PROGETTO GLOBALE MEREGIO DELL”IBM ESPERIMENTO DI CONTROLLO MENTALE SU LARGA SCALA IN SVEZIA

PROGETTO GLOBALE MEREGIO DELL”IBM ESPERIMENTO DI CONTROLLO MENTALE SU LARGA SCALA IN SVEZIA

Per favore divulgate questo testo in tutto il mondo perché è stato già cancellato !!!
e molte homepage avevano un’attacco. Anche il mio sito e questo degli amici miei.
• Tutti l’hanno ma nessuno è a conoscenza di che cosa è o di che cosa fa – la “Energy-Box
(nuovo contattore elettrico; per vedere quanto elettricità si consuma).

• L’abbiamo ottenuto senza preoccuparci a questo proposito, senza capire, senza chiedere: Elettricità dell’Internet.

• Non è l’ “Internet via elettricità” che è stato fermato, per le compagnie della banda
larga specialmente quelle della 3G che dovrebbe entrare in fallimento.

La ENERGY BOX è un trasmettitore GPRS a frequenza (come il radar) ed è una specie di rete internet a miscela tra GSM e 3G. Inoltre ha un “tester Eshelon”, un sistema a PLC (Powerline Communication = comunicazione a linea elettrica) della compagnia Televent o detta anche ESCHELON, per cambiare l’elettricità.
È una banda larga ed è accesa costantemente – non solo per quei secondi che l’azienda elettrica la usa.
La scatola ci irradia non solo direttamente la radiazione del sistema 3G (dell’altro una frequenza a pulsazione molto maligna e solo ad uso militare), ma gli impulsi entrano anche nel sistema elettrico e così l’interna abitazione diventa un campo ad alta frequenza a pulsazione 3 G la quale è collegata alla rete internet e può irradiare ovviamente molti alla morte (leucemia).
Questa scatola non trasmette all’azienda elettrica ma all’Internet ovvero in questo caso all’intero Sistema Elettrico che è stato trasformato in un sistema di comunicazione.

Per quale motivo è stata scelta la rete d’Internet, perché è stato istallato nelle nostre case
con tale silenzio e segretezza, perché sostituire l’elettricità con un sistema di comunicazione?

SEMPLICE:
3G è già un sistema militare efficiente ed il telefono è soltanto un effetto affiancato. L’intero problema con i tralicci e le antenne che trasmettono fra di loro era principalmente “una manovra di mascheramento”.
(Le prime “Internet Houses in the World”)

• Non aiuta rifiutare il “Box” perché il vostro vicino né ha comunque uno che trasmette lo stesso gli impulsi alla vostra casa tramite il sistema elettrico.

• Come sia, noi abbiamo assolutamente il diritto di non accettare l’Energy Box, anche
perché la “LEGGE” che le autorità applicano non esiste e figuriamoci sulla
“radiazione forzata”

• La base reale in primo luogo è di cambiare il nostro sistema elettrico in un sistema di comunicazione che va introdotto semplicemente per un ”controllo totalitario”.

• Ora l’elettricità è sottoposto ad un’altra legge, la cosiddetta “legge di comunicazione”.

• Questa legge dà all’ente FRA (Försvarets ente radiofonico – una specie di Echelon per la difesa svedese); uno dei sistemi di spia in Svezia, il diritto di controllare e svolgere le attività di spionaggio.

Possono leggere le mail, ascoltare i telefoni e controllare ogni genere di comunicazione, anche “l’Internet-Elettricità” e con questo la vostra casa.

• Il governo della Svezia dà per l’esattezza al FRA un nuovo supercomputer (Cervello-Supercomputer – Brain-Supercomputer).
Coloro che conoscono già qualcosa circa le frequenze e le tecniche di microonde sanno certamente quali sono le possibilità di controllo. Attraverso di queste, ogni calcolatore (PC) è collegato alla nuova “Internet Elettricità”, così in principio tutti, assolutamente tutti sono in “zona pericolo” per gli attacchi da Internet.
Banca, polizia, ospedali e qualsiasi azienda, assolutamente tutti che hanno bisogno di elettricità non possono più affidarsi ai Firewall e Antivirus contro l’Internet-Elettricità.
Quale server sia connesso alla vostra “INTERNETHOUSE” è sconosciuto. :=)
Se uno di questi server usa l’ELF modificato (Extreme Low Frequency – estrema frequenza bassa = una frequenza artificiale del cervello) è facile da ottenere le immagini 3D di ogni stanza e poter ascoltare ogni conversazione. Ancora più sgradevole è che si può molto facilmente trasmettere qualsiasi frequenza attraverso la rete di Internet, anche quelli che influenzano le frequenze del cervello delle persone.
(Un controllo a distanza per tutta la gente?)

Siamo nel più grande esperimento riguardo al controllo d’onde del cervello umano che il mondo abbia mai conosciuto. La Svezia e la Finlandia sono stati sempre paesi in cui avevano luogo esperimenti per le microonde su vasta scala e quindi per primi hanno ottenuto il sistema in questione.
Se tutto va bene seguiranno anche altri paesi. La Germania ha già un programma TV circa il progetto. Lo stesso vale per altri stati.
Dobbiamo assolutamente rifiutare la Energy Box e convincere i nostri vicini a partecipare. (Per primo si può restituire la scatola).

Dobbiamo molto velocemente divulgare le informazioni riguardo a questo nuovo sistema in modo che arrivi al pubblico e che tutte le bugie siano rivelate (giornali, internet; TV ecc.).

Chi può è pregato di dare un suo contributo , data l’urgenza, dato che questo primo esperimento è già in atto.
Se non lo fermiamo ora, quindi l’intero mondo otterrà questo sistema.
C’è un collegamento diretto fra questo Box ed il più grande sistema HAARP nel mondo, “LOIS” nel Sud della Svezia, scie chimiche (chemtrails), FRA, Echelon e come la Svezia sia stata “affittata” alla NATO in modo da poter collaudare questi nuovi sistemi di armamento esotici in Norrland (Nord della Svezia) senza il controllo dei militari svedesi. Microonde, suoni, scalari, chemtrails, nano ecc..

La Svezia è diventata attualmente uno dei più importanti paesi militari nel mondo grazie al “LOIS”, test d’arma della Nato, la sua posizione geografica ecc..

!!! (il BARIO contenuto nelle chemtrails rende visibile la gente sul radar) !!!

Ora il piccolo contattore d’energia fa parte delle Leggi patriottiche americane (anche conosciute come “Patriarcal Axe 1 & 2”) che ovviamente seguono automaticamente la NATO-America in Svezia.

Il controllo totale delle abitazioni ed il comportamento della gente è soltanto l’inizio. 3G e la Energy Box sono già fondamentalmente una parte del nuovo sistema d’armamento ed è ovvio che la NATO progetta maggiore sperimentazione sulla popolazione svedese.
Alcuni sistemi d’arma possono essere sperimentati soltanto “dal vivo” e sulla gente. Quest’ anno stanno sperimentando soltanto una piccola parte del “LOIS” nel progetto di prova.
Appena terminata la fase di prova, l’esperimento verrà ampliato su larga scala. LOIS copre tutta la Svezia ed è collegata al 3G, alle energy-box, al sistema LOFAR nell’Europa centrale ed all’ICECAT in Scandinavia del Nord. (LOFAR è un sistema di HAARP nel mezzo d’Europa, fra l’Olanda e la Germania.)

• Prova a comprendere che cosa abbiamo nelle nostre case e quanta responsabilità
abbiamo verso il mondo!
• Chi verrà a fermare il sistema se non fossimo noi stessi?
• Raccogli le informazioni, fatti una tua idea, valuta tutto quello che hai trovato e non
dimenticartene.

Aiuta a fermare il Box e l’esperimento di controllo mentale sul larga scala in Europa! 

Scatola con il GPRS-Trasmettitore ed il sistema del PLC

Scatola con il GPRS-Trasmettitore ed il sistema del PLC

Scatola senza trasmettitore e soltanto sistema del PLC

Scatola senza trasmettitore e soltanto sistema del PLC

Notizie:

1. Ora è vietato esaminare la scatola e le compagnie elettriche non parleranno più del sistema del PLC.

2. LOIS ora è pronto ed alcuni degli ultimi disastri naturali sono collegati direttamente a questo sistema.

3. IBM dà il più grande supercomputer al mondo a LOIS “gratuitamente”. (Era l’IBM che ha creato i programmi di “numero” per i campi di concentramento polacchi e tedeschi.)

4. Germania e l’Olanda saranno i prossimi ad avere la “Energy Box”.

Avete bisogno di più informazioni !!!??? Divulgate questo testo se volete!
Il mercato svedese dell’energia sta affrontando alcuni vasti cambiamenti, in seguito ad una decisione del governo che tutti i proprietari delle reti di distribuzione di energia elettrica devono realizzare gli “AMR-systems” (Automatic Meter Reading = lettura automatica del contatore) per raccogliere i dati del consumo d’energia dai loro clienti.
La compagnia di energia “Falu Elnät AB” impiega tre differenti linee elettriche comunicando attraverso i sistemi AMR i dati del consumo di energie da contatori elettrici individuali.

Questo progetto di tesi è uno studio analitico di “Falu Elnät” che attua questi sistemi
chiamati Turtle, Senea CustCom e di Avalon X-base da Enermet.
I sistemi sono valutati separatamente per dare una visione statistica della loro prestazione e per analizzare che cosa causa la varietà di performance nelle zone differenti all’interno di diversi sistemi.
I “networks” di distribuzione d’energia mostrano il malfunzionamento per scopi di comunicazione e i sistemi analizzati sono chiaramente influenzati da questo. I sistemi sperimentano grandi variazioni nella loro prestazione di comunicazione.

Attenuazione del segnale e rumore interferiscono con la frequenza della banda di comunicazione che rappresentano le più grandi perdite ancora da affrontare per il sistema.
Queste perdite possono essere parzialmente evitate con una cauta collocazione attenta della linea elettrica di comunicazione, identificazione e filtrazione delle fonti di rumore e l’uso dell’amplificazione del segnale nei terminali del ripetitore.
ChemTrails in Sweden and the World Haarp Systems
The Swedish Mindcontrol Experiment
Swedish-English-German
http://fraktali.biz/

HAARP Systems -Radars – Radio Teleskope
• Lois: Southern Sweden.
• Arecibo: Puerto Rico;
• Chernobyl 2: Russia
• Haarp: Gakona, Alaska;
• Hipas: Chena Hot Springs, Alaska;
• Eiscat: Tromsø,Norway; -Sweden-Finnland
• SPEAR: Svalbard
• SURA: Nizhniy Novgorod, Russia;
• Nostradamus-Project:: France, betwen Dreux and Senonche in Département Eure
et Loir.
• Lofar: Holland
• Sondrestrom:Greenland
• Jicarmaca: Peru
• Kyoto: Japan
• Millstone Hill: North Chelmsford,Massachusetts,America
• Irkutzk:Siberia
• Kharkov:
• Esrad: Sweden
• Cutlass:Finland and Iceland
• SGO: Sodankylä Ionosonde, Finland
• Stare: Scandinavian Twin Auroral Radar
• SuperDarn:Super Dual Auroal Radar Network
• Nerc : Aberystwyth in west Wales (UK)

Se capite ora che cos’è HAARP comprenderete anche PERCHE’ I poli si sciolgono così velocemente.

lofar201

Novità:

Uno studio ampio svolto in Germania ha mostrato che quasi tutte le persone esposte alle radiazioni del 3G hanno subito un cambiamento nel midollo spinale. L’INIZIO DELLA LEUCEMIA!

Una nuova Legge del governo svedese dice (espresso in modo semplice) che si possono adesso prendere dalla gente le suddette „cose di importanza vitale” (TV, telefono, radio ecc.). Perciò si ha iniziato a smontare “la rete fissa di telefonia”. Come sostituzione ognuno dovrebbe avere un’impianto fisso di telefonia mobile (il proprio traliccio sulla casa e la stazione di base sotto il letto). Se non si vuole averli, … allora: nessun telefono. Già
molte persone anziane non hanno più un telefono, anche per il fatto che non capiscono il mobilphone e così non potranno chiamare per emergenze per esempio l’ambulanza.

(Questo non è in principio uccisione? Prima la radiazione forzata e poi nessun telefono nel caso di emergenza!!)
Purtroppo il politico (donna) al quale si potrebbe lamentarsi e dovrebbe dare aiuto è anche la più grande azionista della azienda che produce questo sistema fisso di telefonia mobile.
La Svezia è fantastica!!!

La suddetta legge FRA è entrata in vigore a partire dal 1. Gennaio 2009 che ammette ufficialmente l’intercettazione di tutto e di tutti. I 12 punti che dovrebbero proteggere il cittadino, dicevano, saranno impiegati più “tardi”. (?) (Hitler diceva sicuramente la stessa cosa.)

Il calcolatore elettronico ha fatto aumentare ogni bolletta di circa il 10 %. Circa due settimane prima del terremoto c’era nella Svezia del Sud un grande boato che ha fatto ballare le case.
Si diceva che fosse un fulmine e questo era talmente gigantesco che a dirittura un pilota poteva vederlo in Norvegia.
Qualche giorno prima del terremoto ci è stato il più grande black-out elettrico (ed anche telefonico) visto fin’ora su tutta la Svezia del Nord. Il disturbo durava quasi una intera settimana. Questa interruzione non ha a che fare in modo “diretto” con LOIS, ma solo indirettamente (il Box e LOIS sono stati connessi fra di loro).
Si è messo in funzione nella parte della Svezia del Nord la nuova elettricità con il sistema PLC.

Questa nuova elettricità crea grande problemi ai trasformatori, perché non fa passare abbastanza la nuova elettricità.
Nella notte prima del terremoto volavano gli aerei d’erogazione di notte per la prima volta.
Normalmente si eroga qui sopra in Svezia nel Nord molto raramente e di solito solo per il
controllo del tempo. Non mi è capitato mai di vederli di notte.
Poi è arrivato il terremoto.

Questo terremoto e il fulmine si sono generati a causa del rimbalzo d’energia provocato da LOIS.

Abbiamo avuto una grande fortuna, perché poteva succedere la stessa cosa come a Chernobyl e così avremmo avuto un “natale irradiante”.
La Svezia è adesso in possesso dell’arma più potente, più grande e più terribile del mondo e gli esperimenti hanno avuto inizio veramente soltanto in estate.
Non sarà il primo e l’ultimo terremoto, perché grazie a LOIS si ha adesso la possibilità di controllare il completo campo elettromagnetico della terra. Di sicuro si tenterà, come ho spiegato prima e così LOIS giocherà un grande ruolo per il futuro dell’umanità o meglio del “Non-Futuro”. Secondo Nostradamus, uno dei pochi che sapevano qualcosa riguarda LOIS nella Svezia del Sud, questo sistema e gli esperimenti connessi distruggeranno il campo elettromagnetico terrestre. E allora, buona notte! .

Partire dal grande black-out elettrico si possono osservare cambiamenti nella rete elettrica. Tutto va su un’altra frequenza e questo si può notare su molti apparecchi.
Primi effetti:
Molti disturbi fisici ed emozionali delle persone, grandi disturbi di sonno, black-out corti continuamente, lampadine che esplodano, rete della telefonia mobile parzialmente crollato, telefoni che non funzionano, incredibile aumento di potenza elettrica e di radiazione nella rete elettrica, i computer che scricchiolano forte, internet e traffico mail zoppicano, lampadine che vacillano tutto il tempo ecc.. Anche gli allergici d’elettricità
cadono in massa e si sentono morire.
Molti mostrano adesso cambiamenti della personalità e altri disturbi di coscienza, specialmente in campo di memoria.

E tutto questo soltanto a causa di questo piccolo calcolatore, che non dovrebbe avere nessuna influenza sulla rete elettrica.
O no?
Una reazione su questo testo:

Salve, Signor ….,
molto grazie per la sua Info.
Come ingeniere tecnico di telecomunicazioni ed esperto per la tecnica di MIL posso solo
confermare questa tendenza.
La EnBw monterà questi contattori nel progetto MEREGIO insieme con la IBM.
http://www.ibm.com/think/de/energy
Se in un contattore è stato inserito un modulo GSM o UMTS, può avvenire una
correlazione del Time-Code tramite il preciso segnale del tempo di GPS.
Cosi si comporta il network come un microfono a 3D.
La presenza di persone o animali si possono calibrare tramite un modello prova.
Attraverso una modulazione d’incrocio con una frequenza a plugo si può cogliere ogni
modello ricercato.
Lo stato di ORWELL o la via verso il fascismo la sperimentiamo adesso.
IBM lavora con i servizi ai banchi dati semantici e all’analisi di modello semantico.
Con questo possono essere costruiti automaticamente per ogni uomo un profilo.
Uffici incaricati d’incassare per conto terzi già da anni usano questo software.
Venditori per corrispondenza creano modelli dati per ogni cliente.
Cosi sono messi completamente al nudo.
Questo contravviene massicciamente alla legge fondamentale.
La legge fondamentale sarà eliminata pian piano dal trattato di Lisbona e poi avremo il
fascismo puro.
Si diverta e rimanga di un buon umore.

Pagine web d’informazione:

http://www.echelon.com/metering/
http://www.hunttechnologies.com/plc_solutions.asp
• Utility Products – ABB-Supported MEREGIO Project Uses Smart Grid …
• KIT/Universität Karlsruhe – IISM – Information & Market …
• EnBW AG: MeRegio – das schlaue Netz
• E-Energy – MEREGIO
• Institut AIFB – MEREGIO – Minimum Emission Regions
• The Briefing Room » ABB-Supported MEREGIO Project Uses Smart…
http://www.metering.com | German government- funded smart grid project now …
• MEREGIO project uses Smart Grid technology to minimize emissions
• Smart grids make sustainable cities
• E-Energy: MEREGIO
• 081121_MEREGIO_EIfER-DG-Workshop_LW
• EnBW AG: Die Heinzelmännchen kommen
• Research Reports International
• EnBW AG: MeRegio – das schlaue Netz
• SAP Research Report 2007/2008 ? Thinking out of the Box
• BMWi – Federal Ministry of Economics and Technology – Press …
• ABB part of smart grid project in Germany

Con la gentile concessione dell’autore:
Reinhard Ponty
e-mail: reinhard.ponty[at]mailbox.swipnet.se ([at] al posto di @

http://www.fraktali.biz/chemtrail/energyboxend.html http://fraktali.biz/

Traduzione eseguita del testo dall’Inglese e dal Tedesco:
http://xoomer.virgilio.it/alternativo

Annunci

Armi psicotroniche ed elettromagnetiche : controllo remoto del sistema nervoso

images (5)

Nel marzo 2012 il Ministro della Difesa russo Anatoli Serdjukov disse:

“Lo sviluppo di armamenti basati sui nuovi principi della fisica, armi ad energia diretta, armi geofisiche, armi a onde di energia, armi genetiche , armi psicotroniche etc., fa parte del programma di approvvigionamento delle armi di stato per gli anni 2011-2020,”
Voice of Russia.

Il mondo dei media reagì a questo accenno sull’uso “aperto” di armi psicotroniche pubblicando gli esperimenti degli anni ’60 dove onde elettromagnetiche vennero usate per trasmettere semplici suoni nel cervello umano.

Tuttavia la piu’ parte di queste pubblicazioni non disse che quella ampia ricerca scientifica è stata portata avanti in tutto il mondo. Solo un quotidiano columbiano , El Spectador, pubblico’ un articolo che copriva tutta la gamma dei risultati ed avanzamenti in questo campo.

Il britannico Daily Mail, altra eccezione, scrisse che la ricerca nelle armi elettromagnetiche è stata portata avanti segretamente dagli USA e dalla Russia dagli anni ’50 e che, una precedente ricerca ha mostrato che onde o raggi a bassa frequenza , possono influenzare le cellule cerebrali , alterare stati psicologici e rendere possibile trasmettere condizionamenti e comandi direttamente nel processo di pensiero dell’individuo. ( si veda :”High doses of microwaves can damage the functioning of internal organs, control behaviour or even drive victims to suicide.”: “alte dosi di microonde possono danneggiare il funzionamento di organi interni, controllare il comportamento o persino portare le vittime al suicidio“).

Nel 1975, un neurofisiologo, Don R. Justesen, il direttore dei Laboratories of Experimental Neuropsychology at Veterans Administration Hospital in Kansas City – USA- , involontariamente lascio’ trapelare delle informazioni della National Security Information. Pubblico’ un articolo nell’ “American Psychologist”, “sull’influenza delle microonde sul comportamento delle creature viventi’.

Nell’articolo citò i risultati di un esperimento descrittogli dal college Joseph C. Sharp, che stava lavorando su Pandora, un progetto segreto della Marina Americana. Don R. Justesen nel suo articolo scriveva:

Irradiando se stessi con queste microonde modulate sulla voce, Sharp e Grove furono prontamente in grado di sentire, identificare e distinguere tra 9 parole. I suoni uditi non erano dissimili da quelli emessi dalle persone con la laringe artificiale
(pg. 396).

Che quel sistema successivamente sia stato perfezionato, è dimostrato dal documento che apparve sul sito della Environmental Protection Agency [Agenzia per la Protezione Ambientale] Americana, nel 1997, dove il suo Ufficio Ricerca e Sviluppo (Office of Research and Development) presentò il progetto del Dipartimento della Difesa (Department of Defense): “Comunicare attraverso l’effetto auditivo del microonde”.

Nella descrizione si diceva:

Si descrive una tecnologia rivoluzionaria ed innovativa che offre comunicazioni a bassa probabilità di intercettazione in frequenza radio (RF). Si è stabilita la fattibilità del concetto usando sia un sistema di laboratorio a bassa intensità che con trasmettitore ad alta potenza RF . Esistono numerose applicazioni militari in area di ricerca e salvataggio, sicurezza e operazioni speciali

Nel gennaio 2007 il Washington Post scriveva sullo stesso tema:

Nel 2002, il Laboratorio dell’ Air Force Research [ Laboratorio di Ricerca dell’Aeronautica- USA] brevettò precisamente una tale tecnologia: usare microonde per mandare parole nella testa di qualcuno…”
Rich Garcia, un portavoce del consiglio direttivo per l’energia , del laboratorio di ricerca, non accettò di discutere quel brevetto o attuale o correlata ricerca nel campo, citando la politica del laboratorio di non commentare sul suo lavoro sulle microonde.

In risposta ad una richiesta del Freedom of Information Act [legge per la libertà di informazione] attivatasi per questo articolo, l’Aeronautica pubblicò documenti non “classificati” [“non sotto segretezza] che riguardavano quel brevetto del 2002 — documenti che rilevavano che il brevetto si basava su sperimentazione umana al laboratorio dell’Aeronautica, nell’ottobre 1994, dove scienziati furono in grado di trasmettere frasi nella testa di soggetti umani, anche se con marginale intelleggibilità.

Pare che la ricerca sia continuata almeno per tutto il 2002. Fin dove questo lavoro si sia spinto è ad ora non chiaro. Il laboratorio di ricerca, citando la classificazione, si rifiutò di discuterne o pubblicare altro materiale.

Possiamo solo ri-sottolineare, che i media mondiali hanno evitato di pubblicare tutta la gamma dei progressi fatti nella ricerca relativa al controllo remoto del sistema nervoso umano.

Il dr Robert Becker, nominato due volte per il Nobel per la Pace, per la sua parte nella scoperta degli effetti di campi pulsati per guarire ossa fratturate, scrisse nel suo libro “Body Electric” sull’esperimento del 1974 fatto da J. F. Schapitz, pubblicato grazie alla richiesta del Freedom of Information Act.

J.F. Schapitz affermava:

In questa investigazione verrà mostrato come la parola pronunciata dall’ipnotista puo’ anche essere veicolata direttamente in parti subconscie del cervello umano, a mezzo di energia elettromagnetica modulata, senza impiego di apparecchi tecnici per ricevere o decodificare i messaggi e senza che la persona esposta a tale influenza abbia la possibilità di controllare coscientemente l’input informativo

In uno dei 4 esperimenti, ai soggetti coinvolti venne dato un test di 100 domande, che variavano da domande facili a quelle tecniche . Successivamente, non sapendo che venivano irradiati, essi sarebbero stati soggetti a raggi di informazione che avrebbero suggerito le risposte che avevano lasciato in bianco, amnesia per alcune delle loro risposte corrette e una falsificazione di memoria per altre risposte corrette. Dopo 2 settimane dovevano rifare il test.”
(Dr. Robert Becker: Body Electric: Electromagnetism and the Foundation of Life , William Morrow and comp., New York, 1985).

1-9b98cc8cd5

I risultati del secondo test non furono mai pubblicati. E’ piuttosto evidente che in tali esperimenti venivano mandati messaggi al cervello umano in frequenze di ultrasuoni, che il cervello umano percepisce, ma di cui il soggetto è inconsapevole.

Il Dr. Robert Becker, a causa di quelle pubblicazioni e del suo rifiuto di sostenere la costruzione di antenne per la comunicazione con i sottomarini via frequenze cerebrali, perse il supporto finanziario per la sua ricerca, cosa che significò la fine della sua carriera scientifica.

Trasmettere un discorso umano nel cervello umano usando onde elettromagnetiche, pare sia, per i ricercatori, uno dei compiti piu’ difficili. Deve essere molto piu’ facile controllare le emozioni umane che motivano il pensiero e le azioni umane. Le persone che affermano di essere vittime di esperimenti con tali dispositivi, lamentano, a parte il fatto di sentire le voci, di sentire false emozioni (incluso l’orgasmo) ma anche dolori ad organi interni che i medici non sono in grado di diagnosticare.

Nel novembre 2000 il Comitato per la Sicurezza della Duma, dello Stato Russo affermò che molti governi moderni hanno a disposizione mezzi che consentono il controllo remoto del sistema nervoso umano o la possibilità di procurare in remoto [a distanza] malori fisici.

E’ piuttosto evidente che quelle tecnologie vengono usate, in conflitto con il codice di Norimberga, per esperimenti su esseri umani ignari . Nel 2001 il quotidiano dell’esercito USA, il Defense News, scriveva che Israele stava sperimentando quelle armi sui Palestinesi.

Anche il Presidente, spodestato, dell’Honduras, Manuel Zelaya, mentre era sotto assedio nella ambasciata brasiliana in Honduras, lamentò di essere stato soggetto a ”bombardamento di elettroni con microonde”, cosa che produceva “mal di testa e destabilizzazione organica”. The Guardian, Ottobre 2008.

Quando Amy Goodman del Democracy Now gli chiese:

“Come Presidente, sapete di questo nell’arsenale dell’Honduras?”
Zelaya rispose : “Si, ovviamente“

L’uso di quelle armi riemerge di tanto in tanto in tempi di crisi politica. Secondo dei quotidiani russi, durante il fallito putch contro Mikhail Gorbachov, nel 1991, il generale Kobets mise in guardia i difensori della Casa Bianca Russa , sul fatto che la tecnologia del mind control poteva venire usata contro di loro (Komsomolskaya Pravda, September 7,1991, O. Volkov, „Sluchi o tom chto nam davili na psychiku nepotverzdalis. Poka“).

Dopo il putsch, il vice presidente della Lega degli Scienziati Indipendenti dell’URSS [League of Independent Scientists of the USSR] Victor Sedlecki, pubblicò una dichiarazione nel quotidiano russo Komsomolskaya Pravda, dove affermava:

Come esperto ed entità legale, dichiaro che la produzione di massa … di biogeneratori psicotronici è stata lanciata a Kiev (e questo è veramente una questione molto seria). Non posso asserire per certo che siano stati esattamente i generatori di Kiev ad essere usati durante il putch… tuttavia, il fatto che fossero usati è cosa ovvia per me.”

Cosa sono i generatori psicotronici?
E’ un equipaggiamento elettronico che produce l’effetto di controllo guidato nell’organismo umano. I suoi effetti sono particolarmente sugli emisferi destro e sinistro della corteccia. Questa è anche la tecnologia del progetto USA Zombie 5“.

Egli inoltre affermò che a causa della inesperienza del personale che li usava, il tentativo di usare i generatori fallì.
(Komsomolskaya Pravda, August 27,1991, “Avtory programy Zombi obnaruzheny v Kieve”.

Attualmente in USA molte centinaia di persone lamentano la manipolazione remota del loro sistema nervoso e stanno preparando una class action contro l’FBI, il Dipartimento della Difesa ed altre Agenzie (ministeri) per chiedere loro di pubblicare i files che riguardano le loro persone, rilevare le radiazioni dannose mirate ai loro corpi e le fonti di tali radiazioni. Allo stesso modo circa 2000 persone stanno denunciando la situazione in Russia, piu’ di 200 in Europa, piu’ di 300 in Giappone e decine di persone in Cina ed India.

Un politico russo, Vladimir Lopatin, che lavorava al Comitato della Sicurezza della Duma dello Stato Russo e che vi introdusse un emendamento per proibire l’uso di tali tecnologie, ammise nel suo libro „Psychotronic Weapon and Security of Russia“ [ Arma psicotronica e Sicurezza della Russia] (editore Sinteg, Moscow, 1999), che in Russia vengono fatti esperimenti su cittadini ignari; lo si comprende da questo passaggio:

Servono processi legali per realizzare dei risarcimenti per i danni e perdite che siano da riferirsi alla riabilitazione sociale di persone che soffrono di influenze informative distruttive
(estratti dal libro in inglese (http://mojmir.webuda.com/Psychotronic_Weapon_and_the_Security_of_Russia, pg. 113). Bisogna comprendere che la maggior parte di queste persone, passano da un ospedale psichiatrico all’altro.

Vladimir Lopatin visitò gli USA nel 1999 come presidente del “Subcomitato per la Riforma Militare del Comitato Supremo Sovietico dell’URSS per Questioni di Difesa e Sicurezza” [Military Reform Subcommittee of the USSR Supreme Soviet Committee for Issues of Defense and State Security] ed incontrò Richard Cheney. A quel tempo veniva descritto come il “ “leader di una nuova “stirpe” di dissidenti sovietici. Poi scomparve dai ranghi maggiori dei politici russi.

Perchè questa ricerca è stata mantenuta segreta fino ad oggi?
Ci sono due spiegazioni per questo:

– La prima è che c’è una gara segreta tra gli eserciti del mondo , dove le superpotenze concorrono per ottenere una supremazia decisiva in questa area e gestire in questo modo il controllo sul mondo intero.
– La seconda è che i governi tengono al caldo queste tecnologie nel caso in cui non siano in grado di controllare con mezzi democratici, le crisi che possono sorgere come risultato delle loro mediocri decisioni.

In entrambi i casi si porrà fine all’era democratica e della libertà umana nella storia. Secondo una dichiarazione dell’ex Ministro della Difesa Russo, Serdjukov, ci sono di massima ancora 8 anni prima che queste armi siano ufficialmente parte dell’arsenale militare russo. Per la democrazia questo significherebbe l’inizio della fine.

In ogni caso I Russi, in passato, non erano decisi a far lavorare i loro mezzi. Quando fu lanciata la costruzione del sistema Americano HAARP , sistema che si suppone in grado di avere come bersaglio ampie regioni del pianeta facendo vibrare la ionosfera alle frequenze cerebrali [vibrating the ionosphere in brain frequencies ] (in questo esperimento non furono usate le frequenze cerebrali ma il sistema HAARP puo’ trasmettere anche in frequenze cerebrali), la Russia dichiarò la sua volontà a bandire le tecnologie per il controllo mentale.

La Duma dello Stato Russo e di conseguenza l’Assemblea Interparlamentare dell’Unione degli Stati Indipendenti si rivolse all’ONU, all’ OBSE e al Consiglio d’Europa con una proposta per una convention interna per mettere al bando lo sviluppo e l’uso di armi informative.

Secondo il quotidiano russo Segodnya, nel marzo 1998, la questione fu discussa con il segretario generale dell’ONU, Kofi Anan ed inclusa nell’agenda dell’Assemblea generale dell’ONU .

E’ molto probabile che gli USA abbiamo rifiutato di negoziare questa convenzione e di conseguenza il divieto sulle armi informative non venne discusso dall’Assemblea Generale dell’ONU.
Persino nel Congresso Americano, apparve un emendamento che proponeva il divieto di tecnologie sul controllo mentale.
http://thomas.loc.gov/cgi-bin/query/r?c107:chemtrails.

Ma questo fu solo per un breve periodo. L’emendamento fu poi cambiato e il divieto di quelle tecnologie fu lasciato fuori dal decreto Space Preservation Bill. Nè il Congresso USA nè il Presidente USA hanno mai fatto uno sforzo per vietare le armi di controllo mentale.

Anche il Parlamento EU reagì al lancio della costruzione del system HAARP ( The European Parliament reacted as well to the launch of the HAARP system construction ), quando nel 1999 richiese che venisse vietata la manipolazione degli esseri umani.

La risoluzione passò dopo la testimonianza dell’autore americano del libro “Angels Don’t Play this HAARP” [Gli Angeli non suonano questa HAARPA], Nick Begich, che pare convincesse il parlamento EU del possibile uso di questo sistema per manipolare le menti di tutte le popolazioni.

Nel rapporto del pannello dello STOA (Science and Technological Options Assessment-Valutazione delle opzioni scientifiche e tecnologiche) da parte del Parlamento Europeo , ovvero nel “Crowd Control Technologies” – tecnologie di Controllo della Massa, viene citato il testo originariamente proposto, relativo alla Risoluzione del Parlamento Europeo.

In tale testo il Parlamento Europeo richiede:
una convenzione internazionale ed un divieto su tutta la ricerca e sviluppo, sia civile che militare, che cerca di applicare la conoscenza della chimica, elettrotecnica, vibrazione sonora ed altre funzioni del cervello umano, per lo sviluppo di armi che possano permettere una qualsivoglia forma di manipolazione degli esseri umani, incluso il divieto di ogni effettivo o possibile spiegamento (sottolineato dall’autore dell’articolo) di tali sistemi. (40, pg CII, ref. 369).

Ma pare che allo stesso tempo i Paesi EU abbiano dato le dimissioni da questa intenzione … nel momento in cui accettano la politica della NATO sulle armi non letali.

Nello stesso rapporto, lo STOA afferma che gli USA sono il maggior promotore dell’uso di quelle armi e che: “Nell’ottobre 1999 la NATO annunciò una nuova politica di armi non letali ed il loro posto negli arsenali alleati” (pg. xlv) e prosegue:
“Nel 1996 strumenti non letali identificati dall’esercito USA includevano … “ sistemi di direzione di energia e armi a radio frequenza“ ”European Parliament “(a fine pagina, secondo riferimento pg. Xlvi).

“Un sistema di direzione di energia” viene successivamente definito da un documento dello STOA: “Un sistema di armi a direzione di energia progettato per accordarsi ad una fonte di radio frequenza, per interferire con l’attività del cervello umano a livello sinaptico“ (a fine pagina, primo riferimento, Appendice 6-67). Dal 1999 quelle armi sono state aggiornate per altri 13 anni. European Parliament

Nel 1976 il futuro consulente per La Sicurezza Nazionale  del cabinetto del Presidente Carter,
Zbygniew Brzezinski, scrisse un libro “Between Two Ages, America’s Role in the Technetronic Era” (Penguin Books, 1976, Massachusets), ovvero: “Tra le Epoche, il ruolo dell’America nell’era tecnotronica”.

In tale libro egli predisse una “società piu’ controllata e diretta” basata sullo sviluppo della tecnologia, dove un gruppo elitario giocherà un ruolo guida, che si avvantaggerà di persistenti crisi sociali per usare “le tecniche di avanguardia per influenzare il comportamento umano e tenere la società sotto stretta sorveglianza e controllo”.

Nella pubblicazione dell’Istituto di Studi Strategici – Strategic Studies Institute- del college militare dell’esercito americano – U.S. Army War College- pubblicato nel 1994, fupredetto l’uso delle tecniche di controllo mentale:http://www.strategicstudiesinstitute.army.mil/pubs/display.cfm?pubID=241.

Lo scenario per l’anno 2000 presumeva la crescita del terrorismo, del traffico di droga e della criminalità e venne tratta una conclusione:
“Il presidente fu cosi ben disposto all’uso di quel tipo di tecnologia psicotronica che formava il nucleo dell’ RMA (rivoluzione negli affair militari)… fu necessario ripensare i nostri proibizionismi etici sulla manipolazione delle menti dei nemici (e di quelli potenziali) sia internazionali che domestici… Grazie a sforzi persistenti cambiarono le nozioni domestiche, molto sofisticate, sulla “crescita della coscienza” e quelle fuori moda “sulla privacy personale” e sulla “sovranità nazionale. Una tecnologia cambio’ il modo in cui la forza veniva applicata e cose come il coraggio personale, la leadership faccia faccia e la mentalità anti-guerra, diventarono irrilevanti”…

“I sostenitori potenziali o possibili delle insurrezioni nel mondo venivano identificati usando l’ Interagency Integrated Database [una raccolta dati integrata e inter-Agenzie]. Questi venivano categorizzati come “potenziali” o “attivi” , con sofisticate simulazioni della personalità, usate per sviluppare, creare su misura e mettere a fuoco campagne psicologiche per ognuno di loro”

Cosi l’Institute of Strategic Studies [l’Istituto per gli Studi Strategici] suppose che nel 2000 queste tecnologie sarebbero state cosi avanzate che sarebbe stato possibile privare l’essere umano della sua libertà e adattare la sua personalità ai bisogni della elite dominante. Molto probabilmente queste tecnologie erano a questo livello già nel 1994.

I tentativi di far conoscere al grande pubblico l’esistenza di simili armi, vengono sistematicamente soppressi, considerando che è evidente che un pubblico democratico richiederebbe immediatamente un divieto di quelle tecnologie.

Vladimir Lopatin [il politico russo di cui abbiamo parlato sopra, che lavorava al Comitato della Sicurezza della Duma dello Stato Russo e che vi introdusse un emendamento per proibire l’uso di tali tecnologie], scriveva:

La corsa alle armi sta accelerando come conseguenza della classificazione. La segretezza: in primo luogo il modo per assicurarsi un crudele controllo sulle persone…il modo per ridurre la loro creatività e ridurli a dei biorobots…

E quella guerra psicotronica “sta già avvenendo senza dichiarazione di guerra, segretamente… Solo se il lavoro sul problema del controllo mentale non sarà piu’ coperto dalla cortina della segretezza, dalla straordinarietà, dalla misteriosità, solo se verrà portata avanti una ricerca scientifica complessa e aperta, con partecipazione internazionale, la guerra psicotronica, incluso l’uso di armi psicotroniche, potrà essere evitata”.

L’articolo “Informacni zbrane ohrozuji demokracii a lidstvo” è stato cancellato dal sito del quotidiano online ceco Britske Listy ( www.blisty.cz ). Facebook ha bloccato la condivisione dell’indirizzo web originale della versione inglese dello stesso articolo:Means of Information War Threaten Democracy and Mankind – I mezzi della guerra informativa minacciano la democrazia e l’umanità. Anche un articolo simile è stato cancellato dalla pagina web della rivista australiana “New Dawn”.

Non esistono legislazioni che puniscano l’uso di quelle tecnologie da parte dei governi. Solo in Russia ed in alcuni Stati USA ci sono leggi che puniscono la proprietà o il commercio di quelle tecnologie da parte di entità NON governative….

Per esempio nello stato del Michigan , la sentenza per questo tipo di crimine è uguale alla sentenza per la proprietà o il commercio di armi di distruzione di massa.
I lettori che saranno raggiunti da questo articolo e che preferiscono un sistema politico democratico, daranno una mano a preservarlo, se faranno girare l’articolo ai loro amici.

By Mojimir Babacek,
altri suoi articoli in lingua inglese su Globalresearch:
http://www.globalresearch.ca/author/mojmir-babacek

Link originale : Psychotronic and Electromagnetic Weapons: Remote Control of the Human Nervous System

Traduzione per The Living Spirits, di Cristina Bassi

Tecnocrazia = Controllo Mentale

Tecnocrazia = Controllo Mentale

Che lo sappiamo o no, che ci piaccia o no, che lo vogliamo o no, tutti noi siamo impegnati in una lotta, una battaglia che riguarda la difesa dello spirito umano da una lunga serie di tremendi attacchi.

Lo spirito non è un fantasma o una apparizione vaga. Esso è di fronte a noi ed è anche al centro di questo mondo cieco. Esso ha un grande potere. Lo spirito crea il pensiero e la visione. Non si accontenta di qualche teoria semplicistica sulla armonia. Non è un arcobaleno fatto di felicità. Non è una favola per bambini.

Negli articoli  raccolti nella collezione La Matrix Rivelata ( The Matrix Revealed ) ho asserito più e più volte che il pensiero umano abbia origine da una sfera non-materiale. Una sfera ubicata al di fuori di ciò che definiamo ‘energia’, ‘spazio’ e ‘tempo.’ Questo vuol dire che il cervello in realtà non pensa, ma si limita ad eseguire una serie di istruzioni provenienti da qualcosa che è molto di più di un riflesso chimico / biologico.

La tecnocrazia e le sue fantasie utopistiche forniscono un perfetto esempio negativo. I ricercatori tecnocratici stanno attendendo con ansia il giorno in cui il cervello, collegato a un computer di massa, un ‘super-cervello’, avrà accesso immediato a così tante informazioni da evolversi fino ad un nuovo livello di conoscenza e potere … fino ad accedere ad una Realtà Superiore.

Ma su quali presupposti si basa questa fantasia?

In primo luogo si potranno ‘scaricare’ informazioni da tale ‘super-cervello’ percependo ed incorporando in qualche modo qualsiasi cognizione. Traduzione: il super-cervello con le sue super-cognizioni finirà per imporsi su di te. Questo si chiama controllo della mente, puro e semplice. Ed anche essere in grado di pensare attraverso un super-cervello che diriga modelli di pensiero e conclusioni, sarà niente di più che controllo mentale.

Il super cervello sarà come un padre molto, molto saggio che ti fornirà le ‘migliori’ informazioni e di seguito le ‘migliori’ conclusioni. Tu obbedirai perché sarai convinto che questo grande padre sarà giusto, corretto, e non farà altro che i tuoi interessi.

Come se ciò non bastasse, sarai anche in grado di ‘acquisire nuove conoscenze’, dato che il tuo cervello e il super-cervello (computer) saranno costantemente sincronizzati. Ma niente di tutto ciò comporterà un reale pensiero attivo, dato che tutta l’operazione avverrà in automatico. Perciò le cosiddette ‘intuizioni’, qualsiasi cosa siano, ti saranno suggerite. Se questa è libertà, allora Pavlov era Thomas Paine.

L’attività cerebrale a qualsiasi livello, sia esso biologico o chimico o informatico, non ha niente a che fare con la libertà. Essa è solo un processo che si innesca per eseguire una serie di direttive maturate mediante il libero arbitrio.

Il vero pensiero non può prescindere dalla libertà. Il pensiero reale è basato sulla libertà. L’atto del pensare, vale a dire porsi domande, prendere decisioni e giungere a conclusioni, avviene sempre al di fuori della attività cerebrale automatica gestita dalla chimica e dalla biologia.

Tu non sei il tuo cervello. Se tu fossi il tuo cervello il libero arbitrio non esisterebbe, e a quel punto potremmo impacchettare tutto e tornarcene a casa scordandoci della vita e del futuro.

Pertanto, questo super-computer di cui si vagheggia in certi ambienti, tutto farà fuorché fornirti la libertà. Sarà solo una questione di programmare dei riflessi automatici basati sugli algoritmi studiati da qualcuno.

Come siamo arrivati ​​in questo pasticcio? La risposta è semplice: abbiamo dimenticato cosa sia la libertà. Per decenni l’abbiamo data per scontata e abbiamo trascurato lo studio delle sue implicazioni.

La tecnocrazia è tutta una fornitura delle ‘migliori risposte.’ E’ una favoletta in cui tutti gli esseri umani vanno avanti seguendo un ‘piano collettivo.’

E per quanto riguarda dadi e bulloni … pensi davvero che accedendo a un programma che insegni una lingua straniera, saresti immediatamente in grado di parlare quella lingua? Se il super cervello ti desse in un secondo tutte le informazioni sulla riparazione automobilistica, pensi davvero che subito dopo saresti in grado di aprire il cofano della tua auto e risolvere il problema? Credi davvero che assorbendo una gran mole di dati concernenti il suonare il pianoforte, poi riusciresti a comporre musica?

Prendiamo il gioco degli scacchi. Abbiamo visto come i grandi calcolatori siano in grado di sconfiggere campioni di scacchi umani. Pensi che tutto ciò significhi che collegando il tuo cervello ad un programma per computer diventeresti più abile di Bobby Fisher? Avere accesso a una serie di informazioni ‘vincenti’ che vanno per conto loro e fare qualcosa di individuale sono due cose molto diverse. Fare qualcosa significa scegliere e prendere decisioni, liberamente. Non significa lasciarsi guidare ciecamente da un modello meccanico.

La tecnocrazia incarna l’idea folle per cui uno possa ricevere tutto ciò che desidera su un piatto d’argento, senza sforzi. Ebbene, la notizia è che in fondo la gente non vuole il piatto d’argento. La gente vuole vedere i frutti dei suoi sforzi; la gioia proveniente da quegli sforzi e dalle scelte che ha liberamente compiuto.

La tecnocrazia è l’ultimo sforzo di spiegare il mistero della genialità. Vuole vendere l’idea folle che il genio sia solo un programma che può essere caricato in un cervello. Tale concetto si può leggere come metafora, ma è perfetto anche sotto forma di spiegazione letterale.

Il talento e la fantasia creativa sono molto più interessanti e miracolosi rispetto ai software. Provengono da una dimensione non materiale in cui l’individuo inventa e pensa. Matrix è la somma degli sforzi di negare e di cancellare questo fatto.

Ecco perché faccio il lavoro che faccio.

Tutto ciò mi fa tornare col pensiero alla fine del 1980, quando conobbi un brillante ipnoterapeuta di nome Jack True, il quale cambiò per sempre il mio punto di vista. Jack mi confidò una cosa semplice: “Ho smesso di praticare l’ipnosi quando ho ​​capito che i pazienti che venivano nel mio studio si trovavano già in uno stato di ipnosi.”

Jack non intendeva dire che si trovavano in uno stato di trance sul genere degli zombie. Voleva dire che la loro attività incessante soffocava la loro coscienza dormiente. In altre parole, le persone erano già del tutto succubi di un programma che le istruiva su come percepire la realtà. Tale complesso programma è stato concepito per occultare il loro innato potere non-materiale di cambiare la realtà, inventare nuove realtà su scala radicale.

Perché è proprio così che si ottiene la proiezione della realtà di massa: diffondendo amnesia circa la capacità creativa illimitata di ogni individuo umano.

La tecnocrazia si nutre di tale amnesia. Della resa nei confronti di quella amnesia. E’ un film campione d’incassi carico di effetti speciali che nascondono la pochezza narrativa. E’ il baratto del pensiero libero per il pensiero avanzato. E’ un copione semplicistico che ha lo stesso impatto del cibo-spazzatura piacevole al palato ma privo di nutrienti.

“Prima di prendere atto dell’inganno, sarai intrappolato in un nuovo sistema.”

Questa è la sfida che ci è stata lanciata.
Ed il futuro della vita sul pianeta dipenderà da come sapremo reagire a questa sfida.
La nostra risposta dipenderà da ciò che nel profondo penseremo di essere realmente: esseri liberi e intensamente creativi, o periferiche biologiche collegate alla Grande Macchina.

Articolo in lingua inglese, pubblicato sul blog di John Rappoport
Link diretto:
http://jonrappoport.wordpress.com/2013/12/03/technocracy-is-failed-mind-control/

Traduzione a cura di Anticorpi.info

Nei televisori di ultima generazione inserita tecnologia Usa per manipolare il cervello


04567_televisione_spazzatura

Di mezzo ci sono le ESSE ESSE, ma i nazisti questa volta non c’entrano, bensì criminali più pericolosi e subdoli che già quasi controllano economicamente il globo.

Il tema è un altro tabù, strettamente interconnesso all’aerosolterapia bellica realizzata in gran parte del mondo dal governo degli Stati Uniti d’America, a base di scie chimiche imbottite di sostanze tossiche, come ad esempio il bario che rende l’aria più elettroconduttiva.

Si chiama in gergo tecnico “Sistema di Gamma Acustica Silenziosa (SSSS)”. Così magari non dice niente ai più.

Ma se aggiungiamo l’espressione trasmissione tv digitale, qualcuno ricorderà la fretta per espanderla. Chi non rammenta la premura che hanno avuto anche in Italia, nel far sì che in un arco di tempo breve il segnale digitale raggiungesse ogni regione dello Stivale?

04568_apparatus_and_method_of_broadcas_1

Per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America è il “Sistema di gamma acustica silenziosa, chiamato Squad (squadra, sezione). Nel settore privato questa tecnologia è denominata sistema silenzioso di presentazione subliminale (Silent Subliminal Presentation System).

In materia vengono usati nomi ingannevoli come parlare… cervello… subliminale… silenziosa (Speak Brain Silent Subliminals) per i prodotti basati su SSSS. In qualsiasi modo chiamiate questa tecnologia, SSSS usa un programma subliminale che emette delle onde a frequenze molto alte e potenti (Ultra High Frequency) UHF, inserendo dei messaggi direttamente nel subconscio umano.

È stato perfezionato due decenni fa dal Dipartimento della Difesa U.S.A. ed è stato testato sui soldati dell’esercito di Saddam Hussein durante la guerra del golfo del 1991. E in seguito anche in Somalia. SSSS è un’arma proibita a livello internazionale, sviluppata per una missione particolare: il graduale e totale controllo della popolazione occidentale, ed infine mondiale.

La tecnologia bellica SSSS dello zio Sam è collegata al nuovo sistema digitale tv. Vale a dire: può entrare nella mente della popolazione inconsapevole. Può essere amplificata con tanti dispositivi inclusi H.A.A.R.P. e le torri di GWEN (Ground Wave Emergency). Tradotto: significa centrare l’intera popolazione del pianeta Terra. Il raggio di questa tecnologia attraverso i riscaldatori ionosferici (stazioni fisse e mobili) che sparano onde Elf nella ionosfera, poi rifratte sulla Terra, investono tutte le popolazioni senza distinzioni di confini statali. Il fenomeno sta accadendo sotto i nostri occhi distratti e penetrando nelle nostre menti, tranne che in quelle dei negazionisti, appunto dementi irreversibili.

Ma l’aspetto più pericoloso di SSSS è di non essere identificabile da chi è preso come bersaglio, perché esso trasmette il suo programma direttamente nel cervello umano tramite il senso dell’udito, delle frequenze non percepibili come suono. Ognuno di noi sul pianeta è sensibile al controllo della mente da SSSS. Le onde UHF possono essere trasmesse su lunghe distanze da fonti lontane e possono attraversare muri e oggetti come se non ci fossero, Le frequenze usate per la trasmissione TV si dividono in due gamme: VHF (Very High Frequency: frequenze molto alte) e UHF (Ultra High Frequency: frequenze ultra alte). SSSS è stato progettato per usare le UHF come onde portanti.

Comunque la cosa più insidiosa è il fatto che collegando degli schemi di un elettroencefalogramma (EEGs) di un individuo a dei super computers, questi possono essere digitalmente alterati ed archiviati per essere ritrasmessi via digitale UHF. Questo super computer può identificare ed isolare dal cervello gruppi di emozioni a bassa ampiezza, sintetizzarli ed archiviarli su un altro computer. In altri termini, studiando le caratteristiche delle onde cerebrali che si verificano quando un soggetto sperimenta un’emozione particolare, gli scienziati hanno identificato il modello di onda (frequenza) concomitante del cervello. Così possono adesso duplicarlo. Questi gruppi di emozioni firmati e modificati possono essere trasmessi da frequenze portanti come le UHF direttamente al cervello. Dove questi vettori silenziosi possono innescare la stessa emozione in un altro essere umano. In altre parole se il gruppo di emozioni trasmette un sentimento di disperazione, questo sarà direttamente alimentato nel cervello (cavia) tramite onde radio invisibili.

Il meccanismo che altera la mente si basa su una tecnologia portante subliminale: Spread Spectrum silenzioso suono (SSSS). È stata sviluppata da Oliver Lowery di Norcross, Georgia, ed è descritta nel brevetto US # 5.159.703, “Silent Subliminal Presentation System”, datata 27 ottobre 1992. Nell’abstract del brevetto è scritto:

«Un sistema di comunicazione silenzioso in vettori non-fonetiche, nell’intervallo molto basso o molto alta frequenza audio o nell’adiacente spettro di frequenza ultrasonica sono in ampiezza o frequenza modulate con l’intelligenza desiderata e propagate acusticamente o vibrazionalmente, per incentivo in cervello, tipicamente attraverso l’uso di altoparlanti, cuffie, o trasduttori piezoelettrici. Le portanti modulate possono essere trasmessi direttamente e in tempo reale o possono essere comodamente registrati e conservati su supporti meccanici, magnetici o ottici per la trasmissione differita o ripetuta a chi ascolta».

Ecco cosa si legge su Revolution (anno 2012) di Dieter Broers, ricercatore in neurologia:

«Uno dei nostri risultati più sorprendenti è stato che le onde cerebrali dei soggetti partecipanti al test possono essere modificate attraverso l’esposizione del cervello alle onde elettromagnetiche. Abbiamo poi scoperto che potremmo anche controllare le onde cerebrali dei soggetti con l’uso di questi campi, per esempio elevando una frequenza cerebrale da 10 Hz a 12 Hz, utilizzando un campo elettromagnetico esogeno di 12 Hz. I campi di forza specifici e i livelli di intensità dei campi di forza inducono delle percezioni che altrimenti possono essere indotte dalla somministrazione di sostanze psicoattive. Un normale campo geomagnetico ci permette di mantenere un normale stato di coscienza vigile, compreso il nostro senso del tempo, mentre un campo geomagnetico gravemente anormale, o l’assenza di un campo magnetico terrestre, provoca degli stati mentali anormali e uno squilibrio del nostro senso del tempo. In altre parole, l’effetto dei disturbi geomagnetici è molto simile a quello dell’assunzione di droghe allucinogene».

Un’altra affermazione disarmante è stata fatta nello studio ON THE POSSIBILITY OF DIRECTLY ACCESSING EVERY HUMAN BRAIN BY ELECTROMAGNETIC INDUCTION OF FUNDAMENTAL ALGORITHMS (anno 1995). L’autore che si riferisce all’atmosfera di Gaia, è lo scienziato M.A. Persinger della Laurentian University:

«Negli ultimi vent’anni (Persinger, Ludwig, & Ossenkopp, 1973) è emerso un potenziale che era improbabile in passato ma che è ora marginalmente attuabile. Questo potenziale è la capacità tecnica di influenzare direttamente la maggior parte dei circa sei miliardi di cervelli della specie umana senza la mediazione delle modalità sensoriali classiche, mediante la generazione di informazione neurale all’interno di un mezzo fisico entro il quale sono immersi tutti i membri della specie».

Gli stimoli subliminali, (“sotto la soglia”), contrariamente a stimoli sovraliminali o “sopra la soglia”, sono tutti gli stimoli sensoriali al di sotto della soglia assoluta della percezione cosciente di un individuo. Nel 2007, come parte della “Ipnosi, innesco subconsciente e branding” 1.400 delegati sono stati esposti al film Picnic con 30 inserti subliminali in un periodo di 90 secondi. Quando fu loro chiesto di scegliere uno dei due marchi di fantasia, Delta e Theta, l’81 per cento di essi scelse il brand suggerito dai tagli subliminali, Delta. Gli stimoli visivi possono essere velocemente flashati prima che un individuo sia in grado di elaborarli, o flashati e poi mascherati, interrompendo così il processo. Gli stimoli uditivi possono essere riprodotti al di sotto del volume udibile, analogamente mascherati da altri stimoli o registrati al contrario in un processo chiamato backmasking.

Jeff Rense in “Educate Yourself” del 22 Dicembre 2008 offre una panoramica di una tecnologia psicotronica segreta del Pentagono conosciuta come Silent Sound Spread Spectrum pienamente operativa dal primi anni ’90:

«Gli effetti fisici, emotivi e psicologici di questa tecnologia furono così gravi che 75.000 e poi altri 125.000 (o più) membri delle truppe irachene uscirono dai loro bunker nel mezzo del deserto, sventolando bandiere bianche e cadendo in ginocchio davanti alle truppe statunitensi, baciando letteralmente gli stivali o le mani ai loro persecutori. Perché avrebbero mai dovuto farlo se questi veterani della guerra in Iran avevano promesso la “madre di tutte le battaglie”? Il 23 Marzo 1991 fu data una breve notizia sotto forma di servizio per un bollettino della ITV News Bureau Ltd, dal titolo La Guerra Psicologica High-Tech arriva in Medio Oriente “Operazione Desert Storm” in Iraq, in cui si scriveva che “un programma incredibile e altamente classificato di psy-ops che utilizza tecniche di ‘Silent Sound’ è stato implementato con successo”.

Subliminalmente, una potente tecnologia era al lavoro. Un sofisticato sistema elettronico ideato per ‘parlare’ direttamente alla mente dell’ascoltatore, per alterare e trascinare le sue onde cerebrali, per manipolare i suoi modelli elettroencefafalografici (EEG) e quindi impiantare artificialmente stati emotivi negativi – sentimenti di intensa paura, ansia, disperazione e senso di impotenza sono stati creati nelle truppe irachene. Esso impianta tali emozioni nelle loro menti».

Mai sentito parlare delle di Torri GWEN? “Sound of Silence” è una parola in codice militare e di intelligence che definisce alcune armi psicotroniche di controllo mentale di massa, ampiamente utilizzata dal “moderno” esercito degli Stati Uniti. Questa arma segreta che altera la mente è basata su una cosa che si chiama tecnologia subliminale a vettore o Silent Sound Spread Spectrum (SSSS). Essa è descritta nel brevetto statunitense n. 5.159.703 – “Silent Subliminal Presentation System” per uso commerciale nel 1992. L’abstract del brevetto recita:

«Un sistema di comunicazione silenziosa in cui i vettori non acustici, nella gamma di frequenze molto basse (ELF) o ad altissima frequenza audio (VHF)… si propagano acusticamente o per via vibrazionale, per induzione nel cervello, in genere attraverso l’uso di altoparlanti, cuffie, o trasduttori piezoelettrici».

Questo dispositivo, il “Sound of Silence”, consente l’impianto ingiustificato di pensieri specifici ed emozioni in ignari esseri umani. In breve, ha la capacità reale di trasformare gli esseri umani in semplici marionette nelle mani di alcuni “controllori”, o burattinai.

I televisori di Stati Uniti e Canada sono diventati digitali al 100 per cento (obbligatori dal febbraio 2009 ma ormai siamo costretti al loro utilizzo anche in Europa), implementando il loro uso dei segnali delle frequenze Sound of Silence (al fine di collegare con successo le torri GWEN), che permetteranno il controllo illimitato, completo e massiccio della mente e della coscienza dei popoli. Esistono solide prove che alcuni elitisti progettano di estendere definitivamente la capacità di questa tecnologia H.A.A.R.P. fino a comprendere tutte le persone in ogni continente.

Secondo l’US Air Force (anno 1982), le onde ELF hanno un numero di potenziali usi militari, tra cui:

«il controllo della folla, il controllo della sicurezza delle installazioni militari, e delle tecniche anti-uomo nella guerra tattica – e la produzione di una distorsione percettiva o disorientamento da lieve a grave».

Le prime ricerche in effetti di stimolazione visiva e uditiva subliminali sono esemplificate da US Pat. No. 3.060.795 di Corrigan, et al. 3.278.676 e di Becker. US Pat. No. 4.395.600 di Lundy e Tyler è rappresentativo di successivi sviluppi nelle tecniche di messaggi subliminali di oggi.

04566_manipolazione_gente

Ecco tutta una serie di brevetti inquietanti acquisiti dal Pentagono:

Patent Full Text and Image Database

Auditory subliminal message system and method

Apparatus for producing visual and auditory stimulation

Subliminal message generator

METHOD AND APPARATUS FOR PRODUCING SWEPT FREQUENCY-MODULATED AUDIO SIGNAL PATTERNS FOR INDUCING SLEEP United States Patent 3,712,292

United States Patent 4,141,344 Sound recording system (descrizione google trad: “In un programma di registrazione audio, come la musica o voce, su un registratore a nastro magnetico che opera segnale generatore di corrente alternata ad una frequenza inferiore a circa 14 Hz fornisce una base AC per il segnale audio del programma. Questo 14 Hz o inferiore del segnale AC è percepito a orecchio dell’ascoltatore di creare uno stato Alpha Theta o nel suo cervello quando il nastro viene riprodotto.”)

United States Patent 4,777,529 Auditory subliminal programming system

United States Patent 4,834,701 Apparatus for inducing frequency reduction in brain wave – 

“It is therefore possible to manipulate the nervous system of a subject by pulsing images displayed on a nearby computer monitor or TV set. For the latter, the image pulsing may be imbedded in the program material, or it may be overlaid by modulating a video stream.”
— US Patent and Trade Office, Patent #6,506,148 on subliminal behavior modification, 1/14/2003 modificazione del comportamento attraverso la TV, Computer, descritta nel brevetto US # 6506148

Per passare a molti altri brevetti che si occupano di modificazione del comportamento e la manipolazione subliminale : http://www.wanttoknow.info/050331behaviormodificationtv#patents

United States Patent 6,506,148
Loos, January 14, 2003
Nervous system manipulation by electromagnetic fields from monitors

USP # 6,488,617 (December 3, 2002), Method and Device for Producing a Desired Brain State
Abstract: A method and device for the production of a desired brain state in an individual contain means for monitoring and analyzing the brain state while a set of one or more magnets produce fields that alter this state. A computational system alters various parameters of the magnetic fields in order to close the gap between the actual and desired brain state. This feedback process operates continuously until the gap is minimized and/or removed.

USP # 6,239,705 (May 29, 2001), Intra-Oral Electronic Tracking Device
Abstract: An improved stealthy, non-surgical, biocompatable electronic tracking device is provided in which a housing is placed intraorally. The housing contains microcircuitry. The microcircuitry comprises a receiver, a passive mode to active mode activator, a signal decoder for determining positional fix, a transmitter, an antenna, and a power supply. Upon receiving a coded activating signal, the positional fix signal decoder is energized, determining a positional fix. The transmitter subsequently transmits through the antenna a homing signal to be received by a remote locator.

USP # 6,091,994 (July 18, 2000), Pulsative Manipulation of Nervous Systems
Abstract: Method and apparatus for manipulating the nervous system by imparting subliminal pulsative cooling to the subject’s skin at a frequency that is suitable for the excitation of a sensory resonance. At present, two major sensory resonances are known, with frequencies near 1/2 Hz and 2.4 Hz. The 1/2 Hz sensory resonance causes relaxation, sleepiness, ptosis of the eyelids, a tonic smile, a “knot” in the stomach, or sexual excitement, depending on the precise frequency used. The 2.4 Hz resonance causes the slowing of certain cortical activities.

USP # 6,052,336 (April 18, 2000), Apparatus and Method of Broadcasting Audible Sound Using Ultrasonic Sound as a Carrier
Abstract: An ultrasonic sound source broadcasts an ultrasonic signal which is amplitude and/or frequency modulated with an information input signal originating from an information input source. The modulated signal, which may be amplified, is then broadcast via a projector unit, whereupon an individual or group of individuals located in the broadcast region detect the audible sound.

USP # 5,539,705 (July 23, 1996), Ultrasonic Speech Translator and Communications System
Abstract: A wireless communication system, undetectable by radio-frequency methods, for converting audio signals, including human voice, to electronic signals in the ultrasonic frequency range, transmitting the ultrasonic signal by way of acoustic pressure waves across a carrier medium, including gases, liquids and solids, and reconverting the ultrasonic acoustic pressure waves back to the original audio signal. This invention was made with government support under Contract DE-ACO5-840R2l400, awarded by the US Department of Energy to Martin Marietta Energy Systems, Inc.

USP # 5,507,291 (April 16, 1996), Method and an Associated Apparatus for Remotely Determining Information as to Person’s Emotional State
Abstract: In a method for remotely determining information relating to a person’s emotional state, an waveform energy having a predetermined frequency and a predetermined intensity is generated and wirelessly transmitted towards a remotely located subject. Waveform energy emitted from the subject is detected and automatically analyzed to derive information relating to the individual’s emotional state.

USP # 5,159,703 (October 27, 1992), Silent Subliminal Presentation System
Abstract: A silent communications system in which nonaural carriers, in the very low or very high audio frequency range or in the adjacent ultrasonic frequency spectrum, are amplitude or frequency modulated with the desired intelligence and propagated acoustically or vibrationally, for inducement into the brain.

USP # 5,017,143 (May 21, 1991), Method and Apparatus for Producing Subliminal Images
Abstract: A method and apparatus to produce more effective visual subliminal communications. Graphic and/or text images, presented for durations of less than a video frame, at organized rhythmic intervals, the rhythmic intervals intended to affect user receptivity, moods or behavior.

USP # 4,877,027 (October 31, 1989), Hearing System
Abstract: Sound is induced in the head of a person by radiating the head with microwaves in the range of 100 megahertz to 10,000 megahertz that are modulated with a particular waveform. The waveform consists of frequency modulated bursts. Each burst is made up of 10 to 20 uniformly spaced pulses grouped tightly together. The burst width is between 500 nanoseconds and 100 microseconds. The bursts are frequency modulated by the audio input to create the sensation of hearing in the person whose head is irradiated.

USP # 3,951,134 (April 20, 1976), Apparatus & Method for Remotely Monitoring & Altering Brain Waves
Abstract: Apparatus for and method of sensing brain waves at a position remote from a subject whereby electromagnetic signals of different frequencies are simultaneously transmitted to the brain of the subject in which the signals interfere with one another to yield a waveform which is modulated by the subject’s brain waves. The interference waveform … is re-transmitted by the brain to a receiver where it is demodulated and amplified. The demodulated waveform also can be used to produce a compensating signal which is transmitted back to the brain to effect a desired change in electrical activity therein.

Note: To see many other patents dealing with subliminal behavior modification and manipulation, click here. The last patent above describing the ability to remotely effect a desired change in the brain is from 1976. Most of this research is kept secret or even top secret for “national security” reasons. Secret research labs are usually at least 10 years in advance of anything available to the public. Could it be that certain groups now have the ability to project voices into people’s heads? For a Washington Post article with astounding information on this phenomenon, click here. Let us work together so that these technologies are use not for political and profit purposes, but rather for the good of humanity.

ARTICOLI E VIDEO CORRELATI :

https://italiaparla.wordpress.com/2013/06/13/ssss-sistema-di-gamma-acustica-silenziosa-e-ora-di-ragionare-con-la-propria-testaspegni-la-tv/

HAARP, GWEN TOWERS, ‘SSSS’ MIND/EMOTION CONTROL (Video)  

CNN Reports On California’s Eugenics History & How They Assisted The Nazis Eugenics Program (Video) 

Mind Control And Behavior Modification Technology (Video) 

Actual Patents Of Mind Control And Behavior Modification Technology (Video) 

Silent sound Military Use of Silent Sound – Judy Wall

Silent subliminal presentation system Silent Subliminal Presentation system

Mond control Mind Control

Wonder Weapons Wonder Weapons

Black Budgets and Black Projacts  http://www.bibliotecapleyades.net/esp_sociopol_blackbudget.htm

Non-Lethal Weapons  http://www.bibliotecapleyades.net/ciencia/ciencia_nonlethalweapons.htm

The Global War on Children  http://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_ponerology55.htm

How a bad ‘un can be spotted at the age of TWO – and should be sent to ‘discipline institutes’ at five, says behaviour tsar  http://www.dailymail.co.uk/news/article-2111844/Children-age-TWO-lessons-anger-management-contain-themselves.html

HAARP Project  http://www.bibliotecapleyades.net/esp_HAARP.htm

Industry Weapons  http://www.bibliotecapleyades.net/ciencia/ciencia_industryweapons.htm

ELF/VLF Wave-injection and Magnetospheric Probing with HAARP  http://www.bibliotecapleyades.net/archivos_pdf/probing_with_HAARP.pdf

U.S. Patent No.5,159,703  http://www.crashrecovery.org/rendon/US-Patent-No-5.159.703.pdf

2011-056-doc  http://www.archives.gov/declassification/iscap/pdf/2011-056-doc3.pdf

Nervous system manipulation by electromagnetic fields from monitors  Nervous system manipulation by electromagnetic fields from monitors

Method and device for producing a desired brain state  Method and device for producing a desired brain state

Intra oral electronic tracking device  Intra oral electronic tracking device

Actual patents of mind control and behavior modification technology  http://www.tatoott1009.com/2013/10/12/actual-patents-of-mind-control-and-behavior-modification-technology/

Nervous system manipulation by electromagnetic fields from monitors  Nervous system manipulation by electromagnetic fields from monitors

Pulsative manipulation of nervous systems  Pulsative manipulation of nervous systems

Apparatus and method of broadcasting audible sound using ultrasonic sound as a carrier  Apparatus and method of broadcasting audible sound using ultrasonic sound as a carrier

Ultrasonic speech translator and communications system  Ultrasonic speech translator and communications system

Method and an associated apparatus for remotely determining information as to person’s emotional state  Method and an associated apparatus for remotely determining information as to person’s emotional state

Silent subliminal presentation system  Silent subliminal presentation system

Method and apparatus for producing subliminal images  Method and apparatus for producing subliminal images

Hearing system  Hearing system

Apparatus and method for remotely monitoring and altering brain waves  Apparatus and method for remotely monitoring and altering brain waves

04565_declino_umanita

Autore: Gianni Lannes / Fonte: sulatestagiannilannes.blogspot.it

Una task force militare utilizza Mind Control e Tecnologia VRS per i Rapimenti Alieni

Una task force militare utilizza Mind Control e Tecnologia VRS per i Rapimenti Alieni

Studi effettuati da alcuni ricercatori sui rapimenti alieni, sono stati spesso presentati in maniera incompleta, focalizzando l’attenzione solo su determinati aspetti..negativi dei casi presi in esame. Comportamento ed omissioni, voluti o meno, rappresentano un ostacolo per la vera ricerca, dato che resoconti censurati non forniscono un quadro completo ed attendibile del fenomeno. Un esempio lampante sono le cosiddette esperienze virtuali note con il termine VRS (Virtual Reality Scenario), ossia scenari di realtà virtuale, indotti dall’esterno, e per il soggetto praticamente indistinguibili dalla realtà oggettiva.

Il Prof. Helmut Lammer, ufologo e ricercatore presso l’Istituto di Ricerca Spaziale austriaco, dichiara che l’individuo può sperimentare una determinata situazione attraverso un input sensoriale totale e reagire con spontanee risposte fisiche ed emotive, anche se nella realtà si trova sdraiato su di un lettino per esami clinici o sta dormendo nel suo letto senza ricevere alcun segnale esterno che lo disturbi. Sebbene alcune esperienze possano essere state scenario di realtà virtuale generate dagli alieni, come molti ufologi sostengono, altre attività “secondarie” indicano chiaramente un coinvolgimento dell’uomo. In tale contesto si inserisce il recente studio condotto dal professor Helmut Lammer, rappresentante austriaco del centro ufologico americano MUFON, sulle MILAB (Military Abductions) ovvero falsi rapimenti alieni eseguiti, in realtà, da militari.

Il Prof. Helmut Lammer, ufologo e ricercatore presso l’Istituto di Ricerca Spaziale austriaco

“Dobbiamo cercare di comprendere – afferma Lammer – qual è il programma che si cela dietro il fenomeno delle abductions aliene e qual è lo scopo delle MILAB. C’è un forte interesse da parte dei militari nello sviluppo di impianti cerebrali, bio-chip per la realtà virtuale, proiezione di immagini olografiche, dispositivi di occultamento ed armi che alterano la mente”. L’esistenza di queste tecnologie, secondo lo studioso, induce alle seguenti ipotesi:  1. si stanno effettuando, da anni, esperimenti segreti sugli esseri umani,   2. tali esperimenti sono stati nascosti alle autorità di governo ed al pubblico, finanziando progetti segreti [meglio noti come Black Programs].   Pertanto, se esistono le prove, anche di un solo caso di personale militare coinvolto in scenari di rapimento, non è possibile liquidare facilmente quei resoconti che accennino allo stesso evento. Inoltre, se enti governativi e militari sono davvero coinvolti segretamente in tali operazioni, è d’obbligo effettuare ricerche molto più approfondite rispetto a quelle condotte fino ad oggi. Nonostante tutto, gran parte degli ufologi e studiosi “ufficiali” non si sono dimostrati molto entusiasti di affrontare eventuali violazioni dei diritti umani da parte di apparati dell’establishment politico-militare, probabilmente intimoriti da eventuali rappresaglie personali che, come già registrato in passato nella casistica ufologica, si verificano realmente.

 L’ipotesi MILAB e operazioni segrete perpetrate contro civili.   “Tutti quelli che si rifiutano – prosegue Lammer – di credere che siano stati compiuti degli esperimenti segreti sulla gente, inclusi i bambini, dovrebbero visionare i documenti comprovanti gli esperimenti effettuati dai servizi segreti militari prima, durante e dopo la guerra fredda e che sono ormai di dominio pubblico”. Gli Stati Uniti e il Canada, secondo lo studioso, non sono stati gli unici Paesi a perpetrare tali atrocità: di recente la stampa inglese ha riportato la notizia che anche il Regno Unito, durante gli ultimi 40 anni, ha condotto esperimenti segreti concernenti gli effetti delle radiazioni sugli esseri umani. Alla nona conferenza annuale di Orange County, California, lo psichiatra canadese Colin Ross, ha presentato un documento ottenuto attraverso il FOIA (Freedom of Information Act), contenente le prove che la CIA aveva segretamente condotto ricerche sulla creazione di “cavie manciù” fin dalla seconda Guerra Mondiale. Il dottor Ross ed altre organizzazioni di ricerca hanno incontrato i sopravvissuti di esperimenti che includevano l’impiego di elettroshock, droghe, impianti cerebrali e deprivazione sensoriale. Alcuni soggetti erano stati rinchiusi in gabbie, costretti al sonno forzato, ad abusi rituali e sessuali.

Una volta selezionate, le vittime sono state ripetutamente usate quali “animali umani da laboratorio” per tutta la vita, in una serie di esperimenti controllati e monitorati dall’esterno. Nel 1997 l’ACHES-MC (Advocacy Committee for Human Experiment Survivors-Mind Control), ovvero il Comitato legale per i sopravvissuti agli esperimenti di controllo mentale sugli umani, consegnò un video-documento all’ex Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ed al Primo Ministro canadese, in cui richiede un’udienza presidenziale e la declassificazione dei dati governativi relativi a presunti esperimenti di controllo mentale. Tali esperimenti furono condotti su adulti e bambini inconsapevoli e furono finanziati dal governo degli Stati Uniti dal 1940 in poi. Il video contiene, inoltre, le testimonianze dei sopravvissuti (bambini e adulti) agli esperimenti, nonché le testimonianze di terapisti, psichiatri e psicologi. Stranamente, queste vittime non riferiscono casi di contatti alieni o UFO come quelli delle MILAB, ma alcune delle esperienze hanno molto in comune sul tipo di controllo mentale e di abusi descritti. Questo breve scorcio di esperimenti segreti condotti sull’uomo supporta l’ipotesi MILAB di operazioni segrete perpetrate contro civili.

Possibili scopi delle MILAB

Alla luce di queste nuove informazioni si può constatare come l’intero scenario delle abductions aliene/umane sia molto più complesso di quanto si credesse all’inizio.Dal 1980 sarebbe operativa una task force militare implicata nelle abduction umano/aliene Esistono prove evidenti che più di un progetto umano sia inserito nell’intricato fenomeno delle abductions aliene. Ognuno di questi programmi ha probabilmente un suo punto focale che coinvolge presunti rapiti dagli alieni. Credo che il primo gruppo sia interessato ad esperimenti sul controllo mentale e comportamentale.

Esistono prove di esperimenti di deprivazione sensoriale, respirazione di liquidi, stimolazione elettromagnetica dei lobi temporali, ricerca sul cervello e innesto di impianti. Il secondo gruppo sembra interessato alla ricerca genetica e biologica. Alcune vittime di MILAB ricordano di aver visto, nel corso dei loro rapimenti in basi militari sotterranee, degli esseri umani in contenitori pieni di liquido, e animali geneticamente mutati chiusi in gabbie. Bisognerebbe sottolineare che alcuni soggetti prelevati dagli alieni, senza contatti con militari, ricordano scene simili all’interno degli UFO. Il terzo gruppo invece sembra essere una specie di task force militare, operativa fin dagli anni ’80, e interessata al fenomeno abductions umano/alieno al fine di raccogliere informazioni a riguardo

Contenitori di vetro ripresi nell’unico filmato esistente di una base sotterraneaÈ possibile che i capi di questa task force credano che alcune abductions aliene siano vere e che esse abbiano implicazioni riguardanti la sicurezza nazionale. È altresì possibile che il secondo e il terzo gruppo lavorino insieme per condividere i dati degli studi genetici sugli addotti dagli alieni. Si può focalizzare ora l’attenzione sulle esperienze degli addotti MILAB, quindi sulle persone rapite da personale militare, concernenti i contenitori ripieni di liquido menzionati poc’anzi.

Molti degli addotti ricordano di esservi stati posti. Secondo alcuni erano vuoti, per altri avevano all’interno degli alieni, altri ricordano di averci visto degli esseri umani. Alcuni dicono di essere stati costretti a respirare il liquido e di averlo vissuto come un’esperienza estremamente traumatica. Altri ricordano di essere stati portati in strutture militari sotterranee e di aver visto persone tutte identiche, in lunghe file di tubi di plastica o di vetro e questo ha fatto pensare subito a esperimenti di clonazione. Tutto ciò potrebbe inserirsi in un programma come: il mantenimento di esseri umani privi di cervello quali “contenitori di organi”, oppure la creazione di soldati immuni alle armi biologiche.

I Bio-chip cerebrali intelligenti dell’USAF

L’Innesto di biochip sarebbe finalizzato al controllo dei soggetti rapiti. Nella foto microcircuiti elettronici dell’ultima generazione. Molta gente è conscia del fatto che nel periodo successivo alla guerra, fino agli anni Settanta, furono effettuati esperimenti segreti sul controllo della mente e del comportamento e sulla resistenza alle radiazioni. Dovremmo domandarci se qualcuno ha interesse ad effettuare esperimenti segreti anche oggi. Chi afferma che i risultati di questo studio sono solo spazzatura dovrebbe visionare le ricerche declassificate dell’Aeronautica Militare e tutti gli studi condotti sulle armi non convenzionali.

L’Innesto di biochip sarebbe finalizzato al controllo dei soggetti rapiti. Nella foto microcircuiti elettronici dell’ultima generazione. Tutto ciò, in effetti, viene contemplato nel documento “Air Force 2025″ pubblicato di recente dall’Aeronautica Militare statunitense (USAF), e più precisamente nella sezione intitolata “Information Operations: A New War-Fighting Capability” (una nuova capacità di combattimento in guerra), dove vengono presi in esame scenari tecnologico/bellici nel 2025. In questo rapporto gli autori, militari ed esperti dell’USAF, accennano alla possibilità di diffondere microscopici chip impiantati nel cervello, i quali svolgerebbero due funzioni:

1. il bio-chip impiantato connetterebbe l’individuo ad una rete di sistemi satellitari integrati o smart satellites (IIC) in orbita bassa attorno alla Terra, creando un’interfaccia tra la persona impiantata e incredibili risorse informatiche. L’impianto rilascerebbe le informazioni elaborate dal IIC direttamente al cervello dell’utente.

2. il bio-chip potrebbe creare una visualizzazione mentale dell’ambiente circostante, generata dal computer e basata sulle richieste dell’utente. La visualizzazione sarebbe di 360°, non più limitata dal campo visivo umano, e permetterebbe al pilota di un aereo da caccia di porsi in una “zona di guerra” a lui perfettamente visibile.

Inoltre, una vasta gamma di armi letali verrebbe collegata al sistema satellitare, permettendo agli utenti impiantati, in possesso di autorizzazioni speciali (soldati cibernetici), di usare direttamente queste armi. Questo significa che un soldato potrebbe mantenere la vista nella maniera normale, con in più una sfumatura di informazioni che identifichino e descrivano oggetti specifici che non rientrano direttamente nel suo campo visivo. Potrebbe così valutare eventuali minacce e ordinare il fuoco da una varietà di sistemi d’arma, per affrontare e distruggere questi bersagli a distanza.

Si può osservare da tali studi militari che la ricerca segreta sulle human brain-machine (cervello umano/macchina) e impianti di realtà virtuale, è già stata intrapresa.

Armi per la manipolazione mentale

Gran parte di questi documenti fanno riferimento a istituti di ricerca militare e sono classificati. Visto che gli autori del testo scrivono che gli “apparecchi da impianto” negli umani suscitano problemi di etica e di relazioni pubbliche, dovremmo chiederci chi potrebbero essere le cavie per questi progetti di ricerca futuristica. Un altro documento interessante, riguardante la “Information Warfare”, è classificato e solo i possessori di autorizzazioni appropriate possono ottenerne copia dal Centro di Informazioni Tecniche di Fort Belvoir, Virginia. Il fascicolo studia la proiezione di immagini olografiche, i dispositivi di occultamento e mimetica multispettrale che forniranno ai militari capacità strategiche incredibili.Numerose abduction celebrerebbero esperimenti segreti di mind control È questa la tecnologia più promettente, quella atta a creare ambienti fittizi che un avversario potrebbe credere reali. Nel files, inoltre si afferma che nella ricerca per le operazioni di PSYWAR (guerra psichica) si tenta di influenzare una persona bersaglio, proiettando immagini olografiche che trasmettono l’effetto desiderato. Dovremmo domandarci ancora: chi sono gli avversari e i bersagli dei test in questi progetti di ricerca?

Un recente articolo pubblicato dall’U.S. News and World Report, ha rivelato che i militari americani hanno sviluppato armi in grado di alterare la mente tramite manipolazioni acustiche, microonde e onde cerebrali che alterano i modelli del sonno. Fatto singolare, nell’articolo c’è la foto di un elicottero militare che punta un raggio di energia verso una casa. Secondo un rapporto del Pentagono, armi acustiche e soniche possono vibrare all’interno degli esseri umani fino a tramortirli, causare nausea o perfino liquefare i loro cervelli.

All’inizio degli anni Ottanta il dottor Eldon Byrd era a capo di uno strano progetto sulle armi elettromagnetiche. Gran parte delle sue ricerche venivano condotte nell’Istituto di Ricerca Radiobiologica di Bethesda, Maryland [città in cui l’ammiraglio Forrestal si suicidò in circostanze sospette]. Il medico affermò che sia lui che i suoi colleghi cercavano di rilevare le attività elettriche del cervello e il modo di influenzarle.

Byrd usava onde a frequenze estremamente basse per stimolare il cervello, che rilasciava così alcune sostanze chimiche capaci di regolare il comportamento umano. Questo sistema applicato agli uomini soggetti ai test provocava immediatamente nausea e sintomi influenzali. Byrd non testò mai il suo macchinario sul campo ed il progetto, originariamente previsto per la durata di quattro anni, fu chiuso dopo solo due. La tecnica funzionava, quindi sospettò che gli studi venissero continuati segretamente. Altri scienziati raccontarono esperienze simili.

“Si può desumere – dichiara il professor Lammer – che tali progetti segreti di ricerca militare, siano stati condotti come studi sulla guerra biologica e genetica. Se ipotizziamo che il nucleo del fenomeno delle abductions aliene sia reale, il personale militare che si cela dietro questi progetti sarebbe interessato alla biologia aliena, alla loro genetica e alle loro procedure di controllo mentale. Visto che questa ricerca è celata nell’ambito di progetti altamente segreti, solo poche persone saprebbero esattamente quello che sta accadendo”. Un altro pericolo potrebbe essere rappresentato dalle organizzazioni umanitarie che cercano di portare a livello di governo le denunce sulle atrocità commesse su esseri umani nell’ambito delle ricerche genetiche segrete, in cui sono coinvolti i militari.

Tali progetti sono programmi non riconosciuti ufficialmente e molti rappresentanti del governo non ne sono neppure al corrente. “Occorre precisare – dice Lammer – che la maggior parte delle vittime delle MILAB dichiara di aver visto esseri alieni e personale militare lavorare fianco a fianco. Queste affermazioni andrebbero attentamente investigate. Abbiamo bisogno, ovviamente, di ulteriori ricerche prima di poter definitivamente concludere che esseri alieni e personale militare stiano collaborando”.

Attività di elicotteri connessa alle MILAB

Gli studi indicano che gli addotti delle MILAB sono spesso assillati da elicotteri neri e senza insegne che volano attorno alle loro case. L’attività degli elicotteri associata alle abductions UFO è aumentata, dagli anni ’80 ad oggi. L’attività di elicotteri neri in congiunzione con le abduction aumentò negli anni ’80In alcuni casi gli elicotteri sono stati visti nelle vicinanze delle case degli addotti solo poche ore dopo un episodio di abduction. Possiamo stendere un sommario in cinque punti delle informazioni in nostro possesso sui movimenti dei misteriosi elicotteri:

1. L’attività degli elicotteri iniziò tra la fine degli anni ’60 e i primi anni ’70 e sembrava essere connessa ai casi di mutilazione animale.

2. In quel periodo, gli elicotteri mostrarono solo un vago interesse verso le persone rapite dagli alieni, apparendo occasionalmente dopo alcuni avvistamenti di UFO.

3. L’attività degli elicotteri neri iniziò ad aumentare in relazione alle abductions aliene dagli anni ’80 in poi. Comunque, al principio il fenomeno venne riportato in prossimità di luoghi in cui furono rinvenuti animali mutilati, nel nord America.

4. Al momento, nei files di molti ricercatori del fenomeno abductions del nord America, figurano alcuni casi di misteriosi elicotteri neri.

5. In Inghilterra durante gli anni ’70 è stata riportata una forte attività di elicotteri fantasma, ma sembra che il loro interesse verso le mutilazioni animali e gli addotti sia limitato al nord America.

Presunti rapimenti effettuati dal personale militare dei servizi segreti

Molti addotti riportano delle interazioni con il personale dei servizi segreti dopo le apparizioni degli elicotteri neri. Le MILAB comprendono i seguenti elementi:

* Attività di elicotteri neri senza insegne.

* L’apparizione di strani furgoni o veicoli nelle vicinanze delle abitazioni degli addotti.

* Esposizione a campi magnetici che disorientano.

* Trasporto in strutture segrete sotterranee dopo essere stati drogati.

Di solito, in seguito ad abductions da parte dei militari, sono stati riscontrati effetti collaterali quali spossatezza e senso di nausea. Ci sono anche delle differenze nel modo di presentarsi dei rapitori: in molti casi di abductions aliene gli ET attraversano muri e finestre chiuse, oppure gli addotti percepiscono una strana presenza nella stanza. Molti dicono di venire paralizzati dal potere mentale degli esseri alieni. Durante le MILAB, invece, gli addotti asseriscono che i rapitori gli iniettano qualcosa e che, durante le analisi, non vengono paralizzati, ma piuttosto legati ad un tavolo.

Impianti terrestri – Micro Chip/ Transponder Destron-Fearing

Fino ad oggi, più di tre milioni di animali in tutto il mondo sono stati impiantati con successo con dei transponder Destron-Fearing (foto sopra). Si tratta di un contrassegno di identificazione a frequenza radio passiva, progettato per lavorare con un sistema di lettura di identificazione ad una frequenza radio compatibile, attivato da un segnale a bassa frequenza che trasmette il codice di identificazione al sistema di lettura. Un bio-chip simile, per uso umano, fu ideato nel 1989 dal medico statunitense Daniel Man. Per impiantarlo c’è bisogno di una piccola incisione chirurgica e il luogo migliore per collocarlo sarebbe la zona dietro l’orecchio. L’apparecchio andrebbe periodicamente ricaricato con una batteria da tenere all’esterno, vicino all’impianto.

Gli individui preposti per tenere sotto controllo le persone impiantate potrebbero sfruttare tre satelliti [per compiere una triangolazione geometrica] o speciali elicotteri. Se un’agenzia fosse interessata a monitorare lo status fisiologico di un addotto durante una abduction da parte di alieni, potrebbe usare la telemetria biomedica, che permette la trasmissione di informazioni fisiologiche da un luogo inaccessibile a un sito di monitoraggio molto distante. In questo modo i militari potrebbero ottenere in tempo reale i dati fisiologici degli addotti, quali la respirazione, la tensione muscolare e la presenza di adrenalina nel flusso sanguigno, durante il rapimento stesso.

VRS – Scenario di realtà virtuale

Sembra che alcune esperienze narrate da presunti addotti e dalle vittime degli esperimenti di controllo mentale possano essere spiegate come facenti parte di una tecnologia avanzata. Alcuni soggetti affermano che qualcuno ha immesso nel loro cervello delle immagini. Gli scienziati militari sostengono che l’idea di inserire nella mente altrui un’esperienza di realtà virtuale è solo un’ipotesi ma, allo stesso tempo, anche molto promettente. Se tale tecnologia fosse stata sviluppata in segreto e oggi esistesse, i ricordi insolitamente lucidi di alcune abductions potrebbero essere spiegati dall’inserimento di un’esperienza artificiale nel cervello dell’addotto. I dottori Joseph Sharp e Allen Frey hanno sperimentato la trasmissione di parole direttamente nella corteccia auditiva, attraverso microonde a impulso, già negli anni ’60. Ancora, alcuni addotti riferiscono di sentire voci nella mente, questo nonostante le analisi abbiano escluso la schizofrenia. Di certo questi fatti non possono spiegare tutte le abductions aliene, ma potrebbero chiarirne una piccola parte e giocare un ruolo importante nelle MILAB.

Le MILAB potrebbero essere la prova che una task force militare dei servizi segreti opera nel Nord America fin dai primi anni ’80 ed è coinvolta nel monitoraggio e nel sequestro di persone in precedenza rapite dagli alieni. Sembra che siano molto interessati ai casi di abductions ET: monitorano le case delle vittime, le rapiscono e forse impiantano in loro apparecchi militari poco tempo dopo una abduction aliena. Forse stanno cercando degli impianti alieni o, forse, presunti embrioni ibridi umano-alieni. L’unica cosa certa è che questa task force si avvale di una avanzatissima tecnologia di controllo mentale, che continua ad essere sperimentata illegalmente su individui e che costoro non hanno nulla a che vedere con le abductions da parte di alieni

FONTE : http://www.segnidalcielo.it/2013/12/28/una-task-force-militare-utilizza-mind-control-e-tecnologia-vrs-per-i-rapimenti-alieni/

DITTATURA ELETTROMAGNETICA – ARMI SILENZIOSE PER GUERRE TRANQUILLE

di Steven J. Smith.

Sin dagli albori della civiltà, i governi hanno cercato mezzi per manipolare i pensieri e le percezioni dei loro cittadini. Anche i governi democratici utilizzano le tecniche di pubbliche relazioni, spin doctor, e conferenze stampa, per modellare le percezioni e le opinioni dell’opinione pubblica. Queste tecniche sono talmente diffuse che quasi tutte le lingue umane hanno una parola dedicata alla sua descrizione. In italiano, quella parola è “propaganda”. La ragione di questa enfasi sul pensiero umano e la gestione percettiva è piuttosto semplice.
Ci vuole meno sforzo di gran lunga a cambiare la mente di qualcuno, oltre che a cambiare la loro vita, di lavoro, o delle condizioni economiche. Inoltre, poiché la cittadinanza è un numero sempre maggiore di chi esercita l’autorità, è fondamentale che la maggioranza delle persone siano soddisfatte della loro leadership, o almeno credano che nessuna alternativa migliore sia disponibile.
Qualsiasi governo che non riesce a seguire questa massima, che sia una democrazia, repubblica, monarchia, la giunta militare, o dittatura, è condannato ad una morte ignominiosa e veloce. Ne consegue che TUTTI i governi hanno un profondo interesse, e sono disposti a spendere ingenti somme di denaro per raggiungere questo obiettivo, attraverso qualsiasi metodo o tecnologia che mantiene la promessa di migliorare la manipolazione del pensiero umano e/o percettivo.

Con il sorgere degli stati nazione ed il commercio internazionale, un esperienza di stampo percettivo umano e di gestione del parere è emersa. L’uso della propaganda per modificare le percezioni e le opinioni all’interno degli stati nazione, e quindi guadagnare un po’, sia a livello economico, militare e politico, in genere a danno di coloro che sono manipolati. Nel XX° secolo, un romanzo e la nuova strada per manipolare la mente umana ha fatto la sua prima apparizione….

L’uso dell’EM (elettromagnetismo) per modificare direttamente l’energia del processo di pensiero umano. La sua prima esperienza è stata la terapia elettro-convulsiva (ECT), noto anche come trattamento elettro-shock. Pur essendo rozzo, il metodo della forza bruta, esso ha tuttavia aperto la porta ad altre più allettanti possibilità di manipolazione.

Quello che segue è una denuncia dettagliata sullo sviluppo, la diffusione e l’uso in corso, di una segreta tecnologia di controllo mentale EM che abbraccia l’intero pianeta. Si conosce già il suo nome, ma non le capacità.

Si chiama: telefonia mobile.
I primi sviluppi:
A partire dal 1950, operante sotto l’ormai famoso progetto MK-Ultra, decine di milioni di contributi pubblici sono stati assegnati per la ricerca sui diversi aspetti del pensiero umano e/o di manipolazione percettiva. Alcuni di questi studi ha comportato lo sviluppo e la sperimentazione di droghe psicoattive (LSD per esempio ). Altre sovvenzioni hanno comportato la modificazione fisica del cervello umano attraverso un intervento chirurgico. Ancora altre sovvenzioni hanno comportato l’utilizzo di energia EM per alterare la chimica del cervello, con l’obiettivo ultimo di iniezione dissimulata di percezioni o pensieri direttamente nella mente umana. E’ questa l’ultima categoria di ricerca che si concentra su in questo documento.

E’ improbabile che si possa mai sapere la reale portata degli esperimenti, o dei risultati ottenuti, il controllo della mente umana è condotto sotto l’egida dell’ MK-Ultra. Tuttavia non è tutto perduto, ci sono documenti classificati di quel periodo di cui abbiamo prova esistente. Anche un insieme di prove circostanziali esistono, che possono essere utilizzate per ottenere una visione più completa del soggetto. E, naturalmente, abbiamo pienamente possibilità di dimostrare l’operatività del sistema di controllo remoto mentale, disponibili per la nostra recensione e analisi. Tutto quello che dobbiamo fare è unire i puntini …

Cominciamo con un pezzo di 60 anni di prove indiziarie.

Durante lo sviluppo e il dispiegamento di radar (nella Seconda Guerra Mondiale), ci sono state segnalazioni da parte di tecnici radar di stimoli uditivi (suoni artificiali) che coincidono con l’esposizione a radiazioni e a microonde. E’ stato provato scientificamente che il movimento meccanico all’interno dell’orecchio o circostante la struttura ossea, creata da brusche variazioni di temperatura da esposizione alle microonde, è stata la causa più probabile. Tuttavia, quando i soggetti non udenti hanno anche riferito di “sentire” le microonde, è apparso chiaro che un sottile meccanismo più complesso di fenomeni devono essere responsabili di questo effetto.

Allen H. Frey:
Cornell University (Ithaca New York), 1962. Allen H. Frey pubblica un documento di ricerca sul Journal of Applied Physiology titolo “sistema di risposta uditiva dell’uomo all’energia elettromagnetica modulata”. Nel suo articolo il signor Frey descrive l’uso di energia elettromagnetica a livelli di potenza media misurata in microwatt per centimetro quadrato di carta. Cito direttamente dalla sua ricerca:

La percezione dei suoni diversi può essere indotta in soggetti clinicamente sordi, così come normali, a una distanza da centimetri fino a migliaia di metri dal trasmettitore. Con un trasmettitore di diverse caratteristiche, siamo in grado di indurre la percezione di buffeting (instabilità ad alta frequenza), grave nella testa del soggetto, senza che tale soggetto risenta di vestibolari sintomi apparenti come vertigini o nausea. Cambiando i parametri del trasmettitore, si possono indurre altre “sensazioni”.

Il metodo di modulazione del trasmettitore impiegato in esperimenti di Mr. Frey è stato “modulazione di impulso”, più tardi conosciuta come modulazione digitale. Un’ulteriore osservazione da Frey è pertinente a questa discussione. Lo spettro di frequenze EM per un maggior assorbimento da parte della testa umana, e quindi più basso della soglia di percezione uditiva. In altre parole, quale parte dello spettro EM è più efficiente per produrre una risposta uditiva? Facendo riferimento alle carte di Frey, indicano che lo spettro di frequenza da 500 Mhz a 5000 Mhz è più efficiente, con la massima efficienza nei pressi di 1000 Mhz.

Telefoni cellulari e spettri di frequenza:
La frequenza degli spettri assegnata al cellulare rientra nell’ambito dei 840-960 Mhz (banda bassa) e 1710-2170 MHz (banda alta). Quindi, le bande di frequenza assegnate dalla FCC (Federal Communications Commission) per l’utilizzo da parte delle frequenze delle reti telefoniche sono in prossimità o al picco di quelle rilevate da Frey nei suoi studi.

Che strana coincidenza! Oppure non si tratta di una coincidenza?

Come nota a margine, la frequenza assegnata per l’utilizzo di forni a microonde è (2450 Mhz) ed è anche in questo caso la parte dello spettro EM del cervello umano.

Ripetitori di segnale elettromagnetico dei cellulari:
Tutti li conosciamo e li odiamo. Hanno avvolto il paesaggio urbano come una piaga, e sembrano crescere come le erbacce. Sto parlando di torri di antenne per ripetere il segnale dei telefoni cellulari. Queste torri sono solo la parte più visibile di un sistema di comunicazione cellulare BTS (Base Transceiver Station). Alla base di ciascuna torre è predisposto un piccolo edificio che ospita il BTS elettronico attuale.

cell-phone-brain

Si potrebbe supporre che ogni conversazione telefonica cellulare ha un trasmettitore indipendente che si occupa della stabilità di frequenza della durata della chiamata. In realtà tre serie di ripetitori a banda larga come MCPA (Multi-Carrier Power Amplifier) vengono utilizzati in ogni conversazione telefonica cellulare, sommate insieme ad altre conversazioni cellulari, e la trasmissione dell’intero gruppo da un particolare set di MCPA. Il motivo dell’utilizzazione dei tre ripetitori MCPA è che la maggior parte dei telefoni cellulari si dividono la loro area di copertura in tre settori di 120 gradi, con ogni set MCPA assegnato ad uno specifico settore. Questi settori di copertura a 120 gradi sono il motivo per il quale il telefono cellulare utilizza una triangolazione di antenne.

Dal momento che ogni set MCPA gestisce tutte le conversazioni di cellulare per un grado di copertura del settore 120 gradi, ne consegue che anche se la potenza trasmessa per qualunque particolare conversazione telefonica specificata come 10 watt, la potenza di uscita totale di un MPCA set varia da 180 watt a 360 watt. Inoltre, la configurazione di forma di antenna si differenzia a seconda del modello di EM irradiato in modo che il totale ERP (potenza irradiata effettiva) varii da 9.000 watt a 18.000 watt per 120 gradi e la copertura del settore di 17dB per ogni 50 watt di segnale. Pertanto l’ERP è un totale di segnale BTS a copertura di 360 gradi ed è dell’ordine da 27.000 a 54.000 watt! E naturalmente ci sono più aziende di servizi telefonici, ognuna con una propria rete di siti di BTS. La conseguenza, è che qualsiasi area urbana sarà sottoposta a radiazione elettromagnetica da circa 81.000 a 216.000 watt (da 3 a 4 aziende fornitrici di servizio).

Durante il normale funzionamento, ogni azienda fornitrice di servizi utilizza una parte diversa della rete di telecomunicazione cellulare e del suo spettro di frequenza. Tuttavia le frequenze effettivamente utilizzate sono determinate da un computer controllato DSP (processori di segnali digitali), che come qualsiasi altro dispositivo controllato da un computer, possono essere riprogrammati in frazioni di secondo. Il segnale trasmesso utilizza un tempo di accesso ad impulso o CDMA (codice di accesso a divisione) più la codifica TDMA. Entrambi i metodi di codifica producono una serie di segnali digitali (on-off) ad impulsi, proprio come gli originali esperimenti di Frey.
Sembrerebbe che il moderno telefono cellulare ed i suoi ripetitori siano fatti su misura per riprodurre i risultati degli esperimenti di Frey.

Tocca qualcuno:
I sistemi radar moderni utilizzano una tecnica di virata meccanica non conosciuta come un “phased array”. In sostanza, un insieme di trasmettitori di microonde controllano in modo indipendente e sono sincronizzati in modo tale che i segnali si combinino in modo costruttivo in una posizione particolare, mentre annullino gli altri segnali di altri luoghi.

Un modo semplice per visualizzare questa tecnica è quello di immaginare increspature, dovute a cadute diverse di sassolini in un lago in diversi luoghi e tempi. Se fatto con precisione, i picchi delle onde sarebbero tutti a combinare un’unica sede. Mentre in altri luoghi, il picco da una ondulazione si combinano con la depressione di un altro, annullando a vicenda. In modo simile, la radiazione elettromagnetica e da più siti potrebbe essere sincronizzata per creare un effetto di grandi dimensioni in una posizione particolare. In combinazione con il GPS (satelliti di posizionamento globale), il bersaglio sarebbe molto preciso. In termini pratici, un agente provocatore (CIA, NSA, DIA o – fate la vostra scelta) saprebbe utilizzare un computer dotato di connessione internet o modem per accedere a un numero di telefono speciale, quindi inserire la destinazione coordinate. Il telefono di rete Cell sarebbero riprogrammati per portare tutti i DSP di siti BTS vicini al luogo di destinazione in fase di sincronizzazione con l’altro, e per trasmettere in un ristretto spettro di frequenze singole, consentendo in tal modo fino a 200.000 watt delle radiazioni del forno a microonde a concentrarsi su la vittima ignara. In modo ottimale, ciò potrebbe avvenire fra le ore 23:00 e le 05:00, perché il traffico telefonico di rete è minimo in queste ore.

Un ulteriore affinamento della capacità di targeting ha avuto luogo nel 2002, quando Lucent Technologies ha annunciato che avrebbero realizzato un antenna “intelligente”. Con questa tecnica, e cito: La stazione base invia un separato, dedicato, fascio stretto per ogni utente attivo, che seguono la loro posizione come si muovono attraverso la copertura della stazione è la superficie di base. In altre parole, un sito BTS dotati di questa tecnologia può mettere a fuoco un sottile fascio “di energia a microonde ad un cellulare in particolare” e seguire quel cellulare mentre si sposta da un luogo ad un altro, la famosa intercettazione di posizione triangolare usata da tutte le forze di polizia.

Un ragazzo così bello e buono:
Sua madre disse: “Era un bravo ragazzo, non ha mai causato alcun problema”. Fino a quando non entrò in un fast-food, tirò fuori una pistola, ed ha iniziato a sparare a vista. Purtroppo, anche lui si è sparato, così ora non lo sapremo mai perché ha commesso tale atto criminale scioccante. Suona familiare? Certo che lo è. In questi giorni, avviene con regolarità deprimente. Poi c’è stata la madre nel Texas che ha annegato i suoi figli nella vasca da bagno. Ha detto, “la voce di Dio mi ha detto di farlo”.

Gli psicologi ci dicono che questi atti, apparentemente casuale di violenza risultato di pressioni economiche e di fratture nelle relazioni inter-personali, causate dallo stress della società moderna. Io sostengo che cosa stiamo assistendo in questi atti di violenza, è niente di meno che le prove sperimentali di controllo mentale a distanza, realizzato utilizzando la rete dei telefoni cellulari che quindi iniettano comandi post ipnotici direttamente nella mente umana.

Come faccio a sostenere questa conclusione?

Sintetizzando la voce umana da una sorgente di rumore digitale è una tecnologia comprovata, che risale al 1960 (Bell Labs 1962). La tecnica si chiama (Formant Synthesis), ed è stato utilizzato nel film del 2001, quando HAL 9000 ha cantato “Daisy”. La trasmissione del metodo utilizzo ad impulsi digitali, e secondo le osservazioni di Frey, il suono percepito più strettamente allineato quello della modulazione EM e cioè di una serie di impulsi digitali. Come ogni ingegnere audio può attestare, ad una serie di impulsi digitali, quando riprodotto da un amplificatore audio, sono percepiti come un ronzio “rumore”, così come richiesto per l’ingresso alla sintesi della voce umana. E’ del tutto ragionevole supporre che nel ’40, da quando il signor Frey ha pubblicato il suo articolo, l’uso di energia EM modulata digitalmente per iniettare la percezione uditiva di voci umane, direttamente nella mente umana, è stato perfezionata. Soprattutto se si considera il valore che qualsiasi governo avrebbe posto in importanza di tale tecnologia.

mind-reprogramming

Veglia di apprendimento, nota anche come “hypnopaedia”, è un’altra tecnologia collaudata con radici che risalgono al 1950. le frasi parlate sono ripetute più e più volte, mentre la persona dorme, che poi sono agevolate nel ricordo quando il soggetto è sveglio. Molti credono hypnopaedia non è molto efficace, dal momento che i ricordi non sono pienamente integrati nella materie di cultura generale dello stato di coscienza. Tuttavia, dal punto di vista di iniettare suggestioni post-ipnotiche per eseguire atti criminali violenti, questo svantaggio è in realtà dovuto al fatto che ne benefici perché permette alla persona di scollegare o dissociare le prestazioni sotto forma di attività criminale. Questo porta ad un altro filo comune tra i tanti crimini contemporanei di violenza, cioè quando interrogato, il sospettato ha detto: “era come se stavo guardando qualcun altro commettere il reato”. La tecnica di hypnopaedia potrebbe essere ulteriormente migliorata con l’uso di metodi di modulazione EM che inducono una polarizzazione emozionale o una risposta ormonale in collaborazione con la suggestione post-ipnotica, creando così un trauma basato sull’imprinting del suggerimento. Il nome comune per la base di imprinting è “lavaggio del cervello”.

Addendum:
Di recente è venuto a dell’autore attenzione che un brevetto degli Stati Uniti esiste dal titolo: “Apparato per la comunicazione vocale udibile tramite l’effetto radio frequenza” (brevetto US 6.587.729). Ciò che rende questo brevetto particolarmente interessante è che la sua assegnata cita:

“Gli Stati Uniti d’America, rappresentata dal segretario dell’Air Force (Washington, DC)”

E ancora più intrigante. Anche se concesso nel luglio 2003, la domanda di brevetto originale è stato effettuato nel dicembre 1996, sette anni prima della sua divulgazione. Il risultato di mantenere i dettagli di questo brevetto riservate, consentendo allo stesso tempo il suo utilizzo da parte del segreto militare degli Stati Uniti durante gli anni intermedi.

Fine Addendum:
Mentre non vi è alcuna prova diretta del sistema di manipolazione utilizzato nel modo descritto nel presente documento. Come ho già così ampiamente dimostrato, l’architettura del sito BTS e capacità sono una perfetta corrispondenza alle specifiche richieste di un controllo mentale funzionale. E se considerato nel contesto della propensione del governo a costringere piuttosto che il comportamento dei cittadini a blandire, è difficile immaginare che se tale tecnologia di controllo mentale è fattibile, non sia stata integrata nella tecnologia che utilizza il telefono cellulare.

La politica estera americana:
E ‘un fatto ben noto (almeno al di fuori dell’America) che la politica estera americana è dedicata alla manipolazione e sottomissione dell’economica di altre nazioni sovrane. Inoltre, mentre la politica estera americana favorisce democrazie, dittature e le giunte militari sono anche destinatari di routine degli americani aiuti stranieri e concessioni commerciali. Quindi, secondo il libro fatto dalla CIA, la maggior parte del terzo mondo e delle nazioni in via di sviluppo hanno più telefoni cellulari in uso che linee di telefonica tradizionale. La ragione è che le reti di telefonia cellulare richiedono meno costi di installazione e minori costi di manutenzione.

Ora consideriamo una dittatura ipotetica. Il dittatore sta ricevendo i così detti aiuti stranieri, americani. In cambio, sta permettendo alle multinazionali americane di sfruttare la sua nazioni e le risorse naturali, con totale disprezzo per i danni ambientali, e la conseguente sofferenza umana causata da tale sfruttamento. Poiché la situazione di queste persone si deteriora, come questo dittatore, ed i suoi sostenitori americani, possono andare a tenere soggiogato il popolo di queste nazioni? Fornendo armi americane (e consiglieri militari), che hanno lavorato bene in passato, ma il comportamento bellicoso tale non è visto di buon occhio in questo illuminato millennio dell’era. Supponiamo invece che la rete dei ripetitori cellulari siano utilizzati ogni notte per iniettare suggestioni ipnotiche di tranquillità e benessere, direttamente nella mente di un popolo addormentato.

Ma cosa succede se, nonostante gli sforzi di controllo mentale della popolazione, alcuni leader dell’opposizione dovrebbero sorgere per sfidare il governo dispotico del nostro ipotetico dittatore?

Sua madre disse: “Era un bravo ragazzo, non ha causato mai alcun problema”. Fino a quando ha preso una pistola, e assassinato il leader dell’opposizione popolare selvaggiamente durante un comizio nella capitale. Quando è stato interrogato dalle autorità si dice abbia detto: “la voce di Dio mi ha detto di farlo”.

Più tardi, un comunicato stampa ha scritto: “il rappresentante locale del Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani ha detto che sta indagando su un possibile coinvolgimento da parte della polizia segreta del governo, ma finora nessuna prova è stata trovata. La stampa della Casa Bianca ed il segretario ha anche emesso una dichiarazione a nome del presidente, condannando con forza l’incidente come un insensato atto di violenza, e ribadendo il costante impegno del presidente della democrazia, dello Stato di diritto e diritti umani universali”

Naturalmente se il nostro ipotetico dittatore dovrebbe mai decidere la doppia croce americana, e tagliare un accordo migliore con gli europei e la Cina, la rete cellulare ed il BTS trasmetterebbero suggestioni ipnotiche di malcontento e rabbia. Poi entro un mese o due, la stampa della Casa Bianca ed il Segretario emetterebbero a dichiarazione del Presidente, chiedendo calma durante questo periodo di transizione inquietante, e si impegnerebbero a favore del nuovo leader.

Al di là di voci: Gli studi di Frey descrivono altri due (non-uditivi) fenomeni che possono essere evocati da modulata energia elettromagnetica. La percezione di “buffeting” e cioè la percezione di aggregamento, e la sensazione di “pin-and-spin” e cioè la percezione di cambiamento repentino dei pensieri. Nel contesto specifico di costringere la risposta comportamentale, entrambi i fenomeni sarebbero utili a loro stessi. Tuttavia, al di là della loro utilità diretta, questi due fenomeni implicano la possibilità di una più ampia costellazione di sensazioni allucinatorie. Inoltre, l’anello di retroazione autonoma dalle reti sensoriali al sistema nervoso all’interno del cervello dei mammiferi, potrebbe indicare il controllo concreto della muscolatura del corpo.

Quello che segue si basa sulle relazioni da parte di soggetti interessati.

Disturbi del sonno fisiche:
Irrequietezza fisica. Incapacità di raggiungere un sonno confortevole.
“Hot spot” localizzati nel fisico, in genere scoperti ad uscire, o a tornare a dormire nel bel mezzo della notte.
Svegliarsi sensazione disidratata, secchezza della bocca, o dei seni.
Sorprendente sveglio da nessuna causa apparente. Talvolta accompagnati dall’impressione che qualcuno aveva appena parlato.
Sudorazione, senza alcuna ragione apparente, a volte insolite. Per esempio, solo su una gamba o un braccio.
Contrazione muscolare simile a quello rotuleo involontario provocato da un medico durante l’esame, ma che coinvolge tutti i muscoli di una gamba o un braccio, o talvolta l’intero corpo in un enorme spasmo unico.
Rigidità muscolare, spesso accompagnata da tremori muscolari del corpo intero.
Disturbi mentali del sonno:
Interruzione del sonno REM, con conseguente calo complessivo della salute fisica.
Avere un sogno che improvvisamente cambia da piacevole a spiacevole o diventa minaccioso.
Alzarsi perché non si riesce a dormire, e poi subito dopo iniziare a sbadigliare perché sei stanco. Con il modello che si ripete più volte in una sola notte.
Svegliarsi con i sentimenti generali o specifici di paura, timore o rabbia, e non ricordo di una causa o motivo di tali sentimenti.
Svegliarsi da un sogno in cui hai fatto qualcosa, o ha agito in modi che sono in contrasto con il tuo comportamento normale, a volte accompagnato da sentimenti di vergogna o disgusto di sé.

images

I suddetti elencati non sono esaustivi, ma semplicemente destinati a illustrare il tipo di controllo fisico e/o disturbi mentali che possono essere attivati da energia elettromagnetiche modulari, se usate come arma segreta.

Per ulteriori informazioni su questo argomento e su altri aspetti di controllo remoto mentale, vedere altre documentazioni, dal titolo: “National Security Agency, cittadella del male”.

Gli avvocati della difesa, di fronte ad un imputato che le azioni sembrano in totale contrasto con i loro modelli precedenti di comportamento, dovrebbero prendere attentamente in discussione in osservazione il loro cliente, per qualsiasi disturbo del sonno recente che possono avere sperimentato. Inoltre, un imputato se ha affermato di sentire le voci che li costringevano a commettere un atto criminale, tale affermazione non dovrebbe essere respinta con leggerezza, soprattutto se ad un esame clinico convenuto non presenta alcun segno di difetto mentale. In tali casi, la regressione ipnotica può rivelarsi utile per scoprire le cause del loro comportamento criminale aberrante.

Psicologi e psichiatri dovrebbero anche prendere il tempo di familiarizzare con questo soggetto e prendere in considerazione la sinistra nuova forma di induzione di malattia mentale. E’ possibile che il vostro paziente mentalmente disturbato di oggi, che è solito sentire le voci nella sua testa, diventerà domani un assassino di massa.

Contromisure:
La soluzione più ovvia, è quella di schermare l’energia a microonde da un isolante metallico. Mentre parecchie aziende offrono prodotti specificamente destinati a proteggere contro l’energia a microonde, un foglio di alluminio ordinario funziona molto bene, ed è molto meno costoso. Inoltre, almeno una delle società dei prodotti di schermatura è di proprietà del governo (CIA, NSA, DIA), e pertanto devono essere accuratamente evitati. Un altro utile materiale di schermatura è la finestra a maglie, tuttavia bisogna assicurarsi che sia metallica, e non di plastica.

Ci sono due approcci di base per la schermatura di energia elettromagnetica.Schermare tutta la stanza. Schermatura selettiva.Tutta la stanza schermata è di gran lunga la soluzione preferita, ma più costosa da implementare. La schermatura selettiva è meno costosa, ma anche meno convenienti e secondo la natura esatta della sua costruzione, meno efficace. Tutta la stanza schermatura comporta che coprono tutte le pareti e, a seconda della posizione fisica, il pavimento e il soffitto, con un foglio di alluminio o la finestra a maglie. La schermatura selettiva comporta un impiego di divisori pieghevole rivestita in lamina di alluminio o in finestra a maglie, disposti intorno il letto.

Un altro metodo è quello dell’uso di uno scudo in testa. Anche se ritratto come un “foglio di cappello di latta” nei media popolari e battute sprezzanti, l’uso questa finestra sottile, inserita tra due panni provvista di tappi di luce sarebbe molto più comodo, e molto meno evidente da altri. Questo metodo potrebbe essere utile in luoghi e circostanze in cui altri metodi di schermatura qui citati sono poco pratici (una stanza di motel per esempio). Tuttavia, l’autore deve cautela che l’uso di uno scudo testa è molto meno efficace di altri metodi descritti in questa sezione.

Un altro utile complemento alla schermatura EM è un misuratore di fughe di microonde. Questi strumenti sono utilizzati per misurare il livello di dispersione EM da dispositivi come i forni a microonde. Molte versioni consumer sono disponibili per meno di 50€. Tuttavia, poiché lo strumento è destinato a misurare perdite da forni a microonde operanti a 2450 MHz, anziché le frequenze di gestione delle reti a basse frequenze, lo strumento dovrebbe essere testato tenendolo in prossimità di un ripetitore operativo della stazione durante una chiamata. Una più accurata (e costosa) versione nota come un misuratore di campo RF è disponibile da Scientific m², per circa 200€. Un misuratore di campo RF, con una funzione di allarme audio che potrebbe essere fissato per attivare il livello di soglia specifico sarebbe l’ideale. Lo strumento può essere posizionato accanto al letto, e sveglia la vittima con un rumore uditivo, all’inizio di ogni attacco diretto di energia EM.

In chiusura, nel corso degli ultimi 10 anni, c’è stata una pletora di barzellette, commenti sprezzanti e trame di film che comportavano l’uso di cappelli di carta stagnola. Questi dovrebbero essere visti come un tentativo di screditare l’intera idea di attacco da parte di energia diretta EM. Commenti e filmati di questo tipo dovrebbe essere considerata come un altro pezzo di prove circostanziali che questi attacchi sono realtà, che si svolgono su base giornaliera. E, infine, che tali individui e le organizzazioni responsabili degli attacchi di energia diretta elettromagnetica, siano anche ad esercitare un’influenza sui mass-media, e in altri forum della pubblica opinione.

Ulteriori indagini:
A seguito di un episodio nell’ambiente urbano con radiazione a microonde ad alta energia è la costante crescita di specifici disturbi del sonno nella popolazione generale. Questo può essere un effetto collaterale non intenzionale, o può essere abbastanza intenzionale. In entrambi i casi, uno studio dei disturbi del sonno, correlato con la distribuzione dei ripetitori delle telecomunicazioni BTS potrebbero rivelarsi molto utile. Lo studio dovrà anche esaminare la relazione temporale tra la BTS di telefono cellulare e la crescita delle cellule nel sito, e l’aumento dei disturbi del sonno segnalati. Inoltre, è autore di congettura che l’una correlazione positiva tra la leucemia e il sistema di telecomunicazione nel sito geografico avrà temporale crescita e sarà anche evidente.

450px-BTS_naklo_slaskie_24082007_01

Un altro studio utile sarebbe la correlazione tra l’aumento delle attività criminali violente e le installazioni dei ripetitori delle telecomunicazioni. Entrambe le correlazioni geografiche e temporali dovrebbero essere considerate. E’ il parere degli autori che una correlazione positiva verrà trovata.

Per le organizzazioni che hanno le capacità tecniche, il “Reverse Engineering” del firmware computer BTS porterebbe essere una prova incontrovertibile del fatto che le stazioni di ripetizione ed i siti BTS sono armi il controllo della mente. I “Reverse Engineering” potranno anche fornire le informazioni necessarie per bloccare le funzioni di queste armi, pur lasciando intatte le funzioni di comunicazione. Questo progetto sarebbe una impresa per il bene comune e per qualche società intraprendente in un paese emergente (India per esempio). Essi non devono preoccuparsi circa la responsabilità giuridica derivante da oneri di brevetto o di violazione del copyright. Accuse di questo tipo porterebbero inevitabilmente causare la comunicazione dei fatti pertinenti, ed è molto improbabile che qualsiasi società vorrebbe assumersi la responsabilità pubblica di queste dichiarazioni per lo sviluppo di tale arma vile e perniciosa.

Numerosi gli incidenti recenti all’interno dell’UE sembrerebbe giustificare ulteriori indagini. L’inaspettato e diffusa rivolta dei giovani scontenti in Francia è un buon esempio, soprattutto in considerazione della tesi dei rapporti diplomatici con l’America, oltre l’invasione dell’Iraq.

Sommario:
Lo sviluppo e la diffusione di una rete di controllo remoto mentale, basata su tecnologia cellulare e BTS, come descritto nel presente documento, non richiede una cospirazione grande con centinaia di aziende e migliaia di individui. Il numero di persone che erano direttamente coinvolti nello sviluppo è molto probabilmente inferiore a 100. La stragrande maggioranza dei soggetti che producono, il mercato, vende e installa reti telefoniche cellulari e BTS allo scuro delle reali capacità di questi strumenti. Non è noto quante persone all’interno della comunità dell’intelligence americana (CIA, NSA, DIA, ecc) che hanno diretta conoscenza delle capacità di questi sistemi siano a conoscenza di tali potenzialità attuate. Tuttavia, date le esigenze operative, questo numero può variare intorno a i 10.000. Inoltre non è noto il numero di individui in altri paesi (come quelli all’interno dell’UE la comunità di intelligence), sono consapevoli della mente, e delle capacità di controllo remoto integrato nel telefono cellulare e dei BTS.

Anche se molti sceglieranno di visitare questo documento come un esercizio di fantasia paranoide, altri si riconosceranno i sintomi o comportamenti che ho descritto, per prendere le opportune precauzioni. Altri ancora saranno a leggere questo documento, e nel tempo, mentre guardano lo svolgersi degli eventi del mondo intorno a loro, verranno a conoscenza della verità delle mie parole. Despoti e dittatori saranno in desiderio di possedere questa tecnologia, mentre i liberi e giusti desidereranno di vietarne l’uso. Con le vostre azioni, ognuno di voi contribuirà a creare il futuro dell’umanità, e ognuno di voi avrà da vivere all’interno di quel futuro che avete creato. Scegli con saggezza …

Disclaimer:
TUTTE le informazioni contenute nel presente documento sono derivate da fonti pubbliche, ampiamente accettati i principi scientifici. L’autore non ha scritto e non ha accordo verbale con qualsiasi ente governativo che vieta la divulgazione delle informazioni in esso contenute. In divulgazione di tali informazioni, l’autore si avvale del suo diritto alla libertà di parola come un privato cittadino degli Stati Uniti d’America. Mentre l’autore sostiene la scoperta e la divulgazione di di questo meccanismo di controllo mentale basato sul telecomando della tecnologia telefonica cellulare, nessun tentativo deve essere fatto per interferire in alcun modo con il personale e/o operazioni di tale tecnologia. Il metodo corretto per raggiungere la cessazione di queste attività è attraverso il tribunale che può ordinare un provvedimento ingiuntivo a sfavore degli impianti di telecomunicazione e della società che li gestisce.

Finmeccanica è sempre più NATO

Finmeccanica è sempre più NATO

di Antonio Mazzeo

Le società produttrici di armi controllate da Finmeccanica si confermano importanti contractor dell’Alleanza Atlantica. Selex Elsag, specializzata nella progettazione e nello sviluppo dei sistemi di comunicazione militare, si è aggiudicata in collaborazione con il colosso statunitense Northrop Grumman, un contratto di circa 50 milioni di euro per l’implementazione e la gestione del programma Computer Incident Response Capability (NCIRC) – Full Operating Capability (FOC) dell’agenzia NC3A della NATO.

“Il programma NCIRC consentirà di monitorare e rispondere rapidamente ed efficacemente alle minacce e ai problemi di vulnerabilità alla cyber security, in linea con gli obiettivi stabiliti dai capi di Stato dei paesi NATO nel novembre 2010 a Lisbona”, spiegano i manager di Finmeccanica. “Il contratto riguarda un servizio completo per garantire la sicurezza delle informazioni a oltre 50 tra comandi e siti in 28 paesi dell’Alleanza”. Alla commessa è prevista la partecipazione di Vega, la società con sede in Gran Bretagna acquistata da Finmeccanica nel 2008, attiva nella consulenza ingegneristica e tecnologica nei settori della difesa e aerospaziali.

“Questo risultato dimostra chiaramente la capacità di Finmeccanica di integrare le migliori competenze del Gruppo per fornire soluzioni avanzate di protezione da attacchi cyber a un’organizzazione internazionale di tale importanza”, ha commentato Giuseppe Orsi, presidente e amministratore delegato della holding. Particolarmente soddisfatto per la partnership con Finmeccanica si è dichiarato Mike Papay, vicepresidente di Northrop Grumman Information Systems, società dell’omonimo gruppo leader nella produzione di cacciabombardieri, sistemi missilistici convenzionali e nucleari e dei famigerati velivoli senza pilota “Global Hawk” che le forze armate Usa e NATO stanno dislocando principalmente nella base siciliana di Sigonella.

“Northrop Grumman – ha dichiarato Papay – è lieta di contribuire a questo programma con le proprie risorse ed un’esperienza pluridecennale nella realizzazione e gestione di centri di cyber security management, sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito, al fine di proteggere le reti della NATO da minacce di natura cyber”. Northrop Grumman, insieme a MCAfee Security, ha pure firmato contratti per 189 milioni di dollari con il Dipartimento della difesa e la Defense Information Systems Agency (DISA) per lo sviluppo dell’Host Based Security System (HBSS), un software destinato alla protezione della rete dei terminali militari Usa.

Sempre in ambito NATO, un paio di mesi fa, la filiale britannica di Selex Elsag aveva sottoscritto un contratto dell’ordine di decine di milioni di euro per gestire l’ammodernamento dei centri di telecomunicazioni satellitari e delle infrastrutture collegate. Il contratto, in particolare, prevede l’installazione di un centro per le comunicazioni via satellite in Belgio, l’ammodernamento delle stazioni di terra ad antenna multipla di Kester (Belgio) e Lughezzano (Verona) e dei siti ad antenna singola di Oglaganasi (Turchia) e Atalanti (Grecia). I tecnici dell’azienda italiana sono pure chiamati alla formazione e all’addestramento del personale militare dell’Alleanza presso la NATO Communications & Information Systems School di Borgo Piave, Latina.

Nel maggio 2011, a Selex era andato un altro importante contratto della NACMA – NATO Air Command and Control System Management Agency, del valore di circa 30 milioni di euro, per la fornitura e l’installazione di sistemi di comunicazione in diversi siti terrestri, nell’ambito della cosiddetta “Rete Link 16” che consentirà lo scambio dati con i vettori aerei a 29.000 piedi di altitudine nello spazio aereo europeo, migliorando il sistema di “difesa missilistica” della NATO. I terminali saranno consegnati a partire di quest’anno a quattordici paesi (Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Turchia e Ungheria).

Con NACMA, Selex Sistemi Integrati (altra controllata Finmeccanica), aveva siglato nel 2011 un contratto del valore di 10 milioni di euro per lo sviluppo del programma interalleato Air Command and Control System (ACCS). L’azienda curerà la progettazione e la realizzazione entro il 2015 di due siti ACCS (uno in Ungheria e l’altro in Norvegia) per la gestione delle operazioni aeree. Le attività prevedono l’installazione di 173 posti operatore e l’integrazione con i sistemi nazionali e gli altri centri ACCS NATO. Nel febbraio 2010, ancora l’agenzia NACMA della NATO aveva affidato a Selex Sistemi Integrati i lavori d’“integrazione di 230 sensori per tutti gli undici siti di replica ACCS” (valore 14,5 milioni di euro).

Sempre nel 2010, Selex Sistemi Integrati ha ottenuto un contratto del valore di circa 5 milioni di euro dalla NATO Consultation, Command and Control Agency (NC3A) per fornire alle forze armate polacche tre sistemi radar secondari del tipo IFF (Identification Friend or Foe). La società italiana dovrà garantire anche il supporto logistico e l’addestramento degli operatori.

“Con questo nuovo contratto, Selex Sistemi Integrati conferma la sua posizione di fornitore di riferimento nel mercato dei sistemi radar per la difesa aerea in Europa ed in particolare per la NATO”, hanno dichiarato i responsabili di Finmeccanica. “Il sistema radar IFF incrementa la capacità di trasmissione dei dati tra aeromobili e centri di controllo a terra, migliorando le tecniche di riconoscimento ed aumentando la sicurezza del sistema e la protezione delle informazioni”. I nuovi radar saranno integrati con i tre sistemi per la difesa aerea RAT 31DL che la stessa Selex Sistemi ha recentemente installato in Polonia.

ARMI AD ENERGIA DIRETTA PRODOTTE IN ITALIA

Selex Sistemi Integrati (Finmeccanica)…

17152094_inchiesta-di-antonio-mazzeo-radar-con-tangente-di-selex-sistemi-integrati-0

… ha presentato due prodotti che soddisfano delle esigenze specifiche per le forze di polizia, per l’esercito italiano e per i vigili del fuoco.

Il primo sistema bellico si chiama “Desto”, ed è un’arma ad energia diretta in grado di danneggiare o bloccare il funzionamento degli apparati elettronici.

In sostanza, si tratta di un cannone a microonde indicato dai ricercatori di Finmeccanica per assicurare la protezione intorno ad obbiettivi sensibili, creando una specie di “bolla” elettromagnetica che impedisce ad esempio ad un attentatore di portare a destinazione un’auto bomba. Un sistema così potrebbe anche essere installato a bordo di un’autovettura o di un elicottero delle forze di polizia per bloccare il motore di un veicolo in fuga. Il “Desto” è un disturbatore efficace, che potrebbe avere un ruolo di primo piano nel contrasto agli ordigni improvvisati, agendo sia sull’elettronica degli stessi che sui sistemi di comunicazione utilizzati per attivarli. L’“inibizione” delle comunicazioni elettroniche ed informatiche in una determinata area è un’altra funzione. I punti deboli del “Desto” sono determinati dal limitato raggio d’azione ( 800 m.), e dal fatto che la letalità del sistema d’arma dipende dal tempo di esposizione del bersaglio al fascio di microonde e dall’eventuale presenza di “schermi” che possono proteggere il bersaglio.

Il secondo sistema bellico è denominato “TWS-R”. È un’arma portatile dalle ridotte dimensioni (600 per 320 per 120 mm) e dal peso ridotto (4 Kg), adatto per le forze di polizia, le forze militari e il corpo dei vigili del fuoco. Il “TWS-R” riesce a “vedere” oltre i muri ed è in grado di ricostruire la geometria interna di una stanza o di un edificio e di accertare l’eventuale presenza di persone all’interno dei locali, seguendone i movimenti ed il loro stato di salute. È in grado di rilevare il movimento dello sterno dovuto al respiro di un essere umano.

Il radar di cui è dotato opera in banda S, ha una copertura in azimuth di 150 gradi e i singoli impulsi del radar riescono ad attraversare muri in cemento armato spessi 20-30 cm e ad avere 15 metri di campo visivo oltre gli ostacoli. I punti deboli del sistema sono determinati dall’incapacità del sistema di vedere ordigni nella stanza o trappole.

Il sistema, frutto della ricerca anche di alcuni atenei (come il gruppo Eledia dell’Università di Trento) è pronto per la produzione per le forze di polizia e l’esercito italiano.

Cos’è il Brain Project di Obama

Cos’è il Brain Project di Obama

Sarà qualcosa di analogo al “Progetto Genoma” e produrrà frutti altrettanto copiosi di quelli che inondarono la genetica e le borse valori dell’Occidente. In un campo, tuttavia, del tutto diverso. Si chiamerà infatti “Brain Project” (Brain, per semplicità, per Brain Research Through Advancing Innovative Neurotechnologies) e dovrà produrre un gigantesco balzo in avanti della conoscenza del funzionamento del cervello umano, consentendo di vedere da vicino, dall’interno, come l’individuo percepisce il mondo esterno e quell’altro mondo che gli è proprio, il luogo dove confluiscono i miliardi e miliardi di informazioni che vengono dai miliardi e miliardi di cellule del corpo umano. Che è – quest’ultima parte – all’incirca il 98% di tutta l’attività cerebrale.

Il Brain si propone di sapere da dove nascono – e come – pensieri, sensazioni, sentimenti, ricordi. Fin dove si spinge la coscienza, dove sconfina nell’inconscio. Anzi, di più, cos’è la coscienza. E dove si trova.

Mai ci si era proposti un compito così immenso. Tanto che, con le idee e le tecnologie di ieri, lo si sarebbe definito, sic et simpliciter, impossibile.

Ma non finisce qui. Così sarebbe solo un esercizio calligrafico di bravura scientifica: qualcosa per confermare ancora una volta a noi stessi quanto siamo bravi a dominare la Natura, quanto siamo prometeici, quanto ci piacciono le sfide. No, nei tempi della fine dell’abbondanza, queste soddisfazioni costano – e possono rendere – assai. Non ci s’imbarca in un’avventura di queste dimensioni se non si pensa di poterne trarre un vantaggio. Tanti vantaggi. Il primo dei quali è immediatamente economico, sebbene ve ne siano molti, da sbandierare, e altri di cui è bene parlare sottovoce, almeno per il momento. Non è una corporation quella che si propone una tale cornucopia di obiettivi: è l’America in persona, quella che impugna la fiaccola della libertà. E’ lo Stato che ha dominato il XX secolo quello che rilancia la posta di una partita che non è più certo di poter vincere nel XXI. Certo, gli Stati Uniti, in quanto Stato, impersonano possenti interessi di dominio che non sono solo statuali. Ma sono questi interessi a dettare la rotta. Il Brain è il loro prolungamento. Forse un protrarsi fatale, vedremo.

Ma quello che appare evidente, fin da subito, è che si tratta di un progetto pazzescamente realizzabile. Qualcuno, assai bene informato, afferma che è già in fase di realizzazione, alla chetichella, da non poco tempo (James Martin, “The Meaning of the XXI Century”). Già decine di laboratori, negli Stati Uniti e altrove, sono impegnati a studiare il collegamento tra l’intelligenza umana e l’intelligenza artificiale. Cioè a trasferire capacità umane -come la visione, la comprensione dei linguaggi, gli stessi processi decisionali che caratterizzano il cervello umano – nelle “macchine di calcolo”. E viceversa.

Attenzione, perché il viceversa è proprio la novità del Brain: significa letteralmente trasferire nel cervello umano alcune delle capacità non umane di elaborazione di quantità sterminate di dati, e anche di trasferire almeno in parte, le velocità superumane di realizzazione di tali elaborazioni. E l’idea di stabilire una connessione tra due intelligenze qualitativamente diverse, inconfrontabili, ma che hanno elementi basilari di funzionamento comuni. Tra questi, in primo luogo, il linguaggio binario. E’ qui che la tecnologia è l’elemento determinante. Prima non c’era, adesso c’è. Cosa ne verrà fuori non lo sa nessuno. Ci affacciamo su un altro abisso inesplorato, guardando il quale, dal luogo in cui ci troviamo, si possono intravvedere ombre inquietanti. Tant’è che lo stesso Obama si è sentito in bisogno – annunciando il progetto – di informare il pubblico che verrà istituita una qualche “commissione etica” con l’incarico di studiare le ripercussioni che una tale esplorazione potrà implicare. Sappiamo che le commissioni etiche hanno scarse munizioni a disposizione contro i possenti interessi di cui stiamo parlando. Dunque cerchiamo di restare nel campo del realismo. I rischi sono enormi.

Google-Cervello-umano_NEWS_137768

Il Brain è dunque una vera e propria “nuova frontiera”, destinata in ogni caso a proiettare Barack Obama nella rosa dei presidenti americani che hanno fatto la storia del futuro. Eppure, quando il lancio è stato effettuato, nel marzo 2013, il clamore, curiosamente, è stato contenuto in poche righe. Il che c’induce a dare un’occhiata più ravvicinata alla faccenda, che vada oltre le poche cose fino ad ora rese note, e anche ai primi 100 milioni di dollari stanziati per il 2014. Com’era da attendersi, gli obiettivi che sono stati messi in primo piano concernono le potenziali – per altro gigantesche – applicazioni mediche. Tutte buone. Potremo affrontare la cura dell’Alzheimer, insieme a tutte le innumerevoli malattie mentali che hanno afflitto l’Uomo nella storia, più quelle nuove, che affliggono l’uomo contemporaneo occidentale e che occupano molti dei suoi pensieri: schizofrenia, autismo e così via. Il Brain ci libererà dunque da molti mali. Come non applaudire? Di fronte a queste virtù taumaturgiche addizionali tutte le altre faccende passano in secondo piano. Le affronteremo quando si presenteranno concretamente. Perché fasciarci la testa in anticipo? E’ un procedimento obliterativo assai simile a quello che accompagnò la creazione della prima bomba atomica. I vantaggi erano lì, visibili, sottomano. Come non approfittarne? Il principio di precauzione venne dopo, quando già Hiroshima e Nagasaki – indubbi vantaggi dell’epoca – si erano realizzati e avevano cambiato la storia del mondo. E, come sappiamo, ancora oggi il principio di precauzione funziona assai poco e male. Basta pensare a Fukushima. Eppure si va avanti a tutto gas.

Quanto sia il gas che sta cominciando a bruciare per avviare il Brain lo si intuisce sfogliando l’elenco dei soggetti principali che lo faranno muovere. C’è tutto il Gotha del Potere, della scienza, della forza: agenzie federali, a cominciare da quelle militari; fondazioni private; corporations; università; interi teams di neuro-scienziati e di nano-scienziati, e – non c’era dubbio – il Pentagono in prima persona, essendo a tutti nota la sua sollecitudine verso non solo la salute mentale degli americani ma quella di tutti i sette miliardi d’individui del pianeta Terra. I primi indirizzi sono già stati indicati: Istituto Nazionale per la Salute (Nhi), l’Agenzia della Difesa per i progetti avanzati di ricerca (Darpa), La Fondazione Nazionale della scienza (Nsf), L’istituto di ricerche mediche Howard Hughes, l’Istituto Allen per la scienza del cervello. Il “dream team” che è stato formato per cominciare è guidato da Cori Bargmann dell’Università Rockfeller e da William Newsome, dell’Università di Stanford.

Dunque proviamo a riassumere i pregi del Brain: salute e prolungamento della vita umana, di quella attiva in particolare; sviluppo di numerose tecnologie del tutto nuove in diverse direzioni; investimento a grande potenziale di resa. Dalle cifre che si metteranno in campo si desume che potrebbe essere anche un rilancio in grande stile dell’economia americana. Non a caso si è parlato fin da subito di qualcosa di simile al decennale “Progetto Genoma” (Hgp, Human Genome Project), che fu accompagnato da un investimento pubblico di circa $300 milioni annui. Che, moltiplicato per dieci, fa $ 3 trilioni. Brain andrà molto oltre. Secondo George M. Church, biologo molecolare già impegnato nell’Hgp, già adesso cifre di quest’ordine di grandezza si spendono nello studio delle neuroscienze e delle nanotecnologie (International Herald Tribune, 18 febbraio 2013). Presumibilmente il Brain andrà ben oltre. Proviamo a moltiplicare per quattro, o cinque. In fondo Ben Bernanke tira fuori dal nulla circa 85 miliardi di dollari al mese. Nulla impedisce che si possa moltiplicare per cinque gl’investimenti in BRAIN, magari senza dirci niente. Lo stesso Obama, nel suo ultimo discorso sullo stato dell’Unione, ha fatto un calcolo fantasmagorico: ogni dollaro investito nel Hgp ne ha fruttato 140. Se il “Progetto Genoma” ha creato profitti per $800 miliardi, proviamo a immaginare cosa potrebbe significare, per l’economia Usa, un Brain che potesse contare su 10 trilioni di $ di investimenti. Cifre che fanno sognare banchieri e politici, ancora più convinti che lo sviluppo possa continuare a essere “infinito”, nella realtà come lo è nelle loro teste. Il campo di sfruttamento più redditizio sarà quello dei 100 miliardi di neuroni del nostro cervello: territorio di ripopolamento dove si troveranno miliardi di limoni da spremere, costi quello che costi.

Mappare il cervello: lo si può fare oggi, senza aprirlo. Analogia con l’immensità degli spazi cosmici. Siamo oggi in grado di conoscere la composizione chimica di una stella distante 100 anni luce, o di un satellite di Giove, senza esserci mai andati. Addirittura senza avere neppure la speranza che qualcuno possa mai andarci, nei secoli dei secoli. Lo sappiamo dall’analisi spettroscopica. Oggi la biologia sintetica ci consente di entrare nel cervello con intere flotte di nano-astronavi capaci di raccogliere (e trasmettere all’esterno) l’attività delle cellule neuronali.

Tutto bene, tutto meraviglioso. Ma viene alla mente quello che scriveva Edgar Morin, nei “Sette Saperi”: “la genetica e la manipolazione molecolare del cervello umano permetteranno normalizzazioni e standardizzazioni finora mai riuscite con gl’indottrinamenti e le propagande sulla specie umana”. Come ci insegna Snowden (ma quanti se ne sono resi conto?), chi è in grado di spiare nei segreti (in questo caso della natura), è anche in condizioni di controllare i comportamenti (in questo caso dell’Uomo). Scriveva John Markoff, autore dell’articolo già citato di IHT – ma solo nelle ultime cinque righe – che “gli scienziati individuano un insieme di complessi temi etici, che includono la privacy, la possibilità di leggere i pensieri e perfino una cosa che oggi riguarda la fantascienza, cioè il controllo delle menti”. Si sbagliava. Già oggi decine di centri di ricerca sono impegnati – scriveva ancora IHT il 5 aprile 2013 (Clair Cain Miller) “a leggere nelle nostre menti”, per sapere in anticipo cosa desidereremo, come possiamo comprare, dove andremo, come ci comporteremo. Lo fanno con l’intelligenza artificiale, con i motori di ricerca. Ora proviamo a immaginare un cervello artificiale che copia perfettamente un cervello umano. E poi proviamo a immaginare di poter mettere in relazione, via wifi, i due “strumenti”. E avremo un altro Uomo. Ci siamo già. E quest’uomo non ci sarà amico, perché sarà o pazzo o smisuratamente più forte di noi. L’unica cosa certa è che non sarà nessuno di noi.

Immagino gli entusiasmi degli “scienziati ebeti” che sono stati formati per credere ciecamente nel risultato immediato di ciò che creano, ma che sono incapaci di vederne le ripercussioni. E capiremo che siamo nelle dirette vicinanze del “sogno di Frankenstein”. Immagino anche gli entusiasmi degli adoratori della Rete: che bello averla direttamente connessa con il proprio cervello! Che meraviglia dilatare istantaneamente il proprio sguardo a tutto Youtube!

Dato il livello culturale e intellettuale medio dei “cittadini di Matrix”, cioè dei cittadini del Mercato, cioè ancora degli “scienziati ebeti”, e dei non meno ebeti economisti, si può scommettere che non esiteranno ad applaudire ogni aggeggio che porti vantaggio economico. Gli diranno che è utile alla salute, o alla tasca, farsi mettere qualche capsula da qualche parte. O farsi fare una “benefica” vaccinazione. Sarà una centrale trasmittente e ricevente, ma che importa ai cittadini di Google?

Ultima avvertenza, speciale per i più ottimisti: stiamo parlando non di un futuro remoto. Il Brain ci dice che, tra dieci anni, più o meno, questo futuro sarà presente. Ma tutto questo è in via di realizzazione in un contesto “disturbante”, “quando non esiste nessuna certezza riguardo chi utilizzerà questi strumenti; quando nessuno può prevedere gli effetti di medio e lungo periodo; quando il tutto si realizza in condizioni di laceranti squilibri di ricchezza, di reddito, di forza e di potere tra aree del mondo, tra Stati, popoli, civiltà, culture. Saranno i più ricchi, e i meglio armati, ad avere nelle mani strumenti che verranno usati per accrescere il loro dominio sugli altri. Il tutto in condizioni di impressionanti sperequazioni sociali e di penuria assoluta di beni. E non dimentichiamo che gli apprendisti stregoni sono i “masters of the Universe”, cioè la scimmia al comando. Prepariamoci all’atterraggio.

FONTE : http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/08/07/cose-brain-project-di-obama/678965/

Se l’argomento ha destato il tuo interesse, ti suggeriamo:

Controllo Mentale
di Armen Victorian

Dopo aver scoperto che la Russia eseguiva ricerche in ambito parapsicologico per missioni coperte, il Pentagono è rimasto ammaliato dalle tecniche di manipolazione psichica. Stanziamenti per milioni di dollari sono stati destinati ad ambiti quali percezione extrasensoriale, osservazione a distanza, psicocinetica, LSD, telepatia e lavaggio del cervello.
Ricorrendo alla Legge sulla Libertà di Informazione, il Dr. Armen Victorian ha raccolto prove documentali relative a tali programmi. Avulso da teorie cospirative, il suo libro è il primo ad esplorare in profondità il torbido e segreto mondo del controllo mentale.

INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

elettrosmog   Si chiamano elettrosensibili. Ma in Italia è come se non esistessero.

Articolo di Alessandro Barcella

Mentre in Italia i limiti della soglia d’ allarme (per una malattia che tra l’altro ufficialmente non esiste) sono notevolmente sopra la media generale, nel resto del mondo la strada intrapresa è ben diversa. Accade allora che in Svezia l’elettrosensibilità sia considerata malattia invalidante, oggetto di disabilità riconosciuta e regolarmente pagata dal locale ente di previdenza. L’impiegato svedese ha diritto poi ad una postazione di lavoro o ad un incarico che non comporti la vicinanza a fonti di elettrosmog. Numerose aree “electric free” sono state posizionate infine in diverse zone, soprattutto nel centro del Paese. Anche la Francia ha detto la sua in materia: Parigi ha recentemente sospeso il servizio di wi-fi gratuito all’interno di 4 delle sue biblioteche pubbliche, mentre esiste una “zona rifugio bianca” nel Sud Ovest del Paese. Lo stato di Israele concentra i suoi sforzi informativi sui più piccoli, imponendo ai costruttori e agli operatori di telefonia di indicare chiaramente sulle confezioni dei cellulari il pericolo di esposizione alle radiazioni. In altri Paesi si sono mossi anche i Tribunali, come a Madrid dove più giudici hanno espresso sentenze favorevoli al riconoscimento dell’elettrosensibilità come malattia invalidante. In Belgio infine (dove già vige il divieto di uso dei cellulari per i bambini al di sotto dei 7 anni d’età) il tema è entrato in Parlamento attraverso un’interrogazione alla Camera dei Rappresentanti. FONTE : http://www.lanotiziagiornale.it/si-chiamano-elettrosensibili-ma-in-italia-e-come-se-non-esistessero/

images     Possibili meccanismi d’azione biologica della Elettrosensibilità

Uno dei misteri più grandi della scienza moderna è capire come i campi elettromagnetici possono influenzare la biologia umana soprattutto perché questi campi sono composti da fotoni a bassa energia, un’energia troppo bassa per agire sulla chimica del corpo umano. Allora com’è possibile che avvengano questi effetti? Molti scienziati sostengono la sola azione che questi campi possono avere sia il riscaldamento, eppure è chiaro che i livelli di esposizione che causano effetti biologici sostanziali riescono a produrre solo un riscaldamento minimo. Oggi questo mistero è stato risolto in un articolo del Prof. Martin Pall dell’Università di Washington, già autore di molti studi sulla Sensibilità Chimica Multipla, Sindrome da Fatica Cronica e Fibromialgia, pubblicato sul Journal of Cellular and Molecular Medicine, e disponibile gratuitamente online a questo link: http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/jcmm.12088/pdf. Questo articolo revisiona 24 studi diversi nei quali l’esposizione a campi elettromagnetici produce effetti biologici che possono essere bloccati usando dei bloccanti dei canali di calcio, dei farmaci che bloccano l’azione dei canali che bloccano l’azione dei canali del calcio dipendenti dal voltaggio (anche detti “VGCCs”). La maggior parte di qeusti farmaci comprendono un blocco dei canali di calcio di tipo L, dimostrando un blocco causato dagli antagonisti specifici per questi bloccanti dei canali di calcio di tipo L; tuttavia, in altri studi erano coinvolti alti tre classi di bloccanti dei canali di calcio dipendenti dal voltaggio. Questi e altri studi dimostrano che le esposizioni ai campi elettromagnetici agiscono parzialmente depolarizzando la carica elettrica attraverso la membrana plasmatica delle cellule, attivando i bloccanti dei canali di calcio dipendenti dal voltaggio e che è l’aumento dei livelli intracellulari di calcio ad essere responsabili per la reazione all’esposizione a campi elettromagnetici. Questi 24 studi implicano che il blocco dei canali di calcio dipendenti dal voltaggio avviene in risposta a vari tipi di campi elettromagnetici, compresi quelli a basse frequenze come quelli a 50 e 60 cicli prodotti dalla corrente alternata dei nostri impianti elettrici, e ai campi elettromagnetici a radiofrequenza e a micro-onde e i campi elettrici pulsati ogni nanosecondi. Anche i campi elettrici statici agiscono attraverso I bloccanti dei canali di calcio dipendenti dal voltaggio, in modo non sorprendente perché influenzano anche la carica elettrica attraverso la membrana plasmatica. Forse è più sorprendente il fatto che anche i campi magnetici statici agiscono attraverso questi stessi bloccanti dei canali di calcio dipendenti dal voltaggio. Questo è un po’ sorprendente perché i campi magnetici statici non producono cambiamenti elettrici negli oggetti statici. Come puntualizzato nel nostro articolo, tuttavia, le cellule viventi nel corpo sono raramente statiche, spesso si muovono rapidamente in un fenomeno noto come “caos cellulare” (nota del traduttore: formazione di una superficie cellulare in movimento che contiene un reticolo di filamenti polimerizzati). Avendo risolto questo mistero di lunga data, l’articolo procede nel considerare come l’attivazione dei bloccanti dei canali di calcio dipendenti dal voltaggio può produrre due risposte ai campi elettromagnetici, entrambe ben documentate: la stimolazione della crescita ossea e la produzione di rotture singole di filamento del DNA nelle cellule esposte ai campi elettromagnetici. E’ stato dimostrato ripetutamente che l’esposizione ai campi elettromagnetici aumenta i livelli di ossido nitrico, in alcuni casi quasi istantaneamente. Questi aumenti dell’ossido nitrico vengono prodotti attraverso la stimolazione da parte del calcio di due sintesi di ossido nitrico nelle cellule, iNOS e eNOS, che sono entrambi enzimi dipendenti dal calcio. L’ossido nitrico nella cellula agisce producendo la maggior parte degli effetti fisiologici, stimolando la produzione del ciclo GMP che stimola a sua volta la G-kinasi (questo è noto come percorso biochimico NO/sGC/cGMP/G-kinasi). La maggior parte delle risposte patologiche all’ossido nitrico avvengono attraverso un altro percorso biochimico, dove l’ossido nitrico agisce come precursore del perossinitrico, un potente ossidante e un precursore di radicali liberi. L’articolo suggerisce che la stimolazione da parte dei campi elettromagnetici della crescita ossera, una risposta molto promettente dal punto di vista terapeutico, agisca attraverso lo stesso percorso biochimico. Questo fenomeno suggerisce anche che l’induzione di una rottura singola del filamento di DNA agisce attraverso un secondo percorso biochimico. E’ possibile che gli effetti benefici dei campi elettromagnetici agiscano attraverso il primo percorso biochimico, mentre gli effetti patologici avvengano attraverso il secondo percorso biochimico. Chiaramente c’è bisogno di ulteriori studi sui meccanismi d’azione dei campi elettromagnetici. Questo articolo può essere considerato in contesti pratici come importante per due ragioni: 1. Molti hanno affermato che non possono esistere effetti biologici delle esposizioni a campi elettromagnetici perché nessun plausibile meccanismo d’azione di queste esposizioni potrebbe produrre tali effetti. Chiaramente queste affermazioni sono ormai superate. 2. Ora sappiamo in che direzione guardare negli studi finalizzati alla comprensione dei meccanismi di azione delle esposizioni a campi elettromagnetici. Tali studi devono guardare al ruolo dei VGCC, del calcio intracellulare, dell’ossido nitrico e possibilmente del ciclo GMP o del perossinitrito. Si può affermare, quindi, che questo lavoro è molto più “un cambio di gioco”, un cambiare il punto di vista in una situazione in cui vi era una sostanziale confusione verso una situazione in cui si possono fare domande mirate e specifiche e a cui si può rispondere sperimentalmente. Questo articolo, infine, non dice nulla circa l’elettrosensibilità (spesso abbreviata come ES), una condizione in cui esposizioni precedenti a campi elettromagnetici sembrano indurre una ipersensibilità di alto livello verso alcuni tipi di campi elettromagnetici. La ES è simile alla Sensibilità Chimica Multipla (MCS), in cui precedenti esposizioni chimiche producono una notevole ipersensibilità chimica. Le sostanze chimiche agiscono nella MCS indirettamente con l’attivazione dei recettori NMDA e i recettori NMDA hanno molte somiglianze con i bloccanti dei canali di calcio dipendenti da voltaggio di tipo L. Aspettatevi, quindi, un articolo futuro sulla proposta di meccanismo d’azione dettagliato per l’ES, con le molte analogie e qualche differenza nei meccanismi d’azione della MCS e della ES. Martin Pall Università di Washington [martin_pall@wsu.edu] Traduzione di Francesca Romana Orlando per AMICA http://www.infoamica.it FONTE : http://www.infoamica.it/possibili-meccanismi-dazione-biologica-della-elettrosensibilita/

LA GUERRA DEL MICROCHIP

Nel 1948, Norbert Weiner pubblicò un libro,“Cybernetics” sulla comunicazione neurologica e teorie di controllo, già in uso, all’epoca, in piccoli circoli. Yoneji Masuda “Padre della Società dell’Informazione”, nel 1980 espresse la preoccupazione che la nostra libertà fosse minacciata in modo Orwelliano dalla tecnologia cibernetica, completamente sconosciuta alla maggior parte della gente. Questa tecnologia collega il cervello delle persone ai satelliti mediante microchips impiantati, controllati da supercomputers situati in basi sotterranee.
I primi impianti cerebrali furono inseriti chirurgicamente nel 1974, nello stato dell’Ohio, Stati Uniti, e anche a Stoccolma, in Svezia. Elettrodi cerebrali furono inseriti nei crani di bambini, nel 1946, senza che i genitori ne fossero a conoscenza. Negli anni ’50 e ’60, impianti elettrici furono inseriti nel cervello di animali e umani, soprattutto negli Stati Uniti, durante le ricerche sulla modificazione del comportamento, e sul funzionamento del cervello e del corpo. Metodi di controllo mentale furono usati nel tentativo di cambiare il comportamento umano e i suoi atteggiamenti. Influenzare il funzionamento del cervello divenne un obiettivo importante dei sevizi segreti e militari.

Trent’anni fa impianti cerebrali risultarono, ai R-X, misurare 1 cm. Impianti successivi si rimpicciolirono fino ad essere grandi come un chicco di riso. Erano fatti di silicio, e quelli successivi persino di arsenio e ferrite. Oggi sono abbastanza piccoli da poter essere inseriti nel collo o nella schiena, e anche per via endovenosa in diverse parti del corpo, durante operazioni chirurgiche, con o senza il consenso del soggetto. È ormai quasi impossibile rintracciarli o rimuoverli.

È tecnicamente possibile inserire ad ogni neonato un microchip che potrebbe dunque servire per identificare la persona per il resto della sua vita. Simili piani sono stati discussi segretamente negli Stati Uniti, senza nessuna esposizione delle questioni relative alla privacy.

In Svezia, il Primo Ministro Olof Palme, diede il permesso, nel 1973, di inserire impianti nei detenuti, e l’accertamento dei dati dell’ex direttore generale Jan Freese, rivelò che a pazienti di case di riposo erano stati messi degli impianti alla metà degli anni ’80. La tecnologia fu rivelata nel rapporto statale svedese del 1972/74 “Statens Officiella Utradninger” (SOU).

Gli esseri umani con impianti possono essere seguiti ovunque: Le funzioni cerebrali possono essere monitorate a distanza dai supercomputers e persino alterate mediante il cambiamento delle frequenze. Cavie di esperimenti segreti sono state detenuti, soldati, malati di mente, bambini portatori di handicap, audiolesi e ciechi, omosessuali, donne single, anziani, scolari e qualsiasi gruppo di persone considerato “marginale” dalle élites di sperimentatori. Le esperienze pubblicate, dei detenuti della prigione statale dello Utah, ad esempio, sono shockanti.

Gli attuali microchips agiscono mediante onde radio a bassa frequenza che li rendono rintracciabili. Con l’aiuto dei satelliti, le persone con gli impianti possono essere rintracciate ovunque nel globo.

Questa tecnica fu tra quelle testate nella guerra in Iraq, secondo il Dr. Carl Sanders, che ha inventato l’interfaccia biotico (IMI- Intelligence-manned interface), che viene iniettato alle persone. (Già durante la Guerra in Vietnam, ai soldati veniva iniettato il Rambo Chip, ideato per aumentare il flusso di adrenalina nel sangue.)

I supercomputers da 20 bilioni di bit al secondo, alla US National Security Agency (NSA), possono adesso “vedere e sentire” qualsiasi esperienza dei soldati nel campo di battaglia, con un sistema di monitoraggio a distanza (RMS). Quando un microchip di 5 micromillimetri (il diametro di un capello è di 50 micromillimetri) è piazzato nel nervo ottico, manda neuroimpulsi dal cervello che inducono le esperienze, gli odori, le visioni e voci della persona con l’impianto. Una volta trasferiti e depositati in un computer, questi neuroimpulsi possono essere rispediti al cervello della persona tramite il microchip perché li riviva. Usando un RMS, un operatore di computers a terra può mandare messaggi elettromagnetici (codificati in forma di segnali) al sistema nervoso, simulando una determinata prestazione. Con l’RMS si può indurre persone sane ad avere allucinazioni o a sentire voci nella propria testa.

Ogni pensiero, reazione, cosa udita o osservata causa una certa potenzialità, e percorsi neurologici nel cervello e il suo campo elettromagnetico, che adesso possono essere decodificati in pensieri, immagini e voci. Stimolazioni elettromagnetiche possono, d’altra parte, cambiare le onde cerebrali di una persona e simulare attività muscolare, causando dolorosi crampi vissuti come una tortura.

Il sistema elettronico di sorveglianza della NSA può simultaneamente seguire e gestire milioni di persone. Ognuno di noi ha una unica frequenza di risonanza bioelettrica nel cervello, proprio come abbiamo impronte digitali uniche. Con stimoli cerebrali completamente decodificati dalle frequenze elettromagnetiche (EMF), segnali elettromagnetici pulsanti possono essere inviati al cervello creando la voce desiderata ed effetti visivi, perché vengano percepito dal soggetto prescelto. È una forma di guerra elettronica. Ad astronauti statunitensi vennero inseriti degli impianti prima di essere mandati nello spazio, in modo che i loro pensieri potessero essere seguiti e tutte le loro emozioni registrate 24 ore al giorno.

Nel maggio 1996 il Washington Post ha riportato che al principe William di Gran Bretagna venne inserito un impianto all’età di 12 anni. In questo modo, se fosse stato rapito, un’onda radio con determinate frequenze avrebbe potuto essere puntata verso il microchip. Il segnale del microchip sarebbe stato rintracciato tramite un satellite collegato allo schermo del computer del quartier generali della polizia, dove gli spostamenti del principe avrebbero potuto essere seguiti. Avrebbe potuto trovarsi ovunque nel globo.

I mass media non si sono occupati del fatto che la privacy di una persona con un impianto scompare per il resto della sua vita. La persona può essere manipolata in molti modi. Usando frequenze diverse, il controllore segreto di questa attrezzature può addirittura modificare la vita emotiva di una persona. La si può rendere aggressiva o letargica. La sessualità può venire influenzata artificialmente. I segnali del pensiero e le riflessioni del subconscio possono essere letti, i sogni influenzati e persino indotti, tutto senza che la persona con l’impianto lo sappia o acconsenta.

In questo modo potrebbe essere creato un perfetto cyber soldato. Questa tecnologia segreta è stata usata dai militari in certi paesi NATO sin dagli anni ’80, senza che la popolazione accademica o civile ne avesse mai sentito parlare. Di conseguenza, poche informazioni riguardo sistemi così invasivi di controllo mentale sono reperibili in riviste professionali o accademiche.

Il gruppo Signals Intelligence dell’NSA, può monitorare a distanza informazioni del cervello umano decodificando i potenziali provocati (3,50HZ, 5 milliwatt), emessi dal cervello. Detenuti sottoposti ad esperimenti sia a Gotheburg, Svezia e Vienna, Austria, hanno scoperto di avere evidenti lesioni cerebrali. Ridotta circolazione sanguigna e mancanza di ossigeno nel lobo temporale destro risultano là dove impianti cerebrali erano di solito attivi. Un soggetto di nazionalità finlandese, sottoposto ad esperimenti, ebbe atrofia cerebrale e saltuaria perdita dei sensi, dovuti alla mancanza di ossigeno. Tecniche di controllo mentale possono essere usate per scopi politici. L’obiettivo dei manipolatori della mente, oggi, è indurre le persone o i gruppi presi di mira, ad agire contro le loro convinzioni e i loro interessi. Individui zombificati possono persino venire programmati ad uccidere e in seguito non ricordare niente del loro crimine. Esempi allarmanti di questo fenomeno si possono trovare negli Stati Uniti.

Si sta conducendo questa “guerra silenziosa” contro civili inconsapevoli e soldati, da parte di organismi militari e dei servizi segreti. Sin dal 1980, stimolazioni elettroniche del cervello (ESB) sono state segretamente usate per controllare le persone scelte senza il loro consenso o che ne fossero a conoscenza. Tutti gli accordi internazionali sui diritti umani proibiscono la manipolazione non consensuale degli esseri umani – persino in prigione, per non parlare della popolazione civile.

Dietro iniziativa del senatore degli Stati Uniti, John Glenn, nel gennaio 1997, cominciarono discussioni riguardanti i pericoli di irradiare la popolazione civile. Puntare le funzioni cerebrali della gente con campi elettromagnetici e raggi (da elicotteri e aeroplani, satelliti, furgoni parcheggiati, case vicine, pali del telefono, apparecchi elettrici, telefoni mobili, TV, radio, ecc…) fa parte del problema irradiamento, di cui si dovrebbero occupare apparati governativi democraticamente eletti. In aggiunta al controllo mentale elettronico, sono stati sviluppati anche metodi chimici. Droghe che alterano la mente e diversi gas da inalazione, che agiscono negativamente sul funzionamento del cervello, possono essere diffusi nei condotti dell’aria o nei tubi dell’ acqua. In questo modo sono stati testati anche batteri e virus in numerosi paesi. L’attuale supertecnologia, che connette le funzioni del nostro cervello attraverso microchips (o addirittura senza di essi, secondo le ultime tecnologie) a computers satellitari negli Stati Uniti o in Israele, rappresentano la più grave minaccia per l’umanità.

Gli ultimi supercomputers sono sufficientemente potenti da monitorare la popolazione di tutto il mondo. Cosa succederà quando la gente sarà tentata da falsi presupposti, a lasciarsi impiantare microchips nel corpo ? Un’esca sarà quella della carta d’identità microchip. Negli Stati Uniti è persino stata proposta segretamente una legislazione obbligatoria che criminalizza la rimozione della carta d’identità impiantata. Siamo pronti per la robotizzazione dell’umanità e la totale eliminazione della privacy, inclusa la libertà di pensiero ? Quanti di noi vorrebbero cedere la propria intera vita, inclusi i nostri pensieri più segreti, al Grande Fratello ? Già esiste una tecnologia per creare un totalitario Nuovo Ordine Mondiale. Nascosti sistemi neurologici di comunicazione sono posizionati in modo da annullare il pensiero indipendente e controllare l’attività sociale e politica negli egoistici interessi privati e militari.

Quando le nostre funzioni cerebrali saranno ormai connesse ai supercomputers, tramite impianti radio e microchips, sarà troppo tardi per protestare. Questa minaccia può essere sconfitta solo istruendo il pubblico usando la letteratura disponibile di biotelemetria e le informazioni scambiate ai congressi internazionali.

Uno dei motivi per i quali questa tecnologia è rimasta un segreto statale è l’esteso prestigio del “Diagnostic Statistical Manual IV”, prodotto dalla American Psychiatric Assoiation (AA) statunitense, e stampato in otto lingue. Psichiatri al servizio dei servizi segreti degli Stati Uniti hanno contribuito senza dubbio alla stesura e correzione di questo manuale. Questa “Bibbia” della psichiatria nasconde lo sviluppo segreto delle tecnologie di controllo mentale, etichettando alcuni dei loro effetti come sintomi di schizzofrenia paranoica.

Le vittime di controllo mentale sono così definite, automaticamente, come mentalmente malate dai medici che hanno appreso la lista dei “sintomi” DSM nella scuola medica. I medici non sono stati istruiti sul fatto che i pazienti potrebbero dire la verità quando raccontano di essere stati presi contro la loro volontà e usati come cavie per forme elettroniche, chimiche e batteriologiche di guerra psicologica.

Il tempo finirà per cambiare la direzione della medicina militare e assicurare il futuro della libertà umana.
Fonte: http://www.altrogiornale.org

ALTRO ARTICOLO TRATTO DALLA REPUBBLICA PUBBLICATO IN DATA 23/07/2013

Svizzera: arriva il microchip anti doping

Al Politecnico federale di Losanna hanno messo a punto una sorta di minuscolo laboratorio di analisi da posizionare sotto pelle, in grado di rilevare la presenza di sostanze nel sangue. Pensato inizialmente per il settore medico, ha suscitato l’interesse del Laboratorio svizzero anti doping e potrebbe essere utilizzato proprio a questo scopo nel mondo dello sport

di Lucia Tironi

MICROCHIP PER TUTTI : 

Sesso: il dispositivo che fa raggiungere l’orgasmo in pochi secondi

Microchip, controllo mentale .. psichiatria e DSM

LE GRANDI COMPAGNIE FARMACEUTICHE INIZIANO A INSERIRE MICROCHIP NEI FARMACI

Bene il primo microchip wireless per il rilascio di farmaco anti-osteoporosi

Test su microchip per intolleranze alimentari e celiachia

Un microchip tascabile per riconoscere gli alimenti contaminati

Microchip sottocutanei per avere sconti nei negozi

Vestiti con “la carta d’identità” e microchip: Benetton sperimenta…

Parigi, i bimbi all’asilo avranno il microchip

I MICROCHIP RFID SOTTOCUTE SONO LA FINE DELL´ESSERE UMANO QUALE LO CONOSCIAMO.

«Mi hanno messo un microchip nel cervello per manipolarmi»

MESSINA – Specialisti nell’ impianto cocleare

Nano-Microchip dentro ai vaccini?

Center for Minimally Invasive Innovative Microneurosurgery

Pentagon wants to fit soldiers with a little black box brain implant

Neural engineering

Neurocybernetics

Il cancello della mente

IL PENTAGONO: DARPA, DOPO HAARP, PLASMA IL FUTURO DELL’UMANITA’: MICROCHIP PER MONITORARE LE AZIONI, NON SALUTE, DEI SOLDATI – LETALE

VERMI-ROBOT E MICROCHIP NEL CERVELLO UMANO

IL MICROCHIP CHE “PARLA” CON I NEURONI

New Microchip Can Mimic How a Human Brain Thinks

Microchip sui bimbi per monitorarne lo sviluppo

Nanotecnologie, stop ai dolori cronici con un chip sottopelle

medico testimone di impianti fraudolenti nel corpo umano

Agorà : Paolo Bernini (M5S): i media fanno disinformazione, in Usa mettono dei microchip…

MICROCHIPPAGGIO GLOBALE

Ora puoi comprare il chip sottocutaneo che ti impianti da solo

National Geographic: microchip sottocutaneo per entrare in discoteca VIDEO

Come controllare la mente via Web

Pentagono ha commissionato DARPA per Impiantare Chip nel cervello dei soldati

Un chip sotto la pelle contro il dolore: per la prima volta impiantato in Italia

Presto un chip nel cervello farà riacquistare la memoria

Realizzate nano-eliche che si muovono all’interno del corpo umano