IL TAR DECIDE: STOP AL MUOS

no-muos-ferrandelli-400x215

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia, Sezione Prima di Palermo, si è espresso sui 5 ricorsi presentati riguardo la questione MUOS di Niscemi, pubblicando la sentenza n° 461 del 13 febbraio 2015 (http://www.nomuos.info/ecco-la-sentenza) con la quale accoglie il ricorso presentato da Legambiente e dal Movimento no MUOS Sicilia dichiarando “improcedibile” il ricorso presentato nel 2011 dal Comune di Niscemi.
Il TAR, dunque, ha accolto i ricorsi n° 1825/13 R.G. e n° 2397/13 R.G. e per l’effetto di ciò, ha annullato il provvedimento del Dirigente Generale del Dipartimento dell’Ambiente dell’Assessorato del Territorio e dell’Ambiente della Regione Siciliana del 24 luglio 2013, prot. n° 32513 riguardante il provvedimento di “revoca della revoca” delle autorizzazioni, impugnato dal Comitato regionale Legambiente e dall’Associazione Movimento NO MUOS Sicilia, insieme a tre cittadini niscemesi.
Dunque, non essendo valida la cosiddetta “revoca della revoca”, a produrre effetti è la revoca del 29 marzo del 2013, quella con cui il Presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, aveva annullato tutte le autorizzazioni concesse dalla Regione Sicilia nel 2011 riguardanti l’installazione del MUOS.

Secondo i giudici il sistema sarebbe pericoloso per la salute dei cittadini. La decisione scaturisce dall’analisi sulla pericolosità del MUOS (http://www.nomuos.org/documents/relazione_tar_DAmore_UniSapienza_2013-06-24.pdf) condotta dal Professor Ingegner Marcello D’Amore, Ordinario di Elettrotecnica in quiescenza della Sapienza Università di Roma, verificatore nominato dal TAR dopo il ricorso del Comune di Niscemi, e riconvocato il 16 aprile 2014 «con lo specifico compito – spiegano i magistrati – di integrare la precedente verificazione, estendendola allo studio dell’Istituto superiore di Sanità e alle osservazioni critiche dei due esperti Mario Palermo e Massimo Zucchetti».
Secondo i magistrati, «l’Istituto Superiore di Sanità si è basato su procedure di calcolo semplificate che non forniscono accettabili indicazioni nell’ottica del caso peggiore. Il verificatore afferma che le problematiche riguardanti la mappa del campo elettromagnetico irradiato dalle parabole satellitari del MUOS in asse, fuori asse e in particolare in prossimità del terreno, il livello del campo elettromagnetico irradiato dalle antenne della base NRTF nel breve e nel lungo periodo, i possibili effetti causati dall’interazione di aeromobili con il fascio del MUOS sono trattate rispettivamente dall’ISS, dall’ISPRA e dall’ENAV in maniera non esaustiva e come tale suscettibile di ulteriori doverosi approfondimenti».
Sulla base dei documenti ora giudicati insufficienti dal TAR, l’assessorato all’Ambiente della Regione Sicilia basò il provvedimento di revoca della precedente revoca delle autorizzazioni, dando sostanzialmente il via libera alla realizzazione del MUOS.

A.R.

One thought on “IL TAR DECIDE: STOP AL MUOS

  1. Pingback: SIGILLI AL MUOS DI NISCEMI E’ ABUSIVO. | italiaparla-VeritàCelate

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...