Le frequenze possono influenzare e riprogrammare il DNA

DNA-728x400

DNA

dna
DNA

Paolo Benda scrive: Il DNA umano è un Internet biologico, superiore, sotto molti aspetti, a quello artificiale. La più recente ricerca scientifica russa spiega, direttamente o indirettamente, fenomeni quali la chiaroveggenza, l’intuizione, gli atti spontanei ed a distanza di cura, l’auto-guarigione, le tecniche di affermazione, la luce o aure insolite intorno alle persone (concretamente, dei maestri spirituali), l’influenza della mente sui modelli climatici e molto ancora.

Inoltre, ci sono segni di un tipo di medicina completamente nuova nella quale il DNA può essere influenzato e riprogrammato dalle parole e dalle frequenza SENZA sezionare e rimpiazzare geni individuali.

Solo il 10% del nostro DNA viene utilizzato per costruire le proteine. Questo subcomplesso di DNA è quello che interessa i ricercatori occidentali che lo stanno esaminando e catalogando. L’altro 90% è considerato “DNA rottame”. Tuttavia, i ricercatori russi, convinti che la natura non è stupida, hanno riunito linguisti e genetisti per intraprendere un’esplorazione di quel 90% di “DNA rottame”. I loro risultati, scoperte e conclusioni sono semplicemente rivoluzionarie! Secondo loro, il nostro DNA non solo è il responsabile della costruzione del nostro corpo, ma serve anche da magazzino di informazioni e per la comunicazione.

I linguisti russi hanno scoperto che il codice genetico, specialmente nell’apparentemente inutile 90%, segue le stesse regole di tutte le nostre lingue umane. Per questo motivo, hanno confrontato le regole della sintassi (il modo in cui si mettono insieme le parole per formare frasi e proposizioni), la semantica (lo studio del significato delle parole) e le regole grammaticali di base.

Hanno scoperto che gli alcalini del nostro DNA seguono una grammatica regolare e hanno regole fisse come avviene nelle nostre lingue.

Così le lingue umane non sono apparse per coincidenza, ma sono un riflesso del nostro DNA inerente.

Anche il biofisico e biologo molecolare russo Pjotr Garjajev e i suoi colleghi hanno esplorato il comportamento vibratorio del DNA. (Per essere breve, qui farò solo un riassunto. Per maggiori informazioni, per favore, andate all’appendice finale di questo articolo).

La linea finale è stata: “I cromosomi vivi funzionano come computer “solitonici/olografici” usando la radiazione laser del DNA endogeno”. Questo significa che hanno fatto in modo di modulare certi modelli di frequenza con un raggio laser e con questo hanno influenzato la frequenza del DNA e, in questo modo, l’informazione genetica stessa. Siccome la struttura base delle coppie alcaline del DNA e del linguaggio (come si è già spiegato) sono la stessa struttura, non si rende necessaria nessuna decodificazione del DNA.  Uno semplicemente può usare parole e orazioni del linguaggio umano! Questo è stato anche provato sperimentalmente.

La sostanza del DNA vivente (in tessuto vivo, non in vitro), reagirà sempre ai raggi laser del linguaggio modulato e anche alle onde radio, se si utilizzano le frequenze appropriate.  Infine questo spiega scientificamente perchè le affermazioni, l’educazione autogena, l’ipnosi e cose simili possono avere forti effetti sugli umani e i loro corpi. E’ del tutto normale e naturale che il nostro DNA reagisca al linguaggio. Mentre i ricercatori occidentali ritagliano geni individuali dei filamenti del DNA e li inseriscono in un altro posto, i russi hanno lavorato con entusiasmo con dispositivi che possono influenzare il metabolismo cellulare con le frequenze modulate di radio e di luce per riparare difetti genetici.

Per esempio il gruppo di ricercatori di Garjajeva ha avuto successo nel provare che con questo metodo si possono riparare i cromosomi danneggiati dai raggi X. Sono anche riusciti a catturare modelli di informazione di un DNA specifico e lo hanno trasmesso ad un altro, riprogrammando così le cellule su un altro genoma. In quel modo, hanno trasformato con successo, per esempio, embrioni di rana in embrioni di salamandra, semplicemente trasmettendo i modelli di informazione del DNA!

In quel modo, l’informazione completa è stata trasmessa senza nessuna delle disarmonie o effetti collaterali che si manifestano quando si fa l’ablazione e si reintroducono geni individuali del DNA! Questo rappresenta una rivoluzione e sensazione incredibili, che trasformerà il mondo! Tutto ciò applicando semplicemente la vibrazione e il linguaggio al posto dell’arcaico processo d’ablazione! Questo esperimento punta all’immenso potere della genetica delle onde, che ovviamente ha più influenza, sulla formazione degli organismi, che i processi biochimici delle sequenze alcaline.

I maestri esoterici e spirituali sanno da millenni che il nostro corpo si può programmare con il linguaggio, le parole e il pensiero. Ora questo è stato provato e spiegato scientificamente. Certamente la frequenza deve essere quella corretta e a questo si deve il fatto che non tutti hanno lo stesso risultato o possano farlo sempre con la stessa forza.

La persona deve lavorare con i processi interni e la maturità per poter stabilire una comunicazione cosciente con il DNA.

I ricercatori russi lavorano con un metodo che non dipende da questi fattori, però funziona SEMPRE, sempre e quando venga usata la giusta frequenza.

Però, quanto più è sviluppata la coscienza individuale, meno c’è la necessità di qualsiasi tipo di dispositivo! Si possono ottenere quei risultati da se stessi e la scienza finalmente smetterà di ridere di tali idee e potrà spiegarne e confermarne i risultati. E non finisce qui.

Gli scienziati russi hanno anche scoperto che il nostro DNA può causare modelli di perturbazione nel vuoto, producendo così “cunicoli” magnetizzati!

I “piccoli buchi” sono gli equivalenti microscopici di quelli chiamati ponti Einstein-Rosen nella vicinanza dei buchi neri (lasciati da stelle consumate).

Questi sono dei tunnel di connessione, fra aree completamente differenti dell’universo, attraverso i quali si può trasmettere l’informazione fuori dallo spazio e dal tempo.

Il DNA attira quei frammenti di informazione e li passa alla nostra coscienza.

Questo processo di ipercomunicazione è più efficace in stato di rilassamento. Lo stress, le preoccupazioni e l’intelletto iperattivo  impediscono il successo  dell’ipercomunicazione o ne distorcono completamente l’informazione rendendola inutile. In Natura, l’ipercomunicazione è stata applicata con successo da milioni di anni. Il flusso di vita strutturato in “organizzazioni stato” di insetti lo prova drammaticamente. L’uomo moderno lo conosce solo ad un livello molto più sottile come “intuizione”. Però anche noi possiamo recuperarne a pieno l’uso.

Un esempio in Natura. Quando un formica regina è lontana dalla sua colonia, la costruzione continua con fervore e in accordo con la pianificazione. Tuttavia, se si uccide la regina, nella colonia tutto il lavoro si ferma. Nessuna formica sa cosa fare. Apparentemente, la regina invia i “piani di costruzione” anche da molto lontano per mezzo della coscienza gruppale dei suoi sudditi. Può stare lontana quanto vuole, fintanto che sia viva. Nell’uomo l’ipercomunicazione si attiva quando uno improvvisamente riesce ad avere accesso ad un’informazione  che è fuori dalla propria base di conoscenze.

A quel punto questa ipercomunicazione viene sperimentata e catalogata  come un’ispirazione o intuizione. Il compositore italiano Giuseppe Tartini, per esempio, una notte sognò che il diavolo si sedeva vicino al suo letto suonando il violino. La mattina seguente, Tartini potè trascrivere il brano a memoria con esattezza e lo chiamò la Sonata del Trillo del Diavolo.

Per anni, un infermiere di 42 anni sognò una situazione nella quale era connesso ad una specie di CD-ROM di conoscenza. Gli veniva trasmessa conoscenza verificabile da tutti i campi immaginabili e alla mattina poteva ricordare. Era tale la valanga di informazioni che sembrava che di notte gli trasmettessero tutta una enciclopedia. La maggior parte delle informazioni era fuori dalla sua base di conoscenze personali e arrivava a dettagli tecnici di cui lui non sapeva assolutamente niente.

Quando avviene l’ipercomunicazione, si possono osservare fenomeni speciali nel DNA, così come nell’essere umano. Gli scienziati russi hanno irradiato campioni di DNA con luce laser. Nello schermo si è formato un modello di onde tipico. Quando hanno ritirato il campione di DNA, i modelli di onda non sono scomparsi, sono rimasti. Molti esperimenti di controllo hanno dimostrato che il modello proveniva ancora dal campione rimosso, il cui campo energetico apparentemente è rimasto di per se stesso.

Questo effetto ora si denomina effetto del DNA fantasma.

Si presume che l’energia dello spazio esteriore e del tempo, dopo aver ritirato il DNA, fluisca ancora attraverso i “cunicoli”. La maggior parte  delle volte gli effetti secondari che si incontrano nell’ipercomunicazione, anche degli esseri umani, sono campi elettromagnetici inspiegabili nelle vicinanze della persona implicata.  In presenza dei quali i dispositivi elettronici, come attrezzature per CD e altri simili, possono essere alterati e smettere di funzionare per ore.

Quando il campo elettromagnetico si dissolve lentamente, le attrezzature funzionano ancora normalmente. Molti curatori e psichici conoscono questo effetto dovuto al loro lavoro. Più si migliorano l’atmosfera e l’energia dell’ambiente più frustante è che in quel preciso istante l’attrezzatura di registrazione smette di funzionare e di registrare. Il  riaccendere e spegnere dopo la sessione non ne ristabilisce ancora la funzionalità totale che però  il giorno dopo ritorna alla normalità. Chissà forse leggere ciò risulta tranquillizzante per molti, in quanto non ha niente a che vedere con l’essere tecnicamente incapaci, ma significa semplicemente che sono abili per l’ipercomunicazione.

Gli scienziati russi hanno irradiato diversi campioni di DNA con dei raggi laser e su uno schermo si è formata una tipica trama di onde che, una volta rimosso il campione, rimaneva sullo schermo. Allo stesso modo si suppone che l’energia al di fuori dello spazio e del tempo continua a passare attraverso gli tunnel spaziali attivati anche dopo la rimozione del DNA. Gli effetti collaterali più frequenti nell’ipercomunicazione sono dei campi magnetici vicini alle persone coinvolte. Gli apparecchi elettronici possono subire delle interferenze e smettere di funzionare per ore. Quando il campo elettromagnetico si dissolve, l’apparecchio ricomincia a funzionare normalmente. Molti operatori spirituali conoscono bene questo effetto.

Grazyna Gosar and Franz Bludorf nel loro libro Vernetzte Intelligenz spiegano queste connessioni in modo chiaro e preciso. Gli autori riportano anche alcune fonti secondo le quali gli uomini sarebbero stati come gli animali, collegati alla coscienza di gruppo, e quindi avrebbero agito come gruppo. Per sviluppare e vivere la propria individualità, tuttavia, avrebbero abbandonato e dimenticato quasi completamente l’ipercomunicazione.

Ora che la nostra coscienza individuale è abbastanza stabile, possiamo creare una nuova forma di coscienza di gruppo.

Così come usiamo Internet, il nostro DNA è in grado di immettere dati nella rete, scaricare informazioni e stabilire un contatto con altre persone connesse.

In questo modo si possono spiegare i fenomeni quali telepatia o guarigioni a distanza.

Senza un’individualità distinta la coscienza collettiva non può essere usata per un periodo prolungato, altrimenti si ritornerebbe a uno stato primitivo di istinti primordiali. L’ipercomunicazione nel nuovo millennio significa una cosa ben diversa.

I ricercatori pensano che, se gli uomini con piena individualità formassero una coscienza collettiva, avrebbero la capacità di creare, cambiare e plasmare le cose sulla terra, come fossero Dio! E l’umanità si sta avvicinando a questo nuovo tipo di coscienza collettiva.

Il tempo atmosferico è piuttosto difficile da influenzare da un solo individuo, ma  l’impresa potrebbe riuscire dalla coscienza di gruppo (niente di nuovo per alcune tribù indigene). Il tempo viene fortemente influenzato dalla frequenza risonante della terra (frequenza di Schumann). Ma queste stesse frequenze vengono prodotte anche nel nostro cervello, e quando molte persone si sincronizzano su di esse, o quando alcuni individui (p. e. maestri spirituali) concentrano i loro pensieri come un laser, non sorprende affatto che possano influenzare il tempo. Una civiltà moderna che sviluppa questo tipo di coscienza non avrebbe più problemi né d’inquinamento ambientale, né di risorse energetiche; usando il potere della coscienza collettiva potrebbe controllare automaticamente e in modo naturale l’energia del pianeta.

Se un numero abbastanza elevato di individui si unisse con uno scopo più elevato, come la meditazione per la pace, si dissolverebbe anche la violenza.

Il DNA sembra essere anche un superconduttore organico in grado di lavorare a una temperatura corporea normale.

I conduttori artificiali invece richiedono per il loro funzionamento delle temperature estremamente basse (tra -200 e -140°C). Inoltre, tutti i superconduttori possono immagazzinare luce, quindi informazioni. Anche questo dimostra che il DNA sia è grado di farlo.

Vi è un altro fenomeno legato al DNA e ai tunnel spaziali.

Normalmente questi minuscoli tunnel sono altamente instabili e durano soltanto una frazione di secondo. In certe condizioni però si possono creare dei tunnel stabili in grado di formare delle sfere luminose. In alcune regioni della Russia queste sfere appaiono molto spesso. In queste regioni le sfere a volte s’innalzano dalla terra verso il cielo, e i ricercatori hanno scoperto che possono essere guidati dal pensiero. Le sfere emettono onde a bassa frequenza che vengono anche prodotte dal nostro cervello, quindi sono in grado di reagire ai nostri pensieri. Queste sfere di luce hanno una carica energetica molto elevata e sono in grado di causare delle mutazioni genetiche. Anche molti operatori spirituali producono queste sfere o colonne di luce, quando si trovano in uno stato di profonda meditazione o durante un lavoro energetico.

In alcuni progetti per la guarigione della terra queste sfere vengono catturate anche nelle foto. In passato di fronte a questi fenomeni luminosi si credeva che apparissero degli angeli. In ogni caso, pur mancando le prove scientifiche, ora sappiamo che persone con queste esperienze non soffrivano affatto di allucinazioni. Abbiamo fatto un grande passo in avanti nella comprensione della nostra realtà. Anche la scienza “ufficiale” conosce le anomalie della terra che contribuiscono alla formazione dei fenomeni luminosi. Queste anomalie sono state trovate di recente anche a Rocca di Papa, a sud di Roma.

L’articolo intero (in inglese) si può trovare sulla pagina www.fosar-bludorf.com(Kontext – Forum for Border Science). Su questa pagina è anche possibile contattare gli autori.

Tutte le informazioni sono tratte dal libro “Vernetzte Intelligenz” di Grazyna Fosar e Franz Bludorf, ISBN 3930243237; purtroppo per ora esiste soltanto in tedesco.

Nel suo libro “Vernetzte Intelligenz” (Networked Intelligence: Intelligenza trasmessa dalla rete), Grazyna Gosar e Franz Bludorf spiegano queste connessioni chiaramente e precisamente. Gli autori citano anche fonti supponendo che in tempi primitivi l’Umanità, come gli animali, è stata fortemente connessa alla coscienza gruppale e agiva come gruppo. Tuttavia, per sviluppare e sperimentare l’individualità, noi umani abbiamo dovuto dimenticare l’ipercomunicazione quasi completamente. Ora che siamo abbastanza stabili nella nostra coscienza individuale,possiamo creare una nuova forma di coscienza gruppale, concretamente una,  quella in cui abbiamo accesso a tutte le informazioni per mezzo del nostro DNA senza essere forzati o controllati a distanza rispetto a quello che dobbiamo fare con quell’informazione.

Tutti i dati sono del libro “Vernetzte Intelligenz” di Von Grazyna Fosar e Franz Bludorf, ISBN 3930243237, riassunti e commentati da Baerbel. Purtroppo il libro per ora è disponibile solo in tedesco.

FONTE : http://www.animacosmica.org/le-frequenze-possono-influenzare-e-riprogrammare-il-dna/

Annunci

NEUROSCHIAVI – PAOLO CIONI

 

NEUROSCHIAVI

Marco Della Luna – avvocato, esercita da anni la professione forense. Laureato in psicologia a Padova è inoltre studioso di strumenti psicologici, economici e giuridici di dominazione sociale.

Collabora con riviste come Tema, Il Consapevole, Nexus, Il Popolo, per cui ha scritto numerosi articoli, quali Magia ingegneristica; La Casta dei Pupi e le Banche dei Pupari; Debunking: fini, presupposti, metodi.

hqdefault

Marco Della Luna è coautore insieme ad Antonio Miclavez del bestseller Euroschiavi: la Banca d’Italia, la Grande
Frode del Debito Pubblico e i Segreti del Signoraggio (Arianna Editrice).
—————–
Paolo Cioni – Psichiatra di impostazione neuroscientifica, responsabile di un servizio di salute mentale presso la ASL Firenze, è docente alla Scuola di Specializzazione in Psichiatria di Firenze, nonché consulente tecnico del
Tribunale. Ha lavorato nelle carceri e negli ospedali psichiatrici.

12633614_545638212258160_624885929975114699_o

Paolo Cioni presenterà il suo ultimo libro “Neuro-schiavi – Tecniche e psicopatologia della manipolazione politica” co-scritto con Marco Della Luna. Un lavoro riconosciuto in Italia da molti esperti nel campo delle neuroscienze.

Allo stesso modo un “Piccolo trattato sulla manipolazione “, ha il vantaggio di illuminare il maggior numero di persone sui meccanismi del cervello e attirare l’attenzione sulle sue debolezze per miglioraci e proteggerci dal potenziale della manipolazione. Un libro di utilità pubblica.

Gli strumenti attraverso cui l’uomo viene dominato e sfruttato sono essenzialmente di tre tipi: giuridici, psicologici ed economici. Conoscerli è condizione per diventare liberi e coscienti. Siete pronti a mettere di nuovo in gioco ogni vostra certezza? In uno scenario dove libertà e consapevolezza sono sempre più minacciate, è indispensabile conoscere gli strumenti che le attaccano. “Neuroschiavi” ha questo scopo. Il libro descrive i meccanismi di condizionamento adoperati nella storia – dal plagio religioso alla propaganda politica, dal marketing e pubblicità fino al controllo elettromagnetico integrando il piano psicologico con quelli neurofisiologico e sociologico, ponendosi l’esigenza di studiare, comprendere e contrastare l’opera di tali mezzi, a tutela della libertà e del (possibile) benessere proprio e altrui.

Paolo Cioni, docente di psicopatologia, ex capo del servizio di salute mentale con l’ASL di Firenze, insegnante presso la Scuola di Specializzazione in Psichiatria di Firenze. E ‘autore di numerosi trattati, nonché di psicologia e psichiatria monografie. Egli è anche il co-autore, con Marco Della Luna, Neuro-Slave. Tecniche e psicopatologia della manipolazione politica, economica e religiosa.

https://books.google.it/books/about/Neuroschiavi_Liberiamoci_dalla_manipolaz.html?id=CcCAMAEACAAJ&source=kp_cover&redir_esc=y

images

http://www.unilibro.it/libro/cioni-paolo/paranoia-leadership-fallimento-rivincita-psicopatia-psichiatra/9788854875432

cop

 

 

Protetto: SPIONAGGIO MILITARE – SEGRETO DI STATO

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

I brevetti sul controllo mentale

i brevetti sul controllo mentale

Alcuni interessanti brevetti che furono pubblicati con una breve descrizione sul sito End the Lie . Il Sito passa in rassegna su brevetti che riguardano il controllo mentale tutti pubblicati ufficialmente con tanto di descrizione.

6.488.617 (3 dicembre 2002) Metodo e dispositivo per la realizzazione di uno Stimo celebrale desiderato
Abstract : Metodo e dispositivo per la produzione di uno stimolo cerebrale desiderato in un individuo,  il brevetto contiene mezzi per monitorare e analizzare lo stato del cervello mentre un insieme di uno o più magneti producono campi che alterano lo stato normale. Un sistema computazionale altera i vari parametri dei campi magnetici in modo da far collassare il gap (NdP far passare subito nello stato mentale desiderato) facendolo passare allo stimolo celebrale desiderato. Questo processo di feedback funziona continuamente fino a quando il divario è ridotto al minimo e / o rimosso.

6.239.705 (29 maggio 2001) Dispositivo intra-orale  di monitoraggio elettronico
Abstract: Un sistema migliorato, non chirurgico, biocompatibile dispositivo di tracciamento elettronico ha previsto un alloggiamento in cui è posto intraoralmente. L’alloggiamento contiene microcircuiti. Il microcircuiti comprendno un ricevitore, una modalità passiva ad attiva la modalità attivatore, un decodificatore del segnale per determinare correzione posizionale, un trasmettitore, un’antenna e un alimentatore. Alla ricezione di un segnale codificato di attivazione, il segnale di correzione di posizione decodificatore viene richiamato, determinando una correzione di posizione. Il trasmettitore trasmette successivamente attraverso l’antenna un segnale homing per ricevuto da un  localizzatore.

6.091.994 (18 luglio 2000)  Manipolazione pulsative del sistema nervoso
Abstract: Metodo e apparato per manipolare il sistema nervoso impartendo pulsazioni alla pelle del soggetto ad una frequenza che è adatto per lo stato di modifica per una determinata una risonanza sensoriale. Attualmente, due risonanze principali sensoriali sono noti, con frequenze vicine 1/2 Hz e 2,4 Hz.. La risonanza 1/2 Hz sensoriale provoca rilassamento, sonnolenza, , un sorriso tonico, un “nodo” nello stomaco, o eccitazione sessuale, a seconda della frequenza specifica utilizzata. La risonanza 2,4 Hz fa sì che il rallentamento di alcune attività corticali.

6.052.3366 (18 aprile 2000) Apparato e metodo di suono in broadcasting utilizzando ultrasuoni come un vettore
Abstract: Una fonte ultrasuoni trasmette un segnale ultrasonico che è di ampiezza e / o frequenza modulata con un segnale in ingresso le informazioni provenienti da una sorgente di input informazioni. Il segnale modulato, che può essere amplificato, viene poi trasmesso attraverso un proiettore, al che un individuo o gruppo di individui situati nella regione trasmissione e possono rilevare come suono udibile.

5.539.705 (23 luglio 1996) Traduttore vocale ultrasuoni e sistema di comunicazione
Abstract: Un sistema di comunicazione senza fili, non rilevabile con radiofrequenza per convertire segnali audio, compresa la voce umana, in segnali elettronici nella gamma di frequenza ultrasonica, la trasmissione del segnale ultrasonico mediante onde di pressione acustica attraverso un supporto informatico, compresi i gas, liquidi e solidi, e riconversione degli ultrasuoni onde di pressione acustica nel segnale audio originale. Questa invenzione è stata realizzata con il sostegno del governo nell’ambito del contratto DE-ACO5-840R2l400, dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti a Martin Marietta Energy Systems, Inc.

5.507.291 (16 aprile 1996) Metodo e una relativa apparecchiatura per la determinazione a distanza di informazioni per rilevare lo stato emotivo delle persone

Abstract: In un metodo per determinare in remoto le informazioni relative allo stato emotivo di una persona, l’energia della forma d’onda avente una frequenza predeterminata e una intensità predeterminata viene generato e trasmesso senza fili verso un soggetto in posizione remota. L’energia della forma d’onda emessa dal soggetto viene rilevato e automaticamente analizzati per ricavare le informazioni relative allo stato emozionale dell’individuo.

5.159.703 (27 ottobre 1992) Sistema silenzioso di controllo subliminale
Abstract: Un sistema di comunicazione silenziosa in cui i vettori nonaural, in posizione molto bassa e ad elevata frequenza audio o nello spettro adiacente della frequenza ultrasonica, sono ampiezza o frequenza modulata con l’intelligenza desiderata e propagata acusticamente o vibrazionalmente, per induzione nel cervello.

5.017.143 (21 maggio 1991) Metodo ed apparecchio per produrre le immagini subliminali
Abstract: Un metodo e un apparecchio per produrre in modo più efficace la comunicazione visiva subliminale. Le immagini grafiche e /o di testo, presentati per la durata di meno di un fotogramma video, organizzati ad intervalli ritmici, gli intervalli ritmici destinati  ad incidere ricettività all’ utente sugli stati d’animo o il comportamento.

4.877.027 (31 ottobre 1989) Sistema acustico con trasmissione a microonde

Abstract: Il suono viene indotto nella testa di una persona irradiando la testa con microonde nell’intervallo 100 megahertz a 10.000 megahertz, che sono modulati con una forma d’onda particolare. La forma d’onda consiste di raffiche modulazione di frequenza. Ogni raffica si compone di 10 a 20 impulsi uniformemente distanziate raggruppati strettamente insieme. La larghezza burst è  tra 500 e 100 microsecondi nanosecondi. Le esplosioni sono la frequenza modulata nell’ingresso audio per creare la sensazione di far  sentire alla persona qualcosa che viene irradiato tramite microonde.

3.951.134 (20 aprile 1976) Apparato e metodo per il monitoraggio remoto e Alterare onde cerebrali
Abstract: Apparato e metodo di rilevamento onde cerebrali in una posizione distante da un soggetto quale segnali elettromagnetici di diverse frequenze vengono simultaneamente trasmessi al cervello del soggetto in cui i segnali interferiscono uno con l’altro per produrre una forma d’onda  modulata per il soggetto dalle onde cerebrali. La forma d’onda di interferenza … viene ritrasmesso dal cervello di un ricevitore in cui è demodulato e amplificato. La forma d’onda demodulata può anche essere utilizzato per produrre un segnale di compensazione che viene trasmesso al cervello per effettuare un cambiamento desiderato di un attività elettrica del cervello del soggetto.

Quanto segue è stato scritto da ex insider della Casa Bianca Fred Burks (tranne che per il brevetto, ovviamente),

Il brevetto di seguito descrive la tecnologia utilizzata per la modifica del comportamento attraverso la TV, monitor di computer, video, DVD e programmazione. Se si dispone di un background scientifico, vi invito a leggere per intero il brevetto descritto in 16 pagine per vedere l’elevato livello di sofisticazione elabora. La manipolazione non avviene attraverso l’inserimento di singoli frames o anomalie, come è stato fatto in passato, ma piuttosto dalla modulazione del segnale di alimentazione. 

Nota: per l’US Patent and Trademark Office pagina brevetto ricerca, vedi questo link . Oppure clicca qui per andare direttamente al brevetto # 6.506.148. Come il brevetto completo  di 16 pagine, solo estratti principali sono stati inseriti.

United States Patent 6506148
Loos, 14 gennaio 2003
Sistema di manipolazione nervoso da campi elettromagnetici dai monitor

Effetti fisiologici sono stati osservati in un soggetto umano in risposta alla stimolazione della pelle con deboli campi elettromagnetici che sono pulsate con determinate frequenze vicine a 1/2 Hz o 2,4 Hz, tale da eccitare una risonanza sensoriale. Molti monitor TV e tubi, quando si visualizzano immagini pulsati, emettono campi elettromagnetici pulsati di ampiezza sufficiente per causare tale eccitazione. E’ quindi possibile manipolare il sistema nervoso di un soggetto facendo pulsare immagini visualizzate su un monitor di computer vicino o televisore. Per questi ultimi, la pulsazione immagine può essere inserita nel materiale di programma, o può essere sovrapposto modulando un flusso video, sia come un segnale RF o come segnale video. L’immagine visualizzata sul monitor di un computer può essere pulsata efficacemente da un semplice programma. Per i monitor alcuni campi elettromagnetici pulsati in grado di eccitare risonanze sensoriali nei soggetti vicini può essere generata anche se le immagini visualizzate sono impulsi con intensità subliminale.

Inventori: Loos; Hendricus G. (3019 Via Cresta, Laguna Beach, CA 92651)
Appl. Codice: 872528
Archiviato: 1 Giugno 2001

SINTESI

Computer monitor e monitor TV può essere fatto per emettere deboli bassa frequenza campi elettromagnetici semplicemente facendo pulsare l’intensità delle immagini visualizzate. Esperimenti hanno dimostrato che la risonanza 1/2 Hz sensoriali possono essere eccitati in questo modo in un soggetto vicino al monitor. La risonanza 2,4 Hz sensoriale può anche essere eccitato in questo modo. Quindi, un monitor TV o monitor del computer può essere utilizzato per manipolare il sistema nervoso di persone vicine.

Le implementazioni dell’invenzione sono adattati alla sorgente del flusso video che guida il monitor, sia esso un programma per computer, una trasmissione televisiva, una videocassetta o un disco video digitale (DVD).

Di un monitor, gli impulsi immagine può essere prodotta da un programma per computer. La frequenza degli impulsi può essere controllata attraverso l’ingresso tastiera, in modo che il soggetto può sintonizzarsi ad una frequenza di risonanza sensoriale individuale. L’ampiezza di impulso può essere controllato anche in questo modo. Un programma scritto in Visual Basic (R) è particolarmente adatto per l’utilizzo su computer che eseguono Windows 95 (R) o Windows 98 (R) Â La struttura di tale programma è descritto nel brevetto. Produzione di impulsi periodici richiede una procedura accurata temporizzazione. Tale procedura è costruita dalla funzione GetTimeCount disponibile Application Program Interface (API) del sistema operativo Windows, insieme ad una procedura di estrapolazione che migliora l’accuratezza di temporizzazione.

La Variabilità di un  impulso può essere introdotta attraverso il software, allo scopo di contrastare assuefazione del sistema nervoso alla stimolazione di campo, o quando la frequenza di risonanza esatta non è nota. La variabilità può essere una pseudo-casuale variazioni entro uno stretto intervallo, oppure può assumere la forma di una frequenza o ampiezza scansione in tempo. La variabilità di impulsi può essere usata per tenere sotto controllo il soggetto.

Il programma che causa un’immagine pulsante può essere eseguito su un computer remoto che è connesso al computer dell’utente da un legame, la seconda parte può appartenere ad una rete, che può essere la Internet.

Per un monitor TV, il pulsare dell’immagine possono essere inerenti il flusso video che scorre dalla sorgente video, oppure la corrente può essere modulata in modo da sovrapporre le pulsazioni. Nel primo caso, una trasmissione diretta TV possono essere disposti ad avere la funzione inserita semplicemente leggermente pulsare l’illuminazione della scena che viene trasmessa. Questo metodo può naturalmente essere utilizzato anche nella realizzazione di pellicole e nastri di registrazione video e DVD.

Le videocassette possono essere modificati in modo da sovrapporre le pulsazioni per mezzo di hardware modulare. Un modulatore semplice in cui il segnale di luminanza del video composito è pulsata senza influenzare il segnale normale. Lo stesso effetto può essere introdotto alla fine consumatore, modulando il flusso video che viene prodotto dalla sorgente video. Un DVD può essere modificato tramite software, introducendo impulsi come variazioni dei segnali RGB digitali. Impulsi di intensità delle immagini possono essere sovrapposti l’uscita analogica componenti video di un lettore DVD modulando la componente di luminanza del segnale. Prima di entrare nel televisore, un segnale televisivo modulato può essere tale da provocare pulsante della intensità di immagine mediante una linea di ritardo variabile che è collegato ad un generatore di impulsi.

Alcuni monitor possono emettere impulsi di campo elettromagnetico che eccitano una risonanza sensoriale in un soggetto vicino, tramite impulsi di immagine che sono così deboli da essere subliminali .

FONTE : http://prigioniero.tumblr.com/post/41067834004/i-brevetti-sul-controllo-mentale

A Pisa si sperimenta il primo radar fotonico

 Un radar con il “cuore” fotonico. Potrà garantire più sicurezza nei trasporti

Lo studio di ricercatori italiani sul primo radar del tutto digitale basato su tecnologie fotoniche, sviluppato nell’ambito del progetto “Phodir” (Photonic-based fully digital radar system) su finanziamento dell’Erc (European Research Council), è stato pubblicato sulla rivista Nature

22316_radarfotonico_tecnici_L

Nei giorni in cui ancora nulla si sa del volo della Malaysia Airlines, scomparso ormai da oltre due settimane, arriva su Nature la notizia di una nuova tecnologia ideata da scienziati italiani. È il radar con il “cuore” fotonico, caratterizzato da un innovativo sistema di generazione e di acquisizione dei segnali, basato su laser e “lettori” di luce, che può garantire maggiore sicurezza e rapidità nella gestione del traffico aeroportuale e marittimo, anche in condizioni meteo non ottimali, ed è in grado di permettere l’incremento dei collegamenti. Il “radar fotonico”, per la precisione il primo radar del tutto digitale basato su tecnologie fotoniche, sviluppato nell’ambito del progetto “Phodir” (Photonic-based fully digital radar system) su finanziamento dell’Erc (European Research Council), riceve adesso un importante, ulteriore riconoscimento. L’articolo rappresenta il nuovo importantissimo risultato che premia il sistema della ricerca italiano e, in particolare, quello pisano, poiché il progetto “Phodir” è stato condotto per intero a Pisa, sotto il coordinamento di Antonella Bogoni, ricercatrice del Laboratorio nazionale di reti fotoniche (Lnrf) del Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni (Cnit), ed è stato sviluppato nel laboratorio congiunto presso l’Istituto di tecnologie delle comunicazione, dell’informazione e della percezione (Tecip) della Scuola Superiore Sant’Anna, dove Antonella Bogoni è responsabile dell’area di ricerca “Digital & microwave photonics”, in collaborazione con il Laboratorio radar e sistemi di sorveglianza (Rass) del Cnit. radar-640 Rispetto a un radar di tipo convenzionale, quello dal “cuore” fotonico permette migliori prestazioni, garantisce più di una funzionalità, risulta meno intercettabile, è più piccolo e può anche garantire la capacità di assolvere a compiti di comunicazione. Il nuovo radar è stato già testato all’aeroporto di Pisa e al porto di Livorno, grazie alla collaborazione attivata con l’Aeronautica militare di Pisa, con la Direzione sviluppo e innovazione dell’Autorità portuale, con la Capitaneria di porto e con l’istituto “Vallauri” dell’Accademia navale di Livorno. “La realizzazione del ‘cuore’ fotonico ha rappresentato l’autentica sfida del progetto vinta grazie alla professionalità, alla competenza scientifica, alla passione di tutti i ricercatori coinvolti e anche per merito delle strumentazioni a disposizione, che hanno permesso di raggiungere l’obiettivo”, come sottolinea Paolo Ghelfi, ricercatore del Laboratorio nazionale di reti fotoniche del Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni, autore di molte delle soluzioni tecniche innovative che hanno portato alla realizzazione del radar fotonico, nonché responsabile delle attività di sperimentazione. “Gli obiettivi raggiunti da questo progetto sono stati decisamente superiori rispetto alle aspettative iniziali – racconta la coordinatrice Antonella Bogoni – perché, quando abbiamo intrapreso la strada, avevamo molti dubbi su come raggiungere il risultato e ogni giorno scoprivamo cose nuove che ci obbligavano a modificare le strategie e a ripartire da capo, ma tutto il gruppo non ha mollato e, passo dopo passo, è andato ben oltre la dimostrazione di un principio innovativo, ottenendo un ‘dimostratore’ (prototipo, ndr) funzionante, trasportabile, che adesso le aziende e le istituzioni ci chiedono per test preliminari”. FONTEIL FATTO QUOTIDIANO

Il radar fotonico di Pisa arriva su Nature

Arriva un nuovo prestigioso riconoscimento per il radar fotonico a ‘marchio italiano’: il magazine Nature infatti ha pubblicato un articolo scientifico dedicato al dispositivo sviluppato nell’ambito del progetto “Phodir” (Photonic-based fully digital radar system), finanziato dall’European Research Council e condotto interamente a Pisa, presso l’Istituto di tecnologie delle comunicazione, dell’informazione e della percezione (Tecip) della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa. Il radar sviluppato nell’ateneo pisano è caratterizzato da un innovativo sistema di generazione e di acquisizione dei segnali, basato su laser e “lettori” di luce, che può garantire maggiore sicurezza e rapidità nella gestione del traffico aeroportuale e marittimo, anche in condizioni meteo non ottimali, ed è in grado di permettere l’incremento dei collegamenti. Rispetto a un radar tradizionale, permette migliori prestazioni, garantisce più di una funzionalità, risulta meno intercettabile, è più piccolo e può anche garantire la capacità di assolvere a compiti di comunicazione. Nature ha riconosciuto alla ricerca il valore per “l’approccio rivoluzionario con l’introduzione della fotonica nei sistemi radar” e di “traguardo all’avanguardia scientifica per le prestazioni ottenute sia come sistema di sorveglianza, sia come sistema di comunicazione radio”. Già testato all’aeroporto di Pisa e al porto di Livorno, il radar è stato sviluppato sotto il coordinamento di Antonella Bogoni, ricercatrice del Laboratorio nazionale di reti fotoniche (Lnrf) del Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni (Cnit), che è anche responsabile dell’area di ricerca “Digital & microwave photonics” del Tecip, e in collaborazione con il Laboratorio nazionale sul radar e sui sistemi di sorveglianza (Rass) del Cnit. FONTE : http://www.tecnici.it/il-radar-fotonico-di-pisa-arriva-su-nature_news_x_22316.html

IL CERVELLO NEL MIRINO di Umberto Rapetto-MIND CONTROL

IL CERVELLO NEL MIRINO PDF

Rapetto

Umberto Rapetto (Acqui Terme19 agosto 1959) è un informaticogiornalistascrittore e finanziere italiano. Ex-allievo della Scuola militare “Nunziatella”generale di brigata (riserva) della Guardia di Finanza e già comandante del Nucleo Speciale Frodi Telematiche.[3]In Telecom Italia dopo essere stato consigliere strategico del presidente esecutivo, Franco Bernabè, e poi – in veste di Group Senior Vice President – direttore delle Iniziative e dei Progetti Speciali, ha lasciato alla fine del 2013 il colosso delle telecomunicazioni italiane in totale divergenza con le scelte del nuovo vertice aziendale.

Biografia

Alla guida del GAT – Gruppo Anticrimine Tecnologico della Guardia di Finanza da lui fondato e guidato, nel 2001 ha diretto le indagini che hanno portato alla condanna in via definitiva degli hacker protagonisti di attacchi sul web a danno del Pentagono e della NASA, nonché quelle delegate dalla Corte dei Conti sullo scandalo delle slot machine non collegate in rete all’Anagrafe Tributaria, inchiesta che ha portato alla condanna dei vertici dei Monopoli di Stato e delle società concessionarie[4] al pagamento di 2 miliardi e mezzo di euro.

 

È docente di “Tecniche di investigazioni digitali” nel Master in “Criminologia Forense” all’Istituto Universitario Cattaneo (LIUC) di Castellanza, di “Open Source Intelligence” alla NATO SCHOOL di Oberammergau (D) e di “Sicurezza nelle reti di telecomunicazioni” alla facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova.

 

Il 29 maggio 2012, in seguito alla rimozione dal suo incarico, ha rassegnato le dimissioni dalla Guardia di Finanza. La sua rimozione è oggetto di nove interrogazioni parlamentari.[5][6]

 

Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_01Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_02Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_03Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_04Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_05 Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_06 Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_07 Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_08 Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_09 Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_10 Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_11 Capitolo mind control libro le nuove guerre_Pagina_12

MACCHINA TELEPATICA : RICOSTRUISCE IL DISCORSO DELLE ONDE CEREBRALI

VIDEO : Con l’aiuto della tecnologia è ora possibile leggere la voce interiore di qualcuno. Ascoltate come frasi interiori vengono ricostruite utilizzando due diversi modelli.

Mentre leggi questa frase, è probabile che senti le parole nella tua testa. Ora, grazie alla telepatia tecnologica, anche altri sono sul punto di poter sentire il tuo dialogo interiore. Tramite la scansione visuale dell’interno del cervello, è possibile ricostruire le frasi dall’attività che avviene quando sentiamo qualcuno che parla.

Poiché si pensa che questa attività cerebrale sia simile sia se ascoltiamo una frase sia se pensiamo la stessa frase, la scoperta ci porta un passo più vicini a trasmettere i nostri pensieri interiori al mondo senza parlare. Le implicazioni sono enormi – persone rese mute da una paralisi o da una lesione cerebrale potrebbero riguadagnare la loro voce. Potrebbe anche essere possibile leggere la mente di qualcuno.

Immaginate un musicista che guarda un pianoforte riprodotto senza suono, dice Brian Pasley dell’Università della California, Berkeley. “Se un pianista esperto stesse guardando un pianoforte riprodotto in tv con il suono a volume zero, sarebbe ancora in grado di capire come è la musica perché sa quale nota corrisponde a ogni tasto”, spiega Pasley. La sua squadra ha fatto qualcosa di analogo con le onde cerebrali, collegando le aree neurali ai loro rumori corrispondenti.

Come il cervello converta il parlato in informazioni significative è ancora un po’ un puzzle. L’idea di base è che il suono attiva i neuroni sensoriali, che poi passano queste informazioni a differenti aree del cervello in cui vari aspetti del suono vengono estratti ed eventualmente percepiti come linguaggio. Pasley e colleghi chiedevano se potevano identificare in quali aree alcuni degli aspetti più vitali del discorso vengono elaborati dal cervello.

Il gruppo ha presentato parole pronunciate e frasi a 15 persone che dovevano operarsi a causa di epilessia o di un tumore al cervello. Elettrodi registrato l’attività neurale dalla superficie delle circonvoluzioni temporali superiori e medie – un’area del cervello vicino all’orecchio che è coinvolto nella elaborazione del suono. Da queste registrazioni, il team di Pasley ha iniziato a decodificare quali aspetti del linguaggio fossero collegati a quale tipo di attività cerebrale.

dn21408-1_300

Il suono è costituito da diverse frequenze che vengono separate nel cervello e elaborate in zone differenti. “In poche parole, una porzione [di neuroni] potrebbe occuparsi solo di una gamma di frequenza di 1000 hertz e non occuparsi di niente altro. Un’altra porzione potrebbe occuparsi di una frequenza di 5000 hertz”, spiega Pasley. “Possiamo guardare la loro attività e identificare di quale frequenza si occupano. Dal che si può supporre che, quando l’attività di quella porzione è in aumento, c’è stato un suono con quella frequenza.”

La frequenza non è l’unica informazione che è possibile estrarre. Altri aspetti del discorso, come ad esempio anche il ritmo delle sillabe e le fluttuazioni delle frequenze sono importanti per la comprensione del linguaggio, dice Pasley.

“L’area del cervello da cui stanno registrando è quella che connette l’area che elabora il suono e l’area che permette di interpretare e formulare una risposta”, dice Jennifer Bizley, ricercatrice sulla funzione uditiva presso l’Università di Oxford. “Le caratteristiche che possono ricavare da questa zona sono quelle veramente importanti per la comprensione del parlato.”

La squadra di Pasley è stata in grado di correlare molti di questi aspetti del discorso all’attività neurale che ha luogo nello stesso tempo. Hanno poi ricavato un algoritmo per interpretare l’attività neurale e creare uno spettrogramma da esso (vedi figura). Questa è una rappresentazione grafica del suono che raffigura quanto di quella frequenza si sta verificando in dato un periodo di tempo. Hanno testato l’algoritmo confrontando spettrogrammi ricostruiti esclusivamente da attività neurale con uno spettrogramma creato dal suono originale.

Hanno usato anche un secondo programma per convertire lo spettrogramma ricostruito in voce udibile. “Gli ascoltatori sentendo le ricostruzioni audio possono essere in grado di tirare fuori similitudini grossolane tra parola reale e parole costruite”, spiega Pasley. Quando alla rivista New Scientist ascoltarono le parole, riuscirono solo a capire “Waldo” e “struttura”. Tuttavia, per la squadra la sua fedeltà fu sufficiente a identificare singole parole utilizzando l’analisi del computer.

Fondamentale per future applicazioni di questa ricerca è la prova che anche il solo pensare alle parole promuove un’attività del cervello che assomiglia al sentire quelle parole pronunciate ad alta voce.

“Sappiamo che per gran parte della nostra elaborazione sensoriale, l’immagine mentale attiva reti molto simili”, dice Steven Laureys dell’Università di Liegi, in Belgio. Dobbiamo essere in grado di dimostrare che anche il solo pensare le parole è sufficiente, il che sarebbe utile in ambiente medico, soprattutto per i pazienti impossibilitati a esprimersi, dice.

“E ‘qualcosa che vorremmo perseguire”, dice Pasley. La sua non è l’unica squadra che spera di produrre suoni dai pensieri. Frank Guenther della Boston University, Massachusetts, ha interpretato i segnali del cervello che controllano la forma della bocca, delle labbra e della laringe durante il discorso per capire quale forma una persona sta tentando di far assumere al suo apparato vocale e di conseguenza quale parola sta cercando di pronunciare. Hanno provato il loro software su Erik Ramsey , che è paralizzato e ha avuto un elettrodo impiantato nella sua corteccia fono-motoria. Attualmente il software è abbastanza buono per produrre alcuni suoni vocalici, ma non suoni più complessi.

Laureys sta anche lavorando su metodi per distinguere l’attività cerebrale in corrispondenza con “sì” e “no” a persone che non possono parlare. Altri neuroscienziati stanno escogitando metodi simili per comunicare con i pazienti in stato vegetativo, monitorando l’attività cerebrale mediante fMRI.

“Certo, sarebbe molto meglio se si potesse decodificare le loro risposte, le loro parole e pensieri”, dice.

L’ nformazione uditiva viene elaborata in modo analogo in tutti noi quindi in questo senso il nuovo modello può essere applicato a tutti, dice Pasley, ma le impostazioni certamente hanno bisogno di essere personalizzate all’individuo a causa delle differenze anatomiche tra cervelli diversi. Dice che il processo di formazione è breve e prevede l’ascolto di suoni. Dopo che il modello è formato può essere usato per predire una frase – perfino se contiene parole che il modello non ha sentito prima.

Pasley dice che la tecnologia per trasformare questa idea in realtà è disponibile. “Gli impianti trasmettono i segnali registrati ad un decodificatore che converte i segnali in comandi di movimento, nel nostro caso, un discorso”. Vuole sviluppare interfacce impiantabili, sicure e senza cavi, per l’uso a lungo termine.

Nessuno leggerà i nostri pensieri tanto presto, dice Jan Schnupp, anche lui a Oxford, poiché solo un piccolo numero di persone operate al cervello avrà questi dispositivi impiantati.

Ma per chi ha bisogno di una voce questo lavoro è un passo avanti. “Si aggiunge alla affascinante letteratura sulla decodificazione dei pensieri, che sta diventando sempre più precisa”, afferma Laureys. “Abbiamo motivo di essere ottimisti.”

Non sappiamo se ottenere frasi da pensieri sia già possibile, dice Pasley – ma è ottimista. “Certamente la speranza c’è.”

Riferimento ufficiale: PLoS Biology , DOI: 10.1371/journal.pbio.1001251

Traduzione a cura di Gioia C.

FONTE ORIGINALEhttp://www.newscientist.com/article/dn21408-telepathy-machine-reconstructs-speech-from-brainwaves.html?full=true

Per saperne di piùhttp://www.newscientist.com/article/mg21028141.600-mind-readers-eavesdropping-on-your-inner-voice.html

Editorialehttp://www.newscientist.com/article/mg21328503.900-braineavesdropping-tech-cant-steal-your-thoughts.html

RESOCONTO COMPLETO SUL CASO GIOTTI – VIDEO INTERVISTA – SEZIONE DOCUMENTI

INTERVISTA AD ANDREA GIOTTI IN TRASMISSIONE TV

VIDEO INTERVISTA

LA MIA VITA E’ DIVENTATA UN INCUBO! intervista a CRONACA VERA

Se il controllo mentale è solo una bufala, perché il dipartimento della difesa lo classifica come segreto?

Se il controllo mentale è solo una bufala, perché il dipartimento della difesa lo classifica come segreto?

375219_160594090710546_582442242_n Questo documento “classico” non è più disponibile su raven1, ma è invece opportuno consultarlo ancora dato che contiene informazioni su di un sistema di controllo mentale sovietico.

392895_312988738804413_730075252_n

Esposto operazioni psicologiche 1/2

Esposto operazioni psicologiche 1/2

Esposto operazioni psicologiche 2/2

Esposto operazioni psicologiche 2/2

Esposto incidente 1/2

Esposto incidente 1/2

Esposto incidente 2/2

Esposto incidente 2/2

Verbale contenzioso

Verbale contenzioso

733900_312988412137779_797510247_n

Risposta dell'Università di Firenze alla mia segnalazione sul caso Cappellini.

Risposta dell’Università di Firenze alla mia segnalazione sul caso Cappellini.

Risposta del segretario di stato vaticano a "Slave Minds".

Risposta del segretario di stato vaticano a “Slave Minds”.

EEG 1/5: Elettroencefalogramma eseguito presso l'ospedale di Pistoia nel Gennaio 2010 che mostra un'anomala presenza di onde cerebrali theta nell'emisfero sinistro in stato di veglia.

EEG 1/5: Elettroencefalogramma eseguito presso l’ospedale di Pistoia nel Gennaio 2010 che mostra un’anomala presenza di onde cerebrali theta nell’emisfero sinistro in stato di veglia.

EEG 2/5

EEG 2/5

EEG 3/5

EEG 3/5

EEG 4/5

EEG 4/5

EEG 5/5

EEG 5/5

Verbale di pronto soccorso 1/3: Ricovero effettuato presso l'ospedale "Aurelia" di Roma nel Gennaio 2010, a seguito dell'apertura del canale di "telepatia artificiale" nei miei confronti.

Verbale di pronto soccorso 1/3: Ricovero effettuato presso l’ospedale “Aurelia” di Roma nel Gennaio 2010, a seguito dell’apertura del canale di “telepatia artificiale” nei miei confronti.

Verbale di pronto soccorso 2/3

Verbale di pronto soccorso 2/3

Verbale di pronto soccorso 3/3

Verbale di pronto soccorso 3/3

Gli effetti della privazione del sonno su di me ed una lesione sotto l'occhio destro che in precedenza non avevo.

Gli effetti della privazione del sonno su di me ed una lesione sotto l’occhio destro che in precedenza non avevo.

 Irritazione cutanea di forma approssimativamente ellittica causata da un breve ma intenso effetto termico sperimentato nel letto di una camera d'albergo durante una notte dell'estate 2010 e progressivamente scomparsa durante i giorni seguenti.


Irritazione cutanea di forma approssimativamente ellittica causata da un breve ma intenso effetto termico sperimentato nel letto di una camera d’albergo durante una notte dell’estate 2010 e progressivamente scomparsa durante i giorni seguenti.

Lesione cutanea non associata a percepibili effetti termici e comparsa durante il sonno in una notte del Gennaio 2012 trascorsa nella mia abitazione. — presso Pistoia.

Lesione cutanea non associata a percepibili effetti termici e comparsa durante il sonno in una notte del Gennaio 2012 trascorsa nella mia abitazione. — presso Pistoia.

399715_166970836739538_2129923148_n

 Potrebbe sembrare il graffio di un gatto, ma in superficie non c'è traccia di abrasione.


Potrebbe sembrare il graffio di un gatto, ma in superficie non c’è traccia di abrasione.

RESOCONTO COMPLETO SUL CASO GIOTTI – DI ANDREA GIOTTI – SEZIONE DOCUMENTI

 In questo tabellone sono stimate le posizioni dei picchi degli spettri presenti in questo stesso album e viene tentata una correlazione tra queste posizioni attraverso le potenze del rapporto aureo.

In questo tabellone sono stimate le posizioni dei picchi degli spettri presenti in questo stesso album e viene tentata una correlazione tra queste posizioni attraverso le potenze del rapporto aureo.

RESOCONTO COMPLETO : https://italiaparla.wordpress.com/2013/08/16/esposto-su-operazioni-psicologiche-di-andrea-giotti-prima-parte/

https://italiaparla.wordpress.com/2013/08/16/resoconto-completo-sul-caso-giotti-di-andrea-giotti-seconda-parte/

PROGETTO GLOBALE MEREGIO DELL”IBM ESPERIMENTO DI CONTROLLO MENTALE SU LARGA SCALA IN SVEZIA

PROGETTO GLOBALE MEREGIO DELL”IBM ESPERIMENTO DI CONTROLLO MENTALE SU LARGA SCALA IN SVEZIA

Per favore divulgate questo testo in tutto il mondo perché è stato già cancellato !!!
e molte homepage avevano un’attacco. Anche il mio sito e questo degli amici miei.
• Tutti l’hanno ma nessuno è a conoscenza di che cosa è o di che cosa fa – la “Energy-Box
(nuovo contattore elettrico; per vedere quanto elettricità si consuma).

• L’abbiamo ottenuto senza preoccuparci a questo proposito, senza capire, senza chiedere: Elettricità dell’Internet.

• Non è l’ “Internet via elettricità” che è stato fermato, per le compagnie della banda
larga specialmente quelle della 3G che dovrebbe entrare in fallimento.

La ENERGY BOX è un trasmettitore GPRS a frequenza (come il radar) ed è una specie di rete internet a miscela tra GSM e 3G. Inoltre ha un “tester Eshelon”, un sistema a PLC (Powerline Communication = comunicazione a linea elettrica) della compagnia Televent o detta anche ESCHELON, per cambiare l’elettricità.
È una banda larga ed è accesa costantemente – non solo per quei secondi che l’azienda elettrica la usa.
La scatola ci irradia non solo direttamente la radiazione del sistema 3G (dell’altro una frequenza a pulsazione molto maligna e solo ad uso militare), ma gli impulsi entrano anche nel sistema elettrico e così l’interna abitazione diventa un campo ad alta frequenza a pulsazione 3 G la quale è collegata alla rete internet e può irradiare ovviamente molti alla morte (leucemia).
Questa scatola non trasmette all’azienda elettrica ma all’Internet ovvero in questo caso all’intero Sistema Elettrico che è stato trasformato in un sistema di comunicazione.

Per quale motivo è stata scelta la rete d’Internet, perché è stato istallato nelle nostre case
con tale silenzio e segretezza, perché sostituire l’elettricità con un sistema di comunicazione?

SEMPLICE:
3G è già un sistema militare efficiente ed il telefono è soltanto un effetto affiancato. L’intero problema con i tralicci e le antenne che trasmettono fra di loro era principalmente “una manovra di mascheramento”.
(Le prime “Internet Houses in the World”)

• Non aiuta rifiutare il “Box” perché il vostro vicino né ha comunque uno che trasmette lo stesso gli impulsi alla vostra casa tramite il sistema elettrico.

• Come sia, noi abbiamo assolutamente il diritto di non accettare l’Energy Box, anche
perché la “LEGGE” che le autorità applicano non esiste e figuriamoci sulla
“radiazione forzata”

• La base reale in primo luogo è di cambiare il nostro sistema elettrico in un sistema di comunicazione che va introdotto semplicemente per un ”controllo totalitario”.

• Ora l’elettricità è sottoposto ad un’altra legge, la cosiddetta “legge di comunicazione”.

• Questa legge dà all’ente FRA (Försvarets ente radiofonico – una specie di Echelon per la difesa svedese); uno dei sistemi di spia in Svezia, il diritto di controllare e svolgere le attività di spionaggio.

Possono leggere le mail, ascoltare i telefoni e controllare ogni genere di comunicazione, anche “l’Internet-Elettricità” e con questo la vostra casa.

• Il governo della Svezia dà per l’esattezza al FRA un nuovo supercomputer (Cervello-Supercomputer – Brain-Supercomputer).
Coloro che conoscono già qualcosa circa le frequenze e le tecniche di microonde sanno certamente quali sono le possibilità di controllo. Attraverso di queste, ogni calcolatore (PC) è collegato alla nuova “Internet Elettricità”, così in principio tutti, assolutamente tutti sono in “zona pericolo” per gli attacchi da Internet.
Banca, polizia, ospedali e qualsiasi azienda, assolutamente tutti che hanno bisogno di elettricità non possono più affidarsi ai Firewall e Antivirus contro l’Internet-Elettricità.
Quale server sia connesso alla vostra “INTERNETHOUSE” è sconosciuto. :=)
Se uno di questi server usa l’ELF modificato (Extreme Low Frequency – estrema frequenza bassa = una frequenza artificiale del cervello) è facile da ottenere le immagini 3D di ogni stanza e poter ascoltare ogni conversazione. Ancora più sgradevole è che si può molto facilmente trasmettere qualsiasi frequenza attraverso la rete di Internet, anche quelli che influenzano le frequenze del cervello delle persone.
(Un controllo a distanza per tutta la gente?)

Siamo nel più grande esperimento riguardo al controllo d’onde del cervello umano che il mondo abbia mai conosciuto. La Svezia e la Finlandia sono stati sempre paesi in cui avevano luogo esperimenti per le microonde su vasta scala e quindi per primi hanno ottenuto il sistema in questione.
Se tutto va bene seguiranno anche altri paesi. La Germania ha già un programma TV circa il progetto. Lo stesso vale per altri stati.
Dobbiamo assolutamente rifiutare la Energy Box e convincere i nostri vicini a partecipare. (Per primo si può restituire la scatola).

Dobbiamo molto velocemente divulgare le informazioni riguardo a questo nuovo sistema in modo che arrivi al pubblico e che tutte le bugie siano rivelate (giornali, internet; TV ecc.).

Chi può è pregato di dare un suo contributo , data l’urgenza, dato che questo primo esperimento è già in atto.
Se non lo fermiamo ora, quindi l’intero mondo otterrà questo sistema.
C’è un collegamento diretto fra questo Box ed il più grande sistema HAARP nel mondo, “LOIS” nel Sud della Svezia, scie chimiche (chemtrails), FRA, Echelon e come la Svezia sia stata “affittata” alla NATO in modo da poter collaudare questi nuovi sistemi di armamento esotici in Norrland (Nord della Svezia) senza il controllo dei militari svedesi. Microonde, suoni, scalari, chemtrails, nano ecc..

La Svezia è diventata attualmente uno dei più importanti paesi militari nel mondo grazie al “LOIS”, test d’arma della Nato, la sua posizione geografica ecc..

!!! (il BARIO contenuto nelle chemtrails rende visibile la gente sul radar) !!!

Ora il piccolo contattore d’energia fa parte delle Leggi patriottiche americane (anche conosciute come “Patriarcal Axe 1 & 2”) che ovviamente seguono automaticamente la NATO-America in Svezia.

Il controllo totale delle abitazioni ed il comportamento della gente è soltanto l’inizio. 3G e la Energy Box sono già fondamentalmente una parte del nuovo sistema d’armamento ed è ovvio che la NATO progetta maggiore sperimentazione sulla popolazione svedese.
Alcuni sistemi d’arma possono essere sperimentati soltanto “dal vivo” e sulla gente. Quest’ anno stanno sperimentando soltanto una piccola parte del “LOIS” nel progetto di prova.
Appena terminata la fase di prova, l’esperimento verrà ampliato su larga scala. LOIS copre tutta la Svezia ed è collegata al 3G, alle energy-box, al sistema LOFAR nell’Europa centrale ed all’ICECAT in Scandinavia del Nord. (LOFAR è un sistema di HAARP nel mezzo d’Europa, fra l’Olanda e la Germania.)

• Prova a comprendere che cosa abbiamo nelle nostre case e quanta responsabilità
abbiamo verso il mondo!
• Chi verrà a fermare il sistema se non fossimo noi stessi?
• Raccogli le informazioni, fatti una tua idea, valuta tutto quello che hai trovato e non
dimenticartene.

Aiuta a fermare il Box e l’esperimento di controllo mentale sul larga scala in Europa! 

Scatola con il GPRS-Trasmettitore ed il sistema del PLC

Scatola con il GPRS-Trasmettitore ed il sistema del PLC

Scatola senza trasmettitore e soltanto sistema del PLC

Scatola senza trasmettitore e soltanto sistema del PLC

Notizie:

1. Ora è vietato esaminare la scatola e le compagnie elettriche non parleranno più del sistema del PLC.

2. LOIS ora è pronto ed alcuni degli ultimi disastri naturali sono collegati direttamente a questo sistema.

3. IBM dà il più grande supercomputer al mondo a LOIS “gratuitamente”. (Era l’IBM che ha creato i programmi di “numero” per i campi di concentramento polacchi e tedeschi.)

4. Germania e l’Olanda saranno i prossimi ad avere la “Energy Box”.

Avete bisogno di più informazioni !!!??? Divulgate questo testo se volete!
Il mercato svedese dell’energia sta affrontando alcuni vasti cambiamenti, in seguito ad una decisione del governo che tutti i proprietari delle reti di distribuzione di energia elettrica devono realizzare gli “AMR-systems” (Automatic Meter Reading = lettura automatica del contatore) per raccogliere i dati del consumo d’energia dai loro clienti.
La compagnia di energia “Falu Elnät AB” impiega tre differenti linee elettriche comunicando attraverso i sistemi AMR i dati del consumo di energie da contatori elettrici individuali.

Questo progetto di tesi è uno studio analitico di “Falu Elnät” che attua questi sistemi
chiamati Turtle, Senea CustCom e di Avalon X-base da Enermet.
I sistemi sono valutati separatamente per dare una visione statistica della loro prestazione e per analizzare che cosa causa la varietà di performance nelle zone differenti all’interno di diversi sistemi.
I “networks” di distribuzione d’energia mostrano il malfunzionamento per scopi di comunicazione e i sistemi analizzati sono chiaramente influenzati da questo. I sistemi sperimentano grandi variazioni nella loro prestazione di comunicazione.

Attenuazione del segnale e rumore interferiscono con la frequenza della banda di comunicazione che rappresentano le più grandi perdite ancora da affrontare per il sistema.
Queste perdite possono essere parzialmente evitate con una cauta collocazione attenta della linea elettrica di comunicazione, identificazione e filtrazione delle fonti di rumore e l’uso dell’amplificazione del segnale nei terminali del ripetitore.
ChemTrails in Sweden and the World Haarp Systems
The Swedish Mindcontrol Experiment
Swedish-English-German
http://fraktali.biz/

HAARP Systems -Radars – Radio Teleskope
• Lois: Southern Sweden.
• Arecibo: Puerto Rico;
• Chernobyl 2: Russia
• Haarp: Gakona, Alaska;
• Hipas: Chena Hot Springs, Alaska;
• Eiscat: Tromsø,Norway; -Sweden-Finnland
• SPEAR: Svalbard
• SURA: Nizhniy Novgorod, Russia;
• Nostradamus-Project:: France, betwen Dreux and Senonche in Département Eure
et Loir.
• Lofar: Holland
• Sondrestrom:Greenland
• Jicarmaca: Peru
• Kyoto: Japan
• Millstone Hill: North Chelmsford,Massachusetts,America
• Irkutzk:Siberia
• Kharkov:
• Esrad: Sweden
• Cutlass:Finland and Iceland
• SGO: Sodankylä Ionosonde, Finland
• Stare: Scandinavian Twin Auroral Radar
• SuperDarn:Super Dual Auroal Radar Network
• Nerc : Aberystwyth in west Wales (UK)

Se capite ora che cos’è HAARP comprenderete anche PERCHE’ I poli si sciolgono così velocemente.

lofar201

Novità:

Uno studio ampio svolto in Germania ha mostrato che quasi tutte le persone esposte alle radiazioni del 3G hanno subito un cambiamento nel midollo spinale. L’INIZIO DELLA LEUCEMIA!

Una nuova Legge del governo svedese dice (espresso in modo semplice) che si possono adesso prendere dalla gente le suddette „cose di importanza vitale” (TV, telefono, radio ecc.). Perciò si ha iniziato a smontare “la rete fissa di telefonia”. Come sostituzione ognuno dovrebbe avere un’impianto fisso di telefonia mobile (il proprio traliccio sulla casa e la stazione di base sotto il letto). Se non si vuole averli, … allora: nessun telefono. Già
molte persone anziane non hanno più un telefono, anche per il fatto che non capiscono il mobilphone e così non potranno chiamare per emergenze per esempio l’ambulanza.

(Questo non è in principio uccisione? Prima la radiazione forzata e poi nessun telefono nel caso di emergenza!!)
Purtroppo il politico (donna) al quale si potrebbe lamentarsi e dovrebbe dare aiuto è anche la più grande azionista della azienda che produce questo sistema fisso di telefonia mobile.
La Svezia è fantastica!!!

La suddetta legge FRA è entrata in vigore a partire dal 1. Gennaio 2009 che ammette ufficialmente l’intercettazione di tutto e di tutti. I 12 punti che dovrebbero proteggere il cittadino, dicevano, saranno impiegati più “tardi”. (?) (Hitler diceva sicuramente la stessa cosa.)

Il calcolatore elettronico ha fatto aumentare ogni bolletta di circa il 10 %. Circa due settimane prima del terremoto c’era nella Svezia del Sud un grande boato che ha fatto ballare le case.
Si diceva che fosse un fulmine e questo era talmente gigantesco che a dirittura un pilota poteva vederlo in Norvegia.
Qualche giorno prima del terremoto ci è stato il più grande black-out elettrico (ed anche telefonico) visto fin’ora su tutta la Svezia del Nord. Il disturbo durava quasi una intera settimana. Questa interruzione non ha a che fare in modo “diretto” con LOIS, ma solo indirettamente (il Box e LOIS sono stati connessi fra di loro).
Si è messo in funzione nella parte della Svezia del Nord la nuova elettricità con il sistema PLC.

Questa nuova elettricità crea grande problemi ai trasformatori, perché non fa passare abbastanza la nuova elettricità.
Nella notte prima del terremoto volavano gli aerei d’erogazione di notte per la prima volta.
Normalmente si eroga qui sopra in Svezia nel Nord molto raramente e di solito solo per il
controllo del tempo. Non mi è capitato mai di vederli di notte.
Poi è arrivato il terremoto.

Questo terremoto e il fulmine si sono generati a causa del rimbalzo d’energia provocato da LOIS.

Abbiamo avuto una grande fortuna, perché poteva succedere la stessa cosa come a Chernobyl e così avremmo avuto un “natale irradiante”.
La Svezia è adesso in possesso dell’arma più potente, più grande e più terribile del mondo e gli esperimenti hanno avuto inizio veramente soltanto in estate.
Non sarà il primo e l’ultimo terremoto, perché grazie a LOIS si ha adesso la possibilità di controllare il completo campo elettromagnetico della terra. Di sicuro si tenterà, come ho spiegato prima e così LOIS giocherà un grande ruolo per il futuro dell’umanità o meglio del “Non-Futuro”. Secondo Nostradamus, uno dei pochi che sapevano qualcosa riguarda LOIS nella Svezia del Sud, questo sistema e gli esperimenti connessi distruggeranno il campo elettromagnetico terrestre. E allora, buona notte! .

Partire dal grande black-out elettrico si possono osservare cambiamenti nella rete elettrica. Tutto va su un’altra frequenza e questo si può notare su molti apparecchi.
Primi effetti:
Molti disturbi fisici ed emozionali delle persone, grandi disturbi di sonno, black-out corti continuamente, lampadine che esplodano, rete della telefonia mobile parzialmente crollato, telefoni che non funzionano, incredibile aumento di potenza elettrica e di radiazione nella rete elettrica, i computer che scricchiolano forte, internet e traffico mail zoppicano, lampadine che vacillano tutto il tempo ecc.. Anche gli allergici d’elettricità
cadono in massa e si sentono morire.
Molti mostrano adesso cambiamenti della personalità e altri disturbi di coscienza, specialmente in campo di memoria.

E tutto questo soltanto a causa di questo piccolo calcolatore, che non dovrebbe avere nessuna influenza sulla rete elettrica.
O no?
Una reazione su questo testo:

Salve, Signor ….,
molto grazie per la sua Info.
Come ingeniere tecnico di telecomunicazioni ed esperto per la tecnica di MIL posso solo
confermare questa tendenza.
La EnBw monterà questi contattori nel progetto MEREGIO insieme con la IBM.
http://www.ibm.com/think/de/energy
Se in un contattore è stato inserito un modulo GSM o UMTS, può avvenire una
correlazione del Time-Code tramite il preciso segnale del tempo di GPS.
Cosi si comporta il network come un microfono a 3D.
La presenza di persone o animali si possono calibrare tramite un modello prova.
Attraverso una modulazione d’incrocio con una frequenza a plugo si può cogliere ogni
modello ricercato.
Lo stato di ORWELL o la via verso il fascismo la sperimentiamo adesso.
IBM lavora con i servizi ai banchi dati semantici e all’analisi di modello semantico.
Con questo possono essere costruiti automaticamente per ogni uomo un profilo.
Uffici incaricati d’incassare per conto terzi già da anni usano questo software.
Venditori per corrispondenza creano modelli dati per ogni cliente.
Cosi sono messi completamente al nudo.
Questo contravviene massicciamente alla legge fondamentale.
La legge fondamentale sarà eliminata pian piano dal trattato di Lisbona e poi avremo il
fascismo puro.
Si diverta e rimanga di un buon umore.

Pagine web d’informazione:

http://www.echelon.com/metering/
http://www.hunttechnologies.com/plc_solutions.asp
• Utility Products – ABB-Supported MEREGIO Project Uses Smart Grid …
• KIT/Universität Karlsruhe – IISM – Information & Market …
• EnBW AG: MeRegio – das schlaue Netz
• E-Energy – MEREGIO
• Institut AIFB – MEREGIO – Minimum Emission Regions
• The Briefing Room » ABB-Supported MEREGIO Project Uses Smart…
http://www.metering.com | German government- funded smart grid project now …
• MEREGIO project uses Smart Grid technology to minimize emissions
• Smart grids make sustainable cities
• E-Energy: MEREGIO
• 081121_MEREGIO_EIfER-DG-Workshop_LW
• EnBW AG: Die Heinzelmännchen kommen
• Research Reports International
• EnBW AG: MeRegio – das schlaue Netz
• SAP Research Report 2007/2008 ? Thinking out of the Box
• BMWi – Federal Ministry of Economics and Technology – Press …
• ABB part of smart grid project in Germany

Con la gentile concessione dell’autore:
Reinhard Ponty
e-mail: reinhard.ponty[at]mailbox.swipnet.se ([at] al posto di @

http://www.fraktali.biz/chemtrail/energyboxend.html http://fraktali.biz/

Traduzione eseguita del testo dall’Inglese e dal Tedesco:
http://xoomer.virgilio.it/alternativo

Armi psicotroniche ed elettromagnetiche : controllo remoto del sistema nervoso

images (5)

Nel marzo 2012 il Ministro della Difesa russo Anatoli Serdjukov disse:

“Lo sviluppo di armamenti basati sui nuovi principi della fisica, armi ad energia diretta, armi geofisiche, armi a onde di energia, armi genetiche , armi psicotroniche etc., fa parte del programma di approvvigionamento delle armi di stato per gli anni 2011-2020,”
Voice of Russia.

Il mondo dei media reagì a questo accenno sull’uso “aperto” di armi psicotroniche pubblicando gli esperimenti degli anni ’60 dove onde elettromagnetiche vennero usate per trasmettere semplici suoni nel cervello umano.

Tuttavia la piu’ parte di queste pubblicazioni non disse che quella ampia ricerca scientifica è stata portata avanti in tutto il mondo. Solo un quotidiano columbiano , El Spectador, pubblico’ un articolo che copriva tutta la gamma dei risultati ed avanzamenti in questo campo.

Il britannico Daily Mail, altra eccezione, scrisse che la ricerca nelle armi elettromagnetiche è stata portata avanti segretamente dagli USA e dalla Russia dagli anni ’50 e che, una precedente ricerca ha mostrato che onde o raggi a bassa frequenza , possono influenzare le cellule cerebrali , alterare stati psicologici e rendere possibile trasmettere condizionamenti e comandi direttamente nel processo di pensiero dell’individuo. ( si veda :”High doses of microwaves can damage the functioning of internal organs, control behaviour or even drive victims to suicide.”: “alte dosi di microonde possono danneggiare il funzionamento di organi interni, controllare il comportamento o persino portare le vittime al suicidio“).

Nel 1975, un neurofisiologo, Don R. Justesen, il direttore dei Laboratories of Experimental Neuropsychology at Veterans Administration Hospital in Kansas City – USA- , involontariamente lascio’ trapelare delle informazioni della National Security Information. Pubblico’ un articolo nell’ “American Psychologist”, “sull’influenza delle microonde sul comportamento delle creature viventi’.

Nell’articolo citò i risultati di un esperimento descrittogli dal college Joseph C. Sharp, che stava lavorando su Pandora, un progetto segreto della Marina Americana. Don R. Justesen nel suo articolo scriveva:

Irradiando se stessi con queste microonde modulate sulla voce, Sharp e Grove furono prontamente in grado di sentire, identificare e distinguere tra 9 parole. I suoni uditi non erano dissimili da quelli emessi dalle persone con la laringe artificiale
(pg. 396).

Che quel sistema successivamente sia stato perfezionato, è dimostrato dal documento che apparve sul sito della Environmental Protection Agency [Agenzia per la Protezione Ambientale] Americana, nel 1997, dove il suo Ufficio Ricerca e Sviluppo (Office of Research and Development) presentò il progetto del Dipartimento della Difesa (Department of Defense): “Comunicare attraverso l’effetto auditivo del microonde”.

Nella descrizione si diceva:

Si descrive una tecnologia rivoluzionaria ed innovativa che offre comunicazioni a bassa probabilità di intercettazione in frequenza radio (RF). Si è stabilita la fattibilità del concetto usando sia un sistema di laboratorio a bassa intensità che con trasmettitore ad alta potenza RF . Esistono numerose applicazioni militari in area di ricerca e salvataggio, sicurezza e operazioni speciali

Nel gennaio 2007 il Washington Post scriveva sullo stesso tema:

Nel 2002, il Laboratorio dell’ Air Force Research [ Laboratorio di Ricerca dell’Aeronautica- USA] brevettò precisamente una tale tecnologia: usare microonde per mandare parole nella testa di qualcuno…”
Rich Garcia, un portavoce del consiglio direttivo per l’energia , del laboratorio di ricerca, non accettò di discutere quel brevetto o attuale o correlata ricerca nel campo, citando la politica del laboratorio di non commentare sul suo lavoro sulle microonde.

In risposta ad una richiesta del Freedom of Information Act [legge per la libertà di informazione] attivatasi per questo articolo, l’Aeronautica pubblicò documenti non “classificati” [“non sotto segretezza] che riguardavano quel brevetto del 2002 — documenti che rilevavano che il brevetto si basava su sperimentazione umana al laboratorio dell’Aeronautica, nell’ottobre 1994, dove scienziati furono in grado di trasmettere frasi nella testa di soggetti umani, anche se con marginale intelleggibilità.

Pare che la ricerca sia continuata almeno per tutto il 2002. Fin dove questo lavoro si sia spinto è ad ora non chiaro. Il laboratorio di ricerca, citando la classificazione, si rifiutò di discuterne o pubblicare altro materiale.

Possiamo solo ri-sottolineare, che i media mondiali hanno evitato di pubblicare tutta la gamma dei progressi fatti nella ricerca relativa al controllo remoto del sistema nervoso umano.

Il dr Robert Becker, nominato due volte per il Nobel per la Pace, per la sua parte nella scoperta degli effetti di campi pulsati per guarire ossa fratturate, scrisse nel suo libro “Body Electric” sull’esperimento del 1974 fatto da J. F. Schapitz, pubblicato grazie alla richiesta del Freedom of Information Act.

J.F. Schapitz affermava:

In questa investigazione verrà mostrato come la parola pronunciata dall’ipnotista puo’ anche essere veicolata direttamente in parti subconscie del cervello umano, a mezzo di energia elettromagnetica modulata, senza impiego di apparecchi tecnici per ricevere o decodificare i messaggi e senza che la persona esposta a tale influenza abbia la possibilità di controllare coscientemente l’input informativo

In uno dei 4 esperimenti, ai soggetti coinvolti venne dato un test di 100 domande, che variavano da domande facili a quelle tecniche . Successivamente, non sapendo che venivano irradiati, essi sarebbero stati soggetti a raggi di informazione che avrebbero suggerito le risposte che avevano lasciato in bianco, amnesia per alcune delle loro risposte corrette e una falsificazione di memoria per altre risposte corrette. Dopo 2 settimane dovevano rifare il test.”
(Dr. Robert Becker: Body Electric: Electromagnetism and the Foundation of Life , William Morrow and comp., New York, 1985).

1-9b98cc8cd5

I risultati del secondo test non furono mai pubblicati. E’ piuttosto evidente che in tali esperimenti venivano mandati messaggi al cervello umano in frequenze di ultrasuoni, che il cervello umano percepisce, ma di cui il soggetto è inconsapevole.

Il Dr. Robert Becker, a causa di quelle pubblicazioni e del suo rifiuto di sostenere la costruzione di antenne per la comunicazione con i sottomarini via frequenze cerebrali, perse il supporto finanziario per la sua ricerca, cosa che significò la fine della sua carriera scientifica.

Trasmettere un discorso umano nel cervello umano usando onde elettromagnetiche, pare sia, per i ricercatori, uno dei compiti piu’ difficili. Deve essere molto piu’ facile controllare le emozioni umane che motivano il pensiero e le azioni umane. Le persone che affermano di essere vittime di esperimenti con tali dispositivi, lamentano, a parte il fatto di sentire le voci, di sentire false emozioni (incluso l’orgasmo) ma anche dolori ad organi interni che i medici non sono in grado di diagnosticare.

Nel novembre 2000 il Comitato per la Sicurezza della Duma, dello Stato Russo affermò che molti governi moderni hanno a disposizione mezzi che consentono il controllo remoto del sistema nervoso umano o la possibilità di procurare in remoto [a distanza] malori fisici.

E’ piuttosto evidente che quelle tecnologie vengono usate, in conflitto con il codice di Norimberga, per esperimenti su esseri umani ignari . Nel 2001 il quotidiano dell’esercito USA, il Defense News, scriveva che Israele stava sperimentando quelle armi sui Palestinesi.

Anche il Presidente, spodestato, dell’Honduras, Manuel Zelaya, mentre era sotto assedio nella ambasciata brasiliana in Honduras, lamentò di essere stato soggetto a ”bombardamento di elettroni con microonde”, cosa che produceva “mal di testa e destabilizzazione organica”. The Guardian, Ottobre 2008.

Quando Amy Goodman del Democracy Now gli chiese:

“Come Presidente, sapete di questo nell’arsenale dell’Honduras?”
Zelaya rispose : “Si, ovviamente“

L’uso di quelle armi riemerge di tanto in tanto in tempi di crisi politica. Secondo dei quotidiani russi, durante il fallito putch contro Mikhail Gorbachov, nel 1991, il generale Kobets mise in guardia i difensori della Casa Bianca Russa , sul fatto che la tecnologia del mind control poteva venire usata contro di loro (Komsomolskaya Pravda, September 7,1991, O. Volkov, „Sluchi o tom chto nam davili na psychiku nepotverzdalis. Poka“).

Dopo il putsch, il vice presidente della Lega degli Scienziati Indipendenti dell’URSS [League of Independent Scientists of the USSR] Victor Sedlecki, pubblicò una dichiarazione nel quotidiano russo Komsomolskaya Pravda, dove affermava:

Come esperto ed entità legale, dichiaro che la produzione di massa … di biogeneratori psicotronici è stata lanciata a Kiev (e questo è veramente una questione molto seria). Non posso asserire per certo che siano stati esattamente i generatori di Kiev ad essere usati durante il putch… tuttavia, il fatto che fossero usati è cosa ovvia per me.”

Cosa sono i generatori psicotronici?
E’ un equipaggiamento elettronico che produce l’effetto di controllo guidato nell’organismo umano. I suoi effetti sono particolarmente sugli emisferi destro e sinistro della corteccia. Questa è anche la tecnologia del progetto USA Zombie 5“.

Egli inoltre affermò che a causa della inesperienza del personale che li usava, il tentativo di usare i generatori fallì.
(Komsomolskaya Pravda, August 27,1991, “Avtory programy Zombi obnaruzheny v Kieve”.

Attualmente in USA molte centinaia di persone lamentano la manipolazione remota del loro sistema nervoso e stanno preparando una class action contro l’FBI, il Dipartimento della Difesa ed altre Agenzie (ministeri) per chiedere loro di pubblicare i files che riguardano le loro persone, rilevare le radiazioni dannose mirate ai loro corpi e le fonti di tali radiazioni. Allo stesso modo circa 2000 persone stanno denunciando la situazione in Russia, piu’ di 200 in Europa, piu’ di 300 in Giappone e decine di persone in Cina ed India.

Un politico russo, Vladimir Lopatin, che lavorava al Comitato della Sicurezza della Duma dello Stato Russo e che vi introdusse un emendamento per proibire l’uso di tali tecnologie, ammise nel suo libro „Psychotronic Weapon and Security of Russia“ [ Arma psicotronica e Sicurezza della Russia] (editore Sinteg, Moscow, 1999), che in Russia vengono fatti esperimenti su cittadini ignari; lo si comprende da questo passaggio:

Servono processi legali per realizzare dei risarcimenti per i danni e perdite che siano da riferirsi alla riabilitazione sociale di persone che soffrono di influenze informative distruttive
(estratti dal libro in inglese (http://mojmir.webuda.com/Psychotronic_Weapon_and_the_Security_of_Russia, pg. 113). Bisogna comprendere che la maggior parte di queste persone, passano da un ospedale psichiatrico all’altro.

Vladimir Lopatin visitò gli USA nel 1999 come presidente del “Subcomitato per la Riforma Militare del Comitato Supremo Sovietico dell’URSS per Questioni di Difesa e Sicurezza” [Military Reform Subcommittee of the USSR Supreme Soviet Committee for Issues of Defense and State Security] ed incontrò Richard Cheney. A quel tempo veniva descritto come il “ “leader di una nuova “stirpe” di dissidenti sovietici. Poi scomparve dai ranghi maggiori dei politici russi.

Perchè questa ricerca è stata mantenuta segreta fino ad oggi?
Ci sono due spiegazioni per questo:

– La prima è che c’è una gara segreta tra gli eserciti del mondo , dove le superpotenze concorrono per ottenere una supremazia decisiva in questa area e gestire in questo modo il controllo sul mondo intero.
– La seconda è che i governi tengono al caldo queste tecnologie nel caso in cui non siano in grado di controllare con mezzi democratici, le crisi che possono sorgere come risultato delle loro mediocri decisioni.

In entrambi i casi si porrà fine all’era democratica e della libertà umana nella storia. Secondo una dichiarazione dell’ex Ministro della Difesa Russo, Serdjukov, ci sono di massima ancora 8 anni prima che queste armi siano ufficialmente parte dell’arsenale militare russo. Per la democrazia questo significherebbe l’inizio della fine.

In ogni caso I Russi, in passato, non erano decisi a far lavorare i loro mezzi. Quando fu lanciata la costruzione del sistema Americano HAARP , sistema che si suppone in grado di avere come bersaglio ampie regioni del pianeta facendo vibrare la ionosfera alle frequenze cerebrali [vibrating the ionosphere in brain frequencies ] (in questo esperimento non furono usate le frequenze cerebrali ma il sistema HAARP puo’ trasmettere anche in frequenze cerebrali), la Russia dichiarò la sua volontà a bandire le tecnologie per il controllo mentale.

La Duma dello Stato Russo e di conseguenza l’Assemblea Interparlamentare dell’Unione degli Stati Indipendenti si rivolse all’ONU, all’ OBSE e al Consiglio d’Europa con una proposta per una convention interna per mettere al bando lo sviluppo e l’uso di armi informative.

Secondo il quotidiano russo Segodnya, nel marzo 1998, la questione fu discussa con il segretario generale dell’ONU, Kofi Anan ed inclusa nell’agenda dell’Assemblea generale dell’ONU .

E’ molto probabile che gli USA abbiamo rifiutato di negoziare questa convenzione e di conseguenza il divieto sulle armi informative non venne discusso dall’Assemblea Generale dell’ONU.
Persino nel Congresso Americano, apparve un emendamento che proponeva il divieto di tecnologie sul controllo mentale.
http://thomas.loc.gov/cgi-bin/query/r?c107:chemtrails.

Ma questo fu solo per un breve periodo. L’emendamento fu poi cambiato e il divieto di quelle tecnologie fu lasciato fuori dal decreto Space Preservation Bill. Nè il Congresso USA nè il Presidente USA hanno mai fatto uno sforzo per vietare le armi di controllo mentale.

Anche il Parlamento EU reagì al lancio della costruzione del system HAARP ( The European Parliament reacted as well to the launch of the HAARP system construction ), quando nel 1999 richiese che venisse vietata la manipolazione degli esseri umani.

La risoluzione passò dopo la testimonianza dell’autore americano del libro “Angels Don’t Play this HAARP” [Gli Angeli non suonano questa HAARPA], Nick Begich, che pare convincesse il parlamento EU del possibile uso di questo sistema per manipolare le menti di tutte le popolazioni.

Nel rapporto del pannello dello STOA (Science and Technological Options Assessment-Valutazione delle opzioni scientifiche e tecnologiche) da parte del Parlamento Europeo , ovvero nel “Crowd Control Technologies” – tecnologie di Controllo della Massa, viene citato il testo originariamente proposto, relativo alla Risoluzione del Parlamento Europeo.

In tale testo il Parlamento Europeo richiede:
una convenzione internazionale ed un divieto su tutta la ricerca e sviluppo, sia civile che militare, che cerca di applicare la conoscenza della chimica, elettrotecnica, vibrazione sonora ed altre funzioni del cervello umano, per lo sviluppo di armi che possano permettere una qualsivoglia forma di manipolazione degli esseri umani, incluso il divieto di ogni effettivo o possibile spiegamento (sottolineato dall’autore dell’articolo) di tali sistemi. (40, pg CII, ref. 369).

Ma pare che allo stesso tempo i Paesi EU abbiano dato le dimissioni da questa intenzione … nel momento in cui accettano la politica della NATO sulle armi non letali.

Nello stesso rapporto, lo STOA afferma che gli USA sono il maggior promotore dell’uso di quelle armi e che: “Nell’ottobre 1999 la NATO annunciò una nuova politica di armi non letali ed il loro posto negli arsenali alleati” (pg. xlv) e prosegue:
“Nel 1996 strumenti non letali identificati dall’esercito USA includevano … “ sistemi di direzione di energia e armi a radio frequenza“ ”European Parliament “(a fine pagina, secondo riferimento pg. Xlvi).

“Un sistema di direzione di energia” viene successivamente definito da un documento dello STOA: “Un sistema di armi a direzione di energia progettato per accordarsi ad una fonte di radio frequenza, per interferire con l’attività del cervello umano a livello sinaptico“ (a fine pagina, primo riferimento, Appendice 6-67). Dal 1999 quelle armi sono state aggiornate per altri 13 anni. European Parliament

Nel 1976 il futuro consulente per La Sicurezza Nazionale  del cabinetto del Presidente Carter,
Zbygniew Brzezinski, scrisse un libro “Between Two Ages, America’s Role in the Technetronic Era” (Penguin Books, 1976, Massachusets), ovvero: “Tra le Epoche, il ruolo dell’America nell’era tecnotronica”.

In tale libro egli predisse una “società piu’ controllata e diretta” basata sullo sviluppo della tecnologia, dove un gruppo elitario giocherà un ruolo guida, che si avvantaggerà di persistenti crisi sociali per usare “le tecniche di avanguardia per influenzare il comportamento umano e tenere la società sotto stretta sorveglianza e controllo”.

Nella pubblicazione dell’Istituto di Studi Strategici – Strategic Studies Institute- del college militare dell’esercito americano – U.S. Army War College- pubblicato nel 1994, fupredetto l’uso delle tecniche di controllo mentale:http://www.strategicstudiesinstitute.army.mil/pubs/display.cfm?pubID=241.

Lo scenario per l’anno 2000 presumeva la crescita del terrorismo, del traffico di droga e della criminalità e venne tratta una conclusione:
“Il presidente fu cosi ben disposto all’uso di quel tipo di tecnologia psicotronica che formava il nucleo dell’ RMA (rivoluzione negli affair militari)… fu necessario ripensare i nostri proibizionismi etici sulla manipolazione delle menti dei nemici (e di quelli potenziali) sia internazionali che domestici… Grazie a sforzi persistenti cambiarono le nozioni domestiche, molto sofisticate, sulla “crescita della coscienza” e quelle fuori moda “sulla privacy personale” e sulla “sovranità nazionale. Una tecnologia cambio’ il modo in cui la forza veniva applicata e cose come il coraggio personale, la leadership faccia faccia e la mentalità anti-guerra, diventarono irrilevanti”…

“I sostenitori potenziali o possibili delle insurrezioni nel mondo venivano identificati usando l’ Interagency Integrated Database [una raccolta dati integrata e inter-Agenzie]. Questi venivano categorizzati come “potenziali” o “attivi” , con sofisticate simulazioni della personalità, usate per sviluppare, creare su misura e mettere a fuoco campagne psicologiche per ognuno di loro”

Cosi l’Institute of Strategic Studies [l’Istituto per gli Studi Strategici] suppose che nel 2000 queste tecnologie sarebbero state cosi avanzate che sarebbe stato possibile privare l’essere umano della sua libertà e adattare la sua personalità ai bisogni della elite dominante. Molto probabilmente queste tecnologie erano a questo livello già nel 1994.

I tentativi di far conoscere al grande pubblico l’esistenza di simili armi, vengono sistematicamente soppressi, considerando che è evidente che un pubblico democratico richiederebbe immediatamente un divieto di quelle tecnologie.

Vladimir Lopatin [il politico russo di cui abbiamo parlato sopra, che lavorava al Comitato della Sicurezza della Duma dello Stato Russo e che vi introdusse un emendamento per proibire l’uso di tali tecnologie], scriveva:

La corsa alle armi sta accelerando come conseguenza della classificazione. La segretezza: in primo luogo il modo per assicurarsi un crudele controllo sulle persone…il modo per ridurre la loro creatività e ridurli a dei biorobots…

E quella guerra psicotronica “sta già avvenendo senza dichiarazione di guerra, segretamente… Solo se il lavoro sul problema del controllo mentale non sarà piu’ coperto dalla cortina della segretezza, dalla straordinarietà, dalla misteriosità, solo se verrà portata avanti una ricerca scientifica complessa e aperta, con partecipazione internazionale, la guerra psicotronica, incluso l’uso di armi psicotroniche, potrà essere evitata”.

L’articolo “Informacni zbrane ohrozuji demokracii a lidstvo” è stato cancellato dal sito del quotidiano online ceco Britske Listy ( www.blisty.cz ). Facebook ha bloccato la condivisione dell’indirizzo web originale della versione inglese dello stesso articolo:Means of Information War Threaten Democracy and Mankind – I mezzi della guerra informativa minacciano la democrazia e l’umanità. Anche un articolo simile è stato cancellato dalla pagina web della rivista australiana “New Dawn”.

Non esistono legislazioni che puniscano l’uso di quelle tecnologie da parte dei governi. Solo in Russia ed in alcuni Stati USA ci sono leggi che puniscono la proprietà o il commercio di quelle tecnologie da parte di entità NON governative….

Per esempio nello stato del Michigan , la sentenza per questo tipo di crimine è uguale alla sentenza per la proprietà o il commercio di armi di distruzione di massa.
I lettori che saranno raggiunti da questo articolo e che preferiscono un sistema politico democratico, daranno una mano a preservarlo, se faranno girare l’articolo ai loro amici.

By Mojimir Babacek,
altri suoi articoli in lingua inglese su Globalresearch:
http://www.globalresearch.ca/author/mojmir-babacek

Link originale : Psychotronic and Electromagnetic Weapons: Remote Control of the Human Nervous System

Traduzione per The Living Spirits, di Cristina Bassi