LA TELEPATIA ARTIFICIALE E’ POSSIBILE

controllo-mentale

Mi chiamo Mirko sono di Montefano in provincia di Macerata nelle Marche  ho 27 anni e per sei mesi sono stato vittima di controllo mentale e sono stato spiato con satelliti spia.
Non conoscevo queste connessioni artificiali che si collegano direttamente al cervello ma ne ho fatto esperienza direttamente sulla mia pelle.
La mia esperienza è iniziata i  primi di  dicembre 2013 ed è continuata fino a maggio 2014.
Non ho idea di chi mi abbia seguito ma avendo trovato esposizioni di vittime sul web posso dire senza certezza di aver avuto a che fare con i servizi segreti deviati, racconto alcuni particolari:
L’operatore ha iniziato la serie di torture telepatiche (telepatia artificiale ) con un inizio mistificatorio asserendo di essere Dio. Mi interrogava sulla mia vita in generale, sulle mie esperienze, sulle mie idee , e sul mio modo di vivere.
Fin lì tutto bene, ma poi………….. Il mio controllore iniziò a farmi continuamente giochi psicologici per mettermi alla prova ed io cascai sempre nelle sue trappole psicologiche, questo perché lui si definiva un telepatico naturale e convinse anche me di esserlo, il fatto di essere telepatico era per me cosa nuova che non mi dispiaceva sperimentare , invece non c’ era niente di naturale , le sue erano solo tatiche per manipolarmi e nascondermi la verità, si trattava di armi psicotroniche ,armi che influenzano il comportamento umano con mezzi tecnologici, in quel periodo mi sorvegliavano 24 ore su 24 impedendomi il sonno e il mio cellulare e il mio computer erano sotto controllo per spiarmi e vedere tutto quello che facevo.
Verso il 23 dicembre mi trovavo ad Osimo in provincia di Ancona in un monolocale dove da un anno vivevo da solo, il chiamante mi disse che dovevo andarmene e tornare a vivere con i miei genitori, io mi rifiutai inizialmente di lasciare l’appartamento, così il giorno dopo misero dei dissuasori acustici intorno allo stabile, disturbando così non solo me ma anche tutti i miei vicini,  le violazioni diventavano sempre più terribili ,questa era raccapricciante i rumori che sentivo erano tremendi sembrava che intorno a me succedesse il caos. Terrorizzato decisi di tornare dai miei genitori, dove vivo tuttora ,sperando che tutto finisse e la tortura delle voci andasse nel dimenticatoio.
Purtroppo anche a casa dei miei genitori venivo tartassato e vessato con stalking di vario genere, il tutto avveniva di continuo e tramite le voci che sentivo in testa. Manipolano la realtà dei fatti per depistare le reali tecnologie satellitari. Mi trovai in un guscio di solitudine che neanche i miei genitori riuscivano a capire.
Quando interloquivo con l’operatore (servizi segreti deviati) mi diceva che era un criminologo e che lavorava per la mia sicurezza, sul finale di questa tortura mi disse di chiamarsi Alberto ma ritengo sia un nome di fantasia,  comunque non lavorava per la mia sicurezza ma per la mia distruzione perché dopo essere stato sotto telepatia artificiale ho dei disturbi psichici e le mie capacità cognitive sono diminuite.
Concludo dicendo che oggi giorno il mondo è peggiorato e che queste tecnologie con i facili TSO e cause ingiuste sono il mezzo per controllarci e renderci automi senza nè parte nè idee.

Mirko

Annunci

Tso illegali a Torino

539x282xshapeimage_1.png.pagespeed.ic.4EvZFgAYmY

Buongiorno, mi chiamo Giampiero e vivo a Torino. Vorrei segnalare un caso di malasanità molto grave che mi vede protagonista. Per farla molto breve (nel caso, sono a disposizione per qualunque domanda e approfondimento), nel 2004 la mia famiglia è riuscita, con affermazioni non vere e mai verificate dai medici, a farmi avere una diagnosi di disturbi paranoidi e numerosi t.s.o. del tutto immotivati e illegali (le ultime volte sono stato preso nel sonno), nel reparto psichiatrico dell’ospedale Giovanni Bosco di Torino, già teatro in passato di altri gravi eventi ai danni di altri pazienti. La mia salute psichica e fisica è stata irrimediabilmente danneggiata dai loro farmaci, a cui io sono sempre e irriducibilmente stato contrario, datimi sotto coercizione fisica o tramite violenze psicologiche (ho anche diverse registrazioni a riguardo). Non riesco più  a lavorare, qualunque cosa faccia mi stanco subito. Sono stato sequestrato in diverse comunità psichiatriche, senza che fossi tenuto a starci legalmente. Ho tentato di fare qualcosa contro questi medici, ma sono super protetti da legge e polizia; anche nel caso si riesca ad arrivare al processo, disponendo di capitali ingenti per le spese legali, solitamente non si riesce ad andare oltre la sentenza civile, come nel caso del suicidio di “Maria”, giovane donna dimessa nel 1994 dal reparto psichiatrico dell’ospedale Martini, e suicidatasi due giorni dopo a causa del Serenase somministrato in alti dosaggi. Da più di un anno sono anche oggetto di un processo penale, di cui è stata fatta una sola udienza a novembre del 2012, a seguito di nuove calunnie della mia famiglia, e senza ancora che sia stato provato colpevole o innocente mi è stato interdetto l’acceso a casa. Ora dormo in un dormitorio psichiatrico poche ore a notte (sono continuamente tartassato e vessato,anche con stalking di vario tipo,per quanto possa sembrare strano…) non riuscendo a permettermi altro, sopravvivo psicologicamente grazie all’aiuto di amici (forse l’unica cosa che mi rimane, che possono provare che la diagnosi è totalmente infondata, io ho sempre avuto una normale vita sociale, sono aperto e comunicativo con tutti, e in tutta la mia vita non ho mai messo le mani addosso a nessuno,non voglio farmi il santino ma non so cosa fare…); vorrei recuperare un po’ di pace e tranquillità. Grazie a tutti per l’attenzione e la pazienza.

Giampietro

FONTE : http://www.reset-italia.net/2014/03/24/tso-illegali-torino/

MK ULTRA E ARMI PSICOTRONICHE

MK ULTRA E ARMI PSICOTRONICHE

Mi chiamo Stefano sono di Milano e ho 38 anni , è da 10 anni che usano su di me armi psicotroniche . Tutto ebbe inizio nel estate del 2004 rimasi solo a casa per 10 giorni visto che i miei genitori erano andati in ferie, in quei giorni cominciarono a usare questo tipo di torture, mi facevano vedere quello che volevano loro immagini alla televisioni di persone che mi guardavano male e mi puntavano il dito contro cose tutte rivolte a me, mi facevano vedere cose che io avevo detto inoltre riuscivano a leggere i miei pensieri “parlati” e ad trasformarli in immagini, sentire suoni che provenivano dal piano superiore che andavano di pari passo coi miei pensieri cioè quando pensavo qualcosa che a loro non piaceva mi facevano sentire come se cadesse un secchio pieno di biglie al piano superiore o mi facevano sentire l’ululato di un cane, che in realtà non c’era.

Tutto questo andò avanti per 10 giorni inoltre di notte cercavano di drogarmi con dei fumi che provenivano dal calorifero infatti al mio risveglio mi sentivo come se avessi preso LSD avevo le pupille dilatate e stentavo a stare in piedi premetto che io non ho mai fatto uso di droghe. Insomma un insieme di tecniche ti tortura psicologica vere e proprie fatte al fine di estorcermi informazioni secondo loro rilevanti.

Senza il mio volere sono stato messo in questa lista nera, che permettono a loro di controllare i miei pensieri 24 ore al giorno. In questi 10 anni gli episodi sono tantissimi e cercherò di riassumerli in pochi esempi al fine di non essere ripetitivo :
– In primis immagini alla televisione che erano collegate ai miei pensieri, cioè quello che pensavo, loro lo trasformavano in immagini penso con un computer remoto su qualche satellite.
– Poi sentire alla radio discutere il presentatore di turno dei miei pensieri .
– Sentire parlare persone accanto a me dei miei pensieri ma in realtà non stavano neanche muovendo la bocca.
– Udire suoni e odori che in realtà non ci sono.
– Farmi avere intenti suicidi e farmi credere che sarei stato salvato cosa ovviamente che non sarebbe mai accaduta.
– Farmi avere una sensazione di tachicardia e rallentamento dei battiti cardiaci, penso che possano addirittura bloccarmi il cuore se volessero.
– Vedere cose che non esistono come volti sotto forma di fasci di luce.
– Sento sempre pressione alle tempie come se due mani facessero pressione su di esse.
– Muovere i miei muscoli e i miei arti come se fossero pilotati.
– Metterti in testa pensieri che in realtà non ti appartengono.

images (22)

Nonostante io non abbia mai fatto del male a nessuno secondo loro sono un soggetto “pericoloso”per chi non lo so, e per motivi a me sconosciuti mi hanno inserito in questo programma che reputo una vera e propria tortura, la mia vita da quel giorno non è più normale le mie amicizie si sono ridotte notevolmente per ovvi motivi ,il mio sistema cognitivo non funziona più come prima.

Tutto questo non è fantascienza ma una tecnologia che esiste e che sin dagli anni 40’ è in sperimentazione.
Lo stesso Hitler e Stalin facevano esperimenti di questo tipo sugli ebrei.
In America questo tipo di tecnologia fu usata su centinaia di persone e ci fu anche un processo quello di Norimberga dove fu lo stesso Rockefeller che apri una commissione contro queste armi. Inseguito ci fu un trattato appunto quello di Norimberga che a quanto pare nessuno rispetta.Il progetto MKULTRA (conosciuto anche come MK-ULTRA) fu una serie di attività svolte dalla CIA tra gli anni cinquanta e sessanta che aveva come scopo quello di influenzare e controllare il comportamento di
determinate persone (cosiddetto controllo mentale).

Stefano 

logo2bb