TORTURA PSICO-FISICA: CRIMINI CONTRO L’UMANITA’

IRENE SILVESTRI- Insegnante di Educazione Tecnica in pensione- ROMA :

VIDEO 1 :

Pubblicato il 9 luglio 2015

MENTRE tramite telepatia artificiale Sentivo dire Dalla “centrale operativa” “COLPISCILA”, la mia telecamera di sorveglianza ha ripreso Il Raggio Che mi seguiva colpendomi Perfettamente. Un tecnico dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale l’ha definita “luce pulsante”.QUANDO SI VIENE colpiti si avverte stordimento e tachicardia.

VIDEO 2 :Pubblicato il 9 luglio 2015

MENTRE in telepatia artificiale Sentivo dire Dalla “centrale operativa”: “Colpisci IL GATTO”, la mia telecamera di sorveglianza ha ripreso Il Raggio dell ‘arma ad energia diretta Che lo ha Colpito. Dalla PROIEZIONE SEMBRA abbiano sfruttato la scatola d’Alimentazione dell’impianto elettrico.

VIDEO 3 : Pubblicato il 9 luglio 2015

MENTRE STO dormendo Ed Una mia amica sta rientrando in casa, la telecamera di sorveglianza riprende i fari della macchina parcheggiata Che si accendono da soli.

 

TORTURA PSICO-FISICA: CRIMINI CONTRO L'UMANITA'

IL CONTROLLO MENTALE

Roma 28 Dicembre 2012
Oggetto: Stalking parossistico, Diffamazione aggravata, Partecipazione illegale Grande Fratello,
Tortura Psico-Fisica: CRIMINI CONTRO L’UMANITA’

La sottoscritta Irene Silvestri nata il 24/09/1950a Roma dove risiede attualmente in Via dell’Assunzione, 75 dichiara quanto segue al fine d’INFORMARE gli organi Istituzionali competenti dei fatti che si sono svolti dal 1977 con particolare riferimento agli ultimi due anni e mezzo di CONTROLLO PSICO-FISICO .
Premessa:
Questa lettera è un ATTO di DENUNCIA nei confronti di chi ha perpetrato e collaborato tali CRIMINI nel corso di 35 anni nei miei confronti e di quelli della mia famiglia e di veri amici che hanno subito conseguenze di diffamazione, perdita di lavoro, stalking e danni spesso ai limiti della morte.
Gli argomenti che verranno trattati si riferiscono ad un CRUDELE STALKING ORGANIZZATO e MANIPOLAZIONE MENTALE destabilizzanti della PERSONALITA’, dei RAPPORTI SOCIALI, LAVORATIVI, AFFETTIVI con DIFFAMAZIONE e LESIONE AGGRAVATA della propria IMMAGINE.
Sono testimone-vittima di un esperimento di stalking e manipolazione mentale da circa 35 anni con aggravamento dal 2010.
Sono stata insegnante di Educazione Tecnologica per 21 anni e sono dovuta andare in pensione perché non ho trovato un medico competente ed in buona fede in grado di “scoprire” una tiroidite da intossicazione da amalgama (diagnosticata da una dott.ssa americana in 5’). Ho svolto la professione di psicoterapeuta per 10 anni che ho dovuto interrompere per mancanza di “segreto professionale” perché anche i pazienti venivano monitorati. Ho svolto per i restanti anni attività di arredatrice e tuttora faccio l’artista come risulta dal sito:www.sirionwave.it
… ma sembra che qualsiasi cosa io faccia “dia FASTIDIO” a qualcuno di ALTO LIVELLO che non posso che immaginare follemente innamorato … o qualcuna patologicamente invidiosa … per dedicarmi tutta la sua vita !!!
Nel 2000 decido di separarmi da mio marito dopo 28 anni di matrimonio per motivi troppi lunghi da spiegare che sono probabilmente il fulcro delle mie troppo discusse scelte di vita.
Ormai avevo deciso di vivere da sola “per sempre” perché mi ero accorta di essere “monitorata” già dal 1972 dopo un diverbio avuto con un medico che, svelatomi dal Tribunale dell’Ammalato, faceva parte della “cupola” quindi INTOCCABILE.
Mi aveva detto:” Ti distruggerò la vita” e dopo soli due mesi mi sono accorta di essere “monitorata”. In pratica quando consultavo dei medici erano al corrente della mia vita “privata”, quando andavo “in giro” sentivo commenti sulla mia vita privata da cittadini normali, subivo scherzi di ogni genere soprattutto in casa, al rientro dal lavoro trovavo impronte non familiari sulla moquette, caramelle svuotate e ricomposte, ecc … ( se ne accorgeva anche mio figlio già dall’età di quattro anni), commenti radio-televisivi inerenti la mia vita. Un intervento di laminectomia con resezione delle meningi durato 9 ore seguito dal coma e costato 15.000.000 di lire è stato definito da una nota ed infima trasmissione televisiva “un escamotage per andare in pensione” ed “ i 15.000.000 del SILENZIO”.
Di conseguenza una volta separata avevo deciso di non coinvolgere altri uomini nella mia vita. Quando un amico mi ha dichiarato il suo Amore gli ho raccontato subito la mia storia per onestà e rispetto prima che mi potesse solo prendere la mano nella sua.
Lui probabilmente incredulo mi ha detto che non gliene importava niente, anzi mi avrebbe “protetto”.
Dopo qualche mese di convivenza è ricominciata la stessa “persecuzione”: impronte non familiari sul tappeto di fronte alla porta, commenti di gente comune relativi alla nostra vita “privata”, stomachevoli in riferimento ad i nostri rapporti sessuali, oggetti strani che comparivano improvvisamente, altri che scomparivano, residui di cenere nel camino al ritorno a casa sicura che prima fosse “pulito”, escrementi nel water con la certezza che “prima” di uscire non ci fossero …
Il tutto e’ accaduto ad Orte in provincia di Roma.
Il mio compagno ovviamente assorbito dal lavoro e accecato dalla vigliaccheria, non voleva essere coinvolto in questa storia anzi mi ha consigliato di andare da uno Psichiatra senza offrirmi l’appoggio che mi aveva promesso il giorno che gli ho rivelato la mia “realtà”.
Purtroppo non avevo prove per dimostrargli quello che succedeva e lui “non voleva vedere”.
Un giorno al termine di un pranzo tra parenti ed amici – circa 10 – una mia amica francese mi ha chiesto se potevo regalarle una chiave sapendo che ne avevo molte inutilizzate e molto belle perché abitavo in una casa antica. Ne ho presa una e gliel’ho regalata. Mi ha chiesto se potevo farle un “pon-pon di setaarancione” e le ho promesso che l’avrei fatto. Dopo circa dieci minuti si è congedata ed è ritornata a casa che distava circa cinquanta metri dalla nostra. Il tempo di arrivare e casa e ricevo una sua telefonata in cui, sconvolta, mi chiedeva di andare da lei perché era successa una cosa “terribile”. Mi sono congedata dagli ospiti e sono corsa da lei. Mi ha subito portato al piano di sopra in cucina e sul tavolo c’era un “pon-pon di seta arancione”. Non c’erano segni di scasso, tutto era normale.
L’ho invitata ad andare dai Carabinieri ma si è rifiutata dicendo che preferiva credere ai fantasmi. Tornata a casa ho raccontato il tutto al mio compagno che sicuramente spinto dalla “paura”, non ha voluto prendere in seria considerazione la gravità della situazione.
E’ evidente che qualche radio ha lanciato un messaggio e nell’arco di cinque minuti qualcuno ha trovato o cucito un pon-pon ed un fabbro specializzato è entrato in casa. Il giorno dopo mentre ascoltavo una radio, che ovviamente non cito per motivi di cautela, tra una canzone e l’altra lo speaker ha detto: “Ringraziamo tutti i fabbri che collaborano con noi”. Che legame ci può essere tra una radio ed un fabbro???????? Un’altra volta ho sentito alla radio sempre tra una canzone e l’altra:”Facciamogli sparire tutte le stoffe blu”. Lì per lì la notizia è scivolata nella mia mente. Dopo qualche giorno in occasione di un matrimonio, sono andata a cercare una stoffa blu per cucirmi un vestito e non l’ho trovata. Ne ho cercata un’altra e non l’ho trovata e via via ho dovuto costatare che erano “sparite tutte le stoffe blu”.
Un giorno sono andata a fare un fax in tabaccheria e mentre attendevo sono entrati due uomini che appena mi hanno visto hanno detto:
” Guarda chi c’è. Ci porta fortuna”. Mi sono guardata intorno ma non c’era nessun’altro. Hanno chiesto i numeri da giocare alla signora che gli ha indicato un foglio appeso alla parete con scritto 50-51-52-53-54.
Ne hanno giocati due per uno e non hanno vinto. Mi è rimasta la curiosità riguardo questo gioco ma avevo fretta e non avevo tempo per chiedere. Sono tornata a casa e mi sono messa al pianoforte a fare gli esercizi assegnatemi a scuola. Lo spartito era aperto e mi sono venuti i brividi quando ho visto che lo spartito era aperto sugli esercizi 50-51-52-53-54.
La sera ho aperto lo spartito sugli esercizi 88-89-90 e il giorno dopo sono andata in tabaccheria. Sul foglio appeso alla parete c’erano i numeri 88-89-90.
1+1 ed ho capito che si giocavano i numeri del mio spartito di musica.
Un giorno stavo facendo un lume e non riuscivo a trovare una base adatta. Un giorno tornando a casa ho trovato sul tavolo della cucina una base per un lume.
Potrei raccontare decine di questi esempi ma al momento credo siano sufficienti questi.
Ovviamente ho coinvolto il mio compagno chiedendogli di cambiare la serratura, di mettere un antifurto. Non ne ha voluto sapere.
Gli ho chiesto di andare da un investigatore. Non ne ha voluto sapere.
Gli ho chiesto di venire con me dai carabinieri. Si è rifiutato. L’unica cosa che sapeva “urlarmi”: “Sei paranoica … vai da uno psichiatra”. Tutte le sere la stessa storia. Io sono andata dallo psichiatra ma non per me ma per lui! Lo Psichiatra mi ha “freddato”. Primo mi ha detto:”E’ sicura che il suo compagno non sia coinvolto in questa storia???”… alla Truman show.
Continuando:” Signora purtroppo lei ha capito cose che non doveva capire. Lei ha un grande intuito ed una forte intelligenza associativa”.
Lasci il suo compagno. Lasci che maturi … forse un giorno capirà.
Mi ha accompagnato alla porta congedandomi con una frase molto esplicita:” Signora si ricordi che siamo in epoca di Grande Fratello!”
E’ evidente che anche lui fa parte del “giro”! Fa parte dei Cavalieri di Malta che sono i più accaniti sostenitori della “manipolazione mentale”.
Sono rimasta da mia madre a Roma, in meditazione, per una settimana dopodichè sono ritornata a casa ed ho ripreso il discorso con il mio compagno per cercare di salvare un rapporto a cui tenevo veramente troppo. Non ha voluto assolutamente affrontare in alcun modo un colloquio costruttivo. Inoltre sapendomi “spiata”, non essendo un’attrice, mi trovavo in difficoltà ad avere “rapporti” sotto le telecamere e così non potendo pretendere da lui “la castità” l’ho DOVUTO lasciare.
Ovviamente mi ha screditato agli occhi di parenti ed amici definendomi “Paranoica/Schizofrenica” e tutti l’hanno sostenuto visto l’assurdità della storia. D’altra parte non è facile comprendere ed accettare una storia del genere.
Io da sola ho fatto la denuncia ai Carabinieri di Orte i quali mi hanno chiesto la conferma del mio compagno che non ne ha voluto sapere.
L’unica che ha avuto il coraggio di presentarsi è stata la mia domestica che ha avvalorato i fatti da me denunciati perché anche lei ne aveva preso coscienza anche perché più volte ho addebitato a lei gli episodi di cui sopra.
Sono comunque convinta che anche lei sapesse del “grande Fratello” in seguito a dei suoi strani comportamenti ma non ha avuto il coraggio di confessarmelo.
Così sono ritornata nella casa paterna e ho ristrutturato la “cantina”, visto che mia madre non ha voluto offrirmi niente di meglio. Fra pianti, rabbia e lavoro ho costruito il mio “tempio della pace” dove poter “ricucire” il mio cuore “sfracellato”.
Quando ho ripreso telefonicamente i contatti con i Carabinieri di Orte mi hanno detto che essendomi trasferita a Roma ero fuori dalla loro giurisdizione e se il mio compagno non avesse avvalorato la mia denuncia tutto decadeva … nel dimenticatoio.
Così è andata. E’ un comportamento così assurdo da parte di una persona che ritenevo intelligente, che purtroppo mi capita spesso, come mi hanno messo “la pulce nell’orecchio” lo psichiatra e diversi amici, di pensare all’ipotesi di aver vissuto vicino ad una “comparsa” del “Grande Fratello”.
Era ormai il luglio del 2009 quando ho completato i lavori e poco alla volta ho ricominciato a trovare la serenità nella speranza che il mio compagno mi raggiungesse … prima o poi.
Dopo circa un anno che stavo a Roma incontrando per caso una docente di matematica dell’Università di Roma presso un centro di fisioterapia, nei momenti di attesa le ho raccontato la storia precedente a quest’ultima ma che fa parte dello stesso filone e, dopo ricerche “in sede” mi ha confermato che faccio parte di un gruppo di cavie dell’Università di Roma.
“Hai a che fare con il DEMONIO”, mi ha detto “ non ci resta che PREGARE”.
… ma e’ circa Settembre del 2010 quando mi accingo a pranzare “da sola”. Sono di fronte ad un invitante piatto con fettine di salmone e rucola quando sento una voce femminile che sembra raggiungermi dalla palazzina adiacente il mio giardino:
” Che fa?”
Un uomo le risponde “Mangia”.
Lei: “Che mangia?”
Lui: “salmone e rucola” .
Lei:”… e che beve?”
Lui: “birra”.
Nel pomeriggio mi trasferisco nel garage/laboratorio per
dipingere un quadro e lei:
” Che fa?”
Lui: “Dipinge”
Lei : “Che dipinge?”
Lui: “Sta passando l’oro su un quadro di fiori”
Dopo poco ricomincia la “nenia”…
Lei: “Che fa?”
Lui:” Sta stirando”
Le giornate vanno avanti cosi’, le notti altrettanto.
Lui arriva al punto che la sera quando vado al bagno mi ricorda:
”Cambiati l’assorbente”.
E’ esasperante convivere con una voce che assume il ruolo di un marito virtuale ossessivo.
Non ci vuole molto ad associare il fenomeno e rendersi conto che “qualcuno” mi sta “monitorando”.
Così riprende e “si esalta” l’incubo che ormai mi “perseguita” da oltre 35 anni. Fino ad oggi ne avevo preso coscienza ascoltando i commenti della gente che “incrociavo” strada facendo ma oggi ho la certezza di essere la “protagonista” di un “Grande Fratello” ILLECITO di cui troppe persone comuni, anche all’Estero, sono al corrente e seguono vampiristicamente e patologicamente dipendenti , attimo x attimo, anche di notte.
Ne parlo al telefono con mio figlio che vive con il papà dal quale sono divorziata da ormai 5 anni .
Quando mi viene a trovare durante il fine settimana possiamo constatare che lui non sente assolutamente le “voci” .
Ne parlo con mia sorella, con mia madre, con il mio ex marito ma nessuno riesce a sentire queste “voci” al di fuori di me.
Mi metto gli auricolari per ascoltare l’MP3 e le voci mi risultano addirittura esaltate.
Comincio a provarle tutte. Mi metto dei tamponi di ovatta nelle orecchie ma è ormai constatabile che non ascolto con le orecchie ma ”le voci”provengono dall’interno della mia mente.
Mentre i miei famigliari prendono in considerazione l’ipotesi di una paranoia schizofrenica, io ho la certezza che “questi due “ esistono REALMENTE soprattutto perché li sento conversare anche con il vicinato che invece percepisco con le “orecchie”.
Contemporaneamente avviene un fenomeno piuttosto spiacevole. Quando esco di casa , ovunque mi trovi, molte persone passandomi vicino pronunciano :”Porca troia, Porca puttana, Porca paletta, …..” All’inizio penso sia uno sgradevole intercalare romano ma, giorno dopo giorno, la situazione si aggrava e incontrando due o più persone sento dire indicando verso di me:”Quella che si masturba!”
Ora ho la certezza di essere la “protagonista” di un “Truman Show ”.
Inoltre la notte improvvisamente comincio a sentire dei bruciori ai genitali che potrebbero stimolare alla masturbazione ma poiché non sono più in grado di farlo lo evito. Improvvisamente sento come una fascicolazione e tutto si calma, sparisce completamente .
Durante tutta la notte nei momenti di dormiveglia sento Lei che ripete:”… ma perché non si masturba?… ma perché non si masturba? … ma perché non si masturba?…
Inoltre la mattina comincio a notare sulle piante situate ai piedi del letto dei “fori” con i bordi bruciati del diametro di una sigaretta che su molte piante si estendono verticalmente anche nelle foglie sottostanti come colpite da un raggio “laser”. E’ evidente che non si tratta di una malattia.
Sono le stesse “onde” che colpiscono i miei genitali, il mio cuore, il mio cervello, il mio intestino …
Sono estremamente disorientata perché mi sembra assurdo che troppe persone conoscano particolari così intimi che fra l’altro appartengono ormai al passato anche se recente.
In effetti è una pratica che ho utilizzato saltuariamente in periodi di solitudine affettiva ma farla diventare di dominio pubblico mi sembra veramente oltre che di pessimo gusto soprattutto di una crudeltà e di un sadismo tipici di una “vendetta”che non so a chi addebitare.
Comincio ad elaborare la mia vita alla ricerca del fautore/trice di un simile REATO/CRIMINE ma non ne ho proprio idea . Un esperimento di una crudeltà assurda che non so a chi addebitare … militari, Intelligence, università, radio/TV …. NWO

E’ evidente che non si tratta di una malattia! Sono tre foglie sovrapposte attraversate nello stesso punto.

Nella vita può capitare di fare involontariamente del male a qualcuno, di rifiutare uomini che possono esserla “ legata al dito”, aver stimolato “invidia” soprattutto in donne patologicamente disturbate ma questa “operazione diffamatoria” mi sembra veramente eccessiva, PATOLOGICA.
Ne parlo con diversi avvocati e con i carabinieri ma “senza prove” non posso fare nulla se non una denuncia contro ignoti che serve a ben poco.
Nonostante viva ormai in completa “castità” continuo a sentire gli stessi commenti ed ho ormai la certezza che si tratti di vecchie riprese illecite fatte in casa mia o fotomontaggi o sosia.
La gente è ormai convinta che sia una “ninfomane”. Non ho idea di quante volte al giorno/notte mi facciano masturbare ma dai commenti ormai mi considerano una “malata”. Ovviamente bisogna anche avere un livello intellettivo molto basso per credere che una persona si possa masturbare tutti i giorni addirittura più volte al giorno! Vorrei proprio avere il vigore per poterlo fare ma purtroppo la mia situazione fisica non me lo permette.
Una notte, circa all’una, non potendo più sopportare la voce di questa ”mignotta” – solo tali bisogna essere per guardare le masturbazioni di un’altra donna! – mi sono alzata e sono corsa in giardino per indirizzare un getto d’acqua sul balcone dove ritenevo avessero la loro “tana” … sono scivolata e mi sono fratturata l’omero del braccio sinistro. Ho dovuto ovviamente essere sottoposta ad un intervento di protesi che ancora oggi mi crea problemi.
Ormai esausta della situazioni ho passato periodi altalenanti di calma, eccitazione, irritazione, aggressività, rabbia usati anche come tattica di studio. Quando diventavo troppo aggressiva decidevano di “eliminarmi” con stimolazioni che provocano fibrillazioni al limite dell’infarto, rialzi parossistici di pressione che mi hanno portato più volte al Pronto Soccorso mentre Lui diceva aggressivamente “Strozzala… prima che arriva in zona protetta”.
Sono arrivata al punto di dormire nel letto con mio figlio che mi proteggeva con il braccio perché appena si staccava mi “colpivano”. Ormai sono costretta a vivere con l’apparecchio della pressione sul letto . E’ successo troppe volte anche di giorno. Lui potrebbe essere un medico od un tecnico altamente qualificato perché conosce tutti i farmaci, gli effetti collaterali, i tempi di assorbimento e il tempo di “scadenza” e così di notte aspetta che termini l’effetto del betabloccante … del Valium … ecc… per “attaccarmi”.
E’ bene precisare che fin dall’inizio mi sono resa conto che le SPIE interagivano con il “popolino” che però veniva e viene tuttora manipolato facendogli credere che sono sbalzi pressori dovuti alla tiroidite di cui soffro.
Il problema che io sola sento i loro commenti che vengono invece sapientemente “occultati” al popolo complice di questo grande, puerile, sadico, perverso, lurido , satanico GIOCO CRIMINALE che non haniente da invidiare ad Auchwitz!
Ormai nell’estate del 2012 ho cominciato ad avere improvvisamente dei forti dolori addominali che si sono trasformati in coliche parossistiche con diagnosi di diverticolite degenerata in peritonite. E’ stata un’esperienza impegnativa , ne sono uscita fortunatamente senza intervento ma sono ancora convinta che sia stata provocata da tutte le “sollecitazioni “che mi inviano ancora oggi per farmi “masturbare” perché mai precedentemente avevo avuto problemi intestinali.
Alcune mattine mi sveglio con dei “tagli”ai genitali che mi bruciano.
In questo ultimo periodo Lei è cambiata dopo un breve periodo di un collaboratore uomo.
La mattina quando mi metto la pomata per calmare il bruciore Lei ipocritamente ingenua dice:”…maperché gli brucia?”
e Lui:” Certo!”.
Un giorno in cui ero stata scortese nei loro confronti lei ha detto:”facciamogli venire la diarrea” ma probabilmente notte facendo ci hanno ripensato.
Una sera , presente mio figlio lei:” lo facciamo anche a lui?”e Lui ha detto “No. Non si può” ( perché assurdamente hanno una loro etica morale! ) Prima di addormentarmi Lei :”vado al massimo?” e Lui “no , è troppo! … metti “forte.” Che tenero!
Per fortuna che “mi ama”! Lei invece è una sadica cinica perversa … ovviamente perché è entrata in competizione con me perché Lui non se la fila proprio probabilmente perché il loro codice morale non ammette coinvolgimenti affettivi tra adepti. Peccato! Perché la soluzione migliore è che si innamorino tra di loro, facciano l’Amore e se ne vadano “al diavolo” da dove son venuti.
Una cosa che ho capito già 15 anni fa, nel 1991, è che “leggono” con i miei occhi”.
Stavo scrivendo una lettera ad un amico quando dalla stanza adiacente dalla radio accesa su un canale ancora oggi molto seguito sentivo lo speaker che mi rimandava l’eco di quello che stavo scrivendo.
Ero in un punto dove non ci potevano essere telecamere confermato anche da un investigatore e non ci è voluto molto a fare “2+2”
La cosa più sconcertante ed inquietante che ho avuto modo di confermare circa due mesi fa è la “decodificazione del pensiero”.
Già da tempo quando nei momenti di silenzio pensavo inevitabilmente a qualsiasi cosa sentivo il commento dei”2” ed il coro del vicinato che rispondevano “a tono” ai miei pensieri.
Inevitabilmente ho capito che non solo decodificano il mio pensiero ma lo mandano “in rete” rendendolo di dominio pubblico.
Lei a detto: “… ma come ha fatto a capirlo?”
Come ha detto lo psichiatra, ho una forte intelligenza associativa!
Ormai non sono più libera di pensare. Sinceramente ho niente da nascondere ma mi sembra che stiamo arrivando all’esasperazione di un CRIMINE senza uguali nella storia dell’uomo.
Circa due mesi fa a Settembre ho fatto una denuncia ai Carabinieri ed un’altra alla Polizia di Stato per Stalking/Grande Fratello ma non ho ancora ricevuto convocazioni esplicative.
Due anni fa ho fatto anche una denuncia al CIM ( Centro di Igiene Mentale) ma anche loro non sono stati in grado di trovare una soluzione.
E’ evidente che si tratta di un ‘operazione di “manipolazione mentale” gestita da un potere parallelo satanico che si sta estendendo a macchia d’olio in tutto il mondo perché da come ho potuto documentarmi non sono la sola ad essere “target” di queste “sevizie”.
… e il popolino, il vero TARGET della MANIPOLAZIONE MENTALE, come un gregge di pecore, si lascia “guidare” verso la deriva probabilmente condizionato da stimoli ipnotici subliminali.
Gli lasciano credere che sia un giochetto ingenuo e li rendono partecipi facendoli interagire nelle scelte che spetterebbero solo al mio libero arbitrio. Si sentono commenti rivolti a Lui tipo “Sposala”! … come se io fossi un oggetto da manipolare passivamente. Infatti dopo la prima fase di aggressività assassina, è passato alla fase di “innamoramento” talmente esplicita da essere di dominio pubblico.
Trascorreva le notti insonni, come sempre, sospirando: ”quant’è bella … quant’è dolce … che Amore! …
…….. sostenuto dall’anomala complicità della donna.
Mi sentivo “stuprata” ora dopo ora, minuto dopo minuto, attimo dopo attimo.
Era in completa adorazione! … giorno e notte.
Ora dopo aver constatato che ho diversi problemi fisici anche piuttosto impegnativi si è disinnamorato perché … sono ormai “vecchia” … sono “malata” … sono diventata “brutta” … ho la nomina di “mignotta” troppo dequalificante per una “spia-assassina” e così passano notte e giorno a ripetere come due automi schiavizzati a dire:”Non ne posso più … non ce la faccio più” con tono rassegnato e disperato come se fossero impossibilitati a “liberarsi” da questo lurido “lavoro”.
Inoltre ormai sono diventati loro le mie “vittime”. I ruoli si sono ormai invertiti. Sono io che li sto portando alla “follia”.
Ormai sono la loro baby-sitter … di due handicappati che vivono virtualmente della mia vita … suonano il pianoforte con le MIE mani … nuotano con il MIO corpo … mangiano i MIEI cibi con la MIA bocca … assaporano i cibi con il MIO gusto … dormono con il MIO sonno … “vanno a spasso” con la MIA macchina e le MIE gambe … guardano i film di MIO gradimento … ascoltano la musica di MIO gradimento …
commentano le MIE telefonate in diretta insieme al popolino … interagiscono in tutte le apparecchiature elettroniche in MIO possesso , dal lettore MP3 al computer anch’esso di dominio pubblico. Alla ricerca di prove ho messo anche il registratore per riprendere le voci dei vicini che commentano la mia vita in simultanea. Quando lei dice:”ha messo il registratore” lui con serenità risponde:”Non fa niente. Intanto “cancello tutto” e lascia solo il cinguettio degli uccellini e l’abbaiare dei cani.
Adesso hanno dato l’ordine di non parlare più per dare l’impressione che non vado più in onda con il commento di una “donnetta” che ha urlato:” Non si vede più niente! Ti puoi pure masturbare!” …. bambini … neonati handicappati!
Anche “i 2” parlano a bassa voce facendo finta che non ci sono più sperando che mi masturbi. Lei ripete circa 100 volte al giorno:”… ma non lo fa più!” e lui in risposta:” E’ proprio idiota!” parola che ripete circa 1287 volte al giorno , sintomo di una grande insicurezza o di un esasperato io ipertrofico … perché tutti sono “idioti” … tranne Lui! Solo ultimamente ho scoperto documentandomi che è la “parola d’ordine” delle “stalking gangs” che ormai in America hanno messo in atto una vera e propria Rivoluzione sociale … adesso tocca a noi SVEGLIARCI per eliminare questo CANCRO che sta mettendo a repentaglio la nostra libertà personale, la nostra dignità, la democrazia.
Lui sono ormai tre anni che vive come un alieno “dentro di me” fagocitandomi giorno e notte.
Vi garantisco che è veramente pesante! Purtroppo mi hanno “sottovalutato” e non hanno considerato la mia grande forza ed energia che produco anche con sedute di autoipnosi che pratico ormai da trent’anni con padronanza e risultati antagonisti alla loro “micidiale macchinetta”.
Purtroppo le “ micro wave hearing”- la tecnica di trasmissione vocale della parola attraverso il cervello – non sono riuscita ad eliminarle ma mi fa comodo così perché mi permette di interagire.
Ovviamente io li sento ovunque … in macchina, al supermercato (mi ricorda anche cose che dimentico), nei centri commerciali, per strada …..
Se cucinando mi dimentico qualcosa sul fuoco mi avvisano:” Si sta bruciando!”
Sono come due “diavoli custodi”!
E’ un’operazione di un infantilismo e di una crudeltà disorientante!
A qualsiasi considerazione faccia su di loro o su altri Lei risponde:”Perché tu!” , classico linguaggio “orizzontale dei “bambini”.
Due parassiti/zombi completamente privi di libero arbitrio, incapaci di vita propria. Sanguisughe, vampiri che non sono in grado di produrre energie personali ed hanno bisogno di vampirizzare personalità energeticamente forti in grado di “donare” energie supplementari.
Una setta satanica di “luridi porci/che“ impotenti inibiti/e che non essendo in grado di vivere alcun tipo di sessualità la sanguisugano ad altri.
Luridi ipocriti che prima “provocano” artificialmente “masturbazioni” per poi utilizzale a scopo diffamatorio.
Luridi puritani che disdegnano la masturbazione ma praticano lo spionaggio, la tortura, la persecuzione e l’omicidio.
A completamento è importante segnalare che anche mia madre che abita sopra di me ( che stranamente in questi ultimi 2 anni è stata ricoverata improvvisamente in rianimazione 2 volte per problemi cardiaci, insufficienza renale, broncopolmonite di cui, nonostante l’età – 96 anni – non aveva mai sofferto), mia sorella, mio figlio, mio marito dal quale sono divorziata, probabilmente mio fratello, il mio ex compagno sono tutti presenti ILLEGALMENTE sul Grande Fratello in questione e lo posso affermare con certezza perché sento i commenti degli operatori e della gente. Devo anche sorbirmi in diretta i commenti sugli amplessi del mio ex con l’attuale compagna !!!
Roma, 24/12/2012
Da circa tre mesi verso le quattro/cinque di mattina mi sveglio a causa di vibrazioni molti forti al torace che non so che scopo abbiano. ( sollecitazioni cardiache? … polmonari ? … un semplice disturbo per svegliarmi?)
Non so … ma facendo riferimento alle piante “forate” non c’è da aspettarsi effetti benefici!
Da circa due settimane ho compreso che coesistono 2 coppie o forse più perché sembra facciano turni di 8 ore a coppia. Una mantiene i contatti con il vicinato ed è composta da una ragazzina pervertita che credo non abbia più di 20 anni ed un cretino che credo sui 35 che elaborano fotomontaggi diMASTURBAZIONI ed AMANTI che sono alla base della DIFFAMAZIONE e girano per le strade urlando: “E’ lei … è lei … è lei” riferito ovviamente ai fotomontaggi e “ è una mignotta … una troia … una carogna … ecc.”. Ambedue, inutile a dirsi, sono di un’immaturita’ disarmante e di una CRUDELTA’ MENTALE agghiacciante.
L’altra coppia più statica mantiene il controllo tecnico al computer e allo “squid”o simile ( l’apparecchio di tortura – vedi la testimonianza di Andrea Giotti). Non so se esiste anche un’altra coppia.
I lui, a turno, ripetono giorno e notte tutte le frasi dette da una coppia di vicini con i quali sono stata messa in contatto telepatico artificiale. Si tratta di persone di bassissimo livello socio-culturale, manipolate probabilmente a livello ipnotico o più facilmente “oliate economicamente” che pronunciano 10 frasi a ripetizione giorno e notte: “e’ cattiva”, “e’ assurda”, “quant’è brutta”, “non è più lei”, (le ultime due da quando mi sono tagliata i capelli che loro “esigevano” lunghi), “è proprio stupida”, “ha ragione la madre”, “ha ragione la sorella”, “ha ragione il fratello”, “è impazzita”, “povera donna”. Incapaci di elaborazione mentale non riescono a pronunciare altro. La mattina i 2 operatori esterni vanno a casa loro, si spostano in una zona protetta e preparano la sceneggiatura giornaliera – che è sempre la stessa!!!!!!!!!! – dopodiché comincia la “SCENEGGIATA” che dura circa 13 h. fino alle 22 circa. Di notte i Proietti ( i vicini ) che ritengo ormai COMPLICI, anche se inconsapevoli, di tale CRUDELE CRIMINE, leggendo i miei pensieri sembrano “cambiare idea su me” ma la mattina appena prendono contatto con i 2 operatori riprendono le sembianze di 2 handicappati ipnotizzati o “oliati”. ( purtroppo mi mancano le prove ma mi affido a chi di dovere x cercarne. Ho fede nelle tecniche d’interrogatorio della giustizia ).
Ho provato ad allontanarmi di circa 100 km. ma il “contatto ricettivo” con gli operatori e la coppia di vicini rimane identica.
I 2 vicini sono completamente incapaci di prendere coscienza di essere COMPLICI di un CRIMINE!!!!
Sembra che per tutti sia diventata NORMALITA’, SPIARE persone NON CONSENZIENTI sul Grande Fratello.
Ci troviamo di fronte ad un CRIMINE ormai ISTITUZIONALIZZATO, alla FOLLIA di MASSA, allaDISTRUZIONE più CRUDELE, PERVERSA e DISUMANA dei DIRITTI più ELEMENTARI e SACRI della vita PRIVATA e della LIBERTA’ di VITA e di PENSIERO.
Questa denuncia vuole essere la risposta ad eventuali incidenti o malattie letali che potrei subire nel tentativo di ottenere attenzione e GIUSTIZIA. Sono molto ottimista ma considerando che dopo due anni e mezzo la situazione non da segni di sblocco, ritengo precauzionale avvisare tutti che la mia eventuale morte potrebbe non essere un “incidente”.
Chiedo espressamente che un GIUDICE con valori etico-morali all’altezza della situazione si occupi concretamente del caso considerando come ho già accennato, che sono nell’impossibilità di trovare prove in seguito alla manipolazione, corruzione e minaccia di forze dell’ordine, investigatori, avvocati, gente comune, ecc. e di essere “FATTA FUORI” ( questo è il termine che usano)compresi gli altri membri della mia famiglia (questo è il termine che usano ) da questo IMMONDO GRANDE FRATELLO.
Ho appreso con grande sollievo da altre “vittime” che i nomi dei torturatori/assassini sono registrati su hard-disk che contengono in memoria anche le modalità di tortura e di omicidio e di conseguenza quando esploderà lo SCANDALO avremo bisogno di costruire repentinamente adeguati LUOGHI di DETENZIONE vista la quantità esponenziale degli “operatori”che sembra vengano RECLUTATI tra la più BASSA “FECCIA” SOCIALE.
Questa lettera è stata e sarà spedita al maggior numero di persone che potranno nella loro posizione rendere pubblica la VERITA’ al fine di informare più persone possibili in prospettiva di una PRESA di COSCIENZA di MASSA, unica e migliore soluzione possibile per ARRESTARE e DISINTEGRARE questo OLOCAUSTO che coinvolge ormai troppe persone in TUTTO il MONDO.

Irene Silvestri
e-mail:sirion24@gmail.com

 

12 thoughts on “TORTURA PSICO-FISICA: CRIMINI CONTRO L’UMANITA’

  1. Me venuto in mente che potete fare una cosa per capire bene che i chip treasmettono fra di loro tra persone. Scrivete una parola su di un foglio e poi fatela indovinare ad una persona. Mia madre c’è andata vicinissimo, però a capito perfettamente che era una parola straniera. Però a fatto pochi tentativi e poi si è arrabbiata ed a rinunciato. Alla fine dipende tutto dal programma, se è scritto apposta ci riescono anche al primo colpo.

  2. Le malattie mentali psichiatriche sono tutte dovute al chip, questa è la verita. Un cervello senza il microchip non può MAI sentire voci.
    Non vi sembra strano che tutti gli altri animali a parte l’uomo e la donna siano SEMPRE SANI DI MENTE. Trovatemi un solo animale che sia malato di mente. Comunque anche i cani, cavalli sono controllati mentalmente quindi le malattie mentali valgono anche per loro. Il cane è in principio il lupo. Ma il lupo essendo in natura troppo aggressivo per vivere con l’uomo hanno pensato di mettergli il microchip per controllarlo e di chiamare il lupo chippato, cane.

  3. nofear1, ti arrivata l’email dove ti mostro come individuare il chip?. Quella del setto nasale deviato. è garantita al 100%. Ricorda che il chip non si vede alla tac e si riconosce dal setto nasale deviato facendo la tac. Se si possiede un videoendoscopio con uscita video è facile individuare la cicatrice dove è stato inserito il chip, a me la mostrata un ottorino però non me lo a tolto lo stesso.
    Ricorda che gli ospedali LI METTONO a tutti, quindi non li TOLGONO A NESSUNO nemmeno in caso di TORTURA MENTALE. Un altro ottorino mi ha detto che basterebbero delle pinzette ma lui NON ME LO HA TOLTO.

  4. Ti spiego come fanno a fare quello che dici, è semplicissimo:

    Tu dici ( Contemporaneamente avviene un fenomeno piuttosto spiacevole. Quando esco di casa , ovunque mi trovi, molte persone passandomi vicino pronunciano :”Porca troia, Porca puttana, Porca paletta, …..” )

    A tutti viene messo un chip alla nascita nascosto attraverso il naso negli ospedali. Sono gli ospedali a controllare tutti quanti. Il chip controlla anche la parola, il movimento, etc… e il chip che ti hanno messo comunica con gli altri chip che hanno le altre persone. Il chip viene programmato a distanza e te non te ne accorgi. Quando ti avvicini ad una persona il tuo chip programma la persona che ti è vicina per farti dire quella frase.

    • Ciao Irene,noi ci conosciamo è abbiamo una causa in comune,questo il motivo per cui ho pubblicato la tua storia e quelle di altri..pensavo te l’avessero detto tempo fa di questa pubblicazione..invece si preferisce sempre parlare di altro..In ogni caso se pensi che debba aggiungere altro al memoriale hai il mio indirizzo e-mail.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...