (1) perplesso o incerto, (2) ha preso una decisione, (3) presta attenzione, (4) è all’osservazione di colori o disegni, o (5) ha perso la concentrazione a causa della stanchezza o della noia.

Processi di pensiero sono stati collegati al computer tramite l’Intelligenza Artificiale [AI]. Il Cray auto-correlato, che fa 100 milioni di calcoli al secondo, è specificamente progettato per risolvere i problemi e può condurre esperimenti biomedici con il computer simulando gli effetti umani. Ci vogliono solo cinquanta miliardesimi di secondo per un elemento di dato per entrare e uscire dalla sua memoria.

Utilizzando tecniche d’intervista psicologica, l’AI ha messo a punto programmi che conducono l’essere umano intelligente a credere che egli stia parlando con un’altra persona, quando lui è in realtà a portare avanti un dialogo con un computer. Opportunamente programmati, i computer hanno la capacità di esprimere giudizi in base alle prestazioni di precedenti esperienze, di prevedere un comportamento osservato, modi di parlare e idiosincrasie di pensiero[10]. I computer hanno anche la capacità di convertire molti tipi di segnali in simboli, codici, suoni, musica e video. Venti anni ha passato Russell Kirsch presso il Laboratorio dell’Intelligenza Artificiale dell’Ufficio Nazionale degli Standards, ad insegnare alle macchine a esprimere giudizi chiamati “image pattern recognition”, ovvero riconoscimento di una sequenza di immagini. Macchine ben istruite possono guardare immagini variegate come le onde cerebrali e prendere decisioni che le riguardano. Il connubio fra programmazione e mappatura del cervello è stato pubblicato. Realizzare il cablaggio e la stampa delle funzioni del cervello umano è stato un compito estremamente complesso che non potesse che realizzarsi con l’invenzione del computer stesso.

E’ chiaro che il più del lavoro è stato fatto con i computer di grandi dimensioni e a media onda per la trasmissione di messaggi neurali nel cervello in modo che l’attività neurale associata con la parola “no” e la parola “sì” potesse essere identificata se detta a voce alta o no. Vicino al centro della parola, nel cervello, c’è una zona che prepara i messaggi neurali che guidano i muscoli associati con il discorso. Le azioni della lingua e della bocca e altri muscoli coinvolti nel discorso sono molto diversi per queste due parole. Anche gli schemi dei segnali nervosi che vanno a formare queste due parole sono dissimili. I modelli si formano molto prima che le parole raggiungano il livello di vocalizzazione, e possono essere letti e interpretati in forma di anticipo al discorso, da un computer. La pattern recognition del computer leggerà una risposta anche in un soggetto completamente non collaborativo, o specificatamente leggeranno la sua mente se il pensiero è mentalmente messo in parole non dette.

[10] L’origine del termine idiosincrasia risale al greco antico, ove il composto di idios (“proprio”; agg.) e di sunkrasis (“carattere”, “inclinazione spirituale”) significava una peculiarità di temperamento dell’individuo, senza per forza evidenziarne negativamente le avversioni e repulsioni.

La parola è un’attività motoria che crea i segnali elettrici, i quali viaggiano lungo i neuroni. Con un computer, questi segnali deboli possono essere letti a distanza da un dispositivo superconduttore a interferenza quantistica (SQUID), che elimina quasi completamente il rumore ambientale mentre il segnale d’ingrandimento per 1000 volte letto dalla tecnologia precedente.

Per leggere la mente, gli analizzatori d’onda devono fare i conti con le oscillazioni complesse del cervello in qualche modo allo stesso modo di come un prisma separa i colori di un fascio di luce. I componenti di questa complessa onda sono isolati dai circuiti elettronici sintonizzati su frequenze diverse. Le medie statistiche possono essere determinate da molte letture della mente sotto inchiesta. Da queste informazioni si può valutare e tracciare la loro versatilità e la gamma di strategie di adattamento. Questa analisi della frequenza delle tattiche si può ora immediatamente conoscere e valutare con un computer, più velocemente di quanto gli uomini possano pensare.

Sottosistemi ottici ed elettronici per velivoli spaziali e intelligenza artificiale sono in fase di sviluppo dal 1955. Sofisticati sensori biomedici sono stati sviluppati per agire su animali a distanza, senza contatto fisico. La stessa attrezzatura è stata utilizzata per testare i fattori ambientali incidenti sugli organi sensoriali umani. Il laser viene utilizzato combinato a monitor biomedici per captare i segnali del cervello e convertirli in suoni e colori o anche musica. Con le tecniche attuali al laser già la comunicazione verbale e uditiva è possibile tra due punti qualsiasi sulla terra con video e via satellite.

La testa umana è un obiettivo che emana un campo magnetico. Supponiamo che sia in grado di essere presa e agganciata ad una certa distanza da un sensore supersensibile più volte amplificato da fibre ottiche. A seconda del tipo di raggi diretti alla testa si possono variare i sintomi e le sensazioni del soggetto.

L’arteria carotide e l’ipotalamo sono facilmente raggiungibili attraverso la sottile parete del timpano da onde radio soniche e ultrasuoni. Gli stimoli in quest’area possono invece alzare e abbassare la pressione sanguigna e la temperatura corporea. Le sensazioni in altre parti anatomiche sono simili a quelle causate da diatermia[11] in base alla quale vengono riprodotti i segnali del cervello. Il soggetto è letteralmente uno strumento che può sperimentare intorpidimento, dolore, piacere, spasmi muscolari, spasmi e la stimolazione del sistema nervoso simpatico e parasimpatico.

E’ noto che i pensieri possono essere ‘pulsati’ nella mente attraverso il sistema nervoso dalle microonde[12]. Tutto questo non ha nulla a che fare con i nervi uditivi. Gli scienziati che si sono sottoposti a questo processo riferiscono una temporanea perdita di memoria e disorganizzazione dei processi di pensiero.

[11] La diatermia è una pratica avrebbe delle proprietà curative per mezzo di un aumento della temperatura di alcune zone del corpo non superficiali. Il calore sarebbe indotto dal passaggio di corrente elettrica, per effetto Joule oppure con l’applicazione di ultrasuoni.

[12] In fisica, le microonde sono radiazioni elettromagnetiche con lunghezza d’onda compresa tra le gamme superiori delle onde radio e la radiazione infrarossa.

Metodi sottili[13] di comunicazioni al laser sono usati per fornire messaggi non ascoltati da chi è vicino ad un ricevitore. A seconda dei messaggi verbali ricevuti in concomitanza con la stimolazione fisica, questi sviluppi tecnologici diventano potenti strumenti in combinazione con tecniche psicologiche e plasmare, modificare, direzionare, prevenire e controllare il pensiero e il comportamento umano, attraverso l’interferenza con tutti i modelli fisiologici diurni conosciuti. Inoltre, i messaggi verbali possono essere consegnati a livello subliminale durante coscienza e durante il sonno, in modo che il soggetto sia del tutto inconsapevole di ricevere o che il proprio sonno e la veglia vengano influenzati. Le parole sono come stimoli emotivi. Quando gli inneschi emotivi del soggetto vengono analizzati l’individuo è messo nella condizione di farsi controllare i suoi pensieri e le azioni da altri individui. Questo è il controllo della mente (mind control).

Per almeno quattro anni ogni minuto della mia vita conscia e inconscia era stata invasa da investigatori che usavano lo stato dell’arte della tecnologia. Recentemente sul “Today Show”, William Colby[14] ha detto che la CIA ha studiato un dispositivo che può leggere la mente di Breznev sul suo modo di lavorare. È mia convinzione che non solo si è indagato, ma anche fatto il loro lavoro.

Le persone mi chiedevano: “Che cosa dicono queste voci? Loro dicono: “Vogliamo essere vostri amici.” Come nel lavaggio del cervello confondono il problema, e la verità diventa oscura. Le falsità sembrano cose ragionevoli. Le tecniche di indottrinamento ricordano alcune tecniche utilizzate nell’ipnosi. Come l’ipnosi, hanno un effetto soporifero, ribadendo e ripetendo le stesse frasi monotone.

“Quello che fai dipende da te. Devi credere in te stesso”. Questa osservazione è fatta fino a quando non sei proprio sicuro di cosa vuoi o finché credi di poter fare affidamento sulla tua opinione.

Pavlov ha detto che un riflesso condizionato[15] può essere elaborato per ogni stimolo. Nel lavaggio del cervello, il cervello cambia i risultati. Si procurano danni alla mente attraverso droghe, ipnosi e altri mezzi, in modo che il ricordo di ciò che è realmente accaduto può essere spazzato via e una nuova memoria di ciò che non è mai successo inserita. Le Voci, interferendo con il sonno in un modo subliminale, sono in grado di suscitare vecchi ricordi e l’influenza del sonno REM con la suggestione vocale. Interferiscono con il sonno normale, inducendo sintomi fisici che danno luogo a scatti, crampi, irritazione del tratto intestinale e della pelle e l’eccitazione sessuale o risveglio improvviso e indesiderato, quando magari è necessario riposare. Il soggetto è interamente consapevole del dolore, del disagio, degli incubi, di inspiegabili sintomi fisici, come stanchezza e depressione. Altre volte, invece, è euforico per il sollievo.

Come nel classico ‘lavaggio del cervello’, le Voci tentano di installare un sentimento di soddisfazione personale, facendo sentire all’individuo che c’è bisogno di lui in qualche modo. Il messaggio è combinato con rinforzo fisico.

“Vogliamo farvi sentire bene con te stesso”. Sono specializzati in incertezza. Siete sempre su una scala in discesa.

[13] Nel senso quasi di subliminale.

[14] Si parla di un articolo del 1982, reperibile al link

http://geeldon.wordpress.com/2011/05/28/hearing-voices-such-things-are-known/

[15] Conditioned Reflexes. I.P. Pavlov http://www.hoepli.it/libro/conditioned-reflexes/9780486430935.asp

“Dorothy, non sappiamo ciò che ci accingiamo a fare con te.” Questa Voce arriva dopo le occasioni di rifiuto, ribellione e generale recalcitranza. Può essere seguita da buon umore oppure commenti molto sgradevoli e sintomatologia fisica.

In principio, anche se uno non è in carcere, tranne che mentalmente e nell’ambiente, il soggetto si sente terribilmente stanco e logoro. Prigionieri di guerra al loro ritorno lo descrivono come un automa o procedente in trance.

Le Voci usano una suggestiva forma interrogativa con le risposte desiderate implicite nel testo. Alternano questo a una raffica di denunce e di accuse per farvi rabbrividire. Più stanco sei, più ciò ti sconvolgono. Essi scavano nella psiche alla ricerca di aree di sensibilità che coinvolgono atteggiamenti sociali, fra questi i suoi rapporti coniugali e familiari e i sentimenti di sé. Ogni vulnerabilità avrà la sua influenza e la fatica fisica o mentale sarà sempre al lavoro su di loro. Più sensibile e ragionevole è l’individuo, più vulnerabile è. Mezze calzette di indottrinatori sono molto intelligenti ma ignoranti, soprattutto vedono sempre le menti indecise in qualche punto valido in senso oppositivo all’argomento.

La sensazione della vittima è che il suo pensiero sia diretto da altri. Il ‘brainwasher’[16] è stato denominato uno psichiatra cortico-viscerale, in grado di interferire con il normale percorso che ogni essere umano segue nella vita. Tale Voce dirige o suggerisce al soggetto un nuovo percorso che porta via in una direzione completamente nuova. I conflitti provocano in ciascuno di noi qualcosa che sta fra le risposte emotive e quelle fra queste di cui si è inconsapevoli e che vengono soppresse. Nessuno sa o si rende conto realmente cosa sta succedendo nella sua mente subcosciente. La Voce brainwasher è addestrata per aumentare tale conflitto e manipolare queste risposte.

Grandi sforzi son fatti per suscitare i sensi di colpa. Il mancato rispetto degli standard di realizzazione o comportamentali sono usati frequentemente come stimoli di colpa. Un deciso sforzo è fatto per far affiorare difetti normali e per approfittarsi di loro al fine di trasformarli in un martellante complesso di colpa. Non importa di quanto affiori la colpa, è necessario per la Voce ‘ indottrinatrice’ ai fini della proiezione.

La Voce lavatrice di cervello tenta continuamente di seminare il dubbio nella mente del soggetto. Indipendentemente dalla forza di convinzione dell’individuo così attaccato, il dubbio del momento obnubila la mente, la innalza ad una tensione. La tensione è legata alla paura e il senso di colpa produce anche paura.

Mi hanno chiesto: “Cosa vuoi fare?”. La mia risposta è stata che volevo sopravvivere. La paura stessa è espressione del bisogno inappagato per la sopravvivenza e la sicurezza. Prime reazioni sono nervosismo, tensione, apprensione e la depressione. Fanno sì che il bisogno di sicurezza e di auto-protezione sia sentito ancora più acutamente.

Fortunatamente per me nulla di tutto questo è stato fatto in un ambiente troppo controllato, eppure la mia privacy in tutte le cose era sparita e sono stata isolata dai rapporti umani, dal momento che nessuno poteva credere altro che le voci che sentivo fossero invenzioni del mio subconscio.

Come risultato di queste pressioni artificialmente indotte tra cui la stanchezza cronica, sono stata privata della forza per combattere le suggestioni ripetitive e ho iniziato a dubitare dei miei stessi pensieri e convinzioni.

Supponete, in una tale condizione, che le idee vengano proposte ad un livello inconscio, suggerimenti non utilizzati positivamente in nastri di un grande magazzino a prova di furto ma idee distruttive di tipo comportamentale che si tradurranno in una più povera immagine di sé, una ridotta fiducia, sia fisica che mentale, e un comportamento atipico. I suggerimenti assumono un significato simbolico per l’individuo. Supponete che l’assalto alla mente, al corpo e al sistema nervoso sia continuo, e accada 24 ore sette giorni su sette. In questo stato si comincia a vivere in un mondo di fantasie e false credenze. Nelle mani di Voci brainwasher e tecnologi con strumentazioni da Era Spaziale, chiunque è malleabile. Un illusorio, surreale ed invisibile ambiente viene creato, reale unicamente per la vittima.

In un campo di prigionia ci si può convincere persino a non ascoltare. Purtroppo ci sono altri prigionieri. Come una stazione al laser in ricezione a casa propria o in un ambiente, uno involontariamente deve ascoltare e nonostante ciò cercare di agire normalmente, eseguire operazioni, guidare una macchina e fare le cose il più possibile di routine. L’incarcerazione è reale, ma non visibile.

Gli strumenti di attacco alla mente includono la suggestione, lo scherno, la paura, la fatica l’inganno e la manipolazione. Come nel lavaggio del cervello, la voce inizia a volte con idee e ideali con cui il destinatario può trovarsi concorde. L’unico sollievo dalla tensione in questo processo insidioso è la risata o i farmaci come sonniferi e alcool. Il ricevitore[17] dimentica che egli è colui che soffre di paura, incertezza, l’intimidirsi e una sensazione di invasione della privacy nei rapporti sessuali, servizi igienici e sociali. Quando il ricevitore temendo le prestazioni pubbliche molla un po’, ci si sente come gratificati senza alcuna ragione.

Tutte queste cose sono note agli psichiatri e psicologi del governo. Il governo in questione è il governo degli Stati Uniti d’America. Gli eventi che racconto iniziarono in una fine settimana di maggio del 1978.

Capitolo 10

Recentemente, attraverso la TV e i media, c’è stato uno gran da fare per la realizzazione di una parapsicologia che si rispetti. Un’università in Gran Bretagna dà anche il dottorato di ricerca in questa materia. La CIA ha un programma di ‘disinformazione’ che potrebbe essere una copertura di convenienza per quegli scienziati che lavorano su programmi che sembrano ai più disinformati come sconfinare nell’occulto, tipo la ricerca sul bioplasma[18] e la fotografia Kirlian. I bambini vengono addestrati a vedere l’aura quando esposti ad una scatola contenente elettrodi. Mentre la tensione aumenta essi vedono l’aura, generalmente non visibile agli adulti meno sensibili. L’aura

[16] Colui che è preposto al lavaggio del cervello.

[17]La persona che riceve le interferenze.

[18] Qualche nozione sulla bioplasmologia è reperibile sul sito

http://www.ambrosiniscienze.org/bioplasmologia.htm

può essere fotografata con la fotografia Kirlian. La fotografia Kirlian rivela l’elettrochemiluminescenza[19] che circonda tutta la materia vivente. La tecnica prende il nome dall’ingegnere elettrico russo, Semyon Kirlian, che passò la mano attraverso un’alta energia, un campo elettromagnetico ad alta frequenza, e vide un alone (aura) intorno ad esso. Kirlian produsse le prime telecamere ad alta energia che potrebbero fotografare queste aure. Il biologo britannico Harvey Oldfield, ha prodotto un dispositivo, una radio che visualizza i fenomeni su uno schermo[20]. E’ stato segnalato che alcuni ricercatori britannici usavano la high energy[21], fasci di segnali radio ad alta frequenza usati per monitorare le malattie organiche. I cuori rispondono con segnali radio in risonanza armonica che vengono raccolti dalla ‘pistola’ Kirlian e visualizzati su uno schermo d’oscilloscopio. Questa strumentazione trasposta nello spazio è in grado di leggere i parametri vitali a distanza. Il governo americano aveva informazioni su questo processo già nel 1950 e le rilasciò alla CIA, alla Rand, all’Air Force e ad altre agenzie governative.

E’ stata la CIA a far pubblicità di personale in servizi psicologici e sono noti per fare altre cose oltre che preparare statistiche. La combinazione di psicologia, la base per il lavaggio del cervello, e modificazione del comportamento umano, noto come condizionamento, e scosse elettriche è stata a lungo un trattamento sperimentale per gli animali e gli esseri umani malati di mente.

Vari rami del governo degli Stati Uniti stanno spendendo milioni di dollari per finanziare la Mankind Research Unlimited, Inc. (MRU), Società per la Ricerca sull’Umanità. L’obiettivo di questa società è il controllo mentale. La MRU ha svolto indagini approfondite sulla fotografia ad alta frequenza ad effetto Kirlian, dispositivi controllati dal pensiero e interruttori psicocinetici. Questo è il dispositivo che permette ad un pilota di sparare un missile semplicemente pensando “fuoco”. I computer possono essere collegati al cervello riconoscendo i modelli elettrici nella corteccia parola per parola.

MRU ha un opuscolo che descrive i suoi interessi nel campo della biofisica tra cui “Gli sforzi geopatici[22] sugli organismi viventi”, che sono tentativi di indurre la malattia, modificando la natura magnetica della geografia di un campo magnetico animale. Un altro campo MRU di interesse è la scienza del comportamento, che include l’analisi e la misurazione degli stati soggettivi umani ricavati dagli EEG analizzati dal computer e il bio feedback. L’uso pionieristico che MRU fece degli elettroencefalogrammi analizzati al computer probabilmente le permise di essere finanziata dalla CIA per avviare i Laboratori di Ricerca sul Cervello, presso il San Diego Hospital, nella Columbia, l’Università di Stanford e quella di New York.

MRU ha investigato l’analisi al computer delle registrazioni psicofisiche compresi i dati ottenuti da ECG[23], EEG[24], GSR (risposta galvanica della pelle) e la pletismografia, utilizzate per misurare le variazioni di volume del sangue nei capillari delle dita. Queste misurazioni sarebbero integrate con un apparato di recente sviluppo, usato per misurare le radiazioni del campo elettrico da corpi viventi (Laboratori per la Ricerca di Sistema di Dayton, in Ohio, brevetto n. 3555529, 12 gennaio 1971).

[19] http://www.minerva.unito.it/Chimica&Industria/Tesi1/Chemiluminescenza.htm

[20] In Italia lo scienziato Marcello Creti riuscì a tradurre i pensieri in immagini su uno schermo:

http://it.wikipedia.org/wiki/Marcello_Creti .

[21] La cosiddetta fisica delle particelle o delle alte energie:

http://it.wikipedia.org/wiki/Fisica_delle_particelle .

[22] La “geopatia”, da geo (terra) e pathos (soffrire), è una patologia causata dalle onde radianti emesse dal nostro pianeta. Si veda http://www.geobiologia-salute.com/geopatia.htm

[23] elettrocardiogramma

[24] elettroencefalogramma

La MRU possiede impianti in sette stati. A Mountain View di Los Altos, in California, gli scienziati della MRU hanno messo a punto dei trasmettitori psicoacustici che producono modelli di suono definito “infra e ultra-sonico” che interagiscono con le cellule cerebrali e cancellano informazioni. Studi sono stati condotti per sviluppare dei software di sistema per registrare e valutare gli effetti biologici di particolari fattori ambientali sulle piante, animali ed esseri umani.

Studi approfonditi sono stati condotti nella ricerca sul sonno umano e di comportamenti inconsci con sensori per determinare gli effetti dei fenomeni esterni sui sogni. Caratteristiche interessanti di questa ricerca sono l’uso di registrazioni elettromagnetiche di EEG, sensori ultravioletti e infrarossi, un’analisi precisa del peso, e la correlazione di questi fattori tecnici con i campi elettromagnetici, la luna e posizioni planetarie, e le variazioni barometriche.

C.G. Jung creò una connessione fra psicologia dell’inconscio, fisica teorica e scienze naturali. Una disamina di quello che lui e altri hanno avuto da dire sulla “sincronicità” conduce la mente scientificamente addestrata alla conclusione che la sincronicità è un imbroglio. Il tema ‘fantoccio’ compare nel folklore di molte culture ed è generalmente collegato a una credenza nelle forze occulte o soprannaturali.

L’attività UFO, analizzata al computer, sembra essere una sorta di rinforzo al programma. Se è rinforzo previsto qual è la causa di ciò? Tale rafforzamento potrebbe essere stato lo scopo dell’attività dello strano velivolo che osservavo, o potrebbe avermi convinto del tutto che solo gli esseri umani ne erano coinvolti. Molto probabilmente erano ripetitori che devono avvicinarsi abbastanza da leggere il campo elettromagnetico emesso dal cervello e dal corpo umano. Quando la CIA dice che non può leggere la mente russa, può essere pure in quanto non possono arrivare abbastanza vicini da farlo. Gli UFO possono fungere da ripetitori per raggiungere una posizione abbastanza vicina al soggetto, per poi leggere i segnali e trasmetterli.

Lasciato a se stesso, un individuo può veramente dire di essere libero eccetto il suo condizionamento nella prima infanzia, ed i valori propri, che ha sviluppato attraverso tentativi ed errori, che, siano essi negativi o positivi, rafforzano le sue convinzioni e il comportamento. Panico o conflitti emotivamente sconvolgenti possono essere evocati stimolando unità contrastanti. In condizioni normali, quando due unità sono disuguali il più forte sopprime il debole. La manipolazione di esseri viventi diviene possibile quando esiste il mezzo per attivare e combinare due dischi diversi o causare confusione fra i due. Stimoli ordinari potrebbero essere la musica e l’alcool, e l’unità indotta aggiunta artificialmente potrebbe essere la stimolazione sessuale con l’energia a microonde ad alta frequenza. L’automobile e la casa possono essere invasi da messaggi per telefono o via satellite. Il controllo del traffico da parte di aerei è comune. Perché non il controllo mentale o il pensiero deviato?

Voci laser proiettate mi dicono: “Tu stai facendo quello che vuoi fare”, ma io non sono mai libera dai loro stimoli trasmessi, che avverto, e frequenze ultrasoniche o a microonde, delle quali io posso essere totalmente inconsapevole. Non posso essere sicura di non essere veramente addolorata per cause naturali. Sento semplicemente inspiegabili cambiamenti di umore come la depressione, euforia o sollievo.

Finché ero inconsapevole di quello che stava succedendo, ho potuto illudermi che la mia attività spontanea fosse il risultato dello spostamento e l’interazione continua di forze e di idee nel mio sistema nervoso centrale. Quando mi resi conto che il mio ambiente era stato parzialmente controllato, ci furono tutta una nuova serie di variabili a cui far fronte. Per me il prezzo è stato un completo turn-off di fantasie sessuali che influenzavano la mia vita sessuale, e un’accresciuta quanto sgradevole tensione nervosa. Non posso pregare, sognare o avere aspirazioni nel privato. Non c’è scampo dalla linea controllata o diretta di pensiero, mondana e piatta e continuamente presente. Nel presente mi dà una sgradevole, allucinante, repellente, a volte falsamente seducente, quanto intima qualità della vita. Una cosa è viaggiare mentalmente dal nulla verso il nulla. In quel caso esisti in un mondo come fosse una bizzarra casa con specchi deformanti. Le riflessioni sono in parte reali e in parte esagerate e in parte di transizione. La mia più grande forza è stata il senso dell’umorismo e della proporzione. Al di sotto della linea piatta dei risultati del pensiero controllato c’è la depressione.

Il dolore fisico inflitto e la depressione provocata sono i più grandi punti di forza degli operatori all’altra estremità del ‘fascio’. Non riesco a immaginare il modo in cui misurino e la distorsione che provocano se non da una lettura del pensiero verbale, le parole e le insolite azioni fisiche. Come minimo hanno la capacità di immobilizzare o neutralizzare fino al punto di morte attraverso l’inibizione dei processi fisici naturali, l’uso del dolore, e la rottura dell’attività mentale. La quantità di attività mentale, bloccata dalla depressione è difficile da valutare. Dall’inizio del processo non ho avuto tanto spesso quella libera scelta su ciò che volevo pensare, e anche quando l’ho fatto, ero consapevole che qualcuno stava leggendo i miei pensieri, sia direttamente attraverso una stampata di computer o indirettamente, in un secondo momento, e attraverso intercettazioni programmate. In ogni caso, i bisogni impellenti umani di pensare, sognare, amare e creare sono stati frustrati.

Una delle bellezze della situazione per gli autori di simili misfatti è che la vittima non ha nastri, dischi o le immagini ad eccezione di quelle conservate soggettivamente, parlate e scritte. Il soggetto si trova in una classica situazione nevrotica, non per tutti. Ci sono alcune date persone o fatti da segnalare. Solo un numero limitato di persone in elettronica, e il nostro governo federale, può far combaciare insieme tutti i frammenti delle prove circostanziali. Coloro che controllano le attrezzature, semplicemente monitorano le apparecchiature. l picchi di una curva, i numeri, i nastri e filmati che si potrebbero ricavare, sono troppo remoti da sangue e carne, e trasmessi su una distanza troppo grande per avere un significato emotivo per gli operatori. Si può anche non sapere che cosa stanno trasmettendo. I soli individui ai quali l’oggetto potrebbe risultare piuttosto umano sarebbe un risultato psicologico comportamentale.

Se le mie premesse sono vere, il governo degli Stati Uniti è coinvolto in un programma per controllare il comportamento attraverso la biofisica e il controllo elettrochimico. Nel luglio 1977, il New York Times ha riportato un programma dei servizi di intelligence della CIA, della durata di quattordici anni, sul controllo del comportamento umano con droghe, scosse elettriche, radiazioni, ultrasuoni, psicologia e psicochirurgia. Come riportato nel Time, 17 agosto 1977, l’ammiraglio Stansfield Turner, testimone di un’attività della CIA, ha detto che non vi era stato alcun test di droghe dalla data del 1973. Non ha detto però che l’uso di ultrasuoni, microonde e energia elettrochimica fosse stato interrotto. E, in effetti, non lo sarà mai, perché è la tecnologia odierna e del futuro.

E’ incoraggiante che ci fossero difficoltà a trovare gli psichiatri giusti in conduzione di esperimenti per conto della CIA. Un memorandum ha riferito che a uno psichiatra in particolare potrebbe non interessare collaborare in alcune più “rivoluzionarie” fasi del progetto. Un altro psichiatra è stato descritto come privo di scrupoli etici sul fatto di essere completamente collaborante nel programma, indipendentemente da quanto bizzarro potrebbe essere.

La CIA ha indagato sui campi al bioplasma o quelli elettromagnetici deboli che circondano sia le sagome umane che quelle inanimate e ha monitorato i campi di bioplasma di alcuni agenti, secondo il New York Times. Sono propenso a pensare che fossero agenti tirocinanti riceventi messaggi al laser e sperimentanti la lettura dei pensieri inespressi formulati in parole attraverso la mente. Hanno anche collaborato con foche ammaestrate e più lontre nell’esplorato campo degli ultrasuoni. Gli esseri umani sentono in una gamma compresa fra 15 e 20.000 cicli il secondo o hertz. Qualsiasi frequenza superiore a questo è ad ultrasuoni, e non può essere percepita coscientemente.

Resoconti dei giornali sulla base di eventi reali di immorali esperimenti mostrano una processione di eventi sgradevoli, esposti a causa della persistenza di individui appartenenti a organizzazioni che amano la libertà. Sono stati fatti tentativi di presentare esperimenti umani in una luce favorevole. Le nostre riviste scientifiche sono colme di racconti limitati ma esistenti di esperimenti in cui l’individuo era troppo incompetente a causa di un’incapacità mentale o dell’età per protestare, usato come cavia umana. Il fatto è che ci sono persone in questo paese che sono state oggetto di sperimentazione sia volontariamente che involontariamente.

Nel 1950, i rapporti dell’Esercito mostrano che una nuvola di batteri fu spruzzata sulla baia di San Francisco con conseguenti casi di polmonite. Nel 1956, la CIA e l’esercito spruzzarono una sostanza sconosciuta sulle strade di New York e nel tunnel Holland e Lincoln come parte di un loro programma MK-Ultra. Tra il 1949 e il 1969, un periodo di venti anni, sono stati effettuati test con simulazione di sostanze batteriologiche negli Stati Uniti, Alaska e Hawaii. Questi sono fatti, non finzione da dottor Stranamore.

In base al Freedom of Information Act, un gruppo detto Chiesa di Scientology portò allo scoperto documenti rilasciati dalla CIA che dimostravano che qualcuno in questa agenzia ha firmato l’uscita per un esemplare di batterio Hemophilus della pertosse dal Centro di Guerra Biologica dell’ Esercito a Fort Deterick, nel Maryland, il 26 gennaio 1955, a mo’ di test. Documentazioni mediche dello stato della Florida dimostrano che l’epidemia di pertosse uccise dodici persone a metà degli anni ‘50. Il batterio della pertosse è stato utilizzato nei test a Tampa Bay e vicino a Sebring, in Florida. I registri mostrano che i casi di pertosse saltato nel 1954 da 339 con un solo decesso, a 1.080 con dodici morti nel 1955, con un incremento di oltre il 200 per cento. Tampa Bay era uno dei tre luoghi che hanno mostrato un forte aumento. La CIA ora dice che la maggior parte dei suoi file chimici e biologici furono distrutti nel 1973 per ordine del direttore Richard Helms.

Nel dicembre 1980, la moglie di un membro del parlamento canadese e quattro altri canadesi citarono in giudizio il governo degli Stati Uniti per cinque milioni di dollari in US District Court, con l’accusa che uno psichiatra di Montreal aveva condotto, dalla CIA finanziata, esperimenti di ‘lavaggio del cervello’ su di loro tra il 1957 e il 1963[25]. Durante questo tempo sono stati somministrati trattamenti a base di LSD ed elettroshock a dosi massicce allo scopo di spazzare via i modelli di comportamento del passato. Il file di archivio governativo sul LSD è ben noto grazie al pubblicizzato suicidio di uno scienziato del governo degli Stati Uniti, e l’aver cucito addosso alla sua famiglia un vestito di successo, vent’anni dopo. I canadesi sono stati sottoposti a messaggi continuamente mandati su nastro per indurre nuovi modelli cerebrali. I querelanti sostengono che la loro salute mentale in seguito rimase ridotta.

[25] Si veda : Cathy O’Brien e Mark Phillips: “Trance Formation of America. Una storia vera sul sistema della C.I.A. per controllare la mente umana”. Macro Edizioni, 2001. Estratti in http://www.cieliparalleli.com/Scienza-e-Tecnologia/trance-formation-of-america.html

Durante il progetto Dork, l’esercito ha rilasciato nelle nuvole un potente farmaco allucinogeno, il BZ, 10-100 volte più potente del LSD, durante i test nello Utah nel 1964. Tra il 1960 e il 1969, 362 persone ne furono coinvolte. I test avrebbero dovuto dimostrare che i soldati nemici potrebbero essere resi incapaci inducendo il delirio. Gli effetti sono stati misurati ad una distanza di mille metri. I soggetti “volontari” registravano un aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna, aumento del flusso sanguigno o vampate di calore, secchezza della bocca e perdita di appetito, suoni iperattivi peristaltici, debolezza o senso di oppressione alle gambe, persistente visione offuscata e frequenza della minzione. Fatta eccezione per le difficoltà visive, gli altri sintomi erano almeno risultanti essere reversibili con l’adeguato trattamento a base di fisostigmina[26]. Tre dozzine di individui che sono stati sottoposti alle prove alcuni ancora lamentano postumi tra cui la nascita di bambini anormali e mentalmente deficienti. Gli stessi volontari soffrono di vuoti di memoria, allucinazioni e, guarda caso, problemi emotivi.

Spioni federali hanno usato a senso unico specchi per indagare e registrare l’attività sessuale a San Francisco. Sia il FBI e la CIA sono stati utilizzati in copertura e diffusione di informazioni false.

Funzioni proprie del FBI e della polizia locale responsabili della protezione di tutte le installazioni federali sono state eseguite dalla CIA, una violazione del loro statuto CIA con le conseguenze di azioni contro cittadini americani. Direttori della CIA hanno sempre indossato due cappelli come capi dei servizi segreti e come capi della loro agenzia. Il mega direttore della Comunità dell’Intelligence Americana fu riconfermato dal presidente Ford su carta quando fu il capo direttore generale della CIA della comunità di intelligence. A quel tempo il direttore avrebbe detto al Segretario della Difesa cosa fare delle sue agenzie di intelligence. Servizi segreti militari, tra cui la Defense Intelligence Agency, la National Security Agency e il braccio dell’intelligence dei tre servizi hanno più di cinque volte il personale e più di dieci volte il bilancio della CIA e dei servizi segreti del Dipartimento di Stato messi insieme.

Invece, mai illudersi che il Gabinetto dei Ministri, nominato dal Presidente abbia alcun potere reale. Commentando il suo titolo ufficiale come Assistente Segretario per la Difesa degli Affari Pubblici, Thomas B. Ross ha detto, “mi occupo più di 300 persone all’interno dell’edificio (Pentagono) e 3.000 persone all’informazione pubblica in tutto il mondo e un budget di 50 milioni di dollari, eppure posso licenziare la bellezza di due persone, il mio vice civile e la mia segretaria”. Quello che si ottiene con 50 milioni di dollari è discutibile.

Il budget annuale della Direzione Tecnologie e Scienze della CIA era di 100 milioni di dollari l’anno. La Direzione di Scienze e Tecnologie della CIA comprende l’Ufficio di Elettronica, l’Ufficio

[26] La fisostigmina è un alcaloide ottenuto dai semi della fava del Calabar (Camerum) che veniva utilizzata dalle popolazioni indigene per sommari “giudizi di Dio”; si obbligava il sospetto di reità ad ingerirne il decotto e si riteneva che la sua sopravvivenza fosse prova della sua innocenza. La sua sintesi ha come precursore l’amminoacido triptofano. È stata scoperta nel 1863 da J. Jobst e Otto Hesse, mentre venne sintetizzata da Percy Lavon Julian and Josef Pikl nel 1935.

Progetti Speciali e l’Ufficio dei Servizi al Computer.

I sovrappiù sono finanziati in gran parte dalla Flotta Aerea che copre lo sforzo nazionale per le spese generali di ricognizione per tutta la comunità dell’intelligence statunitense. Le proiezioni di bilancio dell’esercizio ’81 includevano una cifra stanziata per la ricerca e sviluppo per il Dipartimento della Difesa di 16,565 miliardi di dollari, 46 per cento del bilancio totale nazionale di Ricerca e Sviluppo. Ovviamente con questo tipo di finanziamenti, molte università e scienziati industriali lavorano per il Dipartimento della Difesa. Molti dei nostri ufficiali in organico hanno un dottorato di ricerca. Essi rappresentano un polo elitario tecnologico-militare e lavorano con l’università, la industria, e un pool di esperti; molti di costoro che posseggono il Nulla Osta di Sicurezza (NOS o security clearance)[27] non sono autorizzati a parlare con voi o me. Le nostre Forze Armate hanno sufficienti risorse finanziarie e la strumentazione per la difesa nazionale, e spionaggio[28] illimitato, in patria e all’estero.

Diverse centinaia di satelliti nello spazio ci danno la maggior parte dei nostri rilevamenti di un preallarme di attacco nemico. Gran parte delle nostre capacità di intercettare le comunicazioni, la nostra capacità di intercettare nuovi radar ‘esotici’ nello spazio viene anche trasmessa via satellite. Il cento per cento della nostra capacità di prevedere il tempo è ora nello spazio. La gran parte della nostra abilità a governare sottomarini e navi e aeromobili sarà presto a base satellitare. Teoricamente i satelliti fanno l’impossibile per i preparativi di una guerra segreta e quindi mantengono la pace. Questa mancanza di privacy tra le nazioni si estende agli individui.

Gli Stati Uniti hanno più di una dozzina di satelliti ad osservare le attività sovietiche, scattare foto ad alta risoluzione, raccogliere segnali di comunicazione e penetrare le oscurità profonde mimetizzandosi dietro rivelatori di calore e variazioni di colore. Una rete mondiale di antenne ficcanaso sulle comunicazioni russe che vanno da chiamate telefoniche ai sensibili messaggi radio militari. Radar giganti seguono voli di prova di missili e fotografano veicoli di rientro dal Pacifico o come atterrano nella penisola Kamchatka. N.d.E.: (…).

E’ diventato difficile sapere se la difesa nazionale sia una difesa o un reato. Il National Reconnaissance Office (NRO), una delle organizzazioni di intelligence più costose e delicate del nostro Paese, rischia di essere riveduto con l’amministrazione Reagan. NRO è conosciuta come un’ organizzazione ‘nera’, cioè nessuna sua opera è soggetta al controllo pubblico.

Nonostante un programma della durata di molti anni, l’intelligence statunitense si lamenta che l’Unione Sovietica potrebbe essere tecnologicamente avanti e che i sovietici hanno già laser terrestri capaci di abbattere satelliti spia statunitensi a bassa orbita. Essi temono che se i sovietici riescano a mettere in orbita la loro stazione spaziale tanto ambita di 11 tonnellate potrebbero immettere una tale arma nello spazio.

[27] Il nulla osta di sicurezza (NOS) autorizza una persona fisica o giuridica alla trattazione di informazioni classificate. L’Ufficio centrale per la segretezza (UCSe) del DIS provvede al rilascio, ed eventualmente alla revoca, del NOS sulla base di un accertamento dell’affidabilità dell’interessato, in termini di fedeltà alle Istituzioni della Repubblica, alla Costituzione e ai suoi valori, nonché di rigoroso rispetto del segreto. L’UCSe conserva e aggiorna l’elenco di tutti i soggetti muniti di NOS.

[28] In inglese snooping.

Come conseguenza di questo, il Dipartimento della Difesa aggiudicò alla Vought Corporation di Dallas un contratto di 58,7 (N.d.E.: …) milioni di dollari per il suo programma ASAT. Il piano Usa non era quello di utilizzare qualcosa di così rozzo come un radar o l’infrarosso, ma di mettere nello spazio satelliti cacciatori-assassini (hunter-killer), verso la metà degli anni 1980, armati di laser che potevano vaporizzare il metallo in venti miliardesimi di secondo.

Sistemi di posizionamento globale NAVSTAR o GPS, diranno a quelli che si sintonizzano esattamente dove si trovano in ogni parte del mondo. Si è ipotizzato che il GPS può eventualmente essere utilizzato su qualsiasi cosa che galleggi, voli, corra, cammini, strisci o scivoli. Questo è un metodo che potrebbe essere utilizzato ora da qualsiasi agenzia di intelligence per tenere sotto controllo un individuo.

Un altro metodo di comunicazione da persona a persona attraverso lo spazio senza fili si è reso possibile quando Elliot Gruenberg, all’IBM, se ne uscì con un ciclo oscillante di istruzioni retroattive per le comunicazioni al posto di un convenzionale trasmettitore-ricevitore. Chiamato Synapz e prodotto dalla Broad-Com, gruppo Cos Cob nel Connecticut, i suoi specchi elettronici sotto forma di antenne rinviano un segnale a microonde da dove viene e questo porta alla TV a due vie senza cavo. Reti ad istruzione retroattiva per tutto il paese utilizzerebbero il rumore elettronico dell’ atmosfera per mantenere un collegamento radio reciproco e per inviare messaggi da qualsiasi punto del sistema a qualsiasi altro. Tale sistema, fissato su un MEG umano potrebbe spiegare il feedback automatico, più la visualizzazione di qualsiasi tipo. Ingegneri che hanno esaminato il Synapz per la NASA dicono che sembra promettente, e sostengono che anche gli esperti non sono del tutto sicuri di come funzioni. E’ stato poi presentato al Dipartimento della Difesa e dovrà essere usato come un collegamento spaziale e alternativo alle tecnologie proposte dalla Bell System per espandere l’uso del servizio di telefonia mobile a livello nazionale. Qualcuno conosce evidentemente molto bene come funziona.

Un tempo radiotelescopi e telescopi ottici non erano la stessa cosa. Ora abbiamo interferometri[29] ottici con laser che combinano l’ascolto e le capacità ottiche, più delle lenti che vedono qualsiasi lunghezza d’onda dello spettro elettromagnetico compreso l’infrarosso per la visione notturna e lo smog, raggi gamma, raggi ultravioletti, ecc.

L’Honeywell annuncia la loro fabbricazione di tutta una linea che possa inserire i body scanner termografici (che significa sensibili al calore) negli interferometri ottici. L’uso di componenti alogeni che hanno capacità di larga trasmissione per tutti i tipi di cose, dal monitoraggio meteo da satellite a sistemi ad infrarosso per la visione notturna attraverso la fusione nucleare per la conversione di energia laser assistita. La ricerca dell’Honeywell è parzialmente finanziata dal

[29] In fisica l’interferometria è un metodo di misura che sfrutta le interferenze fra più onde coerenti fra loro, utilizzando degli strumenti detti interferometri, permettendo di eseguire misurazioni di lunghezze d’onda, di distanze e di spostamenti dello stesso ordine di grandezza della lunghezza d’onda utilizzata; con essa vengono misurate anche le velocità di propagazione della luce in vari mezzi e per vari indici di rifrazione.

Dipartimento dell’Energia e dal Dipartimento della Difesa. Honeywell annuncia che i loro scienziati hanno lavorato sia con universitari che con esperti di strumentazione commerciale per sviluppare un sistema interferometrico olografico e a taglio. Dicono che in combinazione con il loro sistema precedentemente sviluppato di analisi della digitalizzazione / frangia, questo video nuovo interferometro fornisce un sistema unico per la valutazione senza contatto ottico.

L’utilizzo di un radiotelescopio elettronico alimentato vi permette di avere una macchina ottimizzata per rilevare segnali estremamente deboli[30]. Recentemente, due anni prima del previsto, è stato completato il GEODSS[31] (sorveglianza dello spazio profondo basata sull’elettro-ottica). Il GEODSS utilizza tre potenti telescopi miniaturizzati per la scansione del cielo. Le immagini che trasmettono sono messe a fuoco su tubi sensibili di tipo photoimaging (formazione di immagini fotografiche nella mente) piuttosto che cinematografico. Utilizzando un ramo sviluppato dei dispositivi militari per la visione notturna, questi tubi convertono il più pallido guizzo di luce in impulsi elettronici immessi così in un computer. Il GEODSS fotografa rapidamente diverse istantanee elettroniche. Vengono registrati dal computer anche oggetti in movimento tra le esposizioni. Le immagini che rimangono sono le stesso cancellate. L’informazione può essere trasmessa dalle microonde e via satellite ai computer madri del NORAD. Il GEODSS è un computer ottico digitale che utilizza il laser, non i circuiti integrati, per svolgere ed elaborare segnali. Esegue, in microsecondi, compiti che impiegavano esperti in fotogrammetria[32] per ore, e può individuare un pallone da calcio a 25 mila miglia di distanza.

Le osservazioni magnetiche dell’Osservatorio Solare di Stanford sono in grado di rilevare l’intensità magnetica a pochi centesimi di gauss[33]. Il MEG, o magneto-encefalogramma, che registra il campo magnetico che circonda la testa umana, si misura in gauss. Non è troppo difficile immaginare che da qualche parte esista un interferometro olografico sviluppato appositamente per leggere le onde magnetiche del cervello umano a distanza.

Dal 1973, l’Agenzia per i Progetti di Ricerca avanzati del Dipartimento della Difesa ha utilizzato gli sforzi congiunti del Massachusetts Institute of Technology, l’Università di New York, quella della California a Los Angeles, l’Aeronautica nazionale e l’amministrazione del Centro Ricerche spaziale di Ames[34] a Moffett Field in California, per leggere la mente a distanza, decifrando le onde magnetiche del cervello. Il Pentagono ha negato che il progetto fosse segreto, anche se un giornalista è stato estromesso da un incontro sul tema da parte di qualcuno identificato come un membro della CIA.

[30] Corrispondenti alle ELF (Extremely Low Frequencies), vale a dire Frequenze estremamente basse, le frequenze del pensiero umano.

[31] Trattasi letteralmente di un sistema di sorveglianza spaziale optoelettronico – terrestre che permette di monitorare oggetti piccoli fino a come una pallina da tennis a più di 30.000 km nello spazio, quindi svolge un ruolo fondamentale nel monitoraggio degli oggetti orbitanti nello spazio profondo. Infatti, oltre 1.200 oggetti, compresi i satelliti geostazionari per le telecomunicazioni, sono nello spazio a più di 4000 km dalla Terra.

[32] La fotogrammetria permette di identificare la posizione spaziale di tutti i punti d’interesse dell’oggetto considerato. Questa tecnica, per quanto originariamente nata per essere utilizzata nel rilievo architettonico, è attualmente utilizzata in massima parte per il rilevamento topografico del territorio, sviluppandosi principalmente nella forma della fotogrammetria aerea.

Total_Magnetic_Field_for_2000.jpg

[33] Il gauss (simbolo G), è l’unità di misura della densità del flusso magnetico (o induzione magnetica) nel sistema CGS elettromagnetico. Un gauss è pari ad 1 maxwell per centimetro quadrato. (Alla destra una mappa di campi magnetici planetari complessivi).

total_magnetic_field_for_2000

 

Il MEG (magneto-encefalogramma) è molte volte più sensibile di un elettroencefalogramma. I primi articoli sul MEG risalgono al 1968. Una ricerca a computer sulla letteratura attuale rivela che pochissimo è stato pubblicato sul MEG, perché è senza dubbio classificato nella rete di computer ARPA (Advanced Research Projects Agency)[35]. L’ARPA controlla e finanzia una rete di computer, ARPANET[36], che collega varie istituzioni educative e di ricerca in tutto il paese. Nel 1972, 27 istituti sono stati raggiunti da linee date in locazione in grado di gestire dati a una velocità di cinquanta kilobyte al secondo.

Alla ricerca di aiuto e di informazioni, mi sono avvicinata ad un conoscente che, a me sconosciuto, era stato un ex membro del RAND[37] e un ideatore di ARPANET. Mi ha esposto che ARPANET era un’attività benevola. Lui ha anche un computer nella sua casa collegato con loro. Le informazioni sulla ricerca ARPA sono memorizzate in questo “computer chiuso a chiave” e non disponibili. L’accesso al computer host è controllato da un IMP[38] (processore a messaggi d’interfaccia). ARPANET è legato anche alla NORSAR[39] (rete norvegese di rilevamento sismico) e SDAC (Seismic Data Analysis Center) di Alexandria, in Virginia[40]. Un collegamento via satellite trasmette i dati NORSTAR in tempo reale alla SDAC. Ecco che, combinati e correlati con dati provenienti da altre reti globali non segrete si otterrà un quadro d’insieme messo a disposizione di utenti selezionati ARPANET, tra cui la NSA[41] (National Security Agency) con i quali mantiene un collegamento diretto. In qualche modo “benigno” non è una parola che userei per descrivere l’attività di questa rete di computer.

Tutte le sfumature di sentimenti e di azioni di cui siamo capaci sono prodotte da variazioni di frequenze degli impulsi nervosi e dal numero di cellule nervose stimolate. Il segnale cerebrale è ancora più semplice di un codice Morse perché utilizza solo puntini. Tutte le informazioni possono essere tradotte con un dato numero di punti, e così anche il modo in cui sono raggruppate. Ingegneri in comunicazioni chiamano tutto questo sistema modulazione d’ampiezza d’impulso (pulse frequency modulation o PFM )[42][43]. La corteccia cerebrale è un risonatore che codifica frequenze. Convertire i segnali cerebrali misurabili o segnali nervosi in codici digitali su computer è estremamente semplice.

[34] http://www.nasa.gov/centers/ames/home/index.html

[35] Si veda http://www.darpa.mil/

[36]Si veda http://www.dei.isep.ipp.pt/~acc/docs/arpa.html

[37] RAND Corporation (Research And Development) è un’onlus globale di esperti in politiche aziendali (think tank) formati innanzitutto per offrire ricerca ed analisi alle Forze Armate statunitensi attraverso la Compagnia Aerea Douglas. E’ attualmente finanziata dal governo degli Stati Uniti e da fondi privati, corporazioni, ivi incluse industrie per il benessere, università e qualche privato finanziatore.

[38] http://www.livinginternet.com/i/ii_imp.htm

[39] http://www.norsar.no/

[40] Sul Pentagon Media si trovano diversi articoli sul centro analisi sismico di Alexandria: http://www.stormingmedia.us/65/6567/A656731.html

[41] http://www.nsa.gov/

[42] La modulazione di ampiezza di impulso è ormai poco usata nelle trasmissioni radio, superata dalla modulazione di larghezza di impulso, ma nelle comunicazioni via cavo viene ancora molto utilizzata.

Il computer è in grado di riconoscere circa 64 fonemi in cui la lingua inglese è stata divisa. E’ ragionevole dedurre che il computer sia in grado di riconoscere i modelli che questi fonemi producono in ogni cervello umano.

A differenza dell’elettrocardiogramma (EEG), il MEG registra segnali principalmente da una piccola area della corteccia libera degli effetti di maculatura ossea. Questo aiuta i ricercatori a individuare la fonte dei segnali elettrici del cervello per studiare l’attività della corteccia. Il MEG legge solo i campi magnetici prodotti da fibre nervose vicino al cranio, che sono nella corteccia. L’eventuale differenza tra i segnali EEG e MEG significa che la fonte è in profondità nel cervello e non corticale in natura. Entrambi sono necessari per l’interpretazione del pensiero e dell’azione dell’essere umano. Il MEG fornisce una mappa dell’homunculus sensoriale o delle aree corticali di Brodmann [44]

aree_corticali_p

attraverso le quali può essere presa di mira l’anatomia umana. Tutte le parti del viso, mani, gambe, piedi, tronco, spalle, la bocca e le aree interne dell’addome possono essere stimolate dal contatto elettrico con la corteccia.

In condizioni normali nessuno intorno a voi è in grado di ascoltare e comprendere i vostri pensieri, ma a vostra insaputa, ogni azione, pensiero ed emozione, può portare alla guida dei muscoli coinvolti nella vocalizzazione[45]. Gli impulsi nervosi che vengono attivati per produrre percorsi di potenziali elettrici nel cervello e muscoli. L’impulso nervoso o potenziale elettrico è un’esplosione in miniatura elettrochimica che viaggia lungo le fibre nervose al di fuori come un anello vortice di ioni negativi.

Standard ethernet utilizzano la PAM per trasmettere le informazioni. Le trasmissioni televisive terrestri utilizzano una modulazione di ampiezza per ridurre la banda occupata mentre nelle trasmissioni televisive via satellite si preferisce utilizzare la modulazione di frequenza essendo la banda disponibile nelle trasmissioni satellitari molto ampie.

[43] Pulse-Frequency Modulation (PFM) è un metodo di modulazione per rappresentare un segnale analogico utilizzando solo due livelli, 1 e lo 0. E’ molto simile pulse-width modulation (PWM), cui un lettore potrebbe far riferimento per maggiori informazioni, seguendo il link http://it.wikipedia.org/wiki/Pulse-width_modulation , in quanto la magnitudine di un segnale analogo è nel duty cycle di un’onda quadra (square wave). Si veda anche il Duty Cicle D: http://it.wikipedia.org/wiki/Duty_cycle .

[44] Secondo la classificazione di Brodmann, sulla superficie della corteccia tele-encefalica è possibile individuare 52 aree (chiamate per questo aree di Brodmann, si veda anche http://it.wikipedia.org/wiki/Telencefalo#Classificazione_di_Brodmann ) con diverse caratteristiche cito-architettoniche (i.e. della corteccia tele-encefalica) e funzionali.

[45] Qui non ci riferisce alla vocalizzazione intesa come tecnica canora che esalti le vocali, ma piuttosto agli ultimi progressi nella sintesi vocale (in Italia siamo leader nel settore), realizzabile con risultati eccellenti, indistinguibile dalla reale voce umana. Forse più adatto, in termini di “catena editoriale”, rispetto alla “vocalizzazione umana” (testo già pronto per lettura tramite TTS o text to speech).

I dipartimenti di neuro-metrica[46] dell’Università Stanford e New York hanno portato l’elettrocardiogramma ad un nuovo livello di sofisticazione utilizzando i computer per rimuovere gli artefatti, come ad esempio i movimenti degli occhi e del corpo ad un ronzio di sessanta cicli[47], per calcolare la forma d’onda dell’ AER (media risposta evocata) ad uno stimolo particolare[48].

Le onde cerebrali di volontari sono state analizzate come si guardano le fotografie e sono presentate alla domanda è vero o è falso. Il computer tenta di determinare se il volontario riconosce una fotografia specifica o sta pensando vero o falso. I ricercatori affermano di poter determinare quando un volontario riconosce un altro volto, analizzando le onde cerebrali di quel volontario.

A Stanford[49], gli scienziati stanno cercando di invertire questo processo e stanno tentando di trasmettere pensieri e le istruzioni riproducendo onde cerebrali registrate in precedenza; così “Ti stai programmando”. Il cervello umano e gli occhi sono anche oggetto di studio con i computer in modo che si possa comprendere il processo fotografico. “Stiamo vedendo con i tuoi occhi.”

La difficoltà di lettura di queste microonde è diventata superabile con l’impiego di SQUID (dispositivo superconduttore ad interferenza quantistica)[50], che utilizza bobine di niobio in elio liquido. E’ un circuito in grado di misurare piccole quantità di campo magnetico o flusso, quanto per quanto. Rende possibile la misurazione dei più piccoli campi magnetici. Con le moderne tecniche elettroniche, il rumore ambientale magnetico è quasi completamente eliminato. Utilizzando un interferometro olografico (telescopio acustico) ottimizzato per rilevare i segnali deboli sarebbe possibile leggere la stampa in microvolt di qualsiasi cervello umano, dal momento che le stampe cervello sono come distintivo d’impronte digitali. Ogni individuo ha il suo proprio modello caratteristico di spostamenti di frequenza e dimensioni. Così le onde cerebrali di un individuo possono essere distinte da quelle di un’altro.

Dispositivi elettronici usano onde ultrasoniche per memorizzare e riconoscere i segnali elettronici per l’uso in un secondo momento, eseguire operazioni che di solito richiedono un computer, e separare un segnale da un altro. Amplificano anche deboli segnali elettrici utilizzando onde ad ultrasuoni. E’ possibile fare le cose con le onde acustiche di superficie che sono difficili da fare con semplici componenti elettronici, cioè, riconoscere un segnale di forma nota. Il laser è così sensibile che può effettivamente “ascoltare” e registrare i potenziali elettrici dei nervi alla loro trasmissione.

[46] http://neuroantropologia.wordpress.com/2010/06/16/neurometrica/

[47] Un ciclo è un’onda completa, positiva e negativa. Per approfondimenti si veda http://digilander.libero.it/robertoocca/fis/mo/mo_tp/ond/ond_ck.htm

[48] Fu studiata la funzione percettiva in otto pazienti con pseudo-ipoparatiroidismo (PHP) con due misure neurofisiologiche, l’ average evoked response (AER) e la velocità di conduzione dei nervi . Ci si è avvalsi di una serie di compiti psicofisici, come il tempo di reazione, il calcolo delle misure, le ‘ immagini nascoste’ e l’esperimento rod-and-frame meglio definibile come test di capacità M sulla campo dipendenza. I pazienti affetti da PHP avevano una latenza visiva AER più durevole e un tempo di reazione più lento di un gruppo di normali volontari, e mostravano risultati più scarsi e sballati sugli altri testi psicofisici. Operando una differenziazione fra i vari pazienti con deficienza mentale diffusa erano due i relativi schemi specifici di risposta percettiva: l’ampiezza dell’AER diminuiva all’ aumentare dell’ intensità dello stimolo, e il tempo di reazione era influenzato in modo abnorme dalla durata dell’ intervento preparatorio. Entrambi questi due schemi si sono riscontrati anche in altri gruppi di pazienti. Cfr. il link http://www.dif.unige.it/epi/aisc06/abstract/404_morra.pdf . Sull’esperimento rod-and-frame si veda la pagina http://www.alma.edu/departments/psychology/sp2000/rodframe/rodframe.htm .

[49] La Leland Stanford Junior University, comunemente nota come Stanford University, è un’università privata degli Stati Uniti d’America, in California, nella Contea di Santa Clara, a circa 60 chilometri a sud di San Francisco. Adiacente alla città di Palo Alto, l’università Stanford si estende nel cuore della Silicon Valley. Studiosi di Stanford o alcuni suoi ex alunni hanno creato compagnie come Apple, Google, Hewlett Packard, Electronic Arts, Sun Microsystems, Yahoo! Cisco Systems.

[50] Gli SQUID sono dei magnetometri estremamente sensibili usati per misurare campi magnetici poco intensi, sono costituiti da un anello superconduttore contenente una o più giunzioni Josephson.

Il trasduttore interdigitale converte il segnale elettrico in onde acustiche di superficie e riconverte l’onda acustica di nuovo in un segnale elettrico. Dispositivi acustici delle onde di superficie può essere fatti in modo preciso e uniforme attraverso tecniche di riproduzione fotolitografica e sono programmabili. Tale dispositivo riconosce qualsivoglia codice o segnale tra gli altri codici digitali anche in presenza di un notevole “rumore”, rispondendo con forza al segnale programmato e debolmente a tutti gli altri. Questo tipo di dispositivo viene utilizzato nella tecnologia radar che permette controllori del traffico aereo di scegliere con precisione il segnale di identificazione univoco di ciascun aeromobile come viene a tiro.

Lo IOSA (analizzatore integrato di spettro ottico), altro chip di silicio, utilizza le onde acustiche di superficie per convertire i segnali radar trasformandoli in onde sonore. Le onde sonore interagiscono con la luce di un piccolo laser a stato solido e fanno sì che il raggio si pieghi verso dei rivelatori in serie fatti di alcuni dispositivi accoppiati in carica. Questa quantità di deflessione[51] indica la frequenza del segnale radar. Questo dispositivo fa parte di un sistema di misura o di telemetria a distanza che include captare i segnali, trasmetterli ad un luogo distante per la conversione in immagini visualizzabili, registrazioni o confronti con altri dati. Le reazioni automatiche alle informazioni ricevute direttamente o indirettamente possono essere programmate.

Gli analizzatori d’onda hanno a che vedere con le oscillazioni complesse del cervello quasi come lo stesso modo con cui un prisma separa i colori di un fascio di luce. I componenti di questa onda complessa sono isolati dai circuiti elettronici sintonizzati su frequenze diverse. Da molte letture può essere determinata una media statistica. Da queste informazioni si può ricavare la versatilità del cervello sotto esame, come pure la sua gamma di strategie adattative.

Se la lettura del pensiero comincia a prendere piede, questa tecnica deve essere applicata a tutte le parti del cervello che allo stesso tempo coinvolgono molti analizzatori. Per i ricercatori alcuni problemi erano riscontrati nel fatto che l’analisi della frequenza delle tattiche celebrali potrebbe giungere troppo tardi per assumere un valore immediato. In passato, l’analisi di frequenza non ha dato informazioni su quanto rapidamente cambiassero i segnali provenienti da diverse parti del cervello collegate, o quali delle valenze suggerite sarebbe la scelta giusta. Ora, per via telematica, tutto questo si può sapere all’istante.

Supponiamo che sia vero, come alcuni funzionari insistono a dire, che il MEG non può davvero essere letto ad una certa distanza. Cosa ci farebbe credere che sia stata letta la mente? L’Intelligenza Artificiale (AI) si è sviluppato nel corso di un periodo di almeno vent’anni. Molti scienziati sono stati impegnati a fare sembrare che il computer possa pensare. In una riunione degli anni ‘80 dell’Associazione Americana per l’Avanzamento della Scienza, a Robert Wilensky [52] dell’Università di California di Berkeley, fu chiesto se il suo programma, PAM[53], ha avuto

[51] Deviazione.

[52] http://ijcai.org/Past%20Proceedings/IJCAI-77-VOL1/PDF/003A.pdf

[53] Sta per Plan Applier Mechanism, un programma che capisce le storie analizzando le intenzioni dei personaggi della storia stessa e collegando le intenzioni alle loro azioni.

l’intelligenza. PAM incorpora in un senso come le persone fanno analisi e ragionano.

Il computer aumenta l’intelligenza umana, invece di interpretarla e di ripeterla soltanto? Per fare questo il computer deve fare i conti con un volume enorme di dati e richiede selettività o la capacità di decidere cosa è o non è rilevante. Per il gruppo di programmatori al meeting, il cervello umano è teoricamente la prova esistente contro i computer. Forse non si parlano con i bioingegneri!

Il Cray, computer di grandi dimensioni, è da 2 a 10 volte la capacità dei più piccoli. E’ diverso da macchine che si limitano a tenere traccia dei fatti. E’ appositamente progettato per risolvere i problemi e può condurre esperimenti biomedici con il computer simulando gli effetti umani. Il Cray fa 100 milioni calcoli al secondo. Il cervello umano può elaborare solo 5000 bit di informazioni al secondo. Che tipo di corrispondenza per il Cray vorresti essere?

Il computer funziona utilizzando un processore acustico per campionare le forme d’onda della voce di chi parla ad almeno 20.000 volte al secondo. Le informazioni contenute nel campione sono digitalizzate. Un migliaio di campioni vengono raccolti in un momento e passati attraverso la procedura chiamata trasformata discreta di Fourier[54], che prevede l’aggiunta, sottrazione e l’integrazione di forme d’onda per produrre una sintesi delle informazioni utili nel tempo. Questo produce modelli caratteristici noti come campioni di tempo spettrale, 100 al secondo. Il computer mette a confronto questi con i prototipi memorizzati nella memoria del processore. Il processore classifica i campioni di tempo in base al suono della parola originale. Come il processore acustico li mette fuori, un decodificatore linguistico fa corrisponde i pattern sonori al modello di frase più probabile che sembra andar bene. Gli attuali circuiti ad “iniezione logica”, (le giunzioni Josephson)[55] operano a temperature così basse che il metallo perde la resistenza alla corrente elettrica. Minore la resistenza, più veloce è il flusso di corrente e più veloce il computer funziona. Invenzione di Gheewals Tushar dell’IBM, i circuiti sono operativi in meno di 13 picosecondi, che sarebbe un millesimo di miliardesimo di secondo. Approssimativamente, un picosecondo[56] sta ad un secondo come un secondo sta a trent’anni. Questo è più o meno la stessa velocità della luce.

[54] In matematica, la Trasformata Discreta di Fourier (spesso abbreviata a DFT, Discrete Fourier Transform) è un particolare tipo di trasformata di Fourier, usata nell’analisi di Fourier. La trasformata di Fourier trasforma una funzione in un’altra, detta rappresentazione nel dominio delle frequenze, o semplicemente trasformata di Fourier, della funzione originaria (che è spesso una funzione nel dominio del tempo). Diversamente dalla trasformata di Fourier la DFT richiede in ingresso una funzione discreta, ovvero non continua in ogni punto, e i cui valori non nulli abbiano una durata limitata (finita). Tali valori in ingresso sono spesso ottenuti per campionamento di una funzione continua, ad esempio la voce di una persona. Usare la trasformata discreta di Fourier implica che il frammento limitato che si analizza è un periodo di un segnale periodico infinitamente esteso; se questo non è vero è necessario utilizzare una funzione finestra sul risultato della trasformata per ridurne gli artefatti. Per lo stesso motivo l’inverso della trasformata discreta di Fourier può riprodurre l’intero dominio del tempo solo se la funzione originariamente in ingresso è periodica. La trasformata discreta di Fourier è quindi una trasformata per l’analisi di Fourier di funzioni su un dominio limitato e discreto.

[55] La giunzione Josephson è composta da due strisce di superconduttori separate da un isolante. La fisica alla base della giunzione Josephson si basa sull’effetto tunnel della coppia di Cooper attraverso lo strato di isolante. L’effetto Josephson è stato teorizzato e poi verificato sperimentalmente all’inizio degli anni sessanta e lega alla frequenza di una radiazione elettromagnetica la caduta di potenziale che ha luogo nella giunzione tra due metalli in particolari condizioni di lavoro.

Supponete di essere osservati per un periodo abbastanza lungo di tempo per analizzare i vostri pensieri, parole, pregiudizi, punti di vista, caratteristiche sessuali e simpatie o antipatie delle persone e delle cose. Che tipo di parole ti renderebbero felice o infelice se fossero stati programmati da un esperto di intelligenza artificiale con l’aiuto di uno psicologo o psichiatra? “Bizarre”, dici. “Possibile”, dico l’analisi psicologica è stata un hobby per lungo tempo.

Andiamo un po’ oltre, e supponiamo che il programma del computer è lì per mettervi il più possibile a disagio nella privacy della propria casa o altrove. “Davvero, impossibile”, dici. Fermarsi a riflettere un po’. Ci vuole un po’ per abituarsi. Ci saranno molte cose nella vostra vita che vi turbano o vi rendono infelici. Potreste esservi espressi ad alta voce agli amici di persona o al telefono. Potreste aver perso le staffe sul lavoro o essere stati oggetto di gossip. Nella nostra società i muri hanno orecchie, letteralmente. Tutto ciò che vibra può essere letto a distanza, anche le corde vocali che avete. Supponiamo che per qualche motivo si arriva all’attenzione di qualcuno nel campo della sicurezza, sia nazionale o internazionale. Ci si potrebbe arrivare molto facilmente, facendo una telefonata all’estero telefono o un viaggio, o si potrebbe avere un parente che è coinvolto con qualcuno a cui il governo degli Stati Uniti è interessato.

In origine, quando iniziò la persecuzione, mi sono chiesta se la ripetizione dei miei pensieri fosse mai rimbalzati in un registratore a cassette. Più tardi mi sono resa conto che solo un computer veloce potevano ritrasmetterla, e che nessun essere umano poteva leggere di nuovo così in fretta nello spazio. Un commento umano, tuttavia, potrebbe essere inserito da un osservatore che stia leggendo un qualche tipo di display visivo, se abbastanza vicino.

Opportunamente programmato, il Cray può progettarvi in qualsiasi selezione voce sulla base della struttura del vostro dannato pensiero, che arriverà prima ancora che voi lo abbiate davvero formulato, e selezionerà una risposta adeguata fra quelle programmate o leggerà quello che hai pensato di ritorno. Così, si può davvero programmare se stessi. Può anche sembrarvi di anticipare le vostre stesse risposte.

Quello che voglio dire è che si devono trasformare i pensieri nella propria mente verbalmente, ma in modo silenzioso. Anche se non dette, i muscoli che guidano il discorso formulano le parole in anticipo, e possono formare una traccia potenziale elettrica nel vostro cervello che può essere letta a distanza dalla telemetria. Ogni impulso nervoso provoca un suono impercettibile per l’orecchio umano che può essere captato da un laser.

Un osservatore esperto o degli osservatori qualsiasi possono inserire un discorso se leggono ciò che si sta per pensare o dire. C’è un intervallo di tempo tra la formazione delle parole nel vostro cervello e il pensiero formato, che dà il tempo al computer di leggere tutto o in parte, o indovinare con una certa precisione quello che pensi, e restituire una risposta soddisfacente o inappropriata a seconda di come ci si sente. A volte possono anche sembrare divertenti. Il tuo potenziale elettrico ti anticiperà sempre un po’.

[56] È formata usando il prefisso standard pico-, che significa 10-12. Il suo simbolo è ps, cioè ad un millesimo di nanosecondo.

La sensazione che la tua mente sia letta può essere prodotta da un pensiero verbalmente introdotto a livello subliminale. A tale soglia non si è consapevoli che si presenti, ma dal momento che il vostro cervello risuona, si riceve il pensiero e si diventa “coscienti” di esso. E’ progettato per essere abbastanza intenso da influenzare i processi mentali o il comportamento dell’individuo. Letteralmente “attraversa la vostra mente.” Ancora, ad un livello sonoro superiore una Voce ripete il pensiero che avete appena ricevuto senza saperlo, così consapevolmente producendo la sensazione della mente letta nel ricevitore. Tu pensi, “devono avermi letto nel pensiero!” Quello che stanno facendo veramente sta presentando un’idea accettabile nella vostra fraseologia che si ha più probabilità di pensare mentre si è coinvolti in un particolare tipo di attività.

La suggestione subliminale sonora presentata in una maniera tipica delle tue abitudini di pensiero e di parola è difficile per il ricevitore da distinguere dal pensiero originale, originale in quanto davvero iniziato nella mente del ricevitore e non a lui suggerito. Quanto sia difficile distinguere tra le due, l’idea originale e l’idea suggerita, è difficile da capire. Realmente dovete prestare davvero molta attenzione a voi stessi e cosa state facendo. E comunque non v’è certezza, perché l’idea presentata potrebbe essere tipica del vostro assetto mentale in modo tale che si voi potete accettarla o passarci su. L’idea dovrebbe solo balzarti in testa e non essere parte di un convoglio di pensieri per cui potrebbe essere sospettabile. Purtroppo, con questo genere di cose, un’idea può essere “scivolata dentro”. Se sembra logica o si adatta al vostro umore o modo di pensare, non vi porrete alcun problema. Spesso non importa, ma durante l’utilizzo di macchinari, alla guida di un’auto, o pilotare un aereo potrebbe risultare fatale.

Supponiamo che dimentichiate qualcosa e improvvisamente venisse ricordata ad un livello subliminale. Non potreste essere sicuri di averla ricordata voi stessi o se sia stata richiamata alla vostra attenzione da una mente al di fuori che tenga traccia della vostra attività. Potreste star scrivendo qualcosa e pensando come scriverla e improvvisamente scrivere la parola sbagliata. Quando sarete lì a rileggere, vi rendereste conto che come l’avete scritta è stata “presentata a mo’ di introduzione”. Potreste comporre un numero di telefono sbagliato e non essere sicuri di aver fatto un errore naturale oppure un inflitto ad un livello subliminale. Quando finalmente capirete cosa sta realmente succedendo certamente andrete su tutte le furie, per lo meno. “Frasi verbali” alte sono preda naturale per questo tipo di situazione (il controllo mentale), soprattutto se possono essere tenute in osservazione. Si esprimono bene, spesso ad alta voce per iscritto. I loro modelli di pensiero e metodi per arrivare a conclusioni o soluzioni, il loro modus operandi, si può prevedere se osservati nel tempo.

Tutto questo è estremamente debilitante, una situazione da incubo in cui ritrovarsi. Per esempio, durante il sonno REM (Rapid Eye Movement)[57] del sonno quando si sogna, le idee sono verbalmente suggerite a voi ad un livello subliminale così da controllare o modificare il vostro contenuto onirico. Con una combinazione di subliminale, la presentazione acustica di idee, più l’introduzione o l’inflizione di bizzarri effetti fisici, si potrebbero ricavare reali immagini allucinatorie ad effetto. Probabilmente più emotivamente sconvolti si è, più efficace questo tipo di tecnica psicologica è.

Eravamo abituati a preoccuparci solo di essere osservati nelle nostre case. Nel film 1984 di George

[57] È il “movimento rapido degli occhi” (detto in italiano nistagmo) che avviene durante una fase del sonno, accompagnato da altre alterazioni corporali fisiologiche come irregolarità cardiache, respiratoria e variazioni della pressione arteriosa.

Orwell, ogni casa aveva un monitor a guardare. E’ ora solo il 1981. Il monitor ha girato dagli anni Cinquanta in una forma o nell’altra. Il massimo in termini di controllo mentale è diventato possibile. Abbiamo la tecnologia, le tecniche psicologiche e le persone disposte a usarle. Non si può prevenire al momento. Fortunatamente, abbiamo ancora tempo per proteggerci dalla sperimentazione governativa se siamo consapevoli, perché solo il governo USA ha la tecnologia, la manodopera e i materiali per metter su un simile impiego.

Una volta che siete una vittima verrete a conoscenza della possibilità di dare suggerimenti alle persone, che si incontrano casualmente, i vostri amici, o parenti, o la famiglia stretta. Non c’è nessuno che non può essere raggiunta in tal modo. Non si è mai assolutamente sicuri che quello che dicano o facciano non sia suggerito, ma si può avere forti sospetti quando qualcosa che fanno sembra atipico, o fuori contesto, o si dica qualcosa che uno sia stato costretto ad ascoltare prima involontariamente.

In futuro potremo tutti andare in giro con qualche dispositivo di protezione in testa per evitare che la nostra corteccia risonante riceva messaggi indesiderati. Un suggerimento di mio fratello fu quello di mettere un secchio sopra la mia testa e non era poi così lontano.

Sapete se i segnali corticali vengono letti perché ricevete stimoli fastidiosi in varie parti del vostro corpo attraverso la stimolazione elettrica dello strato corticale del vostro cervello. La corteccia è stata mappata, e la stimolazione della sezione giusta della corteccia vi farà salivare, starnutire o saltare con spasmi muscolari, contrazioni o strattoni. Questo suona come un film scadente, ma lo script è programmato dal servizio di intelligence degli Stati Uniti con i vostri soldi delle tasse.

Il Cray II era in lavorazione già nei primi mesi del 1979 e la previsione era che avrebbe fatto 500 milioni di calcoli al secondo e non più 100 milioni. Un terzo computer, ancora più veloce stava prendendo forma nella mente di Seymour Cray[58], al di là di questo. Al centro di fusione dei computer di Livermore, uno scienziato disse: “Non c’è nessuna macchina che Seymour Cray possa concepire che sarebbe troppo veloce per noi.” Quando ci si avvicina alla sua porta della camera in una notte, lui può già aver auto un’idea diversa nella mente. Forse con il suo nulla osta di sicurezza[59], non dovrà preoccuparsi, e sarà in grado di chiederlo per andarsene con le persone che sono operative.

Ora, so – perché ne ho parlato ad altri – che voi starete per dire: “Ma, ci vorrebbero un sacco di soldi e di manodopera per mettere su un simile impegno. Chi sarebbe interessato a te, o me, o qualcun’altro?”. Un’altra reazione molto umana: “Chi sarebbe così meschino da farvi una cosa simile?”

[58] Il progetto successivo non fu così fortunato. Mentre lavorava al Cray-2 un altro team della società sviluppo il Cray X-MP un sistema di grande successo. Dopo sei anni di sviluppo il Cray-2 venne presentato ma era solo marginalmente più rapido del Cray X-MP e questo era dovuto principalmente al sottosistema della memoria molto veloce. Relativamente pochi Cray-2 furono venduti. Venne avviato il progetto Cray-3 e Cray decise di abbandonare la carica di CEO dato che lo occupava in maniera eccessiva impedendogli di seguire lo sviluppo del sistema. Cray abbandono la carica di CEO nel 1990 e divenne un appaltatore indipendente andando a lavorare nel nuovo laboratorio a Colorado Springs nel Colorado, vicino alla sede della NCAR.

[59] Detto NOS.

Entrambi questi argomenti ignorano i fatti. Abbiamo materiale illimitato e personale in servizio 24 ore al giorno. La seconda risposta sulla gente meschina è la più ingenua. Leggete i giornali su cosa dobbiamo ancora fare per il nostro Popolo Nero, le reazioni dei neri e dei chicanos al governo e che non risponde, o il trattamento delle donne da parte dei militari quando hanno il coraggio di arruolarsi. È ancora possibile leggere delle vittime e degli operatori dei campi di concentramento della guerra mondiale. Gli attuali casi giudiziari europei sono la testimonianza quarant’anni dopo di quanto meschina l’umanità possa essere.

Non si dovrebbe essere ottimisti circa le libertà civili in un’epoca in cui si è esaminati attentamente dal Dipartimento della Pubblica Istruzione, dall’ Amministrazione della Sicurezza Sociale, dalla Motorizzazione civile, dai sindacati, dalle compagnie di assicurazione medica, dalle aziende di credito, dalle banche, dai datori di lavoro, e tutti questi fatti sono accuratamente conservati in alcuni computer per essere rigurgitata o per caso o di proposito, quando meno te lo aspetti, e per la più debole delle scuse. Aggiungete a questo, il denaro dalla LEAA (Law Enforcement Assistance Administration) per le forze di polizia, l’intelligence e la cosiddetta lotta alla criminalità, e vi accorgerete che è solo un breve passo dal dipartimento di polizia alla vostra camera da letto, se qualche brutto ficcanaso[60] di entrambi i sessi decide di rendere la vita più calda per voi! La nostra società non è aperta, è spalancata. Se ogni altra cosa dovrà essere fatta per molestare e per la ’tutela’ della privacy, allora le persone devono rendersi conto di ciò che possibile fare oggi, per quanto incredibili possano sembrare i fatti.

Tra i gadget conosciuti ci sono i dispositivi di controllo sfollagente della polizia costituiti da un generatore ad alta frequenza del suono che produce circa chilohertz 25-35, accoppiato ad un tweeter ad alta efficienza e ad alcuni deflettori di concentrazione. Questa macchina è qualcosa come un megafono. Il raggio produce nausea, dolore, il desiderio di urinare e defecare, ma soprattutto per uscire dal campo. Non vi è alcun motivo per cui questi sintomi non possono essere prodotti dallo spazio.

In casa, stanno diventando familiari i cuscini sonori che contengono trasduttori che emettono vibrazioni a bassa frequenza musicale direttamente nel corpo della persona che è seduta contro di loro. Il cuscino ha un amplificatore di potenza separato che si aggancia a qualsiasi sistema musicale. Recentemente una rivista popolare suggeriva che seduti su un cuscino del genere producesse piacevoli sensazioni sessuali. Orsacchiotti analogamente attrezzati sono utilizzati per cullare i bambini per farli dormire.

Sono disponibili apparecchi acustici che si adattano a montature per occhiali inviando onde che fanno vibrare la struttura ossea nella parte posteriore dell’orecchio in modo che i sordi possono sentire. Questo apparecchio acustico è il risultato di una miniaturizzazione che coinvolge un microfono ultra piccolo e un amplificatore. Esso contiene trasduttori che trasmettono vibrazioni direttamente nel corpo della persona in contatto con questo. Tutto il dispositivo sta nello stelo della montatura degli occhiali.

Una tale microminiaturizzazione in cui un microscopio deve essere utilizzato per incidere o fotografare un circuito su un chip di silicio è relativamente facile per il profano da cogliere. Non così facile è la micro misurazione e il rilevamento. Un tipo di sensore di luce o di matrice

[60] In inglese nosy Nellie, dove ‘Nellie’ è termine dispregiativo che si usa anche per definire un omosessuale (come diremmo noi ‘checca’).

fotosensibile è un composto di 10.000 sensori di luce al minuto su un chip al silicio circa un quarto di un pollice quadrato. La luce riflessa viene messa a fuoco sulla matrice. Il modello risultante di sensori illuminati e non illuminati è introdotto nel circuito per la conversione in misure di superficie, altezza, larghezza, ecc, che a loro volta vengono convertite in un codice di sette cifre. Transistor ad effetto di campo calibrano con una precisione infinitesimale. Piccoli computer interni (built-in)[61] convertono i dati in un segnale audio o di stampa. I dati registrati possono essere trasmessi su una normale linea telefonica ad un banco di computer. Alcuni televisori sono dotati di un decoder per convertire l’audio di stampa per i sordi.

Gran parte della tecnologia che stiamo usando è stata sviluppata per un lungo periodo di tempo. Il prototipo del moderno lettore della mente è stato sviluppato nel 1947 e chiamato Toposcopio. Era simile alla piccola televisione s 22’’ o alle impostazioni di un radar.

La ricerca sul cervello umano si è resa possibile grazie ad alcune delle macchine più recenti. Il cromoscopio ‘Sono’ [62] attualmente in corso di valutazione presso gli Istituti Nazionali di Salute per identificare i tumori e le anomalie. Più economici di un dispositivo a raggi X, è assolutamente sicuro e permette la registrazione continua del tessuto in corso di studio. La tecnologia informatica converte un tipo di segnale in un altro per produrre un quadro accurato di colore, diagnostico delle cavità umane. Il sonar ad alta frequenza viene trasmesso in blu, mentre a bassa frequenza può essere un punto rosso.

La tomografia NMR[63] (risonanza magnetica nucleare), può mappare l’andamento dei prodotti chimici iniettati nel cervello. La fotocamera a raggi gamma, composta di 254 rivelatori a scintillazione, ognuno connesso per la scansione di circa un centimetro quadrato di corteccia cerebrale è collegata ad un piccolo computer digitale. Questo, a sua volta, è collegato a un televisore in cui viene mostrato il livello di flusso sanguigno in colori specifici che indicano quali aree del cervello sono attive.

L’intero corpo umano può essere posizionato in un campo magnetico di 450 gauss eccitando atomi con le onde radio. La successiva misurazione dell’intensità delle onde emesse nel corso del tempo fornisce informazioni sulla composizione chimica dei tessuti del soggetto. Il tempo necessario per gli atomi per ‘rilassarsi’ dopo il bombardamento di onde radio dà qualche indicazione di carattere generale sulla cellula. La NMR non impiega radiazioni ionizzanti e quindi sembra più sicura rispetto alle tecniche convenzionali come i raggi X.

[61] Miniaturizzati e incorporati.

[62] Si veda

[63] La Risonanza Magnetica Nucleare (RMN o, raramente, RNM), in inglese Nuclear Magnetic Resonance (NMR), è una tecnica di indagine sulla materia basata sulla misura della precessione dello spin di protoni o di altri nuclei dotati di momento magnetico quando sono sottoposti ad un campo magnetico.

Le indagini mediche che sfruttano la RMN sono dette anche tomografia a risonanza magnetica e danno informazioni diverse rispetto alle immagini radiologiche convenzionali: il segnale di densità in RMN è dato, infatti, dal nucleo atomico dell’elemento esaminato, mentre la densità radiografica è determinata dalle caratteristiche degli orbitali elettronici degli atomi colpiti dai raggi X.

Il PETT[64] (tomografia a emissione di positroni) traccia prodotti chimici radioattivi e forma un’immagine computerizzata, offrendo la prima visione diretta del cervello al lavoro, oltre a una stima superiore delle sue condizioni di TAC (tomografia computerizzata assistita). Il computer ricostruisce misurazioni astratte in immagini rese a colori su uno schermo TV. Una scansione PETT può essere fotografata o filmata mentre un individuo sta camminando, parlando, leggendo o pensando.

Il F.O.C.U.S. “Flexible Optical Control Unit Simulator”(simulatore flessibile di unità a controllo ottico) proietta immagini allucinatorie …

i progetti di immagini allucinatorie[65] direttamente sulla retina dell’occhio. Quando le immagini vengono proiettate i soggetti mostrano le stesse reazioni corporee che avrebbero prendendo un farmaco[66]. I soggetti non possono dire se le immagini siano della macchina e provengano dalla realtà. FOCUS è stato sviluppato presso l’Istituto Neuropsichiatrico di UCLA[67] da Ron Siegel[68], uno psicologo sperimentale, che spera in futuro di controllare il recupero delle informazioni in immagini a piacimento, compresa quella di sogni ad occhi aperti, il sonno stesso e le allucinazioni.

C’è un cablaggio comune e una corrispondenza di proprietà chimiche ed elettriche nel cervello umano. Febbre, delirio, epilessia, sifilide, foto-stimolazione, deprivazione sensoriale, la fame estrema, il freddo, la sete, le sfere di cristallo[69], penzolanti nella culla della strega, l’ipoglicemia, e una varietà di intossicazioni di droga fanno rispondere il cervello a schemi che sono definibili, prevedibili e spiegabili intesi come da dove vengono e come sono stati prodotti. Questa esperienza universale è probabilmente ciò che Jung intende con l'”inconscio collettivo” e caratterizzata da simboli come i mandala[70].

Le funzioni del corpo tendono a sincronizzare intorno agli stimoli che le associano in frequenza. Sono state stabilite delle linee di massima dallo studio di individui normali mediante misurazioni con l’elettroencefalogramma (EEG). L’EEG mostra onde cerebrali in entrambe le modalità periodiche e ad impulsi. A frequenze normali, si ottengono 8-12 onde alfa al secondo. La respirazione, il battito cardiaco e il ritmo delle onde alfa può essere controllato ad una certa estensione, sia dallo stesso individuo e gli stimoli esterni, come le luci e le microonde.

[64] La tomografia a emissione di positroni (o PET, dall’inglese Positron Emission Tomography) è una tecnica di medicina nucleare e di diagnostica medica utilizzata per la produzione di bio-immagini (immagini del corpo). La PET fornisce informazioni di tipo fisiologico, a differenza di TAC e RMN che invece forniscono informazioni di tipo morfologico del distretto anatomico esaminato. Con l’esame PET si ottengono mappe dei processi funzionali all’interno del corpo.

[65] Leggi ad esempio l’articolo “Brain Zapping Electronic Mind Control” di Jason Jeffery. Un caso inerente ad un uomo che si chiama Tolman. Egli crede che la sua mente sia controllata da computer tramite sistemi satellitari nominati POSSE (Satellite Orbitante per Personale Sorveglianza e Rinforzi). Dorothy Burdick, in questo libro del 1982, afferma che sia Siegel l’inventore di un apparecchio chiamato “Il F.O.C.U.S. Flexible Optical Control Unit Simulator” (simulatore flessibile di unità a controllo ottico) proietta immagini allucinatorie … col quale si possono proiettare allucinazioni direttamente sulla retina così che il soggetto non può separare l’immagine dalla realtà. Nel libro di Siegel, Tolman dichiara che le immagini sono state direttamente trasmesse nel suo cervello. Siegel: “Lei mi sta affermando che in pratica esistono macchine capaci di spedire immagini visuali direttamente nel cervello?”

[66] “Identificabili intromissioni artificiali”. Di Lorella Binaghi http://cieliparalleli.com/documenti002/identificabili_intromissioni_artificiali.html

[67] http://www.semel.ucla.edu/sleepresearch

[68] http://faculty.bri.ucla.edu/institution/personnel?personnel_id=45976

[69] L’autrice si riferisce alla pratica che utilizza questo strumento a scopo divinatorio, detta cristallomanzia; in parapsicologia si preferisce dire cristalloscopia o usando il termine inglese scrying.mandala_1.jpg

[70]Mandala, dal sanscrito maṇḍala मण्डल), letteralmente: «essenza» (manda) + «possedere» o «contenere» (la); tradotto anche come «cerchio-circonferenza» o «ciclo», entrambi i significati derivanti dal termine tibetano dkyil khor) è un termine simbolico associato ai veda ed in particolar modo alla raccolta di inni o libri chiamata Rig Veda. La parola è utilizzata, anche, per indicare un diagramma circolare costituito, di base, dall’associazione di diverse figure geometriche, le più usate delle quali sono il punto, il triangolo, il cerchio ed il quadrato. Il disegno riveste un significato spirituale e rituale sia nel Buddhismo che nell’Induismo.

mandala_1

 

Lo scienziato in radio Antonio Fraser-Smith ha dimostrato che il terzo binario dell’area di Transito Rapido della San Francisco Bay e la Metro di Washington DC espongono le persone fino a 160 chilometri di distanza alla trasmissione di radiazione a frequenza ultra bassa (ELF) di dieci hertz fino a 0,001 hertz . Studi hanno dimostrato che i tempi di reazione umana aumentano a 0,2 hertz. Queste frequenze fanno sentire alle persone sonnolenza e producono cambiamenti nel sangue.

Tenendo a mente ciò è più facile comprendere che del controllo cerebrale attraverso la stimolazione elettronica è possibile più o meno allo stesso modo di un pacemaker cardiaco usato per regolare il battito cardiaco. Siano visibili o cose invisibili, udibili o frequenze d’onda inaudite possono colpire il cervello e il sistema nervoso.

Alcuni ricercatori mostrano che le onde theta [71] predominano quando un individuo è coinvolto nella memorizzazione e nell’apprendimento. Inoltre sembrano verificarsi in tempi di fantasticheria, noia o ansia. Gli animali che conservano la formazione migliore, mostrano i più alti livelli di onde theta durante l’allenamento. Ross Adey, tuttavia, ha dimostrato che egli può aumentare il tasso di apprendimento e la ritenzione di memoria nei primati e nei gatti mediante una gamma di frequenza simile a quella delle onde alfa e beta del cervello.

ipnosi

Durante l’ipnosi, la sincronizzazione della respirazione, del battito cardiaco e delle onde alfa dura circa dieci minuti in un soggetto disponibile, ed è associata a sensazioni di benessere. Un gadget semplice come una ruota ipnotica (vedere figura sopra) con un modello speciale di stroboscopio produce un’illusione.

[71] Le onde cerebrali sono dei tracciati grafici che evidenziano l’attività elettrica del cervello ottenute tramite la registrazione poligrafica dell’elettro-encefalogramma.

A seconda della frequenza, si dividono in:

onde Delta: sono caratterizzate da una frequenza che va da 0,1 a 3.9 hertz. Sono le onde che caratterizzano gli stadi di sonno profondo.

onde Theta: vanno dai 4 agli 7.9 hertz, caratterizzano gli stadi 1 e 2 del sonno REM.

onde Alfa: sono caratterizzate da una frequenza che va dagli 8 ai 13.9 hertz, sono tipiche della veglia ad occhi chiusi e degli istanti precedenti l’addormentamento. Una delle caratteristiche delle onde alfa è la loro configurazione regolare e sincronizzata. Gli esperimenti condotti registrando le onde cerebrali di monaci zen in meditazione hanno dimostrato che tale pratica dà luogo a un’emissione consistente di onde alfa.

onde Beta: vanno dai 14 ai 30 hertz, si registrano in un soggetto cosciente.

onde Gamma: vanno dai 30 ai 42 hertz, caratterizzano gli stati di particolare tensione.

Cadendo e portando ad un cosiddetto stato di trance. Tale stato può anche essere prodotta da onde sonore. Gli indici di frequenza di questi segnali biologici sono ridotti nel corso di una procedura di induzione alla trance. Quando la mente si fissa, diventa più suscettibile alla suggestione. Il relax, il riposo e il sonno sono anche utili per indurre uno stato di trance ipnotica. Mentre l’ipnosi può essere una tecnica utile, è anche parte del controllo della mente.

Altre onde cerebrali hanno frequenze individuali ed identificabili. Le onde cerebrali beta, delta e theta possono essere separate in qualsiasi lettura del cervello perché hanno tutte frequenze diverse. Recentemente è stata identificata un’onda N400 e così chiamata perché si forma 400 millisecondi dopo che una frase era stata ascoltata nella quale vi era un alto livello di aspettativa circa il suo compimento, e questa aspettativa viene violata. L’onda P300 si forma in risposta a un allarme improvviso o una luce lampeggiante, e si verifica 300 millisecondi dopo lo stimolo. L’onda P300 non proviene dalla corteccia, ma dal sistema limbico (il cervello), dove i sentimenti hanno origine e si verifica solo come una risposta emotiva.

E’ mia convinzione che tutte queste onde cerebrali o segnali elettrici possono essere letti a distanza, e che il cervello umano possa essere sia un trasmettitore e ricevitore risonante. Inoltre, sto dicendo che io mi sento molestata da parte di terzi sconosciuti con i quali sono stata costantemente in contatto per circa tre anni consapevolmente, e non so bene per quanto tempo prima, mentre erano state stabilite le linee base di vario genere.

Ho scelto un periodo della nostra storia nazionale per confutare che l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza è senza dubbio in fase di sperimentazione di alcuni dei suoi giocattoli più esotici su una popolazione civile ignara, quando siamo in procinto di restituire alla CIA e ad agenzie simili alcuni dei poteri che ci erano stati temporaneamente tolti da loro a causa del Watergate. Il nostro Congresso è allo sbando, rivelato dal FBI essere sia credulone che venale. Le forniture petrolchimiche del nostro Paese sono minacciate dai comunisti, e nella nebbia di tutto questo, mi viene l’idea che le libertà civili e la privacy individuale sono in gioco con modi che sembrano inconcepibili. Anche nei tempi migliori avrei difficoltà a ottenere udienza per questo tipo di storia da raccontare.

Le nostre leggi attuali sull’elettronica sono costruite per perseguire dopo il fatto. Non sembra esserci nessun metodo efficace di dimostrare le molestie con questo tipo di tecnologia, perché non ci sono prove concrete. Una delle ragioni che è impossibile al momento dimostrare, è che nessuno potrà ammettere pubblicamente che la possibilità esiste. Nonostante il fatto che William Colby ne parli in uno show televisivo, e che un giornalista sia stato buttato fuori da un incontro in cui ben noti laureati esperti dell’UCLA, del MIT, dell’Università di New York, della NASA, e dell’ ARPA stessero specificamente discutendo una macchina che legge la mente a distanza decifrando le onde magnetiche del cervello, e l’obiettivo specifico è quello di esercitare controllo sul cervello. Nessuno ammetterà che si può fare. I cosiddetti esperti hanno il loro lavoro e le famiglie da proteggere. I dipendenti delle agenzie di sicurezza sono tenuti ai giuramenti segreti, come lo sono molti accademici. I professori dicono: “Questa è una zona fuori dalla mia competenza.” Paolo disse: “Io non sono nel laser”. Pochissime persone hanno il tipo di formazione necessaria per comprendere le possibilità innate e i pericoli della tecnologia attuale.

Le telefonate anonime sono qualcosa per cui stiamo cominciando a trovare una cura. Anonime trasmissioni sono un’altra cosa, soprattutto se è solo una persona che ascolta. Questo è possibile tramite il laser. E’ così preciso che un corpo completamente nuovo di misurazioni è obbligatorio e possibile.

Le routine più intime e private del corpo diventano rappresentazioni forzate e si fanno commenti su come scaturiscono. Le vostre fantasie mentalmente verbalizzate diventano proprietà pubblica. Si può essere messa in discussione ad un livello subliminale e avviato su un convoglio completamente nuovo di pensieri. Così l’inseritore della questione avrebbe un indizio molto buono di quello che si stava pensando. Potrebbero anche essere fatto per cambiare o modificare il corso delle nostre azioni, in altre parole “la vostra mente”.

L’elemento peggiore in tutto questo è il suggerimento subliminale, con la sua capacità intrinseca di condizionare e di dirigere il pensiero, e attraverso questa, controllare o direzionare i comportamenti individuali ora e in futuro. Le giovani menti ancora non formate saranno le più suscettibili. Il tipo emotivamente sconvolto e instabile sarà la prossima vittima. Gli americani hanno bisogno di educazione e informazione per difendersi da questo tipo di tecnocrazia. Perlopiù hanno bisogno di sentirsi dire la verità.

Posso tacere ed evitare l’imbarazzo, l’incredulità e la derisione. Un poliziotto mi ha detto di ignorarlo. Un uomo della sicurezza mi ha detto che la mia vita potrebbe essere l’inferno sulla terra. L’inventore principale, un fisico, mi disse che era impossibile. Il tutto può essere semplicemente una combinazione di laser comunicazione e AI, l’Intelligenza Artificiale, di cui dubito. Indipendentemente da quello che sia, tutti gli americani possono essere raggiunti, ovunque e in qualsiasi momento mentre fanno qualsiasi cosa, senza allegati e fili. Le comunicazioni sono avvenute almeno fino ad ora. Attualmente sul pianeta Terra l’uomo preistorico e l’astronauta coesistono. Veniamo da una giungla antica e siamo inciampati in una zona di battaglia tecnologica. Per quanto l’uomo possa immaginare, si svilupperà e continuerà a svilupparsi sempre più.

Anche se non li puoi vedere, ma solo percepirli, i più grandi mostri invisibili restano lì invariati. Essi sono l’ignoranza, la paura e la superstizione. La domanda più importante dei nostri tempi è: come facciamo ad adattarci meglio a questi passi recenti nel campo delle comunicazioni, e allo stesso tempo preservare i valori in cui crediamo?

Qualcosa è risaputa. Di Dorothy Burdick, New York: Vantage Press Inc., 1982[1]

Titolo originale: Such Things are Known. Di Dorothy Burdick, New York, Vantage Press Inc.; 1982.

Traduzione in italiano alla cura diGiuliano Caimmi.

FONTE ORIGINALE : http://sm4csi.home.xs4all.nl/nwo/MindControl/Such.things.are.known.htm

TRATTO DA : http://www.cieliparalleli.com/Scienza-e-Tecnologia/queste-le-cose-risapute-di-dorothy-burdick.html